Quello che la Cina non vede

Raccolte le immagini censurate dal regime di Pechino, dalla politica all'umorismo. Riversate in Rete per scavalcare la Grande Muraglia Digitale

Roma – Il sito ProPublica ha raccolto e pubblicato le immagini rimosse dal sistema censorio di Sina Weibo, la piattaforma definita come il Twitter cinese.

Per raccogliere le immagini il sito ha sviluppato un software basato sulle API rilasciate dalla piattaforma di microblogging cinese: esso, dallo scorso luglio, monitora un centinaio di account Weibo ogni 6 minuti e in questo modo individuando le immagini che vengono censurate.

Gli account sotto osservazione non rappresentano una popolazione statistica del social network, ma utenti specificatamente selezionati in base ad alcune caratteristiche: si tratta di utenti i cui contenuti erano già stati precedentemente censurati e tutti con almeno 2mila follower.

Per il momento si tratta di un database di circa 80mila immagini, suddivise in diverse categorie: discorsi politici, testi lunghi, dissidenti, Bo Xilai, figure pubbliche, proteste, Wang Li, scandali e corruzione, censura, cartoni ed umorismo.

ProPublica chiede ora la collaborazione dei censori di Sina Weibo, invitati a portare la loro testimonianza. Sembra in realtà difficile: Pechino, che dichiara di essere pronta a stringere le corde della censura, difficilmente lascerebbe impunito un atto di tale rivoluzionaria trasparenza.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    Dall'Altra Parte (Pedofilia Online)
    [yt]_ib97BI5qdI[/yt]
  • unaDuraLezione scrive:
    13mila parole chiave
    contenuto non disponibile
    • Dr Doom scrive:
      Re: 13mila parole chiave
      - Scritto da: unaDuraLezione
      solo a me sembra un numero assurdamente alto?
      Giusto per fare un paragone, un dizionario di
      italiano molto preciso ne contiene poco più di
      100.000.avranno contato anche tutti i doppi sensi: es. banana potrebbe non essere un frutto...
      • Sg@bbio scrive:
        Re: 13mila parole chiave
        - Scritto da: Dr Doom
        - Scritto da: unaDuraLezione

        solo a me sembra un numero assurdamente alto?

        Giusto per fare un paragone, un dizionario di

        italiano molto preciso ne contiene poco più di

        100.000.
        avranno contato anche tutti i doppi sensi: es.
        banana potrebbe non essere un
        frutto...Anche le parole fatte ad hoc per aggirare i blocchi.
        • Dr Doom scrive:
          Re: 13mila parole chiave
          - Scritto da: Sg@bbio
          - Scritto da: Dr Doom

          - Scritto da: unaDuraLezione


          solo a me sembra un numero assurdamente alto?


          Giusto per fare un paragone, un dizionario di


          italiano molto preciso ne contiene poco più di


          100.000.

          avranno contato anche tutti i doppi sensi: es.

          banana potrebbe non essere un

          frutto...
          Anche le parole fatte ad hoc per aggirare i
          blocchi.Non avevo pensato a b4n4n4 che gNubbo :$
    • Leguleio scrive:
      Re: 13mila parole chiave

      solo a me sembra un numero assurdamente alto?
      Giusto per fare un paragone, un dizionario di
      italiano molto preciso ne contiene poco più di
      100.000.Sì, un'edizione di punta dello Zingarelli di un decennio fa si vantava di averne 127 000, e lo Zingarelli tende ad abbondare. Potrebbero essere 13 000 parole chiave in tutte le 150 lingue prese in gestione da Google nell'annuncio. Farebbe una media di 86 parole-chiave per lingua.
      • Dr Doom scrive:
        Re: 13mila parole chiave
        - Scritto da: Leguleio

        solo a me sembra un numero assurdamente alto?

        Giusto per fare un paragone, un dizionario di

        italiano molto preciso ne contiene poco più
        di

        100.000.

        Sì, un'edizione di punta dello Zingarelli di un
        decennio fa si vantava di averne 127 000, e
        lo Zingarelli tende ad abbondare.

        Potrebbero essere 13 000 parole chiave in
        tutte le 150 lingue prese in gestione da Google
        nell'annuncio. Farebbe una media di 86
        parole-chiave per
        lingua.86???Contando i sinonimi e doppi sensi mi sembrano veramente poche
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: 13mila parole chiave
        contenuto non disponibile
    • bubba scrive:
      Re: 13mila parole chiave
      - Scritto da: unaDuraLezione
      solo a me sembra un numero assurdamente alto?
      Giusto per fare un paragone, un dizionario di
      italiano molto preciso ne contiene poco più di
      100.000.forse suona male, perche' l'intervista sul daily mail diceva una cosa un po diversa."Deterrence: We're now showing warnings from both Google and charities at the top of our search results for more than 13,000 queries. These alerts make clear that child sexual abuse is illegal and offer advice on where to get help. "
  • tucumcari scrive:
    Compensazione
    Ultimamente Google è rimasta impigliata in troppi vicende legali, ricordo giusto le reti wifi sniffate dalle google cars e diversi rilievi riguardo la privacy, nel vecchio e nel nuovo continente. Per non parlare dei link a siti di P2P. Con questa mossa cerca di darsi un'immagine filantropica a poco prezzo. Assomiglia all'imprenditore senza scrupoli che però fa beneficenza ad ampio spettro e appoggia pubblicamente cause apparentemente scomode.
    • bubba scrive:
      Re: Compensazione
      - Scritto da: tucumcari
      Ultimamente Google è rimasta impigliata in troppi
      vicende legali, ricordo giusto le reti wifi
      sniffate dalle google cars e diversi rilievi
      riguardo la privacy, nel vecchio e nel nuovo
      continente. Per non parlare dei link a siti di
      P2P. anche se ingrandendosi (e per contrastare la concorrenza di roba inutile come FB) e' peggiorata, la si potrebbe vedere all'opposto...BigG e' rimasta impigliata in decine di cause legali pretestuose, perche' per le major e gli azzeccagargubli di ogni risma, complici anche leggi ridicole, e' per loro cibo appetitoso da sfruttare.
      Con questa mossa cerca di darsi un'immagine
      filantropica a poco prezzo.

      Assomiglia all'imprenditore senza scrupoli che
      però fa beneficenza ad ampio spettro e appoggia
      pubblicamente cause apparentemente
      scomode.darsi un immagine si... pero' da tutt'altro punto di vista (era il 1' commento sull'art di PcPro)The police know it won't work, Google knows it won't work, perverts know it won't work, everyone knows it won't work except the idiots in Westminster. They have cut funding to the very organisations that ARE making a difference to online child abuse. Google and Microsoft are simply responding to the government's idiotic requests for action so that they don't look bad.
Chiudi i commenti