Pirateria è semplificazione

La pirateria non si combatte con la sola repressione. Internet è uno sprone, il diritto d'autore deve svecchiarsi per incoraggiare la creatività. Il contributo del Capo di Gabinetto del Ministro della Gioventù Luigi Bobbio

Roma – I commenti dei cittadini della rete non si sono mai esauriti, il dibattito ferve sul forum dedicato ai lavori del Comitato tecnico contro la Pirateria Digitale e Multimediale istituito oltre un anno fa presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Ma le notizie dal versante istituzionale sono ferme ai mesi primaverili. Riprendono ora, con un contributo del Capo di Gabinetto del Ministro della Gioventù, Luigi Bobbio (AN). Punto Informatico riprende sulle sue pagine il testo del documento, il quale, spiega lo stesso On. Bobbio, rispecchia anche il pensiero del Ministro Meloni.

Internet è la più grande frattura generazionale di tutti i tempi: creatività, conoscenza, innovazione sono sulla rete, un contributo straordinario che la gioventù italiana sta portando al rinnovamento del nostro paese, per troppi anni ingessato nella sua capacità di fruire dei tanti contenuti culturali di cui dispone. Internet è dei giovani e i giovani italiani devono poterne beneficiare pienamente, a costo di rimettere in discussione vecchi equilibri e rendite di posizione.

La “Pirateria Digitale Multimediale” è una semplificazione giornalistica riduttiva dei veri termini del problema: la rete succede a tutti i media del ventesimo secolo, TV compresa.
Fenomeni di illegalità sulla rete sono marginali rispetto alla portata storica del processo e vanno comunque affrontati con gli strumenti giuridici esistenti per tutti gli ambiti della vita civile, aggiornando il diritto d’autore, non certo avventurandosi in leggi speciali e pericolose acrobazie costituzionali: investiamo piuttosto sulla capacità tecnico-istituzionale di presidiare, con le tante leggi già esistenti, l’intero processo evolutivo verso la nuova società italiana di cui i giovani sono i principali innovatori e come tali sono da tutelare e incoraggiare.

Per l’industria italiana dei media e per la sua competitività sul mercato globale, paradossalmente, il più grande ostacolo all’introduzione di nuovi modelli nel mercato dei contenuti digitali è il ritardo nella diffusione della banda larga e la scarsa alfabetizzazione informatica delle generazioni meno giovani. Questi aspetti sono preponderanti su fenomeni più eclatanti come la stessa pirateria di tipo “filesharing”. La frattura
generazionale nelle capacità e abitudini di consumo dei nuovi contenuti digitali e dell’uso di internet, particolarmente accentuata in Italia, ha reso fino ad oggi poco attraente qualsiasi investimento in nuovi modelli di offerta e distribuzione “online” che sono invece diffusi con ampia concorrenza e con grande riduzione nei costi distributivi in altri paesi dove la pirateria diminuisce.

L’industria nazionale dei contenuti deve uscire dalla logica dello status quo, investire sui talenti di internet e smettere di pensare agli aiuti statali quando i modelli di business vecchi non funzionano più.

D’altronde la storia si ripete, come quando con le prime radio e televisioni private e “pirate”, a fronte di un mercato immaturo e chiuso, gli utenti erano disposti ad ascoltare anche chi diffondeva illegalmente contenuti audio-visivi. Oggi per giunta la domanda potenziale di contenuti diffusi via internet non include per limiti infrastrutturali, come invece la diffusione delle radio e televisioni permetteva allora, l’intera popolazione italiana.

Il “digital divide”, la mancata diffusione degli accessi a internet e degli accessi in “banda larga”, penalizza ulteriormente il nostro posizionamento competitivo nel nuovo scenario internazionale dei media digitali: l’Italia è agli ultimi posti nelle classifiche mondiali.
È necessario porsi il problema della strategia, evitando battaglie di retroguardia, che ci farebbero perdere la guerra, puntando, come pure alcuni vorrebbero, al puro contenimento repressivo della rete e dei suoi utenti con un percorso costituzionalmente tortuoso e tecnicamente inattuabile o perlomeno inutile. Occorre, invece, puntare su una strategia dal lato dell’offerta, in positivo e fondata sulla concorrenza, aprendo il mercato piuttosto che restringerlo.
La parola chiave potrebbe quindi essere: “contenuti”.

In una visione di sistema non dovremmo però dimenticare, come Nazione, che la nostra condizione attuale di semplici “consumatori” di internet non può più durare. È durata anche troppo.

Lo stato deve porsi obiettivi infrastrutturali veramente strategici, costruiamo subito la “gigabit-internet” nazionale, una rete mille volte più capace delle realtà ADSL esistenti in Italia, rendiamola servizio-universale, gratuito almeno per i giovani.
La rete a banda larga può creare i posti di lavoro del futuro per liberarci dai problemi della mobilità, dell’inquinamento, ma anche delle nuove cyber-minacce che solo un paese tecnologicamente preparato può affrontare.

Internet può paradossalmente portare le nuove generazioni alla riscoperta dei saperi antichi, delle tradizioni nazionali, dei valori storici del nostro paese, de-materializzando e dis-intermediando gran parte del mondo del novecento. Ad esempio, la filiera agricola può tornare a generare valore aggiunto direttamente sulla rete con i consumatori, il patrimonio culturale italiano ridivenire protagonista internazionale, i turisti scegliere nuovamente l’Italia come prima destinazione mondiale.
Dobbiamo puntare risolutamente, anche se tardivamente, a divenire titolari di un know-how info-logistico, ossia informatico infrastrutturale, sia a livello istituzionale che imprenditoriale.
Occorre quindi investire nelle tante infrastrutture materiali e immateriali che compongono la rete e rimuovere ogni facile tentazione autolesionista di status-quo, oltre che promuovere l’alfabetizzazione digitale delle famiglie e la consapevolezza nell’uso responsabile delle giovani generazioni.

Occorre però anche aumentare la capacità di produzione dei contenuti per internet.
Lasciando la pirateria come problema dominante, dimentichiamo il problema più ampio che lo contiene e che riguarda la maturità del mercato che dovrebbe essere portata ad un livello tale da rendere la pirateria un fenomeno marginale in uno scenario di offerte oramai internazionali. La barriera linguistica sulla rete è superata.
A questo fine si potrebbero avviare la fruibilità e l’accessibilità di tutti gli odierni contenuti TV, cinematografici, letterari e musicali per internet. Fruibilità e accessibilità intese come capacità di veicolare questi contenuti con le tecniche ed il linguaggio del nuovo medium e non come semplice trasposizione di “format” pensati per i vecchi media. La RAI fino ad oggi ha destinato molte risorse alla TV tradizionale e all’infrastruttura del digitale terrestre, tecnologia ponte che esordisce ormai vecchia: queste risorse sono state comunque un investimento cospicuo per le generazioni meno informatizzate che internet lo usano poco e male.
È venuto il momento di tornare ad investire per i giovani, la RAI deve velocemente spostarsi su internet, investire prevalentemente sulle tecnologie IP, rendere fruibili sulla rete le sue teche, ad esempio con licenze del tipo “creative-commons”, alla stregua delle emittenti pubbliche europee più evolute come la BBC.

Nel ‘700 inglese gli autori non avevano alcun diritto sulle proprie opere: erano gli stampatori a detenere il diritto di copiare le opere che comperavano dagli autori, per un tempo indefinito. Non esisteva concorrenza, i prezzi erano arbitrariamente alti e la Corona poteva direttamente vietare la stampa delle opere meno gradite. Il parlamento inglese decise di intervenire nel 1710 ponendo le basi del moderno diritto d’autore anche a tutela dei diritti della società, con un titolo molto esplicito: Copyright, An Act for the Encouragement of Learning. Oggi i binari paralleli al copyright, ampiamente diffusi con internet, sembrano andare nella stessa direzione riproponendo in chiave moderna l’antico obiettivo del diritto d’autore: è il caso ad esempio dei modelli legali del “free software”, del “copyleft”, del “share-alike”, del “creative commons” il cui successo mondiale sta costringendo a una profonda rivisitazione dei tradizionali schemi editoriali e distributivi ancorati al “copyright”.

Il Senato ha approvato l’Ordine del Giorno (n. G3.174 al DDL n. 1209) per consentire la nascita di altre società di intermediazione, raccolta e ripartizione dei compensi del diritto d’autore, impegnando il Governo affinché, tra l’altro, si modifichi l’assetto della SIAE, si garantisca una pluralità di operatori e una maggiore efficienza nella gestione dei diritti d’autore e si favorisca l’ampliamento del mercato delle società di gestione collettiva dei diritti d’autore. La costituzione del “Gruppo Giuridico Misto Creative Commons – SIAE” così come il recente intervento della stessa SIAE in merito alla reinterpretazione del contenuto del vigente art. 11 del Regolamento generale SIAE in vigore dal 2007 (diritti degli autori su internet), vanno nella direzione giusta, ma ancora troppo timidamente e forse anche burocraticamente. Le reazioni critiche di pochi autori, riportate dalla stampa, dimostrano come il problema sia ancora soprattutto generazionale, a fronte della stragrande maggioranze dei giovani autori che internet lo conoscono e lo vorrebbero poter utilizzare a pieno.

La nostra P.A., sul modello di quella tedesca, dovrebbe investire principalmente nei software open-source disponibili, risparmiando e promuovendo i tantissimi giovani talenti che in Italia sono superficialmente trascurati. Paradossalmente si otterrebbe anche un esempio di come tagliare alla fonte il problema della pirateria del software, valorizzando quella straordinaria comunità scientifica della conoscenza “open” già pubblicamente disponibile.
Il rischio da evitare è quello di trovarsi in una sorta di autarchia mediatica inseguendo solo opzioni repressive nel condizionamento, spesso veicolato dalle lobby di settore, che è generato dal pur gravissimo problema della contraffazione delle opere dell’intelletto in generale e, come fattispecie, dei contenuti digitali.

Internet non è una merce che si blocca alla frontiera.
Internet ha bisogno di regole base, che in buona parte già ha, indispensabili al suo funzionamento e alla sua più ampia possibile fruibilità: d’altronde internet è anche la denominazione del protocollo tecnico che ne permette l’esistenza come infrastruttura, ovvero una serie di regole a tutela della più ampia accessibilità, progettate in ambito militare per condizioni limite come quelle di un conflitto mondiale. Gli utenti di internet, specie i più giovani, hanno bisogno di essere protetti e tutelati. Questa necessità è identica a quella garantita da qualsiasi legge e ordinamento di uno stato moderno. Quindi non esiste un bisogno di leggi speciali, ma semplicemente l’esigenza di sapersi dotare di capacità organizzativa e tecnologica atta a contrastare adeguatamente fenomeni preesistenti che oggi utilizzano anche le nuove tecnologie. In Italia questa capacità di indirizzo è molto poco diffusa. Gli organi preposti all’osservanza delle norme cogenti hanno scarse risorse quando si parla di “information compliance”. L’Italia è l’unico paese G8 a non essere dotato di un organo/autorità centrale di supervisione, controllo e garanzia sulle politiche, i diritti e le libertà fondamentali della rete.

La raccomandazione “bipartisan” del Parlamento europeo destinata al Consiglio sul rafforzamento della sicurezza e delle liberta fondamentali su Internet (Lambrinidis) dimostra come questo tema sia di stretta attualità nell’agenda politica di molti paesi.
Il Rapporto Medina Ortega sul Diritto d’Autore che voleva raccomandare all’UE l’adozione esplicita della risposta graduata (“3-strikes-and-yoùre-out”) mutuando de-facto la c.d. “dottrina Sarkozy” è stato bocciato.
Tale dottrina è stata ripresentata all’interno del “pacchetto telecom” e nuovamente bocciata dall’euro-parlamento: la risposta graduata è stata categoricamente bandita dall’Europa, benché tentativi di resuscitarla nella terza lettura del “telecoms package” siano ancora d’attualità.
Ma il Parlamento Europeo è andato oltre è ha introdotto un nuovo principio fondamentale nell’acquis comunitario: internet è diventato un diritto fondamentale per i cittadini europei.
In un mondo dove con internet si lavora, si accede ai servizi sanitari, si vive socialmente, si comunica e si esercitano le libertà civili, è oramai chiara la pericolosa acrobazia giuridica della risposta graduata.

Internet ha semmai bisogno di ulteriori garanzie: uno dei principi irrinunciabili della rete che va urgentemente sancito in via normativa è quindi quello della neutralità della rete, anche affinché l’opzione, da alcuni sostenuta, dell’intervento repressivo speciale per la rete (ossia ad opera di autorità non giurisdizionali), non sia la dannosa scorciatoia al principio della responsabilità personale degli atti compiuti, scorciatoia alternativa a rimedi più congrui nell’alveo costituzionale delle tutele giudiziarie.
È necessario impegnare la Commissione Europea affinché il nuovo “pacchetto telecom” preveda espressamente il principio della neutralità della rete. Del resto il Governo degli Stati Uniti ha già iniziato a tutelare questo principio fondamentale della rete, come anticipato dalle parole di Julius Genachowski, neo-presidente dell’autorevole Federal Communications Commission e dall’avvio dell’iniziativa”OpenInternet” per preservare una rete aperta e libera.

Il vero rischio in Italia è l’effetto di marginalizzazione del sistema paese digitale. Già oggi gli investimenti esteri nell’internet italiana e nell’industria nazionale informatica e dei media digitali sono a zero. La giurisdizione italiana su internet è limitata, e non esiste server di stato che possa essere schierato alla frontiera. Qualsiasi tentativo repressivo basato su leggi speciali per internet sopprimerebbe definitivamente l’asfittica industria italiana in cui operano prevalentemente le giovani generazioni, esponendo definitivamente il paese alle vere leggi che funzionano su internet: quelle dei “big media” esteri che hanno l’innovazione, le risorse finanziarie, umane, tecnologiche e il supporto dei rispettivi sistemi-paese.

I termini “pirateria digitale” e “pirateria multimediale” utilizzati nel Decreto istitutivo del “Comitato tecnico contro la pirateria digitale e multimediale” (CPDM) possono apparire troppo semplici e riduttivi: quali sono i veri settori coinvolti? Quali i veri comportamenti a rischio? Quali le future conseguenze per le giovani generazioni? Come ricordato di recente sul Corriere della Sera: “storicamente il riferimento normativo a cui si sono appellati i produttori di tecnologie utilizzate per copie non autorizzate era il caso Betamax. Quando la Sony nel 1975 lanciò il videoregistratore, le case cinematografiche, in particolare Universal e Disney chiesero di vietarne la vendita. Il caso arrivò nel 1984 alla Corte suprema la quale stabilì che una società non poteva essere ritenuta responsabile per aver creato una tecnologia. Nel sistema anglosassone basato sui precedenti questa decisione ha consentito a molte altre tecnologie, tra cui personal computer, masterizzatori e fotocopiatrici, di resistere agli attacchi dei proprietari dei contenuti”. È necessario in conclusione affrontare distintamente ma in modo coordinato:
1. la protezione del diritto d’autore e i connessi limiti alla diffusione della cultura digitale prodotta soprattutto dalle nuove generazioni di autori e della nuova conoscenza condivisa: occorre riformare il ruolo della SIAE, ancora improntato a modelli antecedenti l’era della rete ed adattarlo ad un contesto di crescenti conflitti d’interesse tra autori nei nuovi media ed editori tradizionali;
2. la governance di Internet nel rispetto dei principi fondamentali della rete, che ne delimitano la funzione stessa di servizio universale e diritto fondamentale, ormai sancito dal Parlamento Europeo, ma non ancora sufficientemente riconosciuta nell’ordinamento italiano e le sue nuove grandi evoluzioni che impattano e impatteranno profondamente sulla società, l’economia e la politica. Il “Social networking” e la convergenza media/tv, con la connessa necessità di nuove politiche dei media (specialmente RAI) ci deve spingere a guardare già oltre il digitale terrestre, tecnologia ponte destinata per lo più alle generazioni meno legate ad internet. Occorre ragionare subito e solo su contenuti per internet facendo in modo che RAI già pianifichi la migrazione integrale della propria programmazione verso internet cui sarebbe già oggi tenuta, in ragione del denaro pubblico che riceve.

Se sono stati investiti fiumi di denaro per la tecnologia-ponte perché non ci si decide ad investire per le nuove generazioni che già – come ci rivelano le statistiche – guardano sempre meno la TV? L’Internet delle cose (smart chips/RFID) ci porta dall’ante-litteram dei telefonini tracciabili alla sorveglianza pervasiva e ubiqua, considerando che, tra pochi anni, tutti i nostri oggetti saranno collegati ad internet e saranno controllati da internet. Il “Behavioural advertising” (Pubblicità basata sul comportamento degli utenti), è poi la punta dell’iceberg di tecnologie molto più pervasive di spionaggio e profilazione di cui si parla poco e su cui le autorità nazionali hanno le armi spuntate. Lo stesso Garante per la Privacy non ha giurisdizione su internet.

Chi controlla? Iniziamo ad occuparcene in Italia, il Governo potrebbe dar vita ad una commissione di garanzia per i diritti di internet composta ai più alti livelli tecnologici e scientifici per gettare le basi di un presidio dei diritti fondamentali inalienabili di internet da cui iniziare ad elaborare, come primo passo, una “carta” con rango di legge. Inoltre, la Commissaria europea Reding ha recentemente auspicato l’introduzione di un responsabile europeo per la cyber-sicurezza. L’Italia dovrebbe quindi dotarsi di un organismo per la cyber-sicurezza capace di raccordarsi alle strutture già esistenti negli altri paesi europei e al futuro omologo ente europeo, per la prevenzione e la pianificazione tecnico-istituzionale di tutte le vere minacce alla sicurezza internet: dal contrasto alla criminalità organizzata, al terrorismo, alla protezione delle infrastrutture critiche nazionali. In questa sede tecnica si potrebbe finalmente affrontare con la giusta competenza e senza scorciatoie legislative il tema delle necessarie risorse e delle giuste misure di presidio e controllo, anche per la tutela della proprietà intellettuale su internet, a supporto dell’attività di contrasto che è e deve restare dei preposti organi giurisdizionali. La priorità deve essere la capacità dello stato di far fronte a tutte le nuove sfide di cyber-sicurezza, di cui la pirateria digitale è solo una parte: esigenze o opzioni di sicurezza raccomandate non possono prevalere o avere una corsia preferenziale per mere finalità economiche di gruppi d’interesse, neanche su internet. Il tema delle cifre e delle statistiche economiche associate alle varie cyber-minacce, pirateria inclusa, deve poi essere affrontato da organismi indipendenti.
Tale auspicato organismo nazionale per la cyber-sicurezza potrebbe ad esempio raccordarsi con l’ISTAT per dare all’esecutivo delle cifre attendibili e non di parte.

In conclusione, lo svolgimento di attività illegali a mezzo delle rete internet è un fenomeno direttamente proporzionale alla diffusione e capillarità della stessa, ma non è certo rapportabile con un nesso di causa-effetto. La violazione del diritto d’autore su internet è una parte dell’illegalità digitale, assieme a tante altre fattispecie di illecito amministrativo o reato penale. Qualsiasi azione di tutela legittima degli interessi e diritti degli autori ed editori, rischia, tuttavia, di sconfinare oggigiorno ampiamente nelle problematiche della “governance” e dei giusti contrappesi con la tutela dei principi fondamentali della rete.
Come già avviene nelle altre nazioni del G20 e nei paesi più sviluppati, diviene fondamentale anche per l’Italia dotarsi degli strumenti adeguati ed affrontare senza scorciatoie e nei modi opportuni i grandi temi legati alla nuova era della rete.

Il Capo di Gabinetto del Ministro della Gioventù
On. Cons. Luigi Bobbio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • saverio postiglion e scrive:
    l'uscita di Mozilla FIrefox 3.6
    non c'è una data fissata per l'uscita di mozilla firefox 3.6 versione finale?
  • Dovellas scrive:
    L'Open lavoro per noi.
    Non è un mistero che i maggiori sforzi di Mozilla riguardino Windows, Firefox su linuc fa schifo.
    • lroby scrive:
      Re: L'Open lavoro per noi.
      - Scritto da: Dovellas
      Non è un mistero che i maggiori sforzi di Mozilla
      riguardino Windows, Firefox su linuc fa
      schifo.ma dovevi per forza tornare?sei una vergogna per tutti gli utenti Windows.
      • Dovellas scrive:
        Re: L'Open lavoro per noi.
        Una vergogna sarai tu, torna ad usare openmanba o l'inbutu, winari mezzosangue non è vogliamo.
  • Zorking scrive:
    Drag&drop nativo per l'upload
    Il drag&drop nativo per l'upload nella finestra del browser è già presente e attivo in questa beta, come pure nella precedente alfa. Lo sto usando per una applicazione web molto carina e avanzata.
  • sami scrive:
    manca la modalità protetta
    invece che concentrarsi in queste cazzatine, potevano implementare la modalità protetta come in IE7/EI8.
    • MeX scrive:
      Re: manca la modalità protetta
      e chiamarla come dio comanda: "porn mode"E ricorda, JESUS LOVES YOU!
      • Valeren scrive:
        Re: manca la modalità protetta
        Ma la sandbox non c'è anche in FF da mesi?O si tratta di altro?Dal sito MS non si capisce.
      • Thescare scrive:
        Re: manca la modalità protetta
        La modalita' protetta su IE se non sbaglio serve a controllare l'esecuzione degli activex (ebbene si, ancora MS supporta questo aborto...)
    • Elf scrive:
      Re: manca la modalità protetta
      - Scritto da: sami
      invece che concentrarsi in queste cazzatine,
      potevano implementare la modalità protetta come
      in
      IE7/EI8.Strumenti -
      Avvia Navigazione Anonimao anche:CTRL + SHIFT + P
    • Thescare scrive:
      Re: manca la modalità protetta
      - Scritto da: sami
      invece che concentrarsi in queste cazzatine,
      potevano implementare la modalità protetta come
      in
      IE7/EI8.Ipotesi:1)Utilita' modalita' protetta su IE 7/8 = controllo activex2)Tecnologia activex su firefox non supportataTesi:La modalita' protetta di IE7/8 su firefox e' perfettamente inutileChe dite regge come teorema??
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: manca la modalità protetta
        contenuto non disponibile
        • Thescare scrive:
          Re: manca la modalità protetta
          Sono stato impreciso, per controllo activeX intendo che funziona come controllore per l'installazione/esecuzione di activeX, non che e' essa stessa un activeX. Mi scuso per l'imprecisione
          • Nocs scrive:
            Re: manca la modalità protetta
            No devi bruciare all'inferno!
          • Thescare scrive:
            Re: manca la modalità protetta
            - Scritto da: Nocs
            No devi bruciare all'inferno!Amo il paradiso per il clima e l'inferno per la compagnia.No cosa??? La mia non era una domanda
          • Nocs scrive:
            Re: manca la modalità protetta
            Era un "no, non ti scuso anche se non me l'hai chiesto!"...
  • Nimoy scrive:
    Scusate: una domanda (seria)
    Cosa posso fare con WIndows 7 che non posso fare con Windows XP ?Lo dico perchè mi vengono i brividi a pensare di trasportare tutto il software installato (comprato) questi anni da XP a 7. E quindi deve esserci almeno una buona contropartita nel passaggio dall'uno all'altro.Grazie.
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Scusate: una domanda (seria)
      - Scritto da: Nimoy
      Cosa posso fare con WIndows 7 che non posso fare
      con Windows XP
      ?Vedere delle schermate blu più fighe
      Lo dico perchè mi vengono i brividi a pensare di
      trasportare tutto il software installato
      (comprato) questi anni da XP a 7. E quindi deve
      esserci almeno una buona contropartita nel
      passaggio dall'uno
      all'altro.Resta ad XP come fa la gente con un minimo di cervello. Poi quando ti rompi le balle passi a Linux o Mac
      Grazie.Di nulla.
      • Giovanni scrive:
        Re: Scusate: una domanda (seria)
        - Scritto da: Luca Annunziata
        - Scritto da: Nimoy

        Cosa posso fare con WIndows 7 che non posso fare

        con Windows XP

        ?
        Vedere delle schermate blu più fighe


        Lo dico perchè mi vengono i brividi a pensare di

        trasportare tutto il software installato

        (comprato) questi anni da XP a 7. E quindi deve

        esserci almeno una buona contropartita nel

        passaggio dall'uno

        all'altro.
        Resta ad XP come fa la gente con un minimo di
        cervello. Poi quando ti rompi le balle passi a
        Linux o
        Mac


        Grazie.
        Di nulla.Che c'è, Luca, non hai più voglia di loggarti? :D
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: Scusate: una domanda (seria)
          - Scritto da: Giovanni
          Che c'è, Luca, non hai più voglia di loggarti? :DHo dimenticato la password :(
    • non so scrive:
      Re: Scusate: una domanda (seria)
      Vai sul sito MS e cerca per: Windows Client Feature ComparisonE clicca il primo risultato.
      • Nocs scrive:
        Re: Scusate: una domanda (seria)
        Comparison veramente ridicola!Risposta = nessuna differenza.Però W7 occupa più ram, più spazio su disco, è più lento, rompe di più le oo ed è irritantemente semi-trasparente.Però dovresti riuscire a mettere il tema di xp così togli l'ultimo problema, forse.
        • panda rossa scrive:
          Re: Scusate: una domanda (seria)
          - Scritto da: Nocs
          Comparison veramente ridicola!

          Risposta = nessuna differenza.Un par di balle!XP gira anche su hardware datato.
          • LaNberto scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Nocs

            Comparison veramente ridicola!



            Risposta = nessuna differenza.

            Un par di balle!È
            XP gira anche su hardware datato.Bella forza! È DATATO
          • Nocs scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            Anche
          • panda rossa scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            - Scritto da: LaNberto
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Nocs


            Comparison veramente ridicola!





            Risposta = nessuna differenza.



            Un par di balle!È

            XP gira anche su hardware datato.
            Bella forza! È DATATOL'hardware di 10 anni fa funziona benissimo anche oggi e se uno non ha l'esigenza di averci il desktop con effetto traslucido, trasparenze e fading dei menu, puo' benissimo usarlo per qualsiasi cosa.La domanda iniziale era "Che differenza c'e' tra xp e win 7 ?"una risposta e' stata NESSUNAe io ho sottolineato come una differenza ci sia.
          • lroby scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            - Scritto da: panda rossa
            La domanda iniziale era "Che differenza c'e' tra
            xp e win 7
            ?"
            una risposta e' stata NESSUNAed è stata una risposta del razzo
            e io ho sottolineato come una differenza ci sia.alcune delle differenze tra i 2 s.o. le ho elencate nel mio post qui sotto.
    • lroby scrive:
      Re: Scusate: una domanda (seria)
      - Scritto da: Nimoy
      Cosa posso fare con WIndows 7 che non posso fare
      con Windows XP
      ?
      Lo dico perchè mi vengono i brividi a pensare di
      trasportare tutto il software installato
      (comprato) questi anni da XP a 7. E quindi deve
      esserci almeno una buona contropartita nel
      passaggio dall'uno
      all'altro.provo a darti io una risposta il più esauriente possibile.intanto sarebbe utile fare il passaggio di s.o. abbinandolo al pc nuovo, quindi finchè hai un pc perfettamente funzionante con xp te lo tieni fino a quando non decidi di sostituirlo (per eccessiva vecchiaia o per guasto irreparabile)perchè ti dico questo?perchè e' utile avere un s.o. nuovo quando hai ANCHE l'hardware nuovo, visto che Windows 7 può supportare oltre 4 gb di ram (versione 64bit), touchscreen (nei tablet e nei pc dotati di touchscreen), i dischi SSD con tanto di funzione TRIM (che per ora costano troppo, non sono affidabili e sono pochi quelli dotati della funzione TRIM per far vivere più a lungo i dischi SSD), supporterà le schede video con integrato il supporto alle directx 11.queste sono IMHO sono una parte delle motivazioni che mi spingono a dire che personalmente passerò a Windows 7 (comprato OEM insieme al pc nella versione 64bit Home Basic o Premium) quando mi farò un pc nuovo con tutte le caratteristiche sopra elencate supportate (più il raid 0 già supportato perfettamente da Vista64).oltretutto il sw da te posseduto non è detto che allo stato attuale sia già pienamente compatibile con questa nuova versione di Windows.se da qui a quando cambierai il pc passerà abbastanza tempo , vedrai che tutti i tuoi sw saranno stati aggiornati per essere compatibili al 100% con Windows 7.Allora si che sarà tranquillo e proficuo fare il passaggio.
      • Nocs scrive:
        Re: Scusate: una domanda (seria)
        Non è che voglio criticare per forza Windows 7, ma se le differenze sono:TouchScreen - chi ha un monitor touchscreen???SSD - stesso discorso. e poi non è che xp non supporta dischi SSDDirectX 11 - Qua ok. XP non le supporta (e neanche le 10, salvo mods)Per la ram è un problema di 32bit vs 64bit, non di XP vs Vista o 7, quindi non c'è differenza.Comunque avere le DirectX 11 invece che le 9 non mi sembra una gran differenza visto che tutti i giochi supportano le 9 o al limite le 10 (e comqunque riesci a farli girare su xp). Fa differenza solo se sei un gamer incallito, altrimenti nessuna differenza con XP, anzi.
        • lroby scrive:
          Re: Scusate: una domanda (seria)
          - Scritto da: Nocs
          Non è che voglio criticare per forza Windows 7,
          ma se le differenze
          sono:
          TouchScreen - chi ha un monitor touchscreen???
          SSD - stesso discorso. e poi non è che xp non
          supporta dischi
          SSD
          DirectX 11 - Qua ok. XP non le supporta (e
          neanche le 10, salvo
          mods)

          Per la ram è un problema di 32bit vs 64bit, non
          di XP vs Vista o 7, quindi non c'è
          differenza.

          Comunque avere le DirectX 11 invece che le 9 non
          mi sembra una gran differenza visto che tutti i
          giochi supportano le 9 o al limite le 10 (e
          comqunque riesci a farli girare su xp). Fa
          differenza solo se sei un gamer incallito,
          altrimenti nessuna differenza con XP,
          anzi.tutto quello che hai scritto si riferisce al periodo odierno (Novembre 2009) ma io ho scritto di aspettare quando il pc non ne potrà più e potrebbero anche passarci 1 o 2 anni sopra.significa + sdd a basso costo con funzione TRIM (che xp NON supporta)+ monitor touch screen (che si moltiplicheranno di diffusione e scenderanno di prezzo)dx 11 non è detto che non ci saranno sempre più programmi in grado di sfruttarle (e non parlo solo di giochi)se ipotizzi un cambio pc tra 1 o 2 anni non avrebbe senso comprare ancora una licenza di xp (già non avrebbe senso comprando un bel pc oggi)
          • iRoby scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            Scusa ma aspettare cosa? Che un sistema lento diventi più veloce per naturale evoluzione dell'hardware?Dx11 e trucchi XXXXXXXX come il non darti nuove tecnologie su XP per obbligarti a cambiare, sono per l'appunto bastardate, tipiche di chi è monopolista.Scusa ma tra due anni se funzionasse e fosse perfettamente supportato come andrebbe XP sulle macchine nuove? Un missile ultrasonico?
          • lroby scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            - Scritto da: iRoby
            Scusa ma aspettare cosa? Che un sistema lento
            diventi più veloce per naturale evoluzione
            dell'hardware?aspettare che il pc finisca egregiamente il suo ciclo di vita? ovvero che diventa troppo vecchio per le esigenze del suo utente o che diventa guasto in maniera irreparabile (o talmente costoso da riparare che la riparazione supererebbe il valore del pc)
            Dx11 e trucchi XXXXXXXX come il non darti nuove
            tecnologie su XP per obbligarti a cambiare, sono
            per l'appunto bastardate, tipiche di chi è
            monopolista.nuove tecnologie per obbligarti a cambiare? guarda che le nuove tecnologie non hanno impedito a 700/750 pc dell'azienda dove lavoro a continuare a lavorare tranquillamente ancora oggi con Windows 2000.Le nuove tecnologie sulle auto sono ESP , ed altre che la mia 206 di 7 anni e mezzo fà non possiede eppure non mi impediscono di circolare e di usare un mezzo efficentissimo (nonostante 140.000km alle spalle)ma è ovvio che quando cambierò la vettura il ESP e tutte le altre cose nuove le avrò di serie.. così come lui avrà le nuove tecnologie hardware insieme al pc se lo cambierà ad esempio tra un paio di anni.
            Scusa ma tra due anni se funzionasse e fosse
            perfettamente supportato come andrebbe XP sulle
            macchine nuove? Un missile
            ultrasonico?sarebbe stupido continuare ad usare xp su un pc che si ipotizza avere tra gli 4 ed gli 8 gb di ram, dischi sdd, probabili monitor touch e via discorrendo.poi sia chiaro che io preferisco xp sul mio netbook, con l'hardware che si ritrova con Vista e 7 farei le stesse cose in maniera leggermente rallentata (non ho ssd, non ho touch,non ho svga dx11 e non ho 4/8gb di ram). bisogna imparare a distinguere l'hardware e le caratteristiche che possiede per abbinarci sempre il s.o. giusto.ma questa cosa in pochissimi l'hanno capita.
          • krane scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: iRoby
            aspettare che il pc finisca egregiamente il suo
            ciclo di vita? ovvero che diventa troppo vecchio
            per le esigenze del suo utente
            nuove tecnologie per obbligarti a cambiare?
            guarda che le nuove tecnologie non hanno impedito
            a 700/750 pc dell'azienda dove lavoro a
            continuare a lavorare tranquillamente ancora oggi
            con Windows 2000.Domanda : come va l'integrazione di win7 nelle reti gestite da winserver 2000 ? Active dir e le altre funzionalita' si integrano ?Altrimenti si formatta e si rimette XP anche sui futuri pc nuovi.
          • lroby scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            - Scritto da: krane
            Domanda : come va l'integrazione di win7 nelle
            reti gestite da winserver 2000 ? Active dir e le
            altre funzionalita' si integrano
            ?
            Altrimenti si formatta e si rimette XP anche sui
            futuri pc
            nuovi.non lo so come va, so solo che noi siamo quasi tutti passati a Windows 2003 server e qualche portatile (contati sulle dita di una mano monca) montano Vista e lavorano dentro il dominio.non penso che cambi molto con 7 no? (è solo una ipotesi)
          • krane scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: krane

            Domanda : come va l'integrazione di win7 nelle

            reti gestite da winserver 2000 ? Active dir e le

            altre funzionalita' si integrano ?

            Altrimenti si formatta e si rimette XP anche sui

            futuri pc nuovi.
            non lo so come va, so solo che noi siamo quasi
            tutti passati a Windows 2003 server e qualche
            portatile (contati sulle dita di una mano monca)
            montano Vista e lavorano dentro il dominio.
            non penso che cambi molto con 7 no ? (è solo una
            ipotesi)Avevo lettto questo : http://support.microsoft.com/kb/969429/en-us/http://support.microsoft.com/kb/969429/en-us/
          • iRoby scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            Miiii se ti incontro ti prendo a sberle, per quanto odio i paragoni con le automobili e quelli che li fanno. :)Ad XP non servono 4-8G di ram, serviranno a Seven forse. E a chi servono XP 64bit li supporta agilmente.Ed il multitouch mi fa ridere. E non è detto che un semplice driver ed un substrato software nella GUI non sia in grado di supportarlo anche su XP.Che tu hai bisogno di Seven non sei tu a dirlo, te lo fa dire il tuo inconscio dopo che è stato ben bene frullato e rischiacquato con il marketing di Redmond.Ma continuate pure così a far muovere l'economia...
          • lroby scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            - Scritto da: iRoby
            Miiii se ti incontro ti prendo a sberle, per
            quanto odio i paragoni con le automobili e quelli
            che li fanno.
            :)LOL però vedo che così gli esempi li capiscono in molti ;)
            Che tu hai bisogno di Seven non sei tu a dirlo,
            te lo fa dire il tuo inconscio dopo che è stato
            ben bene frullato e rischiacquato con il
            marketing di
            Redmond.ahaha buona questa... sai perchè ho Vista 64 bit sul desktop con 8gb di ram di casa? te lo spiego subito.. (prima di comprare delle licenze oem faccio dei test opportuni)1) xp NON supporta il raid 0 o 1 della mia mainboard perchè è obsoleto rispetto alla mainboard stessa.2) Vista64bit è molto più veloce di xp su questo pc3) molto più robusto e stabile Vista64 rispetto a xpio non compro una licenza piuttosto che un'altra perchè qualcuno me lo mette in testa.. ma compro le licenze che reputo le migliori (dopo averle anche tenute qualche giorno per valutarle) in base al tipo di macchina.torno a dire.. ho comprato APPOSTA il netbook perchè aveva xp e non Vista.come te lo devo spiegare che non stai parlando con un utonto o utente qualsiasi?

            Ma continuate pure così a far muovere
            l'economia...
          • iRoby scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            Le mancanze di XP sulle macchine nuove e con determinate tecnologie, sono fermamente convinto che siano artificiali.
          • Findus scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            Le modifiche che hai elencato mi sembrano un po pochine. Mi spiego. Possibile che in 8 anni siano solo queste le novita'. Una serie di funzionalita' marginali che potevano benissimo essere inserite nel vecchio XP?E' davvero un peccato che la maggior parte delle funzionalita' previste per il progetto originale siano andate perse (WinFS ad esempio). Ad oggi l'unica funzionalita' a livello di interfaccia sembra rappresentata dalla taskbar (che se non erro arriva da KDE).Ritengo 7 e Vista degli ottimi sistemi (sia dal punto di vista della stabilita' che della sicurezza) anche se pesanti ma forse l'esperienza per gli utenti e' davvero cambiata troppo poco contando che sono passati ormai tutti questi anni dal vecchio XP.
          • lroby scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            - Scritto da: Findus
            Le modifiche che hai elencato mi sembrano un po
            pochine. Mi spiego. Possibile che in 8 anni siano
            solo queste le novita'. Una serie di
            funzionalita' marginali che potevano benissimo
            essere inserite nel vecchio
            XP?riporto un mio pezzo di post :"queste sono IMHO sono una parte delle motivazioni che mi spingono a dire che personalmente passerò a Windows 7 (comprato OEM insieme al pc nella versione 64bit Home Basic o Premium) quando mi farò un pc nuovo con tutte le caratteristiche sopra elencate supportate (più il raid 0 già supportato perfettamente da Vista64)."ovvero io ho scritto solo UNA PARTE delle differenze tra xp e Vista/7.Non ho mai detto che erano SOLO queste le novità
          • AtariLover scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            - Scritto da: lroby

            aspettare che il pc finisca egregiamente il suo
            ciclo di vita? ovvero che diventa troppo vecchio
            per le esigenze del suo utente o che diventa
            guasto in maniera irreparabile (o talmente
            costoso da riparare che la riparazione
            supererebbe il valore del
            pc)
            Qui secondo me hai perfettamente ragione.
          • bollito scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)

            tutto quello che hai scritto si riferisce al
            periodo odierno (Novembre 2009) ma io ho scritto
            di aspettare quando il pc non ne potrà più e
            potrebbero anche passarci 1 o 2 anni
            sopra.Cioe' tu pensi veramente che il tuo PC con 8GB di ram sopra tra 2 anni non ne potra' piu'?Assurdo.
          • lroby scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            - Scritto da: bollito
            Cioe' tu pensi veramente che il tuo PC con 8GB di
            ram sopra tra 2 anni non ne potra'
            piu'?
            Assurdo.e dove l'avrei scritto?quando ho fatto questo pc l'ho progettato con il chiaro intento di farlo durare almeno un intero ciclo di vita medio del pc (5-6 anni)
          • Nocs scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            Si ma tieni conto che stai ipotizzando.Io, non sapendo cosa ci sarà nel mondo dell'informatica tra 2 anni, ho espresso le mie opinioni sul presente.Tra 2 anni potrebbe benissimo essere uscito un nuovo SO Microsoft e potrebbe essere spettacolare (anche se dubito, visti i cambiamenti da XP a 7 in...quanti anni?).Oppure linux potrebbe essere diventato la norma e non avrebbe senso porsi il problema (è solo un esempio.. non volevo tirare dentro linux, giuro!).Quando un sistema operativo mi offrirà vantaggi significativi prenderò in considerazione l'idea di cambiare XP:Supporto hardware (che sia SSD, ram, TouchScreen o nuove periferiche per cui non usciranno i driver per xp)Protezione da attacchi (se XP diverrà il bersaglio principale di hacker, a prescindere da firewall hardware e software, antivirus e blocchi vari)Per ora gli svantaggi di Vista/7 sono troppo grandi rispetto ai vantaggi inutili che offre.
          • lroby scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            - Scritto da: Nocs
            Per ora gli svantaggi di Vista/7 sono troppo
            grandi rispetto ai vantaggi inutili che
            offre.ma veramente io possiedo un pc desktop molto potente che ha già mostrato come xp lì sopra facesse caxare, non supportando o supportando MALE :- scheda grafica dual core da 1gb di ram dx10 per giocare- raid 0 per raddoppiare le prestazioni dei dischi fissi- 8gb di ram (li supporta solamente Xp64 che NON mi piace,se devo scegliere un s.o. a 64bit scelgo Vista64 o 7_64bit)infatti già su questo desktop di 1 anno e mezzo di vita ho preferito MILLE volte Vista 64 bit home basic rispetto a xp.dipende tutto dalla potenza e dalle caratteristiche hardware del pc in questione.4 mesi fà ho preso APPOSTA un netbook (invece di un notebook) per poter avere xp e farlo correre.e quando sarà ora per me di un nuovo super pc (visto che ora il mio desktop lo usa la moglie per giocare e io uso solo il netbook) avrà tutte le carte in regola per essere migliore con 7 che non con Vista.ad ognuno il suo diceva qualcuno.
          • Nocs scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            Fermo restando il "De gustibus"Del RAID ne so poco e non l'ho mai provato, ma dovrebbe essere controllato da scheda madre e bios più che dal SO. Mi sembra strano che ci sia una gestione diversa tra XP e Vista/7.Anche le schede video dual core non le avevo mai sentite...sarà che oltre i 150 non ci guardo neanche..Comunque visto che hai una scheda del genere di certo lo usi per giocare a giochi recenti e che supportano le ultime directx, quindi ci credo che preferisci 7. Lo installerei anch'io (magari in dual boot ;D).A giochi sono fermo a Warcraft III e qualcosa del mame, quindi il problema non mi tocca granchè...in attesa di un Diablo3, si intende
          • lroby scrive:
            Re: Scusate: una domanda (seria)
            Scritto da: Nocs
            Anche le schede video dual core non le avevo mai
            sentite...scusa.. non dual core.. dual gpu (sono proprio 2 gpu distinte)
        • iRoby scrive:
          Re: Scusate: una domanda (seria)
          Miiiii che occhio di lince, bravo hai vinto un biscotto! :)Diciamocelo chiaramente solo il marketing, ad oggi, dice che Seven è meglio dei sistemi precedenti.Ad oggi nessun utente ci ha trovato un'utilità pratica superiore.
    • ruppolo scrive:
      Re: Scusate: una domanda (seria)
      - Scritto da: Nimoy
      Cosa posso fare con WIndows 7 che non posso fare
      con Windows XP
      ?
      Lo dico perchè mi vengono i brividi a pensare di
      trasportare tutto il software installato
      (comprato) questi anni da XP a 7. E quindi deve
      esserci almeno una buona contropartita nel
      passaggio dall'uno
      all'altro.

      Grazie.Se vuoi ti posso dire cosa puoi fare con Mac, primo su tutti: smettere di aspettare.
      • lroby scrive:
        Re: Scusate: una domanda (seria)
        - Scritto da: ruppolo
        Se vuoi ti posso dire cosa puoi fare con Mac,
        primo su tutti: smettere di
        aspettare.non è vero. deve sempre aspettare anche se in maniera diversa.deve aspettare di AVERE I SOLDI per comprare il Mac.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Camminando Scalzi scrive:
    Firefox di già ??
    Ancora meglio di ciò che ci aspettavamo: http://www.camminandoscalzi.it/wordpress/windows-7-recensione.htmlSubito Firefox incredibile!
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Firefox di già ??
      - Scritto da: Camminando Scalzi
      Ancora meglio di ciò che ci aspettavamo:
      http://www.camminandoscalzi.it/wordpress/windows-7

      Subito Firefox incredibile!Che XXXXX di articolo. Solo screenshot e poca sostanza... In fondo si adatta allo standard dell'utonto M$: grafica sbarluccicosa e un sistema instabile sotto.
  • Luca scrive:
    Errore Firefox
    Da qualche giorno mi succede con firefox che dopo una ricerca su google quando clicco sul link di qualche sito che ho trovato mi apre un altra sessione con più tab a questo indirizzo: http://67.201.36.16/nolink.html con la scritta nella pagina "Sorry this link is no longer available". Ho pensato fosse uno spyware ma non mi ha trovato nulla. E mi succede solo con firefox. Ho provato con Opera, o Explorer e non succde. Cosa può essere?
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Errore Firefox
      - Scritto da: Luca
      Da qualche giorno mi succede con firefox che dopo
      una ricerca su google quando clicco sul link di
      qualche sito che ho trovato mi apre un altra
      sessione con più tab a questo indirizzo:
      http://67.201.36.16/nolink.html con la scritta
      nella pagina "Sorry this link is no longer
      available".

      Ho pensato fosse uno spyware ma non mi ha trovato
      nulla. E mi succede solo con firefox. Ho provato
      con Opera, o Explorer e non succde. Cosa può
      essere?Ricorda che il 99% dei problemi è causato da quella massa organica che si trova tra la tastiera e lo schienale della sedia, conosciuta anche come "utonto".
    • Valeren scrive:
      Re: Errore Firefox
      Mai provato Google?http://www.google.it/search?q=http%3A%2F%2F67.201.36.16%2Fnolink.html
    • revolt73 scrive:
      Re: Errore Firefox
      controlla il file host di windows...
  • TrAKs scrive:
    ritardo?
    la beta 1 è stata rilasciata il 15 Ottobrehttp://www.technozone.it/software/browser/mozilla-rilascia-firefox-3-6-beta/
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: ritardo?
      - Scritto da: TrAKs
      la beta 1 è stata rilasciata il 15 Ottobre
      http://www.technozone.it/software/browser/mozilla-Infatti l'abbiamo pubblicata il 15/10... Purtroppo però il DB SQL Server che M$ ci obbliga ad usare è un pò lento a fare le query e il risultato è apparso solo oggi...
  • Simone scrive:
    Tab switching
    E' già presente nella 3.5.4 (non posso verificare le precedenti) e si fa con CTRL+TAB
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Tab switching
      - Scritto da: Simone
      E' già presente nella 3.5.4 (non posso verificare
      le precedenti) e si fa con
      CTRL+TABHey genietto, hai scoperto l'acqua calda? Guarda che tutti i programmi multifinestra (siano esse tab o MDI) hanno la funzionalità CTRL+TAB... Lo sanno anche i bambini di 3 anni.
      • Simone scrive:
        Re: Tab switching
        Urka...ho meno di tre anni e so già postare...Chissà se per usurpare nome e cognome di qualcun altro c'è bisogno di qualche licenza e/o abilità superiore!
      • Fedechicco scrive:
        Re: Tab switching
        Non ho capito, la novità allora è che la combinazione tasti è cambiata?Wow...
  • aid85 scrive:
    ma firefox adesso è completo o beta...
    perchè nn conosco nessuno che usa opera che non debba usare tot plugin o installare molti altri programmi per fare quello che fa un bropwser completo...
    • aid85 scrive:
      Re: ma firefox adesso è completo o beta...
      intendevo dire firefox non opera...opera è il mio termine di paragone ... nessun plugin... lo uso per scaricare navigare leggere feed mandare mail torrent ecc... cn firefox mi chiedono tutti come si fa di qui di la ma sembra impossibile far tutto tranne navigare... e anche navigare ha i suoi contro cn ff... è un peccato per un browser opensource...
      • FDG scrive:
        Re: ma firefox adesso è completo o beta...
        - Scritto da: aid85
        opera è il mio termine di paragone ... nessun
        plugin... lo uso per scaricare navigare leggere
        feed mandare mail torrent ecc... cn firefox mi
        chiedono tutti come si fa di qui di la ma sembra
        impossibile far tutto tranne navigare... e anche
        navigare ha i suoi contro cn ff... è un peccato
        per un browser opensource...Si tratta di scelte. C'è chi preferisce avere un browser che faccia solo quello che deve fare portarsi dietro funzionalità che magari non interessano, così da poter scegliere cosa usare installandolo e cosa tenere fuori
        • Giovanni scrive:
          Re: ma firefox adesso è completo o beta...
          - Scritto da: FDG
          - Scritto da: aid85


          opera è il mio termine di paragone ... nessun

          plugin... lo uso per scaricare navigare leggere

          feed mandare mail torrent ecc... cn firefox mi

          chiedono tutti come si fa di qui di la ma sembra

          impossibile far tutto tranne navigare... e anche

          navigare ha i suoi contro cn ff... è un peccato

          per un browser opensource...

          Si tratta di scelte. C'è chi preferisce avere un
          browser che faccia solo quello che deve fare
          portarsi dietro funzionalità che magari non
          interessano, così da poter scegliere cosa usare
          installandolo e cosa tenere
          fuoriIo sono di questa opinione. FF fa quello che deve fare un browser web, e lo fa egregiamente. A me personalmente avere un browser con integrate mille funzioni che poi non uso mi darebbe alquanto fastidio.
          • Sgabbio scrive:
            Re: ma firefox adesso è completo o beta...
            - Scritto da: Giovanni
            Io sono di questa opinione. FF fa quello che deve
            fare un browser web, e lo fa egregiamente. A me
            personalmente avere un browser con integrate
            mille funzioni che poi non uso mi darebbe
            alquanto
            fastidio.Non mi sembra che ti obbliga ad usare il suo client di posta e irc, anzi non vengono nemmeno "usati" se non metti l'accunt di posta o i dati per un canale irc.Però ha il supporto nativo degli Userjs :D
          • Africano scrive:
            Re: ma firefox adesso è completo o beta...
            - Scritto da: Giovanni
            - Scritto da: FDG

            - Scritto da: aid85




            opera è il mio termine di paragone ... nessun


            plugin... lo uso per scaricare navigare
            leggere


            feed mandare mail torrent ecc... cn firefox mi


            chiedono tutti come si fa di qui di la ma
            sembra


            impossibile far tutto tranne navigare... e
            anche


            navigare ha i suoi contro cn ff... è un
            peccato


            per un browser opensource...



            Si tratta di scelte. C'è chi preferisce avere un

            browser che faccia solo quello che deve fare

            portarsi dietro funzionalità che magari non

            interessano, così da poter scegliere cosa usare

            installandolo e cosa tenere

            fuori

            Io sono di questa opinione. FF fa quello che deve
            fare un browser web, e lo fa egregiamente. A me
            personalmente avere un browser con integrate
            mille funzioni che poi non uso mi darebbe
            alquanto
            fastidio.Be' Opera all'inizio si è messo in luce perché ultra leggero, è ha mantenuto questa caratteristica. Firefox ha un altro approccio sulle funzioni a corredo in conseguenza del diverso tipo di sviluppo, più che una scelta la definirei una necessità.
    • Don Crispone scrive:
      Re: ma firefox adesso è completo o beta...
      io non conosco nessuno che usi opera, tu devi conoscere davvero un sacco di gente per averne trovato qualcuno!!!
      • Yup scrive:
        Re: ma firefox adesso è completo o beta...
        Oppure vive in Russia :Dhttp://gs.statcounter.com/#browser-RU-monthly-200810-200911-barIo lo uso. Ci sono pro e contro, ma è ottimo browser, che ha già tutto quel che mi serve. Mozilla fa bene a dare un'ottimizzata a Firefox, che resta comunque il mio secondo browser.
        • lroby scrive:
          Re: ma firefox adesso è completo o beta...
          - Scritto da: Yup
          Mozilla fa bene a dare un'ottimizzata a Firefox,
          che resta comunque il mio secondo
          browser.anche per me è il secondo browser, il primo ormai appartiene a quella meraviglia di Chrome :)
          • Nome e cognome scrive:
            Re: ma firefox adesso è completo o beta...
            - Scritto da: lroby
            - Scritto da: Yup

            Mozilla fa bene a dare un'ottimizzata a Firefox,

            che resta comunque il mio secondo

            browser.
            anche per me è il secondo browser, il primo ormai
            appartiene a quella meraviglia di Chrome
            :)No google! No google! Cattivo! Cattivo! Mozilla buono!
    • Gi. scrive:
      Re: ma firefox adesso è completo o beta...
      quoto.inoltre il CTRL+TAB per navigare tra le schede è una feature di Opera sin dall'alba dei tempi...
  • Simo scrive:
    Supporto preliminare alla Superbar..
    Niente Jump list..niente barra che si riempie durante i download..etc..Praticamente c'è soltanto il supporto ai tab.Male..gli altri browser alternativi (Safari e Google Chrome) nelle ultime incarnazioni beta hanno un supporto migliore alla Superbar di Windows 7.
    • qqqqqqqqqqq scrive:
      Re: Supporto preliminare alla Superbar..
      - Scritto da: Simo
      Niente Jump list..niente barra che si riempie
      durante i
      download..etc..
      Praticamente c'è soltanto il supporto ai tab.
      Male..gli altri browser alternativi (Safari e
      Google Chrome) nelle ultime incarnazioni beta
      hanno un supporto migliore alla Superbar di
      Windows
      7.E chi se ne fr-ga dove lo metti?Installati quelli se non ti sta bene, poi tanto chi vuoi che abbia winzozz 666?
    • il signor rossi scrive:
      Re: Supporto preliminare alla Superbar..
      - Scritto da: Simo
      Praticamente c'è soltanto il supporto ai tab.
      Male..gli altri browser alternativi (Safari e
      Google Chrome) nelle ultime incarnazioni beta
      hanno un supporto migliore alla Superbar di
      Windows
      7.superbar? che è? un posto dove si fanno caffè giganti? :)
      • poiuy scrive:
        Re: Supporto preliminare alla Superbar..
        Sembra una copia della barra che il mac introdusse anni fa...
        • zi_o_zio scrive:
          Re: Supporto preliminare alla Superbar..
          - Scritto da: poiuy
          Sembra una copia della barra che il mac
          introdusse anni
          fa...quindi un posto dove fanno un caffè mac...chiato :)ciao
    • erezione mistica scrive:
      Re: Supporto preliminare alla Superbar..
      - Scritto da: Simo
      Niente Jump list..niente barra che si riempie
      durante i
      download..etc..
      Praticamente c'è soltanto il supporto ai tab.
      Male..gli altri browser alternativi (Safari e
      Google Chrome) nelle ultime incarnazioni beta
      hanno un supporto migliore alla Superbar di
      Windows
      7.E chi XXXXX se ne frega. Sono tutte XXXXXXXte. Il browser deve visualizzare pagine web. FF lo fa, il resto è roba per bimbiminkia.
      • Emoticon e video scrive:
        Re: Supporto preliminare alla Superbar..
        Se per questo anche IE8 mostra pagine web e basta :)Io che uso IE8 potrei dire lo stesso di molte cose di firefox.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Supporto preliminare alla Superbar..
          - Scritto da: Emoticon e video
          Se per questo anche IE8 mostra pagine web e basta
          :)

          Io che uso IE8 potrei dire lo stesso di molte
          cose di
          firefox.Tipo ?
          • Stile scrive:
            Re: Supporto preliminare alla Superbar..
            Firefox ha il password manager:"E chi XXXXX se ne frega. Sono tutte XXXXXXXte. Il browser deve visualizzare pagine web, il resto è roba per bimbiminkia."Firefox ha i nuovi font scaricabili:"E chi XXXXX se ne frega. Sono tutte XXXXXXXte. Il browser deve visualizzare pagine web, il resto è roba per bimbiminkia."Firefox supporta Personas:"E chi XXXXX se ne frega. Sono tutte XXXXXXXte. Il browser deve visualizzare pagine web, il resto è roba per bimbiminkia."Devo continuare o hai capito il concetto di discussione costruttiva?
    • Valeren scrive:
      Re: Supporto preliminare alla Superbar..
      E allora?Stanno solo aggiungendo features inutili (l'accelerometro? In un browser???) ed io sacramento perché se un tab va in crash li perdo tutto.Ma il supporto multitab arriverà nel 2012.Nel frattempo TREMO pensando a quali schifezze verranno aggiunte.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Supporto preliminare alla Superbar..
        - Scritto da: Valeren
        E allora?
        Stanno solo aggiungendo features inutili
        (l'accelerometro? In un browser???) ed io
        sacramento perché se un tab va in crash li perdo
        tutto.Che cos'è che fai??? (newbie)
        • ickh scrive:
          Re: Supporto preliminare alla Superbar..
          - Scritto da: Nome e cognome
          - Scritto da: Valeren

          E allora?

          Stanno solo aggiungendo features inutili

          (l'accelerometro? In un browser???) ed io

          sacramento perché se un tab va in crash
          li
          perdo

          tutto.

          Che cos'è che fai??? (newbie)stecca
  • A. Rray scrive:
    Dai dai!
    Fra pochi giorni arriva la mia nuova workstation con Intel Xeon, 6gb di ram e Windows 7 professional 64 bit :D :pNon vedo l'ora di smanettarla per bene! Però non voglio IE, non posso vivere senza FireFox + AdBlock Plus + WebDeveloper!!! :'( (geek)(idea)
    • erezione mistica scrive:
      Re: Dai dai!
      - Scritto da: A. Rray
      Fra pochi giorni arriva la mia nuova workstation
      con Intel Xeon, 6gb di ram e Windows 7
      professional 64 bit :D
      :p
      Non vedo l'ora di smanettarla per bene!
      Però non voglio IE, non posso vivere senza
      FireFox + AdBlock Plus + WebDeveloper!!! :'(XXXXX ci devi fare con quel mostro? Pilotare lo Shuttle?
      • carlo scrive:
        Re: Dai dai!
        - Scritto da: erezione mistica
        - Scritto da: A. Rray

        Fra pochi giorni arriva la mia nuova workstation

        con Intel Xeon, 6gb di ram e Windows 7

        professional 64 bit :D

        :p

        Non vedo l'ora di smanettarla per bene!

        Però non voglio IE, non posso vivere senza

        FireFox + AdBlock Plus + WebDeveloper!!! :'(

        XXXXX ci devi fare con quel mostro? Pilotare lo
        Shuttle?La shuttle fu pilotato con una cpu riconducibile a quelle presenti sul vic20.
        • OldDog scrive:
          Re: Dai dai!
          - Scritto da: carlo
          - Scritto da: erezione mistica

          - Scritto da: A. Rray


          Fra pochi giorni arriva la mia nuova
          workstation


          con Intel Xeon, 6gb di ram e Windows 7


          professional 64 bit :D


          :p


          Non vedo l'ora di smanettarla per bene!


          Però non voglio IE, non posso vivere senza


          FireFox + AdBlock Plus + WebDeveloper!!! :'(



          XXXXX ci devi fare con quel mostro? Pilotare lo

          Shuttle?


          La shuttle fu pilotato con una cpu riconducibile
          a quelle presenti sul
          vic20.No, quello era il modulo Apollo che atterrò sulla Luna, il paragone era con il Commodore 64 ed era un po' forzato, in quanto il proXXXXXre macinava sw diverso dalle cartucce del C64 ;)Se vuoi leggere cosa usava lo Shuttle (anni fa ha ricevuto un aggiornamento) vai su http://www.cpushack.net/space-craft-cpu.htmlCiao
      • A. Rray scrive:
        Re: Dai dai!
        - Scritto da: erezione mistica
        XXXXX ci devi fare con quel mostro? Pilotare lo
        Shuttle?Ci faccio tutte quelle cose che si fanno con le workstation di quel genere ;) vari lavori pesanti di grafica e 3d.E poi quando compri una macchina del genere (che ho pagato poco a dire il vero) puoi lavorare tranquillo per i prossimi 4-5 anni buoni.
        • ebm scrive:
          Re: Dai dai!
          Non penso proprio che possa durare 4 - 5 anni. AL massimo 1 o 2. Con la velocità con cui si aggiornano le nuove tecnologie, penso che anche il pc più potente di oggi sarà da buttare entro un anno. Basta vedere, ad esempio, che tra la ps2 e la ps3 sono passati 7/8 anni e adesso, uscita la ps3 da poco tempo, si sta già parlando della ps4...
          • lroby scrive:
            Re: Dai dai!
            - Scritto da: ebm
            Non penso proprio che possa durare 4 - 5 anni. AL
            massimo 1 o 2. Con la velocità con cui si
            aggiornano le nuove tecnologie, penso che anche
            il pc più potente di oggi sarà da buttare entro
            un anno. sicuro? io ho comprato un pc molto potente 21 mesi fà (un pò meno di 2 anni) ed ancora oggi ci sono un sacco di persone che se lo sognano (e chissà per quanto)caratteristiche?core2duo 3.16ghz 6mb cache fsb 1066mhz 45nm8 gb ddr2 1066 mhz corsair in dual channel con dissipatore passivo2 hdd maxtor 32mb cache 7200rpm 500gb cadauno in raid 0dvd-rw pioneer 20x SATAsvga ATI HD3870x2 dual gpu 1gb di ramsound blaster xfi fatality champion (quella con pannello frontale e telecomando)case thermaltake eureka home serverventolone 14cm diametro con doppio dissipatore in rame con velocità regolabile da potenziomento.mb asus Rampage formulaalimentatore corsair 850W modulare (quello con tutti i cavi scollegabili dall'alimentatore vero e proprio)ha quasi 2 anni e credo che per almeno altri 3-4 sarà ancora valido.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 novembre 2009 11.55-----------------------------------------------------------
      • Osvy scrive:
        Re: Dai dai!
        - Scritto da: erezione mistica
        - Scritto da: A. Rray

        Fra pochi giorni arriva la mia nuova workstation
        XXXXX ci devi fare con quel mostro? Pilotare lo
        Shuttle?Ho altre due ipotesi:1) giocare al Sudoku;2) fare da tester alla Beta Release di Windows 7 64 appena uscita... :-)
    • Ehi ehi ehi scrive:
      Re: Dai dai!
      Occhio a non installare Firefox.. va sempre e costantemente in crash.. soprattutto dopo l'ultimo aggiornamento
      • kaiserxol scrive:
        Re: Dai dai!
        Sottoscrivo...su 7 a 64 bit fa davvero pena...
      • Hal2001 scrive:
        Re: Dai dai!
        Lo utilizzo da più di una settimana su Seven, e mai problemi, anzi è molto più reattivo che su Vista e XP ;)
        • Giovanni scrive:
          Re: Dai dai!
          - Scritto da: Hal2001
          Lo utilizzo da più di una settimana su Seven, e
          mai problemi, anzi è molto più reattivo che su
          Vista e XP
          ;)Quoto. pure io lo utilizzo tranquillamente, fra l'altro con millemila estensioni installate, e va come un fulmine.
          • A. Rray scrive:
            Re: Dai dai!
            - Scritto da: Giovanni
            - Scritto da: Hal2001

            Lo utilizzo da più di una settimana su Seven, e

            mai problemi, anzi è molto più reattivo che su

            Vista e XP

            ;)

            Quoto. pure io lo utilizzo tranquillamente, fra
            l'altro con millemila estensioni installate, e va
            come un
            fulmine.Buono a sapersi, io avrò W7 pro 64 bit, anche voi avete questo? Che versione di FF avete installato?
          • Giovanni scrive:
            Re: Dai dai!
            - Scritto da: A. Rray
            - Scritto da: Giovanni

            - Scritto da: Hal2001


            Lo utilizzo da più di una settimana su Seven,
            e


            mai problemi, anzi è molto più reattivo che su


            Vista e XP


            ;)



            Quoto. pure io lo utilizzo tranquillamente, fra

            l'altro con millemila estensioni installate, e
            va

            come un

            fulmine.


            Buono a sapersi, io avrò W7 pro 64 bit, anche voi
            avete questo? Che versione di FF avete
            installato?In azienda abbiamo appena preso un paio di nuovi pc con Windows 7 Professional 64 bit, e abbiamo messo Firefox 3.5.4, e per il momento va tutto a meraviglia.
          • A. Rray scrive:
            Re: Dai dai!
            - Scritto da: Giovanni
            In azienda abbiamo appena preso un paio di nuovi
            pc con Windows 7 Professional 64 bit, e abbiamo
            messo Firefox 3.5.4, e per il momento va tutto a
            meraviglia.Grazie!! Già mi stavo preoccupando :)
    • pinco pallino scrive:
      Re: Dai dai!
      - Scritto da: A. Rray
      Fra pochi giorni arriva la mia nuova workstation
      con Intel Xeon, 6gb di ram e Windows 7
      professional 64 bit :D
      :p
      Non vedo l'ora di smanettarla per bene!
      Però non voglio IE, non posso vivere senza
      FireFox + AdBlock Plus + WebDeveloper!!! :'(Diciamo che è la WebDeveloper che fa la differenza!
    • lroby scrive:
      Re: Dai dai!
      - Scritto da: A. Rray
      Fra pochi giorni arriva la mia nuova workstation
      con Intel Xeon, 6gb di ram e Windows 7
      professional 64 bit :D
      :psolo 6gb di ram per quel pc?è un anno e mezzo che ne ho 8gb sul mio desktop :D(quando mi farò il mio pc nuovo probabilmente basato su Core i9 monterò da subito 6*2gb = 12gb di ddr3 triple channel :)
      • A. Rray scrive:
        Re: Dai dai!
        - Scritto da: lroby
        solo 6gb di ram per quel pc?Eh, dipende che ci devi fare, è inutile spendere 500 euro di ram se poi effettivamente non ti servono.
        è un anno e mezzo che ne ho 8gb sul mio desktop :D
        (quando mi farò il mio pc nuovo probabilmente
        basato su Core i9 monterò da subito 6*2gb = 12gb
        di ddr3 triple channel
        :)Per farci cosa? :)Se ha un senso metterle ok, altrimenti soldi buttati, è come avere 3 hard disk da 1 terabyte, a che serve se non hai una necessità specifica?Altrimenti si fa come quel mio cliente che ha voluto un pc con 8gb di ram poi però lo usa con xp 32 bit :D
        • lroby scrive:
          Re: Dai dai!
          - Scritto da: A. Rray
          - Scritto da: lroby

          è un anno e mezzo che ne ho 8gb sul mio desktop
          :D

          (quando mi farò il mio pc nuovo probabilmente

          basato su Core i9 monterò da subito 6*2gb = 12gb

          di ddr3 triple channel

          :)

          Per farci cosa? :)al momento con quei 8gb, li uso in questo modo, 4 per il sistema e 4 per accelerare di brutta maniera il pc, però siccome virtualizzo anche vari s.o. se al s.o. virtualizzato bastano 2gb di ram li tengo così.se invece al s.o. virtualizzato devo darne 4gb per fare dei test (ad esempio sui 64bit) allora libero provvisoriamente tutti e 8 i gb di ram.aah.. che bello avere tanta ram e poterla usare come meglio credo :D
          Se ha un senso metterle ok, altrimenti soldi
          buttati, è come avere 3 hard disk da 1 terabyte,
          a che serve se non hai una necessità
          specifica?vedi sopra..

          Altrimenti si fa come quel mio cliente che ha
          voluto un pc con 8gb di ram poi però lo usa con
          xp 32 bit
          :Dfidati.. quando penso ad una macchina.. prima la progetto nella mia testa (compresi tutti i modi per sfruttarla al 100%) poi la realizzo.
    • Peracuttt Winaro Cantinaro scrive:
      Re: Dai dai!
      - Scritto da: A. Rray
      Fra pochi giorni arriva la mia nuova workstation
      con Intel Xeon, 6gb di ram e Windows 7
      professional 64 bit :D
      :p
      Non vedo l'ora di smanettarla per bene!
      Però non voglio IE, non posso vivere senza
      FireFox + AdBlock Plus + WebDeveloper!!! :'(

      (geek)(idea)Ci credo! Sono ormai 2 settimane che sono chiuso in cantina con il mio 8-core a smanettare con Windows 7 a 64 bit. Non vorrei dire ma questo non è solo un sistema operativo, è una religione: il migliore di tutti i tempi. Tutti gli altri possono solo rosicare. Un capolavoro degno di portare il nome Microsoft o se preferite di "Sistema Operativo" (tutti gli altri in confronto non lo sono).Grande, grande, grande. Prima di poter controbattere provate a scriptare con la rivoluzionaria PowerShell, roba inpensabile, veramente...
      • ruppolo scrive:
        Re: Dai dai!
        - Scritto da: Peracuttt Winaro Cantinaro
        Ci credo! Sono ormai 2 settimane che sono chiuso
        in cantina con il mio 8-core a smanettare con
        Windows 7 a 64 bit.Ogni tanto esci dalla cantina, così vedi dove va il mondo.
        Non vorrei dire ma questo non
        è solo un sistema operativo, è una religione: il
        migliore di tutti i tempi. Tutti gli altri
        possono solo rosicare. Un capolavoro degno di
        portare il nome Microsoft o se preferite di
        "Sistema Operativo" (tutti gli altri in confronto
        non lo
        sono).
        Grande, grande, grande. Prima di poter
        controbattere provate a scriptare con la
        rivoluzionaria PowerShell, roba inpensabile,
        veramente...http://marketshare.hitslink.com/os-market-share.aspx?qprid=9La vedi quella linea in alto, discendente?Non ti preoccupare, per ora non corri il rischio di cadere. Per ora. :D
        • Peracuttt Winaro Cantinaro scrive:
          Re: Dai dai!
          - Scritto da: ruppolo

          Ogni tanto esci dalla cantina, così vedi dove va
          il
          mondo.
          Fino a prova contraria il mondo continua a girare più o meno (moti millenari esclusi) sulla stessa orbita astronomica quindi posso stare qui con il mio windows 7 64 bit Ultimate.
          http://marketshare.hitslink.com/os-market-share.as

          La vedi quella linea in alto, discendente?
          Non ti preoccupare, per ora non corri il rischio
          di cadere. Per ora.
          :DHai ragione :D perchè questo significa che su 10 persone ce ne sono 9 più una parte di te che usa Microsoft! :D
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Dai dai!
            - Scritto da: Peracuttt Winaro Cantinaro
            - Scritto da: ruppolo




            Ogni tanto esci dalla cantina, così vedi dove va

            il

            mondo.



            Fino a prova contraria il mondo continua a girare
            più o meno (moti millenari esclusi) sulla stessa
            orbita astronomica quindi posso stare qui con il
            mio windows 7 64 bit
            Ultimate.



            http://marketshare.hitslink.com/os-market-share.as



            La vedi quella linea in alto, discendente?

            Non ti preoccupare, per ora non corri il rischio

            di cadere. Per ora.

            :D

            Hai ragione :D perchè questo significa che su 10
            persone ce ne sono 9 più una parte di te che usa
            Microsoft!
            :DChe è la realtà dei fatti, punto.Comunque hai preso una cantonata nel primo post, sono i linari i cantinari, mica gli utenti windows e nè tantomeno quelli mac: questi, al contrario dei linari, hanno un sistema operativo che funziona, e subito.
          • Andrea scrive:
            Re: Dai dai!
            Spiegami cosa non va subito su linux!
      • ebm scrive:
        Re: Dai dai!
        Riderò di gusto a questa tua affermazione quando smanetterò tra qualche anno con un "64-procio". Come rido pensando a quando doom2 girava su un pontenterrimo 486 con be 4 o 8 mega di ram.
Chiudi i commenti