Polimi: online si può

Il Politecnico di Milano punta a promuovere la formazione a distanza anche tra i lavoratori. E vuole che stiano al passo degli esami di ammissione, continuando a studiare da casa
Il Politecnico di Milano punta a promuovere la formazione a distanza anche tra i lavoratori. E vuole che stiano al passo degli esami di ammissione, continuando a studiare da casa

Capita di lavorare qualche tempo, magari subito dopo il diploma, e poi di non essere più al passo con quanto servirebbe per rientrare nel circuito accademico. Da qualche anno poi è obbligatorio un test di ingresso a certe facoltà: ma chi può studiare mentre lavora per mantenersi? Per aiutare i giovani (e meno giovani) che avessero voglia di tornare in pista, il Politecnico di Milano ha ideato un apposito canale di riqualificazione: si chiama CorsoZero , e consente di preparare (o ripreparare) al meglio il test di ammissione alla Facoltà di Ingegneria Informatica Online.

“Ci siamo resi conto – spiega il presidente di Metid e responsabile del Corso di Laurea Online del Politecnico, Alberto Colorni – che per la nostra utenza, solitamente fatta di persone già da tempo inserite nel mondo del lavoro e quindi lontane dai percorsi scolastici, poteva essere utile un corso di avvio che permettesse di entrare nel clima della laurea online e consentisse un’opzione meno fredda per coprire le lacune evidenziate nel test”.

Certo non siamo ancora al livello delle università USA che propinano lezioni via iPod, né si parla di università totalmente cyber come quella di Fukuoka (Giappone). Ma si tratta senz’altro di un importante passo in avanti nell’ ammodernamento dell’ offerta formativa digitale (e-learning), che seppure non consentirà di laurearsi via avatar consentirà per lo meno di aumentare la fiducia degli studenti nelle non proprio apprezzate infrastrutture telematiche degli atenei.

CorsoZero è pensato per chi ha ottenuto la maturità da almeno 4 anni e che non ha avuto il tempo e il modo di preparasi adeguatamente per le selezioni: “Il percorso – spiegano dal PoliMI – è rivolto a chi decide di riprendere gli studi dopo anni di lavoro, ed è interamente online”. In cinque settimane, gli aspiranti futuri ingegneri rispolverano le materie alla base del loro impegno futuro: fisica e matematica , dunque, attraverso diversi moduli e specifiche attività di collaborazione online da svolgere attraverso sessioni di discussione dal vivo su alcuni forum dedicati.

Solo l’esame di ammissione finale, da svolgersi presso la sede di Como del Politecnico, va sostenuto di persona. Argomento della prova stessa un test scritto e una discussione su quanto svolto durante la formazione. Dal PoliMI precisano che verranno tenute in conto anche le presenze all’attività online , nonché la qualità dell’attività svolta da remoto. Se poi si supera il test, tutti gli OFA (Obblighi Formativi Aggiuntivi) vengono cancellati dal carico da svolgere dopo l’iscrizione, “eccetto la parte relativa all’inglese”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 07 2008
Link copiato negli appunti