Prezzi carburanti: benzina e gasolio ancora giù

Prezzi carburanti: benzina e gasolio ancora giù

Giù ancora i prezzi dei carburanti: il costo di benzina, gasolio e GPS scende di nuovo, ma si avvicina la fine per il taglio delle accise.
Giù ancora i prezzi dei carburanti: il costo di benzina, gasolio e GPS scende di nuovo, ma si avvicina la fine per il taglio delle accise.

La misura introdotta dal Governo per calmierare i prezzi di benzina e gasolio attraverso il taglio delle accise continua a dare i suoi frutti. La spesa per i carburanti è diminuita anche nel corso dell’ultima settimana. A confermarlo sono i dati ufficiali resi noti dal Ministero della Transizione Ecologica, che riportiamo di seguito.

Benzina e gasolio, scendono ancora i prezzi

Le cifre sono da intendersi come frutto di una media registrata in tutto il territorio nazionale, nel periodo che va da lunedì 28 marzo a domenica 3 aprile. Si riferiscono inoltre al costo di 1.000 litri, in modo da poter avere una maggiore accuratezza nei decimali. Eccole.

  • Benzina: 1.792,72 euro (di cui 478,40 euro di accise, 323,28 euro di IVA e 991,04 euro di netto) con un -77,72 euro (-4,16%);
  • Gasolio: 1.788,17 euro (di cui 367,40 euro di accise, 322,46 euro di IVA e 1.098,31 euro di netto) con un -69,71 euro (-3,75%);
  • GPL: 829,69 euro (di cui 100,44 euro di accise, 149,62 euro di IVA e 579,63 euro di netto) con un -13,85 euro (-1,67%);
  • Gasolio per riscaldamento: 1.758,71 euro (di cui 403,21 euro di accise, 317,14 euro di IVA e 1.038,36% di netto) con un -83,17 euro (-4,52%).

La significativa diminuzione dei costi dei due carburanti più utilizzati per la movimentazione dei veicoli è ben rappresentata dal grafico qui sotto.

I prezzi di benzina e gasolio nell'ultimo periodo (aggiornati al 5 aprile 2022)

Di seguito, invece, la rappresentazione di quanto pesano accise e IVA sulla composizione del prezzo finale.

Quanto pesano accise e IVA sul prezzo di benzina e gasolio?

Ricordiamo che il taglio imposto dal Governo il mese scorso e in vigore dal 22 marzo rimarrà fino al 20 aprile. In assenza di un ulteriore intervento assisteremo inevitabilmente a un improvviso aumento dei prezzi per i carburanti. Roberto Cingolani, Ministro della Transizioni Ecologica, non ha escluso possa arrivare un altro decreto prima della scadenza.

Infine, capitolo Bonus Benzina: i dipendenti delle aziende disposte a concederlo potranno beneficarne senza contribuire alla formazione del reddito fino alla cifra di 200 euro. Di fatto, il contributo diventa esentasse per andare incontro alle esigenze manifestate da coloro che quotidianamente si spostano con mezzi propri.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 5 apr 2022
Link copiato negli appunti