Polizia Postale: attenzione alle email fasulle

Polizia Postale: attenzione alle email fasulle

La Polizia Postale avverte gli utenti su recenti tentativi di phishing attuati tramite false email provenienti dall'Agenzia delle Entrate.
La Polizia Postale avverte gli utenti su recenti tentativi di phishing attuati tramite false email provenienti dall'Agenzia delle Entrate.

La Polizia Postale ha avvisato gli utenti di prestare attenzione alle email ricevute. Da qualche giorno sono infatti in corso nuovi tentativi di phishing attraverso false comunicazioni dell'Agenzia delle Entrate. Un link contenuto nel messaggio porta ad un sito web che raccoglie vari dati personali.

Email fasulle dell'Agenzia delle Entrate

I malintenzionati hanno sfruttato la crisi economica conseguente allo scoppio della pandemia COVID-19. Diversi utenti sono stati tratti in inganno dal mittente delle email che sembrano provenire dall'Agenzia delle Entrate. L'oggetto “Avviso di rimborso” indica la somma di denaro che verrebbe pagata in seguito alla compilazione di un modulo.

Email fake AdE

Il messaggio di posta, scritto in un italiano piuttosto discutibile, contiene il link “Accesso al rimborso“. Quando cliccato dall'ignaro utente viene aperta una pagina web con la dicitura “COVID 19 – MISURE ECCEZIONALI PER LE IMPRESE E I LAVORATORI“. Non si tratta però di rimborsi fiscali né di indennità COVID-19 (peraltro erogate dall'INPS), ma solo di un tentativo di phishing.

Nella suddetta pagina è presente un modulo che serve unicamente per raccogliere i dati personali degli utenti. La Polizia Postale ricorda che l'Agenzia delle Entrate non invia email contenenti link. Inoltre tutte le informazioni sulle prestazioni offerte sono reperibili sul sito ufficiale.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 02 2021
Link copiato negli appunti