Occhio al rimborso Enel: la truffa via email

Circola via email una nuova truffa via email con riferimento a un rimborso Enel in realtà inesistente: l'avviso della Polizia Postale.
Circola via email una nuova truffa via email con riferimento a un rimborso Enel in realtà inesistente: l'avviso della Polizia Postale.

In epoca di Cashback e Super Cashback, la soglia di attenzione sulle comunicazioni relative a restituzioni e risarcimenti dev’essere innalzata. L’ennesima dimostrazione arriva oggi dalla Polizia Postale: segnalata una truffa via email che trae in inganno i meno smaliziati proponendo loro la possibilità di ottenere un rimborso Enel da oltre 128 euro.

Gentile cliente, si tratta di un ultimo sollecito, si dispone di un rimborso incompiuto.

Truffa falso rimborso Enel: fare attenzione

Si tratta di un tentativo di raggiro. Il fornitore non utilizza la posta elettronica per avvisi di questo tipo. In caso di dubbi o altre necessità è ad ogni modo consigliabile contattare l’assistenza clienti attraverso i canali ufficiali per ottenere chiarimenti o delucidazioni. Questo il testo del messaggio che sta circolando.

Dopo i calcoli finali della tua bolletta enel energia, abbiamo stabilito che sei idoneo a ricevere un rimborso dell’importo di 128,04 euro.

In allegato un link che si invita fortemente a non aprire. Il rischio è quello di abboccare all’amo di una campagna di phishing finendo col cedere a cybercriminali le proprie credenziali di accesso ai servizi o i dettagli relativi ai metodi di pagamento. Non è difficile immaginare quali siano le conseguenze negative per privacy e portafogli.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti