Privacy, il Garante d'Europa boccia ACTA

Ha detto no al trattato globale anti-contraffazione, i cui effetti collaterali potrebbero distruggere i diritti fondamentali dei netizen. Al Parlamento di Bruxelles si scatena la battaglia

Roma – La tempesta infuria senza sosta, nei mesi che precedono la decisione di Bruxelles sull’eventuale adozione del famigerato Anti-Counterfeiting Trade Agreement (ACTA). Il trattato globale anti-contraffazione è stato sonoramente bocciato dai vertici dell’ European Data Protection Supervisor (EDPS), garante comunitario della privacy di milioni di cittadini.

Gli effetti collaterali di ACTA potrebbero così rivelarsi fatali per i diritti fondamentali degli utenti nel Vecchio Continente. In particolare se la protezione della proprietà intellettuale verrà adottata in maniera “non adeguata”. Ovvero monitorando e tracciando su larga scala le attività di comunicazione degli individui sulle nuove reti elettroniche .

“Se una maggiore cooperazione internazionale è necessaria per la tutela dei diritti di proprietà intellettuale, gli strumenti da utilizzare non devono essere adottati a spese dei diritti fondamentali degli individui – ha spiegato Giovanni Buttarelli, assistant di EDPS – Deve cioè essere rispettato il giusto bilanciamento tra la lotta alle violazioni e il diritto alla privacy e la protezione dei dati personali”.

ACTA non avrebbe ottenuto con successo un simile bilanciamento, almeno non secondo i vertici di EDPS. Eventuali attività di monitoraggio degli utenti rappresenterebbe una violazione degli articoli 7 e 8 della Carta dei Diritti Fondamentali , oltre che della Direttiva europea sulla Protezione dei Dati. Il rilascio di informazioni personali da parte dei vari provider andrebbe “al di là delle leggi europee”.

Il parere del Garante è solo l’ultima stoccata ad un trattato che sembra vacillare pericolosamente. Il rapporteur di ACTA David Martin ha di fatto consigliato al Parlamento d’Europa di respingere il testo già ratificato da 22 paesi del mondo. Mentre gli attivisti di La Quadrature Du Net si sono scagliati contro il deputato francese Marielle Gallo per l’ennesima arringa a favore del trattato.

La stessa Gallo ha infatti presentato una bozza d’opinione per chiedere al Parlamento di Bruxelles l’immediata adozione di ACTA. Un comunicato de La Quadrature Du Net ha però accusato il deputato transalpino di aver scritto il falso, in primis la tesi relativa al totale rispetto del trattato delle leggi europee .

Ma l’aria di bufera tira in diverse fazioni al Parlamento d’Europa. Il Gruppo ALDE (liberali) chiederà il rigetto di ACTA, con il supporto di Socialisti, Democratici e Verdi. La materia del copyright online dovrebbe infatti essere trattata a parte, non nell’ambito generale della contraffazione .
Mentre il deputato del gruppo popolare (EPP) Fjellner vorrebbe innanzitutto che i vari provider non siano obbligati ad agire come poliziotti del web. Da evitare anche sanzioni a carico dei singoli utenti. La sensazione generale è che ACTA sarà respinto anche prima del parere della Corte di Giustizia d’Europa. Un documento trafugato all’ultimo meeting G8 avrebbe infatti rivelato un accordo segreto per una nuova incarnazione del trattato anti-contraffazione.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • harvey scrive:
    Sempre più deluso
    Onestamente sono sempre più convinto che alla testa di google ci siano gente piuttosto superficiale Sono riusciti a trasformare un sucXXXXX in una miniera d'oro per gli avvocatiPraticamente il progetto android e' uno dei progetti che ha dato più soldi a più persone nella storia :D
    • collione scrive:
      Re: Sempre più deluso
      già, mi ricorda tanto la microsoft dei primi tempi :Dmi sa che violare i brevetti è il modo migliore per far miliardi a palate
      • mauro scrive:
        Re: Sempre più deluso
        Leggi quello che hanno scritto gli altri. Se su 7 brevetti che ha contestato, a Oracle ne hanno invalidati già 6, capirai su che solide basi si fonda l'accusa.- Scritto da: collione
        già, mi ricorda tanto la microsoft dei primi
        tempi
        :D

        mi sa che violare i brevetti è il modo migliore
        per far miliardi a
        palate
    • FinalCut scrive:
      Re: Sempre più deluso
      - Scritto da: harvey
      Onestamente sono sempre più convinto che alla
      testa di google ci siano gente piuttosto
      superficiale
      Se ti fa piacere pensala così. La verità è che Google sapeva cosa stava preparando Apple con il suo iPhone e in poco tempo ha dovuto tirare su un anti-iPhone con quello che avevano a disposizione perché il tempo era poco e il lancio di iPhone incombeva.Se la vedi in quest'ottica ecco che magicamente si spiegano tante apparenti superficialità...(linux)(apple)
      • HermanHesse Quello TOSTO! scrive:
        Re: Sempre più deluso
        - Scritto da: FinalCut
        - Scritto da: harvey

        Onestamente sono sempre più convinto che alla

        testa di google ci siano gente piuttosto

        superficiale



        Se ti fa piacere pensala così. Vai sparala...

        La verità è che Google sapeva cosa stava
        preparando Apple con il suo iPhone e in poco
        tempo ha dovuto tirare su un anti-iPhone con
        quello che avevano a disposizione perché il tempo
        era poco e il lancio di iPhone
        incombeva.Ma dai... e come mai visto che intanto la gente avrebbe usato Google e le pubblicità di Google ANCHE su iPhone?Ah... Android è uscito PRIMA di iPhone. Forse ti sfugge, deve essere per via delle fettine di mela che hai sugli occhi.

        Se la vedi in quest'ottica ecco che magicamente
        si spiegano tante apparenti
        superficialità...Certo: sotto certe ottiche, forse meno distorte della tua, le scie degli aerei vengono usate per controllare la popolazione.A questo punto, se non sapessi che fai il montatore, mi chiederei se tu abbia mai lavorato e se hai idea di cosa vuole dire la parola "costi", soprattutto se riferiti ad un progetto in startup. Sai cosa vuol dire startup vero? Lo capisci? Sì, funziona così anche se ti chiami Google...

        8=========)(apple)
        • FinalCut scrive:
          Re: Sempre più deluso
          - Scritto da: HermanHesse Quello TOSTO!
          - Scritto da: FinalCut

          - Scritto da: harvey


          Onestamente sono sempre più convinto
          che
          alla


          testa di google ci siano gente piuttosto


          superficiale






          Se ti fa piacere pensala così.

          Vai sparala...Vorrai dire azzeccala... è quello che faccio sempre... raramente mi sono sbagliato, se così non fosse puoi anche provare a riportare qualche mio post...




          La verità è che Google sapeva cosa stava

          preparando Apple con il suo iPhone e in poco

          tempo ha dovuto tirare su un anti-iPhone con

          quello che avevano a disposizione perché il
          tempo

          era poco e il lancio di iPhone

          incombeva.

          Ma dai... e come mai visto che intanto la gente
          avrebbe usato Google e le pubblicità di Google
          ANCHE su
          iPhone?
          Ah... Android è uscito PRIMA di iPhone. Forse ti
          sfugge, deve essere per via delle fettine di mela
          che hai sugli
          occhi.Ma dai? Infatti è proprio questa una prova che Android è una copia di iOS, difatti:[img]http://cultofmac.cultofmaccom.netdna-cdn.com/wp-content/uploads/2012/04/googlephones.jpg[/img]Prima di iPhone = tastiera fisica tipo BB, zero innovazioneDopo iPhone = multitouch....Google sapeva e quando ha saputo è corsa ai ripari assemblando OS e strategia meglio che poteva... copiando (o rubando) tutto e tutti... Apple e SUN per primi...



          Se la vedi in quest'ottica ecco che
          magicamente

          si spiegano tante apparenti

          superficialità...

          Certo: sotto certe ottiche, forse meno distorte
          della tua, le scie degli aerei vengono usate per
          controllare la
          popolazione.Ti lascio beare da solo con questi balocchi se ti fa piacere...
          A questo punto, se non sapessi che fai il
          montatore, mi chiederei se tu abbia mai lavorato
          e se hai idea di cosa vuole dire la parola
          "costi", soprattutto se riferiti ad un progetto
          in startup. Sai cosa vuol dire startup vero? Lo
          capisci? Sì, funziona così anche se ti chiami
          Google...Ciccio.... vabbè.... tanto è inutile, ricordati sempre chi guadagna di più a fine mese.... ;)(apple)(linux)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 maggio 2012 16.22-----------------------------------------------------------
  • Peppin scrive:
    Ma... e Dalvik?
    Se google s'è fatto la sua VM, che non è quella di Sun/Oracle, che c'è da discutere? Google usa Dalvik, non "Java".Anche ammesso che tutto sia vero, e cioé che consapevoli di dover pagare Sun/Oracle o in alternativa di doversi rivolgere a Microsoft che da quello che ho compreso ha la sua implementazione, e non volendo fare nessuna delle due cose abbiano costruito la propria VM, dove sta il problema?E' vietato non pagare Oracle o Microsoft e farsi invece la propria implementazione? Quelle lettere non dimostrano nulla.
    • harvey scrive:
      Re: Ma... e Dalvik?
      Si vede che copiare non e' consentito ...
      • Peppin scrive:
        Re: Ma... e Dalvik?
        - Scritto da: harvey
        Si vede che copiare non e' consentito ...Ma nel contestare il brevetto, è proprio la "copia" che va dimostrata. E come vogliono farlo? Mostrando che Google aveva valutato l'idea di pagare per Java ma poi non l'ha fatto creando invece Dalvik?
        • harvey scrive:
          Re: Ma... e Dalvik?
          - Scritto da: Peppin
          Ma nel contestare il brevetto, è proprio la
          "copia" che va dimostrata.Per ora stanno dimostrando che quelli di google sapevano che stavano copiando e dovevano pagare la licenzaDa li a dire che uno ha copiato ci vuol ben poco
          E come vogliono farlo? Mostrando che Google aveva
          valutato l'idea di pagare per Java ma poi non
          l'ha fatto creando invece
          Dalvik?Si, perche' se sai che sapevano che dovevano pagare, vuol dire che sanno che dentro il Dalvik c'e' roba copiataOnestamente mi aspettavo qualcosa di più da googleCon tutti i soldi che avevano proprio su una macchina virtuale come java si dovevano appoggiare?Non avevano i soldi per sviluppare qualcosa loro?Bha, manco loro si aspettavano il sucXXXXX di android ... ma proprio la loro superficialità gli sta facendo fallire questo progetto con pagamento di brevetti da parte di tutti (praticamente guadagna più la M$ di google per ogni vendita di un cellulare android!)
          • luca scrive:
            Re: Ma... e Dalvik?
            - Scritto da: harvey
            Per ora stanno dimostrando che quelli di google
            sapevano che stavano copiando e dovevano pagare
            la licenzaSbagli. Hanno solo dimostrato che Google sapeva che per usare la virtual machine di Sun avrebbe dovuto pagare. Infatti a suo tempo hanno tentato di negoziare un accordo con Sun... fallito il tentativo hanno tagliato la testa al toro e si sono scritti una macchina virtuale da soli senza copiare una linea di codice da quella di Sun. Anzi per essere precisi nelle librerie hanno copiato per errore otto linee di codice su un totale di qualche milione e poi le hanno rimosse... difficile pensare che questo abbia causato miliardi di danni ad Oracle.
            Da li a dire che uno ha copiato ci vuol ben pocoQuel "poco" è anche di vitale importanza. E per ora Oracle non ha dimostrato che Google abbia copiato nulla al di fuori di otto righe di codice su un totale di qualche milione.
            Si, perche' se sai che sapevano che dovevano
            pagare, vuol dire che sanno che dentro il Dalvik
            c'e' roba copiataDentro Dalvik non c'e' roba copiata. Le considerazioni fatte nelle email sul dover pagare Sun erano antecedenti alla decisione di scriversi una macchina virtuale da zero. All'inizio Google pensava che l'unica soluzione percorribile fosse utilizzare la virtual machine di Sun e che quindi fosse necessario pagare le dovute licenze... poi sara' arrivato qualche ingegnere a dire "guarda, scrivere una macchina virtuale da zero forse non e' un lavoraccio cosi' infattibile come pensi... dammi qualche mese e te la scrivo io cosi' ci togliamo il problema dell'accordo con Sun" e hanno deciso di seguire questa seconda strada.
            Onestamente mi aspettavo qualcosa di più da google

            Con tutti i soldi che avevano proprio su una
            macchina virtuale come java si dovevano
            appoggiare?

            Non avevano i soldi per sviluppare qualcosa loro?E' quello che hanno fatto. La macchina virtuale se la sono scritti da soli. Per le librerie hanno preso quello che gli serviva dal progetto Harmony (erano sotto licenza Apache quindi potevano farlo senza pagare nulla) e il resto se lo sono scritti da soli... ad eccezione delle suddette 8 righe di codice su un totale di qualche milione.
          • pippo scrive:
            Re: Ma... e Dalvik?
            Ma sai delle 8 righe, e attenzione, non 9 e non 7 perchè è venuto Page a dirtelo??? Se google ha preso roba brevettata deve pagare punto. Facile fare i soldi sul lavoro altrui senza riconoscergli il dovuto... e per google mi sembra di capire che sia abbastanza la norma...google TV non è mai decollata per lo stesso motivo, google non voleva riconoscere alle emittenti il dovuto e nessuna emittente importante è mai salita a bordo...
          • luca scrive:
            Re: Ma... e Dalvik?
            - Scritto da: pippo
            Ma sai delle 8 righe, e attenzione, non 9 e non 7
            perchè è venuto Page a dirtelo???Le righe copiate mi correggo sono 9 e lo so perche' e' di dominio pubblico. Dalla testimonianza dell'esperto di Oracle in tribunale (grazie a groklaw per la trascrizione):"Google: Anyone could determine the organization and structure of Android code since it was released?Dr. Mitchell: Yes.Google: Copying was easy to see?Dr. Mitchell: Yes.Google: Dr. Viznik was another expert? You relied on his report?Dr. Mitchell: I read his report.Google: He did an exhaustive analysis of all Android source code. 100's of thousands of lines of code?Dr. Mitchell: Yes.Google: 727. Report of Dr. Mark Viznik. Relied on it?Dr. Mitchell: I used it.Google: He did a comparative textual analysis comparing Android 2.2 to Java's jdk?Dr. Mitchell: That's what it says.Google: Hundreds of thousands of lines? Maybe even millions?Dr. Mitchell: Could be.Google: [Talking about literal analysis, then partial analysis, then token analysis.]Dr. Mitchell: That's what the report says.Google: Is this a thorough examination?Dr. Mitchell: I expect he described what he did there.Google: Thousands and thousands files?Dr. Mitchell: Yes.Google: And after all that analysis, he came up with 12 files?Dr. Mitchell: Yes.Google: And that's all he identified after his thorough analsysis?Dr. Mitchell: I believe so.Google: The *only* files?Dr. Mitchell: I believe so.Google: 12 files, right?Dr. Mitchell: Yeah.Google: 2 of them were called timsort?Dr. Mitchell: 1 was timsort, and 1 was comparabletimsort.Google: Now the timsort file, that represents 9 lines of code?Dr. Mitchell: I think you're talking of the rangecheck that was found.Google: Ah, good point. Timsort has how many lines? 1,000, 1500?Dr. Mitchell: I don't remember, but bigger than 9.Google: He didn't find any other copying, just those 9 lines?Dr. Mitchell: Correct.Google: That's a small amount of code?Dr. Mitchell: 9 lines.Google: Out of hundreds of thousands of lines?Dr. Mitchell: Well, it's still 9 lines.e in particolare costituiscono l'implementazione della funzione rangeCheck()."9 righe. Copiate per errore e prontamente rimosse. E vogliono miliardi di dollari come risarcimento danni.
          • mauro scrive:
            Re: Ma... e Dalvik?
            "Dr Mitchell: Well, it's still 9 lines."Questa uscita dell'esperto di Oracle, dopo i 6 brevetti invalidati sui 7 di cui ha contestato la violazione, fa capire che Oracle è proprio alla frutta.
          • MacGeek scrive:
            Re: Ma... e Dalvik?
            Timsort:http://en.wikipedia.org/wiki/TimsortNon l'avevo mai sentito prima.
          • giorgio scrive:
            Re: Ma... e Dalvik?
            - Scritto da: pippo
            Ma sai delle 8 righe, e attenzione, non 9 e non 7
            perchè è venuto Page a dirtelo???

            Se google ha preso roba brevettata deve pagare
            punto. Facile fare i soldi sul lavoro altrui
            senza riconoscergli il dovuto... e per google mi
            sembra di capire che sia abbastanza la
            norma...google TV non è mai decollata per lo
            stesso motivo, google non voleva riconoscere alle
            emittenti il dovuto e nessuna emittente
            importante è mai salita a
            bordo...Pippo sono tutte informazioni agli atti e inoltre non è un proXXXXX a porte chiuse. Il tuo "se" ci sta tutto perchè questo proXXXXX si basa sul nulla: 1) una manciata di righe di codice copiate e rimosse appena Google si è accorta dell'errore2) l'utilizzo delle api di java su cui non è possibile fare valere i diritti di proprietà intellettuale (trattandosi appunto di api e non di codice)... e c'è già un precedente legale che lo conferma3) presunta violazione di 7 brevetti, di cui 6 sono già stati invalidati dall'ufficio brevetti dopo che Google aveva chiesto che fossero riesaminati
          • _ciko_ scrive:
            Re: Ma... e Dalvik?
            "... scrivere una macchina virtuale da zero forse non e' un lavoraccio cosi' infattibile come pensi"dire che invece si, infatti hanno usato come base la VM di apache, che ha una licenza che consente di farlo
          • mauro scrive:
            Re: Ma... e Dalvik?
            Da Apache hanno solo preso una parte della class library... che è cosa diversa dalla macchina virtuale: quest'ultima l'hanno scritta da zero e non è nemmeno una jvm (esegue un bytecode differente). - Scritto da: _ciko_
            "... scrivere una macchina virtuale da zero forse
            non e' un lavoraccio cosi' infattibile come
            pensi"

            dire che invece si, infatti hanno usato come base
            la VM di apache, che ha una licenza che consente
            di
            farlo
          • matteo a. scrive:
            Re: Ma... e Dalvik?
            La macchina virtuale l'hanno scritta da zero. Dalla progetto Harmony hanno preso la parte della class library che gli serviva... potevano scriversi da soli anche questa, ma era inutile farlo visto che la Harmony CL era sotto licenza opensource, a differenza della JVM che essendo software proprietario hanno dovuto sostituirla con qualcosa scritto da zero.- Scritto da: _ciko_
            "... scrivere una macchina virtuale da zero forse
            non e' un lavoraccio cosi' infattibile come
            pensi"

            dire che invece si, infatti hanno usato come base
            la VM di apache, che ha una licenza che consente
            di
            farlo
Chiudi i commenti