ACTA, adozione in bilico

Il repubblicano Darrell Issa contro il trattato anti-contraffazione. Sarebbe più pericoloso di SOPA o PIPA, perché meno trasparente. La Danimarca si scusa per i numeri sballati sulla pirateria. Dubbi anche nel Belpaese

Roma – L’ennesimo attacco al famigerato Anti-Counterfeiting Trade Agreement (ACTA), è stato sferrato dal congressman repubblicano Darrell Issa sul sito Keepthewebopen . La minaccia tesa dal trattato globale anti-contraffazione sarebbe pari a quella introdotta negli Stati Uniti dai disegni di legge SOPA e PIPA. La natura libera di Internet oscurata da un accordo ratificato senza trasparenza e soprattutto senza aver contemplato i cittadini digitali .

“Il trattato è stato negoziato in segreto – ha esordito Issa – con misure vaghe che andranno certamente ad accrescere l’incertezza economica. Imponendo regole onerose a coloro che creano posti di lavoro, ai provider di Internet, agli innovatori, ai singoli cittadini degli Stati Uniti”. Proprio per aumentare il livello di consapevolezza pubblica, Issa ha pubblicato sul suo sito il testo integrale del trattato anti-contraffazione.

Opinioni, suggerimenti, proposte per modificare in maniera significativa l’attuale versione di ACTA. Issa vorrebbe alimentare il dibattito pubblico, come successo in Europa . In un video apparso su YouTube, il ministro del Commercio danese – insieme al boss della collecting society locale Ivan Pedersen – è intervenuto per scusarsi pubblicamente sui numeri snocciolati in difesa di ACTA.

In precedenza, il governo danese aveva ripreso i dati dell’industria locale, evidenziando un livello mostruoso nello scaricamento illecito di musica. Oltre il 95 per cento del totale dei download sonici sarebbe risultato in violazione del copyright . In realtà, una percentuale relativa all’intero globo, per di più risalente ad un report di IFPI di tre anni prima. Il tasso attuale sarebbe infatti minore del 50 per cento .

Dubbi, ripensamenti, inversioni di marcia. Il processo di ratificazione di ACTA da parte dei paesi europei resta sempre in bilico. Il ministro della Giustizia italiano Paola Severino si è unita alla posizione tedesca, sottolineando come il trattato abbia bisogno di “approfondimenti ulteriori per arrivare al giusto equilibrio tra protezione della privacy e responsabilità dei provider”.

“Occorre agganciare la responsabilità a elementi di rimproverabilità – ha spiegato Severino – Intervenire sic et simpliciter sull’individuazione dell’utilizzatore non sarebbe rispettoso dei temi della privacy. Si tratta di trovare un giusto equilibrio che ancora non è stato trovato”.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • cguglielmetti scrive:
    speriamo bene
    ho giocato ai vecchi sim tantissimo tempo.... sarebbe davvero un bel ritorno, speriamo non deluda-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 marzo 2012 07.12-----------------------------------------------------------
    • offensivo scrive:
      Re: speriamo bene
      - Scritto da: cguglielmetti
      ho giocato hai vecchi sim tantissimo tempo....
      sarebbe davvero un bel ritorno, speriamo non
      deludaSperiamo che deluda meno della tua ortografia. (anonimo)
  • Er piattola scrive:
    Non so se qualcuno ha notato...
    ... la microscritta che compare in fondo al trailer: "Images not representative of actual gameplay"'nnamo bene!
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Non so se qualcuno ha notato...
      - Scritto da: Er piattola
      ... la microscritta che compare in fondo al
      trailer: "Images not representative of actual
      gameplay"
      'nnamo bene!Sì anche io ci sono rimasto male, mi ero illuso... :(
      • krane scrive:
        Re: Non so se qualcuno ha notato...
        - Scritto da: TADsince1995
        - Scritto da: Er piattola

        ... la microscritta che compare in fondo al

        trailer: "Images not representative of actual

        gameplay"

        'nnamo bene!

        Sì anche io ci sono rimasto male, mi ero
        illuso...
        :(Io avendo letto l'articolo su riviste piu' serie lo sapevo gia :D
  • becker scrive:
    Con Maxis riotornerà la simulazione...?
    Vi ricordo che qualche anno fa era uscito Simcity Society (non è stato sviluppato da Maxis). Grafica bella ma giocabilità schifosa!! Era scomparsa la classica gestione della città per qualcosa di più "arcade".dal video ho notato che è ritornata la Maxis allo sviluppo si Simcity speriamo che ritorni la vera simulazione di gestione una città e dei terreni grandi dove espandersi.City Life della concorrenza è carino è sempre "arcade".."Gioco" a simcity da quando avevo il C64, poi sul pc ho iniziato da simcity 2000.
  • baluchiteri um scrive:
    Mah
    Sarà meglio che sia un po' meno deludente di The Sims 3 (anni di attesa per un gioco che faceva rimpiangere The Sims 2 in moltissime cose)... :s
  • ces scrive:
    Nuova linfa
    Qualsiasi nuova linfa possano avere verrà succhiata prontamente dalla EA(anonimo)Vedremo, anche perché cityXL è orribile oltra ad essere un salasso di risorse per il pc.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Nuova linfa
      - Scritto da: ces
      Qualsiasi nuova linfa possano avere verrà
      succhiata prontamente dalla
      EA(anonimo)
      Vedremo, anche perché cityXL è orribile oltra ad
      essere un salasso di risorse per il
      pc.EA è nota per uccidere ogni software house che compra...basta vedere come hanno ridotto bioware...
Chiudi i commenti