Anche PUMA nel metaverso con Black Station

Anche PUMA nel metaverso con Black Station

Black Station è il nome del progetto appena messo in campo da PUMA: il metaverso e gli NFT per il lancio sul mercato di nuove sneakers.
Black Station è il nome del progetto appena messo in campo da PUMA: il metaverso e gli NFT per il lancio sul mercato di nuove sneakers.

Nemmeno PUMA ha saputo resistere al richiamo del metaverso e delle opportunità offerte da questo ambito in progressiva evoluzione. Nel corso di un evento organizzato durante la Fashion Week di New York, la società ha annunciato il progetto Black Station che abbina NFT ad alcuni nuovi modelli di sneakers commercializzati.

Black Station: metaverso e NFT per PUMA

Stando alla descrizione fornita l’esperienza ha inizio quando il visitatore entra in uno spazio digitale iper-realistico con tre portali separati. I primi due svelano new entry del catalogo Nitro NFRNO e Nitro Fastroid, visibili nell’immagine allegata qui sotto. A entrambe sono dedicati i rispettivi asset digitali (Non-Fungible Token).

Il progetto Black Station di PUMA dedicato al metaverso

Il terzo portale, invece, offre l’accesso a uno show legato alla collezione mostrata durante la Fashion Week di New York. Riportiamo di seguito in forma tradotta le parole di Adam Petrick, Chief Brand Officer di PUMA.

Vent’anni fa, Black Station ha ospitato i design più innovati di PUMA per il fashion. Considerando i limiti che stiamo infrangendo dal punto di vista del design dei prodotti e in ambito digitale, abbiamo ritenuto opportuno rilanciare Black Station come nuovo portale per l’esplorazione digitale dedicato a fashion, prestazioni sportive, classici storici e innovazione.

Non si tratta del primo progetto annunciato da PUMA, legato al metaverso e alle infrastrutture decentralizzate. Già nel mese di febbraio, infatti, la società ha registrato un dominio ENS ovvero Ethereum Name Service.

Chi desidera investire su questo promettente ambito lo può fare affidandosi al  portfolio di eToro MetaverseLife che include alcune delle realtà più importanti del settore: da Meta (ex gruppo Facebook) fino a Roblox, senza dimenticare The Sandbox, Apple, Microsoft, Amazon e Intel.

*Il 68% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi

Il 71% dei conti di clienti al dettaglio perde denaro facendo trading con i CFD con questo broker. Valuta se comprendi il funzionamento dei CFD e se riesci a sostenere l’elevato rischio di perdita di denaro.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 15 set 2022
Link copiato negli appunti