Provider poliziotti dell'anti-spam?

Lo propongono i service provider che aderiscono alla coalizione americana che ha lanciato un grido di vendetta: non passeranno le email senza mittente reale e senza sistema per l'opt-out. Nuova iniziativa AOL-Yahoo-Microsoft


Washington (USA) – La soluzione finale contro lo spam secondo un gruppo di 30 service provider americani sta nel distruggere tutte le email che non soddisfino certe caratteristiche. In particolare nell’impedire che al destinatario giungano email da mittenti fasulli o prive delle istruzioni per consentire all’utente di cancellare il proprio indirizzo dal database di chi spedisce.

A promuovere quello che viene chiamato “Progetto Lumo” sono i membri della Email Service Provider Coalition , aziende del settore che ritengono di veicolare servizi a più di 250mila utenti internet.

La visione di fondo è quella in cui ci si dibatte da sempre. Da un lato aumenta progressivamente lo spam in circolazione, dall’altro i sistemi che vengono perlopiù implementati sono quelli “a valle”, quelli cioè che consentono all’utente di filtrare lo spam senza però fermarlo prima che arrivi nella propria casella.

Secondo la Coalizione il 40 per cento di tutta la posta circolante negli USA è spam ed è causa di oneri ingiustificati, rallentamenti di rete nonché di riempimento rapido delle mailbox.

Al Progetto Lumo intendono aderire anche nomi noti come Digital Impact e DoubleClick, entrati nella Coalizione per colpire lo spam, ritenuto problematico anche per l’affermazione delle attività legittime di direct marketing.

Le ambizioni ci sono tutte, basti pensare che secondo il chairman della ESPC, Hans Peter Brondmo, “colpire lo spam richiede di cambiare l’architettura della posta elettronica”. Ora rimane da vedere se tagliare fuori tutte le email che non rispondano a certe caratteristiche sia compatibile con i desideri dell’utenza e le libertà digitali…

In queste stesse ore, intanto, tre colossi della rete (AOL, Yahoo e Microsoft) hanno annunciato una collaborazione a tutto campo per individuare e perseguire legalmente i grandi spammer, coloro che sono responsabili dell’invio di tonnellate di spazzatura non richiesta a mezzo mondo e che agevolano le attività di spamming di tanti altri. Le tre imprese tenteranno anche di far passare in sede legislativa nuova normative antispam.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma l'avete visto o spot?
    Secondo me la cosa più ingannevole sono le tette della ragazza: quelle di Lara Croft erano più "realistiche" :-))
  • Anonimo scrive:
    fregatissimo
    come sarebbe a dire che non mi staccano da telecom???fino alla lettura della notizia su punto informatico di oggiero convintissimo che Wind sarebbe diventato operatore unico e non avrei più dovuto pagare il canone telecomè l'unico motivo per il quale ho scelto di passare libero ADSLquesta non è pubblicità ingannevole e truffa bella e buonama possibile che in italia sia consentita una cosa del genere??????????
    • Anonimo scrive:
      Re: fregatissimo
      Faccio il mio esempio: ho un contratto "solo Infostrada", tempo 0. Telefono (sul fisso) in Italia, per tutto il tempo che mi pare. Posso usufruire di Internet 24 ore su 24. Pago 118 ? ogni due mesi, iva compresa. La Telecom mi ha tolto il canone e non mi invia più la bolletta. Non ha alcun potere sul mio allacciamento e non lo può "staccare".La mia linea è analogica, ma se volessi una linea "veloce", l'importo del canone me lo scalerebbe Infostrada, perché in questo caso è la Telecom a fornire il servizio, per ora e di conseguenza si fa pagare il canone.Dove sarebbe la truffa, scusate? I miei saluti.
  • ldsandon scrive:
    Pubblicità e Antitrust
    Perché l'Antitrust si occupa della pubblicità di Wind e non delle pratiche monopolistiche di Telecom? Perché l'unbundling non è ancora disponibile, se non per le resistenze di Telecom e la sonnecchiosità dell'Antitrust quando il gioco si fa grosso?Se non erro in Italia esiste già chi si occupa di pubblicità ingannevole, non mi sembra una attività dell'Antitrust.La pubblicità Wind non è ingannevole perché risarcisce il canone (non pagarlo e vederselo risarcito per il consumatore finale è lo stesso), ma perché essendo un flat è in realta un canone senza spese aggiuntive, non il contrario.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pubblicità e Antitrust
      Non è affatto flat!Alessandro
      ma perché essendo un
      flat è in realta un canone senza spese
      aggiuntive, non il contrario.
      • ldsandon scrive:
        Re: Pubblicità e Antitrust
        Dal sito Wind:"CanoneZero Voce: urbane e interurbane illimitate a soli 37,95 euro al mese, IVA inclusa, più un prezzo vantaggioso verso i cellulari Wind. Scopri tutte le informazioni sull'offerta "Esclusi i cellulari, internazionali e chiamate verso altri POP, è una flat. Paghi 37,95 euro al mese e chiami quanto vuoi.Però CanoneZero è ingannevole, in quanto sei costretto a pagare 37,95 euro *anche se non chiami*. Io per abbonamento senza canone intendo un abbonamento che se non chiamo non pago nulla.
    • clodoz scrive:
      Re: Pubblicità e Antitrust
      Caro Idsandon,le centrali Telecom sono pronte da un pezzo per l'Unbundling del local loop!!!Sai perché Telecom è ancora in regime di monopolio sulla rete? Perché i signori Wind, Infostrada (all'epoca), Albacom etc etc hanno ben pensato di accaparrarsi più clienti possibili con ottime tariffe, senza però calcolare bene gli investimenti futuri.Fatto sta che tutti gli operatori sono in rosso o quasi!!!Invece di stracciare i prezzi sulle telefonate, potevano farci pagare qualcosa in più prima e avere un servizio alternativo dopo.Poi se per te 38 euro (traffico nazionale incluso) non è un canone... Quanti da casa spendono 76 euro al bimestre tra canone e telefonate a rete fissa (cellulari esclusi) con Telecom??? Secondo me sono ben pochi che possono dire... CiaoClaudio
  • RKX scrive:
    qualora
    Una domanda molto semplice: perchè non viene punito chi fa pubblicità ingannevole? Una volta che lo spot è partito, il danno contro i consumatori è stato già fatto. Che vuol dire 'Qualora Wind continuasse a pubblicare spot e telepromozione oggetto'? A quanto pare ci piace farci prendere per il c***.
  • Anonimo scrive:
    Multa stratosferica?
    "una multa stratosferica, addirittura di 2.582 euro"? Sono 5 milioni di multa, piu' o meno un decimo di quello che costa passare uno spot in televisione in fascia medio-bassa. Ma scherziamo? Stratosferica?
  • Anonimo scrive:
    Fossero solo gli spot...
    In barba alla privacy (!)...e contestualmente al lancio della campagna CanoneZero pare che Wind abbia attivato anche delle forme di marketing diretto: ho ricevuto ben tre (3!) telefonate da un sedicente operatore Wind il quale mi ha raccontato, a modo suo -piuttosto nebuloso-, la rava e la fava di questa spettacolare forma di contratto, sostenendo che nella mia zona fosse già possibile l'unbundling e che avrei potuto "staccarmi da Telecom" (testuali parole!) ed abbonarmi a Wind/Infostrada.Solo successivamente è emerso l'argomento canone Wind/Infostrada.C'è di più.Potrei aver capito male, ma leggendo nei vari forum ho la netta sensazione che il contratto W/I sia piuttosto vincolante e non consenta l'utilizzo di ulteriori provider telefonici.Attualmente mi appoggio ad un operatore locale (ora parte del gruppo Elitel) che mi consente di fare chiamate urbane e regionali a tariffe senza pari. Da quanto ho letto in giro per la rete, se stipulassi con W/I non potrei più fruire di Lombardiacom....Se qualcuno ne sa di più, per favore smentisca o confermi.Grazie.Alessandro
    • Anonimo scrive:
      Re: Fossero solo gli spot...
      Io ho ricevuto pubblicita' vodafone sul cellulare
      • Anonimo scrive:
        Re: Fossero solo gli spot...
        A me hanno attivato il servizio ... senza nessuna richiesta.. solo dopo una telefonata a cui aveva risposto un ospite (nemmeno io che sono l'intestatario del numero telefonico)... e che aveva chiaramente specificato di non poter assolutamente decidere niente...La cosa ridicola... pretendevano una mia raccomandata con ricevuta di ritorno per disattivare il servizio :)))Grandi comici quelli di Wind
  • Anonimo scrive:
    [OT] Ma la tipa..
    la tipa.. che poppe ha ?!! ... Come si chiama ?...
  • Anonimo scrive:
    CASPITA, CHE MULTA
    Se Wind/Infostrada dovessero pagare 2mila e passa euro di multa, andrebbero in fallimento.......
  • Anonimo scrive:
    multa stratosferica???

    multa stratosferica, addirittura di 2.582 euro.LOL
Chiudi i commenti