ProtonMail Bridge: nuova versione disponibile

ProtonMail Bridge: nuova versione disponibile

La nuova versione di ProtonMail Bridge per Microsoft Outlook, Mozilla Thunderbird e Apple Mail consente di conservare in locale i messaggi cifrati.
La nuova versione di ProtonMail Bridge per Microsoft Outlook, Mozilla Thunderbird e Apple Mail consente di conservare in locale i messaggi cifrati.

La software house svizzera ha annunciato una nuova versione di ProtonMail Bridge, il tool che permette agli abbonati di sfruttare la sicurezza del servizio di posta elettronica con un client email tradizionale. Tra le novità spicca quella che consente di salvare i messaggi cifrati direttamente sul dispositivo. A fine gennaio era stata introdotta la funzionalità che blocca i tracker nascosti.

ProtonMail Bridge: novità principali

ProtonMail è disponibile per Android e iOS, oltre che tramite interfaccia web. Molti utenti vogliono utilizzare le versioni desktop dei client tradizionali, senza rinunciare alla crittografia end-to-end del servizio offerto dall’azienda di Ginevra. La soluzione si chiama ProtonMail Bridge, un tool compatibile con Microsoft Outlook (Windows e macOS), Mozilla Thunderbird (Windows, macOS e Linux) e Apple Mail (macOS).

L’applicazione supporta i protocolli SMTP e IMAP. La principale novità della nuova versione è rappresentata dalla cache locale. Gli utenti possono accedere all’intero corpo dei messaggi sul dispositivo, evitando il download dal server. ProtonMail Bridge funziona in background e supporta account multipli. È stata inoltre aggiornata l’interfaccia e migliorate le impostazioni, dove è possibile controllare la cache o resettare l’app.

La nuova Status View permette di vedere le anteprime delle notifiche e controllare lo spazio disponibile per ogni account. Non mancano ovviamente vari bug fix e altri miglioramenti. Come detto, ProtonMail Bridge è riservato agli utenti che sottoscrivono l’abbonamento. Chi usa la versione gratuita del servizio può accedere solo tramite web o app mobile.

Fonte: ProtonMail
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 1 feb 2022
Link copiato negli appunti