Pirati e P2P, intervista ad un releaser di film

La Gazzetta del Pirata intervista un anonimo smanettone che diffonde abitualmente file illegali via peer-to-peer. Al centro, sistemi di protezione dei contenuti e software di duplicazione. In anteprima per Punto Informatico

Roma – Si chiama La Gazzetta del Pirata e si propone come un periodico di informazione attorno al peer-to-peer diffuso in varie modalità e sotto licenza Creative Commons. Estratta da un lungo servizio sulle tecnologie anticopia che uscirà nel prossimo numero, in anteprima per Punto Informatico pubblichiamo l’intervista a quello che i redattori della Gazzetta considerano “uno dei più importanti relaser di film sui circuiti p2p italiani che per ovvi motivi ha deciso di mantenere l’anonimato”.

La Gazzetta del Pirata: Finora i DRM non sono stati particolarmente difficili da superare per i pirati informatici, tanto che esistono diversi programmi per bypassare le attuali protezioni, ma i DRM di nuova generazione sono decisamente più complicati. Pensi che questo possa incidere effettivamente su chi “rippa” film e CD?
Anonimo Releaser: “Fatta la legge, trovato l’inganno”: un modo di dire molto comune in Italia. Aggirare l’ostacolo, però, non è sempre un’impresa facile.

La prima tipologia di DRM applicata al DVD è stata, se ben ricordo, il CSS. È tutt’oggi presente nella quasi totalità dei dischi, abbinato (purtroppo) a modelli di protezione ben più evoluti. La decodifica della crittografia CSS viene gestita nativamente dal celebre software DVD Decrypter , il cui sviluppo cessò proprio a fronte di una possibile denuncia da parte dei grandi produttori. È di certo il DRM più facilmente aggirabile, dal momento che non richiede l’ausilio di programmi di supporto (AnyDVD e derivati).

Discorso diverso, invece, per quanto riguarda gli ultimi baluardi del DVD Ripping: ArCcos, Puppetlock, Alpha-DVD, RipGuard e via dicendo. L’utente inesperto incappa in un senso di frustrazione derivato dall’incapacità di procedere alla copia su hard disk e spesso desiste. Chi, armandosi di pazienza e dei giusti software, riesce a completare con successo il trasferimento del disco sul proprio drive, deve poi quasi sempre ricorrere ad altri software per eliminare con successo gli ultimi residui del DRM (riscrittura degli.Ifo, rimozione delle celle morte, aggiornamento dei puntatori e dei PGC). Sono operazioni basilari se si vuole procedere con successo alla masterizzazione su DVD, ad esempio, con il classico DVDShrink .

Non sempre gli All-In-One riescono a gestire ottimamente l’intero processo e ciò significa che alcuni passaggi andrebbero eseguiti manualmente con un apposito parco software.

Parlando nello specifico di conversioni DVD/DivX, emergono altri inconvenienti: primo tra tutti la desincronizzazione audio-video, da correggere “a naso” e con alcune limitazioni per quanto riguarda la riproduzione sugli ormai diffusi player Stand-Alone.

Tutto ciò mi spinge a rispondere “sì”. Penso che l’introduzione di DRM sempre più complicati e difficili da superare possano effettivamente incidere sulla pazienza, sulla voglia e in particolar modo sulla capacità di coloro che rippano film e CD: nel contempo, però, sono convinto che gli sviluppatori delle applicazioni ausiliarie al “DRM ripping” saranno sempre pronti a raccogliere la sfida delle majors.

La cosa più importante è che qualcuno continui a fornire gli attrezzi adatti: solo a quel punto gli operai sono in grado di fare il loro lavoro. LGDP: I DRM sono in continua evoluzione e anche il nuovo crack per i brani musicali presi da iTunes è stato superato, pare quindi essere una corsa tra chi progetta i sistemi di sicurezza e chi li cracka e li bypassa, è una corsa che chi fa le copie dei film da diffondere in rete può sostenere? Ed è una corsa che può avere fine?
AR: Riprendo quanto detto in conclusione nella risposta precedente. Un acquirente di un DVD o di un CD, fintantoché non ne distribuisce i contenuti in network pubblici, non viola alcuna legge in fatto di gestione dei diritti digitali.

Dovrebbe essere libero di copiare il contenuto del suo DVD o CD su disco rigido e, nell’ambito della sfera personale, farci ciò che vuole (editing, remixing etc.). A conferma di ciò basti pensare alla Alcohol Software, alla SlySoft Inc. (AnyDVD, CloneCD, CloneDVD) o alla Fengtao Software Inc. (i prodotti di DVDIdle.com): siti commerciali ove è possibile scaricare shareware o acquistare una copia completamente funzionante, con licenza annessa, di software che servono a escludere i meccanismi anticopia più recenti.

Che lo si faccia per gloria, per ideale o per denaro non ha importanza: l’importante è che questi programmatori continuino a sfornare nuove versioni dei propri software aggiornate per combattere l’ennesima implementazione DRM nei vari campi di applicazione (video, audio, programmi, giochi). I cosiddetti “pirati informatici” hanno i mezzi per sostenere questa corsa e arrivare al traguardo giusto qualche secondo dopo coloro che progettano questi sistemi di sicurezza.

Il “Trusting Computing”, di cui ormai tutti abbiamo sentito parlare, potrebbe decretare la fine di questa corsa. Io incrocio le dita: devo dire che ci credo poco. È una prospettiva talmente assurda da non sembrarmi fattibile. www.no1984.org tratta l’argomento in maniera più che esauriente.

LGDP: Alcuni DRM si sono rivelati particolarmente invasivi e dannosi per chi acquistava legalmente un prodotto (basti pensare allo StarForce o al DRM della Sony ), sul piano della sicurezza per il vostro PC quali misure adottate? E siete veramente al sicuro?
AR: Due casi scandalosi. Sia il “malicious software” contenuto nel Rootkit Sony BMG sia il driver nascosto dello StarForce hanno dell’illegale. Combattere l’illegalità con l’illegalità non mi sembra il modo giusto di procedere.
Installare ed eseguire un software senza la consapevolezza ed il consenso dell’utente dà l’idea della carenza di idee delle grandi multinazionali: se hanno deciso di passare alla forza bruta, significa che sono alla frutta.

Ho riscontrato personalmente dei problemi con StarForce su un gioco regolarmente acquistato: dopo essermi documentato, non ho potuto fare altro che prenderne tristemente atto e fare quanto possibile per “epurare” il PC. Non mi sento al sicuro: questi sotterfugi sono troppo insidiosi per essere costantemente monitorati ed evitati. Le misure di sicurezza consistono nel verificare il materiale con il quale si ha a che fare: natura, produttore, grado di pericolosità.
Ora attendo il malware nei DVD Video: non c’è due senza tre. LGDP: Chi mette in condivisione film e musica sui sistemi di file sharing non lo fa mai per lucro o per un guadagno personale, però i DRM possono provocare danni seri ai PC. Come vi spiegate questa anomalia che vi porta non solo a rischiare per un “reato”, ma allo stesso tempo vi fa rischiare di veder danneggiati i vostri PC e il loro contenuto?
AR: Potrei dire, semplicisticamente, che mi sembra la cosa giusta da fare. È una filosofia che comprende vari aspetti: l’essere contrario al sistema dei DRM, i quali rischiano di colpire indiscriminatamente “pirati” e non, o la disapprovazione verso i prezzi troppo elevati di CD e DVD, considerando il fatto che non tutti sono disposti a (o hanno la possibilità di) pagare venti euro per un film o sessanta euro (!) per un videogame.

Il guadagno personale del “pirata”, al limite, si può quantificare in termini di gratificazione personale: fai una cosa che ti piace e la condividi con gli altri, che a loro volta la apprezzano e ti sono grati.

Diventa un circolo di scambio, un do ut des dove il fine di lucro viene circoscritto unicamente alla cifra che l’utente non spende per acquistare quel determinato prodotto. In questo non ci vedo niente di sbagliato.

Senza contare che spesso l’usufruire della copia “pirata” funge da trampolino di lancio verso l’acquisto dell’originale: tutto dipende dal gradimento riscontrato in quel gioco, in quel film, in quel CD. “L’originale” piace a tutti, me compreso.

Si tratterebbe di conciliare la pirateria con il marketing: a questo proposito ricordo una frase molto carina letta in firma su un certo forum. Certo, si rischia sull’uno e sull’altro versante: legalità e integrità della propria macchina. Fortunatamente è un rischio che molti sono pronti a correre – forse un po’ incoscientemente, alle volte addirittura con malcelata spavalderia – per sostenere qualcosa in cui si crede e dalla quale, innegabilmente, si trae un certo profitto.

a cura di Andrea Vaccaro (anvaccar)
La Gazzetta Del Pirata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    bisogna pre-occuparsi
    "La legge HR5825 di fatto permette al Presidente di autorizzare sorveglianze elettroniche per il periodo di un anno senza alcun coinvolgimento dell'autorità giudiziaria. "Nella prima Dichiarzione dei diritti dell'uomo (Francia, 1809?) c'era scritto: Un popolo che non attua la divisione dei poteri non ha costituzione.Quando i valori costituzionali di un Paese vengono disconosciuti bisogna preoccuparsi. Alla radice della crisi dei regimi liberali europei e della instaurazione delle dittature in Italia (1922) in Portogallo (1926) in Germania (1933) in Grecia (1936) in Spagna (1939) c'è proprio il disconoscimento da parte di gruppi di potere politico, militare, burocratico, dei valori sino ad allora considerati comuni. Quando un numero considerevole di cittadini o perché convinti dalla propaganda oppure per superficialità condivide la soppressione di alcuni valori costituzionali o la tollera, si creano le condizioni per l'insediamento dei regimi autoritari. Nel nostro mondo occidentale non c'è spazio per una reviviscenza dei regimi totalitari che hanno caratterizzato il secolo scorso, ma anche da noi possono nascere nuovi autoritarismi fondati sulla menzogna, sull'uso sapiente dei media, sulla criminalizzazione degli oppositori, sul controllo tecnologico della vita dei cittadini...Nessun regime autoritario si presenta mai come tale. Ma quando i cittadini si accorgono della sua vera natura, è ormai difficile scalzarlo con le buone maniere.
  • Anonimo scrive:
    Un colpo al cerchio...
    ... e uno alla botte.Come vorrebbe fare le cose Bush:http://www.imdb.com/title/tt0120660/Come ci vogliono ridurre gli euroburofanatici, Prodi, Bindi e Visco in primis:http://www.imdb.com/title/tt0088846/
    • Anonimo scrive:
      Re: Un colpo al cerchio...
      Ha ha ha... macché hai sbagliato film, hai presente l'Impero colpisce ancora? Guerre stellari? E prega che non cambino gli accordi o che debbano essere costretti a lasciare una guarnigione!
  • Anonimo scrive:
    2008
    Titor ha anche predetto che ci sarebbero state negli Stati Uniti delle agitazioni civili subito dopo le elezioni presidenziali del 2004 che sarebbero aumentate nel 2005 sfociando in una guerra civile. Titor scrisse: C'è una guerra civile negli Stati Uniti nel 2005. Questo conflitto durerà circa dieci anni. Le rotture reali nel mondo inizieranno in Occidente, come risultato della politica estera statunitense. Questo avverrà subito dopo le elezioni presidenziali del 2004. La guerra civile inizierà nel 2004. Sembrerà una serie di eventi che peggioreranno di mese in mese. Il conflitto coinvolgerà gli interi Stati Uniti entro il 2012 e finirà con una breve Terza guerra mondiale. Io credo che il presidente nel 2005 tenterà di essere un nuovo Abraham Lincoln e di tenere il Paese unito, ma non ci riuscirà per gli interessi particolari.In risposta a una domanda riguardo le elezioni del 2000, Titor ha risposto: Io userei la parola "elezioni" un po' più cautamente. Forse è più facile vedere adesso una guerra civile, piuttosto che nel vostro futuro? Secondo la Costituzione, chi ha l'ultima parola nella scelta del presidente e perché? Trovo interessante che, anche se solo per un momento, la Costituzione sia diventata così importante nella vita civile degli Stati Uniti.C'è stata una certa discussione sul fatto che Titor abbia detto una volta che la guerra comincia nel 2004 e un'altra volta nel 2005. Poiché ha affermato che la guerra emerge gradualmente dalle proteste riguardo all'elezione, che avviene in novembre, questa discussione potrebbe esser stata esagerata. Egli sembra anche suggerire che l'elezione sarà decisa da mezzi straordinari. L'elezione del 2004 ha registrato poche proteste (se non crediamo alla teoria del "Votergate", che afferma che le macchine contavoti siano state manomesse); le sue predizioni sui voti non contati in Florida possono essere interpretate come dichiarazioni di frodi elettorali. Verosimilmente, se Titor venisse dal futuro, potrebbe ricordare male i dettagli del passato che sta visitando, confondendo le elezioni del 2000 con quelle del 2004. Le devastazioni e le violenze a New Orleans in seguito all'uragano Katrina possiedono ombre di conflitto civile. Rimane da vedere se le predizioni di Titor sull'"inquietudine civile" siano vere.Titor ha predetto che la guerra civile porterà le comunità rurali contro le aree urbane, poiché il governo riuscirà ad assicurare il controllo delle città, ma non delle campagne. Titor scrisse: Quando il "conflitto" civile iniziò e peggiorò, la gente dovette decidere se stare nelle città e perdere la gran parte dei suoi diritti civili con la scusa della sicurezza o lasciare le città per aree rurali più isolate. La nostra casa una volta fu perquisita e i vicini furono arrestati per ragioni oscure. Questo convinse mio padre a lasciare la città.Titor continuò dicendo che per il 2008 la gente si sarà resa conto che la situazione precedente negli Stati Uniti non sarebbe stata ripristinata: Il 2008 sarà una data generale entro la quale chiunque capirà che il mondo in cui pensavano di vivere era ormai finito.
    • Anonimo scrive:
      Re: 2008
      - Scritto da:
      Il 2008 sarà una data generale entro la quale
      chiunque capirà che il mondo in cui pensavano di
      vivere era ormai finito.Oppure entro il 2008 si capita' che Titor ha preso per il coolo tutti ! (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: 2008
        - Scritto da:
        - Scritto da:


        Il 2008 sarà una data generale entro la quale

        chiunque capirà che il mondo in cui pensavano di

        vivere era ormai finito.

        Oppure entro il 2008 si capita' che Titor ha
        preso per il coolo tutti !
        (rotfl)A me John Titor sa tanto di esperimento accademico, ha toppato alcune cose, ma ne ha azzeccate troppe, il tipo ci sa fare, ma non credo sia uno scrittore di fantascienza noto, altrimenti qualcuno ne avrebbe riconosciuto lo stile.
      • Anonimo scrive:
        Re: 2008
        chi lo capirà nel 2008 lo definirei un po' lento.L'unica che ha azzeccato è la guerra in Iraq, ma qui l'avrebbe azzeccata anche un abitante della foresta equatoriale senza radio e TV.
  • Anonimo scrive:
    Come diceva uno che ne sa a pacchi...
    "pensare male è peccato ma spesso ci si prende"
    • Anonimo scrive:
      Re: Come diceva uno che ne sa a pacchi...

      "pensare male è peccato ma spesso ci si prende"
      Peccato che valga anche per questo "uno" che la sapeva lunga.. :s
  • Anonimo scrive:
    Finalmente ora ve ne renderete conto
    l'11 settembre è stato solo l'inizio.pare strano dirlo, come se fossimo in un mediocre film americano, ma l'apocalisse e nostradamus avevano ragione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente ora ve ne renderete conto
      - Scritto da:
      l'11 settembre è stato solo l'inizio.
      pare strano dirlo, come se fossimo in un mediocre
      film americano, ma l'apocalisse e nostradamus
      avevano
      ragione.e il titolo potrebbe essere: "la Vendetta dei Maya" ......loro lo avevano previsto per il 2012...
  • Anonimo scrive:
    L'Impero Colpisce Ancora
    ...sento già la musica in sottofondo...Ma i Ribelli quando arrivano?Ah già! Sono dietro un monitor a scrivere trollate invece di alzare il sedere e fare qualcosa di concreto.(cylon)
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Impero Colpisce Ancora
      - Scritto da:
      ...sento già la musica in sottofondo...
      Ma i Ribelli quando arrivano?
      Ah già! Sono dietro un monitor a scrivere
      trollate invece di alzare il sedere e fare
      qualcosa di
      concreto.
      (cylon)così muore la democrazia, tra applausi scroscianti.
  • MandarX scrive:
    inizio a credere...
    inizio a credere che Bush e le multinazionali che lo comandano, abbiano un piano preciso e che ancora siamo in una fase iniziale del loro progetto che è iniziato l'11 settembre.Però hanno premeditato tutto gia da molto prima...c'è poco da stare allegri. ringrazio Dio di non essere americano.
    • Anonimo scrive:
      Re: inizio a credere...
      - Scritto da: MandarX
      inizio a credere che Bush e le multinazionali che
      lo comandano, abbiano un piano preciso e che
      ancora siamo in una fase iniziale del loro
      progetto che è iniziato l'11
      settembre.

      Però hanno premeditato tutto gia da molto prima...

      c'è poco da stare allegri. ringrazio Dio di non
      essere
      americano.cerca PNACAspen InstituteNWOe stupisci da quel che avevano già programmato nel '98assaggio:http://it.wikipedia.org/wiki/PNAChttp://it.wikipedia.org/wiki/Gruppo_Bilderberg
      • Gatto Selvaggio scrive:
        Re: inizio a credere...

        http://it.wikipedia.org/wiki/Gruppo_BilderbergSono andato a leggere. Tra i promotori:un ex iscritto al partito nazista,un ebreo.Il profitto è un collante portentoso.
        • Anonimo scrive:
          Re: inizio a credere...
          - Scritto da: Gatto Selvaggio

          http://it.wikipedia.org/wiki/Gruppo_Bilderberg

          Sono andato a leggere. Tra i promotori:

          un ex iscritto al partito nazista,

          un ebreo.

          Il profitto è un collante portentoso.Aspen non è da meno...
    • Anonimo scrive:
      Re: inizio a credere...
      - Scritto da: MandarX
      c'è poco da stare allegri. ringrazio Dio di non
      essere
      americano.Credi di non essere americano, l'Italia è solo un paese a sovranità limitata, se qualcuno a Washington decide che serve, vengono sotto casa tua, ti incappucciano, ti portano ad Aviano e poi via...
      • Anonimo scrive:
        Re: inizio a credere...
        - Scritto da:

        - Scritto da: MandarX

        c'è poco da stare allegri. ringrazio Dio di non

        essere

        americano.
        Credi di non essere americano, l'Italia è solo un
        paese a sovranità limitata, se qualcuno a
        Washington decide che serve, vengono sotto casa
        tua, ti incappucciano, ti portano ad Aviano e poi
        via...Non più. Fra poco avranno nella nostra disgraziata colonia la più grande base militare d'invasione d'europa, in pieno centro cittadino a Vicenza. Grazie agli accordi presi "pacca sulla spalla" col precedente governo (a sovranità limitata)
    • Anonimo scrive:
      Re: inizio a credere...
      - Scritto da: MandarX
      inizio a credere che Bush e le multinazionali che
      lo comandano, abbiano un piano preciso e che
      ancora siamo in una fase iniziale del loro
      progetto che è iniziato l'11
      settembre.

      Però hanno premeditato tutto gia da molto prima...ma va???????

      c'è poco da stare allegri. ringrazio Dio di non
      essere
      americano.
  • Anonimo scrive:
    manuale del dittatore
    confondeteli, terrorizzateli e infine conquistateli!
    • Anonimo scrive:
      Re: manuale del dittatore
      - Scritto da:
      confondeteli, terrorizzateli e infine
      conquistateli!aggiungerei: e chi si ribella, dipingetelo come un pericoloso terrorista.
      • Anonimo scrive:
        Re: manuale del dittatore
        Tranquilli, qua in Italia i pericolosi terroristi vivono liberi al piano di sopra! Giù le mani da Caino, intanto Abele è cibo per i vermi...!! tranquilli, i terroristi non li toccano qua in Italia...quelli veri però!! non quelli dei farneticanti idioti che scrivono sui muri "10, 100, 1000...e mettono a ferro e fuoco Genova e Milano.....meno male che ora c'è Prodi che ce l'ha su con gli americani e ama i paesi asiatici! Speriamo che il suo "Se ti fanno paura fatteli amici" funzioni...inizio a sentirmi più sicuro...come il 49.99999% degli italiani che hanno votato alle ultime elezioni!
        • Anonimo scrive:
          Re: manuale del dittatore

          Speriamo che il suo "Se ti fanno paura fatteli
          amici" funzioni...inizio a sentirmi più
          sicuro...come il 49.99999% degli italiani che
          hanno votato alle ultime
          elezioni!49,9999999999% un bel niente:chiedi a chi fa statistica da una vita cosa ne pensano di quelle elezioni (i sondaggi davano in netto vantaggio il c-sx)...con una sola parola ti rispondono:BROGLI.(bizzarro: proprio il berluscao ha mandato ingiro per i seggi i suoi fidati omini...perchè aveva paura che barassero o per...?) ;)
  • Giambo scrive:
    Surveillance Modernization Act
    Fosse solo lui ... Purtoppo c'e' pure il Military Commissions Act, il quale scavalca le convenzioni di Ginevra permettendo di adottare metodi di tortura (Ironicamente molto simili a quelli dell'NKVD di staliniana memoria) per quelli che loro chiamano terroristi, tra i quali figurano:- vandali- squatters- ladruncoli- e in generale "who with intent or reason to believe that it is to be used to the injury of the United States", praticamente chiunque :sAh, e come cigliegina sulla torta, il tutto non e' solo per quei poveri disgraziati che sono nati in USA, ma per chiunque !
  • SardinianBoy scrive:
    I nostri governanti sono i TERRORISTI
    Ecco i veri terroristi: i nostri governanti! ________________________________________I nostri governanti ci prendono per i fondelli. Ci terrorizzano e mirano ad eliminarci o tenerci sotto tiro psicologico? Arrestiamoli prima che sia troppo tardi!notizia ReutersLONDRA (Reuters) - Un attacco terroristico in un paese occidentale con l'utilizzo di armi di distruzione di massa è inevitabile: lo ha detto in un'intervista pubblicata oggi da un quotidiano britannico Henry Crumpton, coordinatore dell'anti-terrorismo presso il Dipartimento di Stato Usa. [bio - n.d.w.]
    allora se è inevitabile puoi andartene a casa e restituire lo stipendio, no?Parlando col Daily Telegraph, Crumpton ha detto di temere che la minaccia di armi biologiche sia in aumento."Considero la probabilità di gruppi terroristici che usano armi di distruzione di massa molto alta", ha detto al giornale il responsabile statunitense . "E' semplicemente una questione di tempo".
    Mettiamoci l'anima in pace! Ormai siamo condannati, non c'è che da aspettare come anatre che l'arabo~cattivo ci stermini con una bomba nucleare o biologica"Non è solo la minaccia nucleare che mi preoccupa. Penso, nel caso, che la minaccia biologica stia crescendo", ha aggiunto Crumpton, spiegando che un attacco con armi biologiche porrebbe problemi maggiori che un'esplosione di materiale radioattivo.
    Abbiamo solo l'imbarazzo della scelta.. non è lo spirito della globalizzazione e del libero mercato?"Per quanto catastrofico possa essere un attacco nucleare, potrebbe essere contenuto", ha detto Crumpton. "Ma se si pensa allo scenario peggiore di un attacco biologico, sarebbe difficile stabilire se si tratta o no di un attacco terroristico, e sarebbe molto più difficile da contenere".
    Allora io voto per un attacco atomico! Bin (se sei ancora vivo, o meglio: se sei mai esistito) TI PREGO! Una bomba nucleare su Roma! Se hai un cuore, ti supplico! Non usare armi biologiche che poi non sappiamo se sei stato tu o i nostri servizi segreti pagati.. oopps deviati.. oopps!Crumpton ha detto che dopo la guerra in Afghanistan gli Usa hanno trovato prove di un complotto di al Qaeda per sviluppare antrace da utilizzare contro i paesi occidentali, e ha aggiunto che le forze degli Stati Uniti e dei loro alleati hanno ostacolato i piani di al Qaeda e del leader Osama bin Laden.
    Molto bravi a trovare prove, meno bravi a trovare le persone e le armi, come mai? Forse perché le "prove" sono più facili da produrre/inventare/comprare/manipolare?"Non possono comunicare coi loro sostenitori... non possono avere accesso al denaro e cose come queste. Gli abbiamo reso la vita molto difficile".
    E meno male! Prima ci dici che è inevitabile un attacco in una grossa città occidentale e che i terroristi possono usare un'arma di distruzione di massa atomica o biologica a scelta e poi dici che gli avete reso la vita difficile!Ci vuoi preparare a qualche "simulazione realistica" come l'attentato al metrò di Londra? E dell'attentato a Chicago al Procuratore Patrick Fitzgerald, si è poi saputo nulla?
  • tocomoro scrive:
    Il cerchio si chiude
    Quando il 27 febbraio del 1933 il Reichstag, il Parlamento della repubblica di Weimar, fu consumato dalle fiamme, Hitler fu lesto a far firmare dal presidente Hindenburg, il giorno successivo, il Verordnung des Reichspräsidenten zum Schutz von Volk und Staat (Decreto del Presidente del Reich per la protezione della popolazione e dello stato).Per tutta la durata dello stato di emergenza venivano sospesi alcuni articoli della costituzione di Weimar, riguardo i diritti di libertà personali (l'habeas corpus), la libertà di organizzazione ed assemblea, la riservatezza della corrispondenza e delle telefonate. Venivano autorizzate, poi, perquisizioni e confische, anche senza mandato, per scovare terroristi e nemici del Reich.[...]Continua su: http://urlin.it/1340
  • Anonimo scrive:
    Chavez su bush
    http://multimedia.repubblica.it/home/424490
    • Anonimo scrive:
      Re: Chavez su bush
      - Scritto da:
      http://multimedia.repubblica.it/home/424490ha ragione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chavez su bush
        Chiedilo ai venezuelani cosa ne pensano di Chavez invece di andare a scomodare Bush! mi fate pena! sono sicuro che avete tutti la maglietta di che guevara nell'armadio..
        • Anonimo scrive:
          Re: Chavez su bush

          sono sicuro che avete tutti la maglietta di che
          guevara nell'armadio..Ho quella di Bill Laden, può andare lo stesso?
  • Masque scrive:
    un certo parallelismo...
    delle volte, continuo a considerarlo valido.prima ha avuto il SUO incendio del Reichstag, ora, spinge per questo cioè ora non che prima se ne stesse buonino ed al suo posto beninteso
    • Anonimo scrive:
      Re: un certo parallelismo...
      - Scritto da: Masque
      delle volte, continuo a considerarlo valido.

      prima ha avuto il SUO incendio del Reichstag,
      ora, spinge per questo… cioè… “ora”… non che
      prima se ne stesse buonino ed al suo posto…
      beninteso…Pero' non ha i baffetti e questo fa subito cadere in un abisso il tuo ardito parallelismo.A parte scherzi, piano con i parallelismi. Se da un lato aiutano a comprendere, perche' la storia si ripete e i dittatori sono tutti uguali ecc ecc. dall'altro sono di ostacolo per comprendere le situazioni che hanno risvolti nuovi.Dire ad esempio che internet e' come una autostrada e che la posta elettronica e' come quella cartacea, "c'e' il mittente, il destinatario, la data, la casella postale" ecc., aiuta il neofita a compiere i primi passi, ma ne limita le potenzialita' perche' restringe i numerosi aspetti unici dello strumento.
      • Masque scrive:
        Re: un certo parallelismo...
        - Scritto da:
        A parte scherzi, piano con i parallelismi. Se da
        un lato aiutano a comprendere, perche' la storia
        si ripete e i dittatori sono tutti uguali ecc
        ecc. dall'altro sono di ostacolo per comprendere
        le situazioni che hanno risvolti
        nuovi.certamente! il mio post non voleva essere un'analisi approfondita, ma solo una piccola provocazione :)
  • Anonimo scrive:
    Ma tanto già lo faceva
    col patriot act:http://www.repubblica.it/2006/08/sezioni/esteri/intercettazioni-usa/intercettazioni-usa/intercettazioni-usa.htmlcambia solo nome.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma tanto già lo faceva
      - Scritto da:
      col patriot act:http://www.repubblica.it/2006/08/sezioni/esteri/in

      cambia solo nome.In parte è vero ma, come spiega l'articolo, ora la situazione peggiora, in quanto i poteri speciali si estendono nella durata e nella totale sottrazione al controllo giuridico. Possibile che a nessuno interessi più capire perchè alla base delle democrazie si è sempre storicamente posta tanta attenzione alla separazione dei poteri? :|
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma tanto già lo faceva
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        col patriot act:
        http://www.repubblica.it/2006/08/sezioni/esteri/in



        cambia solo nome.

        In parte è vero ma, come spiega l'articolo, ora
        la situazione peggiora, in quanto i poteri
        speciali si estendono nella durata e nella totale
        sottrazione al controllo giuridico.


        Possibile che a nessuno interessi più capire
        perchè alla base delle democrazie si è sempre
        storicamente posta tanta attenzione alla
        separazione dei poteri?
        :|nessuno, fra quelli che votano a che applaudono bush come salvatore del mondo (ti ricordo la squisita frase "siamo tutti americani" che propugnavano politici e giornali più o meno schierati con gli invasori). gli altri hanno aperto gli occhi da parecchio tempo. l'11/9 è stato solo l'inizio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma tanto già lo faceva
        separazione dei poteri...tipo la magistratura indipendente? come avviene in Italia? perchè alla fine lo sapete che è la magistratura che ha il vero potere di uno Stato...magistratura indipendente...mmmmhh..quasi quasi rimpiango gli usa! almeno loro chi comanda veramente lo possono cambiare, qua in Italia le care toghe rosse non le tocca nessuno.....la mano lunga della politica rossa (oh scusate ho toccato i vostri paladini rossi)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma tanto già lo faceva
          - Scritto da:
          separazione dei poteri...tipo la magistratura
          indipendente? come avviene in Italia? perchè alla
          fine lo sapete che è la magistratura che ha il
          vero potere di uno Stato...magistratura
          indipendente...mmmmhh..quasi quasi rimpiango gli
          usa! almeno loro chi comanda veramente lo possono
          cambiare, qua in Italia le care toghe rosse non
          le tocca nessuno.....la mano lunga della politica
          rossa (oh scusate ho toccato i vostri paladini
          rossi) "argomento campagna elettorale N°689/R" :-obravo, ora che hai recitato dal libretto, ti va di usare la testa?http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1677045&id=1676162&r=PI
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma tanto già lo faceva
          - Scritto da:
          separazione dei poteri...tipo la magistratura
          indipendente? come avviene in Italia? perchè alla
          fine lo sapete che è la magistratura che ha il
          vero potere di uno Stato...magistratura
          indipendente...mmmmhh..quasi quasi rimpiango gli
          usa! almeno loro chi comanda veramente lo possono
          cambiare, qua in Italia le care toghe rosse non
          le tocca nessuno.....la mano lunga della politica
          rossa (oh scusate ho toccato i vostri paladini
          rossi)Serve più indipendenza ai magistrati rispetto alle leggi votate in parlamento: se una legge non è costituzionale il pm non deve avere la scusa di doverla seguire e deve avere dei vincoli: essere più responsabile. L'indipendenza va soprattutto ai giudici, sempre assieme a più responsabilità, affinché ottemperino alla Garanzia dei Diritti Fondamentali, alla Legge Fondamentale, alla Costituzione; più potere alla Corte costituzionale, e separazione delle carriere (una delle poche buone idee di Berlusconi, ma bastavano i Radicali)
  • Anonimo scrive:
    Nessuno...
    Ha ancora nominato 1984 e Orwell... ops!!! Come non detto ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuno...
      - Scritto da:
      Ha ancora nominato 1984 e Orwell... ops!!! Come
      non detto
      ;)La guerra è pace, la libertà è schiavitù,l'ignoranza è forza.
    • Anonimo scrive:
      V for Vendetta, allora?
      - Scritto da:
      Ha ancora nominato 1984 e Orwell... ops!!! Come
      non detto
      ;)Se è per questo anche il recente film dei fratelli Wachowski (tratto liberamente dal fumetto) V for Vendetta sbatte in faccia agli spettatori, senza sottigliezze, il paragone tra sottrazione delle libertà e dittatura...
  • Anonimo scrive:
    tanto lo facevano già...
    ...ci scommetto... i poteri speciali "li ha già"... solo che non è una informazione pubblica...Vabbé, gli americani impareranno ad usare PGP/GPG...(newbie)
    • Anonimo scrive:
      ... ma finora era illegale!
      - Scritto da:
      ...ci scommetto... i poteri speciali "li ha
      già"... solo che non è una informazione
      pubblica...Fare qualcosa illegalmente (vedi caso intercettazioni illegali e Telecom) è ovviamente sempre possibile, ma fino alla legalizzazione di questi giorni restava qualcosa di denunciabile, contestabile, magari in futuro anche punibile.Se pensate che Clinton ha sfiorato l'imputazione per aver mentito su di un rapporto extraconiugale (e l'accusa era la menzogna, non l'adulterio - ovviamente), immaginatevi il richio alla Nixon per un Bush in futuro non più sostenuto dalla maggioranza.La follia è non accorgersi che rinunciare ai diritti civili non ha mai garantito maggior sicurezza (semmai cambiato il tipo di crimini subiti). La frase "ma se posso essere più sicuro, io scambio la mia libertà con la mia vita" è una delle più ipnotizzanti bugie propagandistiche dopo "questo detersivo lava più bianco".
      Vabbé, gli americani impareranno ad usare
      PGP/GPG...(newbie)Come puoi illuderti di questo?! Ormai il solo uso di sistemi del genere ti può venir contestato e (almeno in USA) puoi venir obbligato a fornire la chiave di accesso pena l'accusa automatica in caso di rifiuto.Oltre al fatto che i diritti civili vanno garantiti a tutti, inclusi i più deboli e indifesi, come i bambini, gli anziani e i disabili (inclusi i "disabili tecnologici", che non debbono venir obbligati a capire PGP solo per mandare una legittima mail personale.
      • MandarX scrive:
        Re: ... ma finora era illegale!

        La follia è non accorgersi che rinunciare ai
        diritti civili non ha mai garantito maggior
        sicurezza (semmai cambiato il tipo di crimini
        subiti).

        La frase "ma se posso essere più sicuro, io
        scambio la mia libertà con la mia vita" è una
        delle più ipnotizzanti bugie propagandistiche
        dopo "questo detersivo lava più
        bianco".ragazzi non vi sembra evidente che il trusted computing sarà la mossa finale, per controllare tutti e dico tutti ?il problema è che se la gente accetta tutto questo in nome della sicurezza del paese, figuriamoci se non accetta il trusted computing in nome della sicurezza personalegia abbiamo visto i teatrini dei computer smarriti e il primo epilogohttp://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1560514&m_id=1560900http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1596839&r=PIhttp://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1596839&m_id=1599947facciamo in modo che ciò non accada in Europainformiamo chiunque-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 ottobre 2006 10.56-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: ... ma finora era illegale!
          Il trusted computing no, anzi lo ritengo positivo.La sua "evoluzione" ed implementazione in un sistema Palladium-like con farcitura di drm invece e' decisamente pericoloso.Il TC puo' essere perfino utilizzato a profitto dell'utente per garantirsi sicurezza.Cerca un po' in rete ci sono gia' dei proof of concept.
    • 5ze247940 scrive:
      Re: tanto lo facevano già...
      Certo e l'NSA sicuramente non possiede un computer quantico.. Eppoi siamo seri,nessuno si ricorda piu di Echelon? Che fine ha fatto?A si scommetto che l'avranno sicuramente spento..Come no...Umm, qui il gioco si fa duro...
      • Anonimo scrive:
        Re: tanto lo facevano già...

        Certo e l'NSA sicuramente non possiede un
        computer quantico..
        Da un lato ci spero (come evoluzione tecnologica e possibilita' per l'umanita')...Se pero' sono questi i soggetti che ce l'hanno in mano... Oh My God !! Cmq non credo esista ancora un elaboratore quantico.
        Eppoi siamo seri,nessuno si ricorda piu di
        Echelon? Che fine ha
        fatto?
        A si scommetto che l'avranno sicuramente spento..
        Etchelon c'e' ancora e funziona.. ti stupisci ?Piuttosto mi chiedo quando l'Europa proporra' il suo di Etchelon/Anti-US-Etchelon ?
  • Anonimo scrive:
    Lo diceva John Titor...
    Lo diceva John Titor...
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo diceva John Titor...
      - Scritto da:
      Lo diceva John Titor...Eh la Nord Korea...
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo diceva John Titor...
      - Scritto da:
      Lo diceva John Titor...Ah, quello che viaggiava nel tempo? Ma non vedeva male con lo scolapasta in tasta?
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo diceva John Titor...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Lo diceva John Titor...

        Ah, quello che viaggiava nel tempo? Ma non vedeva
        male con lo scolapasta in
        tasta?semmai in testa
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo diceva John Titor...
      - Scritto da:
      Lo diceva John Titor...Anche fosse stato vero Titor non ha mai detto che Bush era il cattivo, ma la gente di sinistra glielo ha voluto far dire per forza. D'altronde per la gente di sinistra Cristo è un noglobal....
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo diceva John Titor...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Lo diceva John Titor...

        Anche fosse stato vero Titor non ha mai detto che
        Bush era il cattivo, ma la gente di sinistra
        glielo ha voluto far dire per forza. D'altronde
        per la gente di sinistra Cristo è un
        noglobal....fatto sta che i Neocon stanno trasformando gli USA in uno Stato fascista.....
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo diceva John Titor...
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Lo diceva John Titor...



          Anche fosse stato vero Titor non ha mai detto
          che

          Bush era il cattivo, ma la gente di sinistra

          glielo ha voluto far dire per forza. D'altronde

          per la gente di sinistra Cristo è un

          noglobal....

          fatto sta che i Neocon stanno trasformando gli
          USA in uno Stato
          fascista.....
          stanno?
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo diceva John Titor...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Lo diceva John Titor...

        Anche fosse stato vero Titor non ha mai detto che
        Bush era il cattivo, ma la gente di sinistra
        glielo ha voluto far dire per forza. D'altronde
        per la gente di sinistra Cristo è un
        noglobal....ohchepalle con 'ste storie!e sx di qua, e dx la, e i noglobal, e prodi su, e il berlusca giu, e comunisti...ma siete proprio monotematici, eh!e tutto dev'essere inquadrato nella unta politica Italiana(che, tra l'altro, a livello mondiale vale come una cacca sotto le scarpe)!ma se l'ha capito pure mio fratellino di 3a media che sono tutte pagliacciate!cambia il cappellino e il copione, ma i risultati sono i medesimi.e sono molto d'accordo quando c'è da lucrare/pararsi il culo (di recente c'è stato il decreto eliminaintercettazioni, che li avrebbe messi nei guai TUTTI...così han fatto la legge-votata bipartisan- per cancellare d'urgenza un sacco di dossier...hehehe che furbacchioni! e per fare in modo che se ne parli poco per tv, cos'è spuntato? la menata della bambina bielorussa...)bha, il popolo dovrebbe svegliarsi fuori, altro che ripetere idiozie di partito!USARE LA TESTA, non la tessera!aloha (anonimo) "In un certo senso noi siamo più fortunate di voi occidentali. Noi non crediamo a nulla di quello che leggiamo sui giornali o vediamo in televisione, a nulla della verità ufficiale. Al contrario di voi, abbiamo imparato a leggere tra le righe, perché la verità vera è sempre rivoluzionaria". Zdenek Urbánek (scrittore dissidente), Cecoslovacchia(URSS). PS: provate a cercare Aspen Institute...la democrazia è morta da tempo...http://www.google.it/search?lr=&ie=UTF-8&oe=UTF-8&q=Aspen%20Institute%20Italiahttp://www.canisciolti.info/modules.php?name=Sections&op=viewarticle&artid=908http://www.canisciolti.info/modules.php?name=Sections&op=viewarticle&artid=907PS2: il mio è un commento bi -o tri- partisan.
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo diceva John Titor...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Lo diceva John Titor...

        Anche fosse stato vero Titor non ha mai detto che
        Bush era il cattivo, ma la gente di sinistra
        glielo ha voluto far dire per forza. D'altronde
        per la gente di sinistra Cristo è un
        noglobal....fra un falegname, un lebbroso e un imperatore di certo non era a favore dell'impero romano!
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo diceva John Titor...
      - Scritto da:
      Lo diceva John Titor...Ricordiamoci che i laser di Titor si PIEGAVANO (a 90) :D :D :D :D :D :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo diceva John Titor...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Lo diceva John Titor...

        Ricordiamoci che i laser di Titor si PIEGAVANO (a
        90) :D :D :D :D :D
        :Dcome il suo culo
  • uguccione500 scrive:
    ...eh già...
    Ci manca solo più questo e ci ritroveremo per sempre a 90 gradi A COMANDO USA!!!Sempre meglio direi!!!
Chiudi i commenti