QuickTime dice sì a MPEG-4 (con riserva)

Apple svela la nuova e attesa versione 6 di QuickTime che supporta MPEG-4, ma per il momento niente rilascio. Ecco perché


Beverly Hills (USA) – Durante la QuickTime Live! Conference Apple ha svelato il tanto atteso QuickTime 6, una nuova versione della nota tecnologia di streaming della Mela che ora offre pieno supporto allo standard MPEG-4 e alle specifiche 1.0 emesse dalla Internet Streaming Media Alliance (ISMA), un consorzio di aziende di cui Apple fa parte.

Si è detto, per l’appunto, “svelato”, ma non rilasciato. Apple ha infatti intenzione, nonostante il nuovo codec sia già pronto al via, a non renderlo pubblico fino a che non verrà chiarita la faccenda delle licenze MPEG-4 di cui si è parlato alcuni giorni fa .

Apple, e con lei molti altri rappresentanti dell’industria, sostiene infatti che gli attuali termini di licenza per l’uso dello standard MPEG-4 prevedano royalty assolutamente ingiustificate a carico di chi detiene i diritti dei contenuti trasmessi e di chi li riproduce.

Sebbene in un comunicato stampa Apple abbia affermato di ritenere “ragionevole pagare delle royalty per includere un codec MPEG-4 in QuickTime”, l’azienda si è detta altresì convinta che “lo standard non possa avere successo sul mercato se i proprietari dei contenuti sono anche obbligati a pagare royalty per distribuirli in formato MPEG-4”.

E così Apple ha deciso di tenere QuickTime 6 “alla catena” fino a che i termini di licenza annunciati lo scorso mese dal consorzio MPEG LA non prevederanno l’annullamento di ogni royalty per i fornitori di contenuti.

Oltre alla compatibilità verso l’MPEG-4, QuickTime 6 include il supporto verso una serie di tecnologie quali il formato audio Advanced Audio Coding (AAC); il CELP, una tecnologia di sintesi vocale basata sullo standard MPEG-4; la riproduzione di file in formato MPEG-1 e 2; Flash, il noto formato di streaming vettoriale di Macromedia, e il formato PAL DVC Pro.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Ma perchè usarlo?
    - Scritto da: Zeross

    .NET non è interpretato.
    Documentarsi please.

    Ma se non è interpretato come mai i file compilati possono girare su ogni piattaforma che supporti il .NET framework?
  • Anonimo scrive:
    evviva!!!
    e java sarà schiacciato dalla forza microsoft!evviva!!!!peccato, però, che visualstudio costa troppo poco: io l'avrei messo almeno a $5000, tanto di beoti come me che lo comprano subito ce ne saranno a tonnellate!
    • Anonimo scrive:
      Re: evviva!!!
      Beh... Lavori in una povera ditta se non può spendere 1000$ per un tool di sviluppo...E cmq vorrei farti notare che quello è il prezzo del Visual Studio... E nessuno ti obbliga a comprarlo... Puoi benissimo scaricarti gratuitamente il framework da www.gotdotnet.com...C'è tutto quello che ti serve: runtime, compilatori, ecc....Io cmq preferisco usare Visual Studio, che comunque arriva con l'MSDN.... ;o)
      • Anonimo scrive:
        Re: evviva!!!
        concordo perfettamente ma stai attento che le licenze MSDN sono fatte per testare il software, non per utilizzarlo, non potrai quindi distribuire dei programmi sviluppati con VStudio, a meno che tu compri una licenza licenza Vstudio.Lorenzo- Scritto da: Ratt
        Beh... Lavori in una povera ditta se non può
        spendere 1000$ per un tool di sviluppo...

        E cmq vorrei farti notare che quello è il
        prezzo del Visual Studio... E nessuno ti
        obbliga a comprarlo... Puoi benissimo
        scaricarti gratuitamente il framework da
        www.gotdotnet.com...
        C'è tutto quello che ti serve: runtime,
        compilatori, ecc....

        Io cmq preferisco usare Visual Studio, che
        comunque arriva con l'MSDN.... ;o)
        • Anonimo scrive:
          Re: evviva!!!
          - Scritto da: lorenzo bellini
          concordo perfettamente ma stai attento che
          le licenze MSDN sono fatte per testare il
          software, non per utilizzarlo, non potrai
          quindi distribuire dei programmi sviluppati
          con VStudio, a meno che tu compri una
          licenza licenza Vstudio.E questo chi te l'ha detto?http://www.microsoft.com/italy/annunci/linguaggi/MSDNsubscription.htmcito testuale (cut & paste :-))"La licenza MSDN consente a una sola persona (l'abbonato) di utilizzare il software inviato tramite abbonamento. Il risultato è che non è possibile distribuire copie del software agli altri sviluppatori del vostro team. Non è inoltre consentito cedere o vendere i dischi non necessari o non utilizzati. E? però possibile distribuire le soluzioni software realizzate utilizzando Visual Studio. Qualora queste soluzioni comprendessero file non inclusi nel file redist.txt, o di altri prodotti, fare riferimento ai rispettivi file redist.txt. Qualora, inoltre, queste soluzioni comprendessero altri prodotti Microsoft coperti da licenza, è comunque necessario acquistare le rispettive licenze. Fare riferimento ai singoli prodotti."Ma qualcuno guarda anche i siti della Microsoft o visto che sono così cattivi ...
    • Anonimo scrive:
      Re: evviva!!!
      Ciao,ti faccio notare che i prezzi non sono poi cosi' assurdi, se confrontiamo un prodotto di pari livello (JBuilder) vediamo che costa perfino di menoMicrosoft (VStudio)2.499$ -
      VStudio.NET edizione Enterprise Architect1.799$ -
      VStudio.NET edizione Enterprise Developer1.079$ -
      VStudio.NET edizione Professional.Borland4.699$ -
      Enterprise Studio for Java2.999$ -
      JBuilder 6 edizione Enterprise 999$ -
      JBuilder 6 edizione Professionalquesti sono strumenti che ti permettono di sviluppare programmi molto complessi, rimane comunque il fatto che puoi scrivere il tuo programma con il notepad (che nella versione winXP ha anche il conta righe ;) ) e poi compilarlo alinea di comando, esattamente come con javaLorenzo
  • Anonimo scrive:
    prima falla scoperta a 24 ore dal lancio
    http://www.zdnet.it/zdnet/jumpNews.asp?idUser=0&idNews=112526&idChannel=863
    • Anonimo scrive:
      Re: prima falla scoperta a 24 ore dal lancio
      - Scritto da: gianni
      http://www.zdnet.it/zdnet/jumpNews.asp?idUserMaddai !!! Ma non mel'aspettavo proprio !!!!! Ma... Dopo la simpatica letterina che Bill aveva mandato ai suoi !!hehehehehehehehe
  • Anonimo scrive:
    Sono sempre i migliori ...
    ... che spariscono per primi dal mercato.Quindi Java, con l'avvento di .NET rimarrà sempre tra i migliori.Una prece.Beccello Campestre
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono sempre i migliori ... che rimangono
      - Scritto da: Baccello Campestre
      ... che spariscono per primi dal mercato.

      Quindi Java, con l'avvento di .NET rimarrà
      sempre tra i migliori.balle.basta un sistema come LINUX per riportare in auge i vecchi mainframe

      Una prece.per te una seduta alla neuro
  • Anonimo scrive:
    io .Net l'ho provato
    Salve ragazzz,io .Net l'ho provato (in versione beta e quindi faceva un po' schifino xchè mancava roba), ma devo dire, che nonostante la mia repulsione TOTALE per microsoft, non è male.Ci sono parecchie buone idee (credo tutte quelle che i soldi possono comprare eheh). In particolare mi piace C# e l'idea che possa essere implementato anche in altri OS lo rende anche + interessante. Mi sembra buono come Java e molto più razionale. Comunque la prova del fuoco sarà la versione definitiva ed il suo uso.Microsoft mi fa skifo comunque e credo che affonderà ben presto (modello Titanic), ma il prodotto in se ha del buono e bisogna riconoscerlo.Ciao banda!
    • Anonimo scrive:
      Re: io .Net l'ho provato
      Sono daccordo con te!Il mio team è ormai a buon punto con il primo progetto in .NET... (effettivamente lavorare con la beta era un po' una lozza però ci siamo arrangiati) E direi che .NET è a dir poco eccezionale!! C# è il linguaggio migliore del mondo, non ha limiti! E il runtime è veramente potente, per non parlare di ASP.NET che è nettamente superiore a qualsiasi tecnologia concorrente (JSP, ...)....!!Penserete che sono un esaltato... beh... Provatelo e ditemi voi!!
      • Anonimo scrive:
        A me fa gia` schifo l'idea..
        C# sara anche bellino, la CLI una favola, ma quello che fa schifo (qui mi ripeto per l'ennesima volta) e` l'idea del Web service&c:1) Perche` Web e` "condivisione di informazioni", dove chiunque puo` pubblicare e dire la sua. Se si usassero prevalentementi i servizi dei big, sarebbe come una televione un po` piu` aggiornata, che va a cercare di oscurare la marea di informazioni e piccoli servizi forniti da singoli, gruppi, piccole aziende.. 2) Il software in affitto serve solo a costringere molti utenti Windows a pagare il software che usano (sarebbe anche l'ora, cosi` magare qualche alternativa meno cara e piu` stabile&sicura prende piede)! Per il resto e` una cavolata, e penso che niente di "compilato al volo" sara` mai paragonabile ad un programma ben compilato. 3) Nei services si nasconde il tarlo della violazione della privacy. Chi ti assicura la totale assenza di backdoor, raccolta di informazioni personali etc in un software closed source che va e viene sulla tua macchina?Ciao!
        • Anonimo scrive:
          Re: A me fa gia` schifo l'idea..
          Guarda che tu non hai capito bene cosa sono i webservices... Ora provo a spiegarti... Dunque...Metti il caso di dover creare una applicazione b2b, semplice, la ditta x espone il suo web service e la ditta y il suo e via web possono tranquillamente interagire (anche se sono su piattaforme differenti in quanto il tutto si basa su XML e SOAP)...Dimmi un po' cosa non ti piace dell'idea...!
          • Anonimo scrive:
            Re: A me fa gia` schifo l'idea..

            Metti il caso di dover creare una
            applicazione b2b, semplice, la ditta x
            espone il suo web service e la ditta y il
            suo e via web possono tranquillamente
            interagire (anche se sono su piattaforme
            differenti in quanto il tutto si basa su XML
            e SOAP)...

            Dimmi un po' cosa non ti piace dell'idea...!d'accordo ma perche far interraggire il web service di un'azienda con quello di un'altra...qual'e la ratio che io realmente non vedo...
          • Anonimo scrive:
            Re: A me fa gia` schifo l'idea..
            Allora... Metti il caso che la ditta X che produce libri espone il suo webservice che ha un medoto ComandaLibro... La Amazon in automatico quando rimane senza un libro potrebbe chiamare il web service della ditta x e fare la comanda... Anche se le due ditte si appoggiano su sistemi operativi diversi e codificano in liguaggi differenti.Non capisco veramente cosa ci vedete di negativo in tutto questo.... Boh...
        • Anonimo scrive:
          Re: A me fa gia` schifo l'idea..
          Dai un occhio a WSI-O (Web Services Interoperability Organization) www.wsi-o.org, e guarda chi c'è dentro.Manca solo un azienda ...E magari fai un giro anche su www.xmethods.com.Quando hai capito cosa sono i web service ne riparliamo.ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: io .Net l'ho provato
        - Scritto da: Ratt
        Sono daccordo con te!

        Il mio team è ormai a buon punto con il
        primo progetto in .NET... (effettivamente
        lavorare con la beta era un po' una lozza
        però ci siamo arrangiati) E direi che .NET è
        a dir poco eccezionale!! C# è il linguaggio
        migliore del mondo, non ha limiti! E il
        runtime è veramente potente, per non parlare
        di ASP.NET che è nettamente superiore a
        qualsiasi tecnologia concorrente (JSP,
        ...)....!!

        Penserete che sono un esaltato... beh...
        Provatelo e ditemi voi!!tu che lo puoi dire allora,in quell'articolo che ho segnalatoci stanno scritte sciocchezze?Pino Silvestrepinosilvestre ai despammed dot dom
      • Anonimo scrive:
        Re: io .Net l'ho provato
        Sì l'idea di fondo non è male , mettere a disposizione un compilatore universale just in time (Common Language Runtime) permette di sviluppare tramite il linguaggio preferito (C++, VB, C#...) senza preoccuparsi della piattaforma sulla quale girerà l'applicativo. I dubbi che nutro al momento però sono i seguenti:a) chi ha macchine con WIN95 non potrà far girare le applicazioni (e sono tanti...)b) chi ha macchine con WIN98 potrà far girare le applicazioni ma non potrà svilupparle perchè occorre almeno WIN2000(!)c) le performance di Delphi o di VisualC++ ce le potremo scordare e occorreranno almeno macchine da 1500MHz per far girare decentemente anche le applicazioni più banali. Temo che le performance potranno essere simili ai programmi sviluppati ora in JAVA (una lentezza esasperante...)d) Sviluppare sulla piattaforma .NET significherà di fatto mettere sullo stesso piano tutti i linguaggi di programmazione, avendo un compilatore jit comune e dunque molto probabilmente le performance saranno molto simili fra di loro. Questo significa in pratica che se fino ad oggi Visual Basic non veniva spesso considerato seriamente per applicazioni proof a causa delle prestazioni/potenzialità non eccelse predilegendo Delphi o C++, ora VB guadagna parecchi punti in quanto molto più facile da imparare e manutenere.Per concludere credo che l'idea sia molto buona ma la diffusione non sarà immediata, potranno occorrere anche 4-5 anni perchè le applicazioni .NET si diffondano con efficacia.GrilloParlante
        • Anonimo scrive:
          Re: io .Net l'ho provato

          a) chi ha macchine con WIN95 non potrà far
          girare le applicazioni (e sono tanti...)Beh... Questo non te lo so dire, ma mi sa che hai ragione... Per Win95 non faranno niente... Però ad ogni modo la grande novità in .NET sono i webservices e ASP.NET... Che sono indipendenti dal os del client... Cmq te ne do atto, potrebbe essere un problema (anche se personalmente non è una cosa che mi preoccupa)
          b) chi ha macchine con WIN98 potrà far
          girare le applicazioni ma non potrà
          svilupparle perchè occorre almeno WIN2000(!)Questo non mi pare molto grave...
          c) le performance di Delphi o di VisualC++
          ce le potremo scordare e occorreranno almeno
          macchine da 1500MHz per far girare
          decentemente anche le applicazioni più
          banali. Temo che le performance potranno
          essere simili ai programmi sviluppati ora in
          JAVA (una lentezza esasperante...)Niente di più erroneo, il runtime .NET è circa 10 volte più veloce del runtime Java... Per farti un'idea puoi cominciare a guardare qui: http://www.gotdotnet.com/team/compare/
          d) Sviluppare sulla piattaforma .NET
          significherà di fatto mettere sullo stesso
          piano tutti i linguaggi di programmazione,
          avendo un compilatore jit comune e dunque
          molto probabilmente le performance saranno
          molto simili fra di loro. Questo significa
          in pratica che se fino ad oggi Visual Basic
          non veniva spesso considerato seriamente per
          applicazioni proof a causa delle
          prestazioni/potenzialità non eccelse
          predilegendo Delphi o C++, ora VB guadagna
          parecchi punti in quanto molto più facile da
          imparare e manutenere.Anche questo non è più vero... VB è morto.. Ora c'è VB.NET che non ha più niente a che vedere con il VB che conoscevamo... È molto più complesso(ora è diventato object oriented)...
          Per concludere credo che l'idea sia molto
          buona ma la diffusione non sarà immediata,
          potranno occorrere anche 4-5 anni perchè le
          applicazioni .NET si diffondano con
          efficacia.Io sono molto fiducioso... Almeno per quanto riguarda ASP.NET... Sicuramente almeno il 90% degli sviluppatori ASP faranno quancosa in ASP.NET entro un paio di anni...Anche perchè se guardi l'articolo che ti ho citato sopra (http://www.gotdotnet.com/team/compare/) ti renderai conto anche tu che la produttività è nettamente maggiore... E alle aziende è quello che interessa, o mi sbaglio?
          • Anonimo scrive:
            GOTDOTNET ED IL VINO Re: io .Net l'ho provato
            - Scritto da: Ratt
            Niente di più erroneo, il runtime .NET è
            circa 10 volte più veloce del runtime
            Java... Per farti un'idea puoi cominciare a
            guardare qui:
            http://www.gotdotnet.com/team/compare/ho cercato su swhois.net: Domain Name: GOTDOTNET.COM Registrant: Microsoft Corporation (GOTDOTNET7-DOM) One Microsoft Way Redmond, WA 98052-6399 US Administrative Contact: Gudmundson, Carolyn (CG6635) domains@MICROSOFT.COM Microsoft Corporation One Microsoft Way Redmond, WA 98052 US +1 (425) 882-8080 +1 (425) 936-7329-----------come dire, chiediamo all'oste seil vino e` buono...Pino SilvestrePinoSilvestre(at)despammed(dot)com
          • Anonimo scrive:
            Re: GOTDOTNET ED IL VINO Re: io .Net l'ho provato
            Ma che genio che sei.... Guarda che non è mica un segreto che è di microsoft gotdotnet... ;o)Se guardi bene in fondo alla home page c'è anche il copyright "© Copyright 2001 Microsoft Corporation. All Rights Reserved."... ehehCmq i banchmarks sono reali... Fidati... I test non sono stati fatti solo da Ms...
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato

            Niente di più erroneo, il runtime .NET è circa
            10 volte più veloce del runtime Java... Per
            farti un'idea puoi cominciare a guardare qui:
            http://www.gotdotnet.com/team/compare/Il sito che suggerisci è interessante e la prova comparativa lascia qualche speranza. Attenzione però, ho notato che il sito è edito dalla Microsoft,per cui i risultati potrebbero essere...'addomesticati'. ;-) Sono d'accordo sul fatto che lato server se le prestazioni sono all'altezza delle promesse si potrà diffondere facilmente , lato client continuo ad avere forti dubbi.
            Anche questo non è più vero... VB è morto.. Ora
            c'è VB.NET che non ha più niente a che vedere con
            il VB che conoscevamo... È molto più complesso
            (ora è diventato object oriented)...In realtà rispetto a VB6 non è cambiato molto, dal lato OOP adesso VB.NET supporta pienamente l'ereditarietà e non una mera emulazione, per il resto sono state fatte delle piccole correzioni alla sintassi per convergere verso gli altri linguaggi .NET, ma niente di più, il chè rende il linguaggio più pulito e manutenibile, quindi non direi affatto che VB è morto, anzi è stato ulteriormente raffinato ed è per questo che potrà competere con il più blasonato C++.Puoi pensare a VB.NET come a VB7...Sono d'accordo invece sul fatto che ora vengono messi a disposizione tools molto più potenti rispetto a prima , i cosiddetti WEBforms, ma il core del linguaggio rimane pressochè immutato, a beneficio di tutti coloro che hanno investito nello studio di VisualBasic in passato. Temo purtroppo che in termini di prestazioni differenziali saranno gli sviluppatori C++ ad essere penalizzati in quanto si ritroveranno ad essere allo stesso livello degli sviluppatori VB in termini di potenzialità di sviluppo e performance degli applicativi.Invece fino ad ora i primi venivano considerati un passo avanti gli altri potendo contare su un linguaggio obiettivamente più difficile da gestire(C++) ma con performance eccezionali.Grillo Parlante
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato

            Il sito che suggerisci è interessante e la
            prova comparativa lascia qualche speranza.
            Attenzione però, ho notato che il sito è
            edito dalla Microsoft,per cui i risultati
            potrebbero essere...'addomesticati'. ;-) Non credo, se leggi bene i test non sono stati fatti solo da Microsoft...
            Sono d'accordo sul fatto che lato server se
            le prestazioni sono all'altezza delle
            promesse si potrà diffondere facilmente ,
            lato client continuo ad avere forti dubbi.Anch'io... Però calcola che stanno già sviluppando il framwork .NET anche per Linux... Questo mi fa pensare che un certo interesse cmq c'è. Anche perchè il progetto per portare il framework su Linux non è di Microsoft bensì un progetto open source...

            Anche questo non è più vero... VB è morto..
            Ora

            c'è VB.NET che non ha più niente a che
            vedere con

            il VB che conoscevamo... È molto più
            complesso

            (ora è diventato object oriented)...

            In realtà rispetto a VB6 non è cambiato
            molto, dal lato OOP adesso VB.NET supporta
            pienamente l'ereditarietà e non una mera
            emulazione, per il resto sono state fatte
            delle piccole correzioni alla sintassi per
            convergere verso gli altri linguaggi .NET,
            ma niente di più, il chè rende il linguaggio
            più pulito e manutenibile, quindi non direi
            affatto che VB è morto, anzi è stato
            ulteriormente raffinato ed è per questo che
            potrà competere con il più blasonato C++.
            Puoi pensare a VB.NET come a VB7...Ecco, io questo non lo andrei a dire troppo in giro... Prendi uno sviluppatore vb e fagli fare qualcosa in vb.net... Si troverà completamente spiazzato... Solo la sintassi è rimasta + o - simile... Cmq ci sono non poche differenze di concetto. In VB puoi fare esattamente tutto quello che fai con C# (a parte alcune piccole differenze, alcune cose le fài con meno righe di codice in vb altre con meno righe di codice in c#). È stato veramente molto potenziato!!
            Sono d'accordo invece sul fatto che ora
            vengono messi a disposizione tools molto più
            potenti rispetto a prima , i cosiddetti
            WEBforms, ma il core del linguaggio rimane
            pressochè immutato, a beneficio di tutti
            coloro che hanno investito nello studio di
            VisualBasic in passato. Vedi sopra... Il core del linguaggio vb non c'è più... Ora anche lui gira sullo stesso runtime di c#, c++, ...
            Temo purtroppo che in termini di prestazioni
            differenziali saranno gli sviluppatori C++
            ad essere penalizzati in quanto si
            ritroveranno ad essere allo stesso livello
            degli sviluppatori VB in termini di
            potenzialità di sviluppo e performance degli
            applicativi.
            Invece fino ad ora i primi venivano
            considerati un passo avanti gli altri
            potendo contare su un linguaggio
            obiettivamente più difficile da gestire(C++)
            ma con performance eccezionali.Io C++.NET non lo userò mai... Cmq a 'sto punto un linguaggio vale l'altro... (a parte se tenti di usare Cobol su .NET o cose del genere che logicamente diventa molto incasinata la storia...)Però è vero che C#/VB è un conto C++ è un po' più incasinato... Ma lo era già prima... ;o)
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato
            MahIo penso che l'importante sia che si possa continuare a usare i compilatori standard e che questi non siano soppressi (non oso immaginare un videogame sotto .net).E' ovvio che .net sia + veloce di java x una ragione fondamentale:java e' stato pensato x girare su tutti i S.O. Mentre -net x girare sotto win, quindi a differenza di quanto accate per java il codice da intepretare e' gia pensato per l'architettura win.rimane di fatto il problema che quasi sicuramente un appicativo vb6 sara + veloce di un applicativo c++.net...Io non metto assolutamente in dubbio la qualita' di +.net (dovuta in parte agli sviluppatori rubati alla borland :D) ma preferisco avere alternative in modo da poter scegliere quella + adatta a me.Comunque adesso mi viene in mente una cosa, ma la licensa .net non vietava lo sviluppo di software open source basato su .net(la ms lo definisce software "virale") di tipo gpl ecc.. (eccetto bds se non erro)?Magari poi la ms ha fatto marci indietro altrimenti il progetto di portare .net sotto linux verra' presto bloccato, e software opensource .asp non potranno essere portati sotto asp.net.Chi ha maggiore dettagli sui problemi di licensa mi ragguagli :D
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato

            Io penso che l'importante sia che si possa
            continuare a usare i compilatori standard e
            che questi non siano soppressi (non oso
            immaginare un videogame sotto .net).Ovvio... Su questo non ho dubbi! Anche se non ho ancora fatto sperimentazione con il GDI+...
            E' ovvio che .net sia + veloce di java x una
            ragione fondamentale:
            java e' stato pensato x girare su tutti i
            S.O. Mentre -net x girare sotto win, quindi
            a differenza di quanto accate per java il
            codice da intepretare e' gia pensato per
            l'architettura win.Ok!
            rimane di fatto il problema che quasi
            sicuramente un appicativo vb6 sara + veloce
            di un applicativo c++.net...Non credo... Bisognerebbe fare dei test... Ma il runtime di .NET dovrebbe essere più veloce di vb6, e siccome anche c++ viene precompilato in linguaggio intermedio dovrebbe cmq essere più veloce... (spero di non aver detto una boiata perchè non sono per niente sicuro, c++.net non mi interessa e quindi non mi sono mai neanche documentato).
            Io non metto assolutamente in dubbio la
            qualita' di +.net (dovuta in parte agli
            sviluppatori rubati alla borland :D) ma
            preferisco avere alternative in modo da
            poter scegliere quella + adatta a me.:-)
            Comunque adesso mi viene in mente una cosa,
            ma la licensa .net non vietava lo sviluppo
            di software open source basato su .net(la ms
            lo definisce software "virale") di tipo gpl
            ecc.. (eccetto bds se non erro)?
            Magari poi la ms ha fatto marci indietro
            altrimenti
            il progetto di portare .net sotto linux
            verra' presto bloccato, e software
            opensource .asp non potranno essere portati
            sotto
            asp.net.Allora, il fatto è che la Microsoft aveva già probabilmente in programma di portare il framework .net anche su Linux... Con questo progetto open source gli hanno solo fatto un piacere! E comunque la maggior parte delle classi standard di .net sono scritte in C#, quindi in teoria puoi tranquillamente decompilarle (o almeno disasseblarle)...
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato


            Comunque adesso mi viene in mente una
            cosa,

            ma la licensa .net non vietava lo sviluppo

            di software open source basato su .net(la
            ms

            lo definisce software "virale") di tipo
            gpl

            ecc.. (eccetto bds se non erro)?

            Magari poi la ms ha fatto marci indietro

            altrimenti

            il progetto di portare .net sotto linux

            verra' presto bloccato, e software

            opensource .asp non potranno essere
            portati

            sotto

            asp.net.

            Allora, il fatto è che la Microsoft aveva
            già probabilmente in programma di portare il
            framework .net anche su Linux... Con questo
            progetto open source gli hanno solo fatto un
            piacere! E comunque la maggior parte delle
            classi standard di .net sono scritte in C#,
            quindi in teoria puoi tranquillamente
            decompilarle (o almeno disasseblarle)...C# e la CLI sono standard ECMA (a differenza di Java).Dai un occhio quihttp://www.go-mono.com/Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato
            - Scritto da: Kirys
            E' ovvio che .net sia + veloce di java x una
            ragione fondamentale:
            java e' stato pensato x girare su tutti i
            S.O. Mentre -net x girare sotto win, quindi
            a differenza di quanto accate per java il
            codice da intepretare e' gia pensato per
            l'architettura win.Non è vero. Il bytecode di .NET è stato pensato per essere indipendente dalla piattaforma, la vera differenza è che è stato pensato dall'inizio per essere compilato Just-in-time, a differenza di Java in cui non si era pensato a questa possibilità.
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato
            Ratt,sono perfettamente d'accordo con te...Complimenti per la competenza dimostrata.Sono un programmatore VB (dal '91) e possoassicurare che VB.NET è completamente un'altra cosa. Basti pensare che, per scrivere una formche visualizzasse un recordset (pardon..dataset) in una Datagrid, (roba che facevo in due-tre minuti prima) ci ho perso un pomeriggio...!Ora ho imparato, e per farlo, essendomi creato una classe da quel codice, ci metto 40 secondi!!buon proseguimento....
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato
            - Scritto da: GrilloParlante

            In realtà rispetto a VB6 non è cambiato
            molto, dal lato OOP adesso VB.NET supporta[CUT]
            obiettivamente più difficile da gestire(C++)
            ma con performance eccezionali.Tutto quanto hai scritto è figlio del sentito dire.Programmo dal 1993, e sono passato per diverse versione di VB. Durante l'ultimo anno e mezzo ho seguito il beta test di VS.NET (in particolare VB.NET), pertanto credo di poter dire tranquillamente la mia sull'argomento.In VB.NET, di VB6 c'è giusto il nome e la libreria di compatibilità (Microsoft.VisualBasic.Compatibility), nient'altro.Lo stesso IDE di VB.NET fa impallidire al confronto il, pur pratico fino ad oggi, IDE di VB6.Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato

            Temo purtroppo che in termini di prestazioni
            differenziali saranno gli sviluppatori C++
            ad essere penalizzati in quanto si
            ritroveranno ad essere allo stesso livello
            degli sviluppatori VB in termini di
            potenzialità di sviluppo e performance degli
            applicativi.
            Invece fino ad ora i primi venivano
            considerati un passo avanti gli altri
            potendo contare su un linguaggio
            obiettivamente più difficile da gestire(C++)
            ma con performance eccezionali.C++ in Visual Studio .NET è l'unico linguaggio che può generare codice unmanaged, quindi codice nativo per la piattaforma Win32.Gli sviluppatori C++ sono salvi :-)ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato
            - Scritto da: baloo.net
            C++ in Visual Studio .NET è l'unico
            linguaggio che può generare codice
            unmanaged, quindi codice nativo per la
            piattaforma Win32.
            Gli sviluppatori C++ sono salvi :-)
            ciaoPrecisazione:C++ in Visual Studio .NET è l'unico linguaggio che può generare DIRETTAMENTE codice nativo per la piattaforma Win32.Per gli altri linguaggi il codice nativo per la specifica piattaforma verrà generato durante l'esecuzione del programma stesso (impostazione di default).Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato
            Grazie della precisazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato
            infatti, solo se si utilizzano le estensioni gestite di c++ il prog viene prima compilato nel msil.Cmq sia, non so, ma ho provato a fare dei tests, stesso codice di prova su c# e c++ (non gestito, ma pulito). Ebbene, c# e risultato il doppio piu veloce rispetto al c++. Io sono rimasto senza parole. E parlo di semplici cicli for e if.
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato
            - Scritto da: DaViL
            Cmq sia, non so, ma ho provato a fare dei
            tests, stesso codice di prova su c# e c++
            (non gestito, ma pulito). Ebbene, c# e
            risultato il doppio piu veloce rispetto al
            c++. Io sono rimasto senza parole. E parlo
            di semplici cicli for e if.ora, dato che mi riesce difficile credere che il codice nativo per il processore sia piu' lento del codice intermedio per una virtual machine, vorrei proprio tanto sapere quanta spazzatura c'e' in quel binario C++ e con quale compilatore l'hai compilato.
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato
            - Scritto da: munehiro
            - Scritto da: DaViL

            Cmq sia, non so, ma ho provato a fare dei

            tests, stesso codice di prova su c# e c++

            (non gestito, ma pulito). Ebbene, c# e

            risultato il doppio piu veloce rispetto al

            c++. Io sono rimasto senza parole. E parlo

            di semplici cicli for e if.

            ora, dato che mi riesce difficile credere
            che il codice nativo per il processore sia
            piu' lento del codice intermedio per una
            virtual machine, vorrei proprio tanto sapere
            quanta spazzatura c'e' in quel binario C++ e
            con quale compilatore l'hai compilato.Se qualcuno si ricorda per un certo periodo nella parte developer del sito IBM c'erano dei test comparativi per Win e Linux, con abbondanza di tabelle dei risultati e possibilita' di scaricare i sorgenti dei programmi di test.Si potrebbero prendere i test che la IBM aveva creato per il confronto comparato Win-Linux e ricompilarli su .Net.Poi farli girare nei 3 modi:(Visual Studio) su Win 95/98/Me/2000/XP ecc...(Gcc) Linux varie distribuzioni.(.Net) su Windows.Qualcuno si ricorda l'indirizzo preciso della parte developer della IBM ??Lo facciamo ????
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato
            Vabbe' ho capito: l'idea non e' piaciuta :(((- Scritto da: GrayLord
            - Scritto da: munehiro

            - Scritto da: DaViL


            Cmq sia, non so, ma ho provato a fare
            dei


            tests, stesso codice di prova su c# e
            c++


            (non gestito, ma pulito). Ebbene, c# e


            risultato il doppio piu veloce
            rispetto al


            c++. Io sono rimasto senza parole. E
            parlo


            di semplici cicli for e if.



            ora, dato che mi riesce difficile credere

            che il codice nativo per il processore sia

            piu' lento del codice intermedio per una

            virtual machine, vorrei proprio tanto
            sapere

            quanta spazzatura c'e' in quel binario
            C++ e

            con quale compilatore l'hai compilato.

            Se qualcuno si ricorda per un certo periodo
            nella parte developer del sito IBM c'erano
            dei test comparativi per Win e Linux, con
            abbondanza di tabelle dei risultati e
            possibilita' di scaricare i sorgenti dei
            programmi di test.

            Si potrebbero prendere i test che la IBM
            aveva creato per il confronto comparato
            Win-Linux e ricompilarli su .Net.

            Poi farli girare nei 3 modi:
            (Visual Studio) su Win 95/98/Me/2000/XP
            ecc...
            (Gcc) Linux varie distribuzioni.
            (.Net) su Windows.

            Qualcuno si ricorda l'indirizzo preciso
            della parte developer della IBM ??

            Lo facciamo ????
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato

            Niente di più erroneo, il runtime .NET è
            circa 10 volte più veloce del runtime
            Java... Per farti un'idea puoi cominciare a
            guardare qui:
            http://www.gotdotnet.com/team/compare/Cog**one quel sito e` della microsft..e viene aggiornato nintepopodimeno che da Bill Gates in Persona con Frontpage 2222 XXPP che lui ha gia a casa...che poi` e` frontpage 97 con un'altra skin
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato
            Ma che genio che sei.... Guarda che non è mica un segreto che è di microsoft gotdotnet... ;o)Se guardi bene in fondo alla home page c'è anche il copyright "© Copyright 2001 Microsoft Corporation. All Rights Reserved."... ehehCmq i banchmarks sono reali... Fidati... I test non sono stati fatti solo da Ms... Leggiti l'articolo poi parla!!ehehCazzo che esaltati in 'sto forum...
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato

            Cazzo che esaltati in 'sto forum...nah .. da cosa te ne sei accorto? :) ci sono alcuni che sembrano bimbi che credono alle favolette: Bill = Uomo nero .. e cercano di farsi la ragione offendendo.E' un peccato .. Ciao ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato
            Difatti... Ma quello che mi da più fastidio è che c'è troppa gente che si permette di criticare, in questo caso .NET, senza nemmeno avere idea di cosa stanno parlando...
      • Anonimo scrive:
        Re: io .Net l'ho provato
        - Scritto da: Ratt
        a dir poco eccezionale!! C# è il linguaggio
        migliore del mondo, non ha limiti! E ilSei sicuro? Il linguaggio migliore del mondo non esiste e tutti i linguaggi hanno limiti.Prova ad implementare una struttura dati infinita o una funzione non terminante in C#... sono sicuro che troverai qualche limite...http://www.haskell.org/tutorial/functions.html#sect3.4
        • Anonimo scrive:
          Re: io .Net l'ho provato
          Era ovviamente una provocazione... eheh... Visto che 'sti minchions continuano a scassare con i loro C++/Java...Anche perchè C#, in realtà, non è nient'altro che un Java "riordinato" e migliorato, con in più la possibilità di usare puntatori, ecc...Per me è indifferente che linguaggio mi tocca usare (basta che non sia qualcosa tipo COBOL mezzo object oriented per .net)...Comunque come linguaggio mi piace molto C# (come mi piace molto anche Java ma non dirlo in giro che se no mi prendono per un volta-bandiera gli esaltati del forum... ;o)). Mentre invece mi fa un po' cagare C/C++...Questa è comunque solo la *MIA* idea... E il bello è proprio che ognuno può programmare nel linguaggio che preferisce su piattaforma .net, mixando più o meno a piacimento i vari linguaggi...
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato
            - Scritto da: Ratt
            Comunque come linguaggio mi piace molto C#
            (come mi piace molto anche Java ma non dirlo
            in giro che se no mi prendono per un
            volta-bandiera gli esaltati del forum...
            ;o)). Mentre invece mi fa un po' cagare
            C/C++...Sì, C# sembra un buon linguaggio (non l'ho ancora usato, ma ho letto un bel po' di roba) però era ovvio che lo fosse, dato che - nella migliore tradizione MSFT ;o) - è semplicemente una "correzione" di Java (che già è buono per conto suo).
            Questa è comunque solo la *MIA* idea... E il
            bello è proprio che ognuno può programmare
            nel linguaggio che preferisce su piattaforma
            .net, mixando più o meno a piacimento i vari
            linguaggi...Ecco, è proprio questo che mi sta convincendo sempre meno di .NET... all'inizio sembrava che avessero costruito un mirabolante framework capace di qualsiasi cosa - l'idea dei ValueType, per esempio è ottima e l'inclusione delle Tail Call è una boccata d'aria fresca -, però adesso stanno venendo a galla tutta una serie di limiti che effettivamente limiteranno le tipologie di linguaggi che potranno essere implementati...Capiamoci, rispetto a Java è sempre un grande passo avanti, però ci avevano detto una cosa e adesso è un'altra... peccato.
          • Anonimo scrive:
            Re: io .Net l'ho provato
            Ma no dai... Guarda che se c'è COBOL.NET possono implementare QUALSIASI linguaggio... eheh... Non che io abbia qualcosa contro COBOL... ;)
    • Bombardiere scrive:
      Re: io .Net l'ho provato
      Lo dicono da anni che microsoft affonda..... ma si sa, microsoft essendo popolare, si porta dietro lodi e calunnie...... sto fatto che microsoft affonderà, è vecchia quasi quanto la previsione di NOSTRADAMUS della fine del mondo. :DLa microsoft non affonderà mai per i motivi che ormai sappiamo tutti.
      • Anonimo scrive:
        Re: io .Net l'ho provato
        A bombardè, cheffai rispondi a post di 2 anni fa'?- Scritto da: Bombardiere
        Lo dicono da anni che microsoft affonda.....
        ma si sa, microsoft essendo popolare, si
        porta dietro lodi e calunnie...... sto fatto
        che microsoft affonderà, è
        vecchia quasi quanto la previsione di
        NOSTRADAMUS della fine del mondo. :D

        La microsoft non affonderà mai per i
        motivi che ormai sappiamo tutti.
  • Anonimo scrive:
    dove stiamo andando....
    da un lato ci troviamo con un sistema operativo non perfetto che porta gli sviluppatori a programmare utilizzando classi prefabbricate non perfette in modo facile che non necessita di conoscenze particolari.Per cui anche un programmatore non perfetto puo' creare il suo programma non perfetto aumentando in modo esponenziale i bug sul pianeta terra.(da blade runner: ho visto programmatori di database ignorare l'esistenza del select...).D'altro canto bisogna ammettere che questa politica di microsoft (perche' di politica si tratta non di scienza) si e' rivelata vincente e tutte le ditte produttrici di software le sono andate dietro...
    • Anonimo scrive:
      Re: dove stiamo andando....
      - Scritto da: nasdaq
      D'altro canto bisogna ammettere che questa
      politica di microsoft (perche' di politica
      si tratta non di scienza) si e' rivelata
      vincente e tutte le ditte produttrici di
      software le sono andate dietro...Il fatto e` che in questo momento tutti vogliono fare applicazioni con le finestre.Finche' le persone svilupperanno applicazioni partendo dalla disposizione dei bottoni su una finestra i bug non possono che aumentare...
  • Anonimo scrive:
    MA SI....
    Non sanno più come fare soldi...oramai sono quasi alla frutta...vedrete.
    • Anonimo scrive:
      Re: MA SI....
      Mah .. veramente m$ e' l'unica azienda a non essere diventata Inprise, poi di nuovo borland (in futuro chissa') e piano piano copiare i prodotti come vb (cambiando il linguaggio). Tra un po' vedrai che anche il delphi sara' una copia di qualche linguaggio con il # .. (Pascal# ??) .. Vi ricordo che il 90% degli sviluppatori usa le msdn come fonte di informazione .. oh .. dimenticavo che e' microsoft ...Oppure su linux ? ah gia' .. la' e' tutto gratis .. Su gente .. aprite la bocca e date fiato :) secondo me cercate di essere anticorformisti .. ma alla fine si fa solo per essere diversi.ciao a tutti, PasqualePS: viva M$ :)))
      • Anonimo scrive:
        Re: MA SI....

        PS: viva M$ :)))Meno male che non c'è quell'altro palloso di Alien, se no sai che baraonda...che pena però...
        • Anonimo scrive:
          Re: MA SI....

          ps: sono contento del Kylix per Linux, ma il
          supporto ? ma che supporto vuoi ??? 10 cd inutili al mese da cui copiare codice come m$ ??? hai il software, programma no ???
          • Anonimo scrive:
            Re: MA SI....
            - Scritto da: blah

            ps: sono contento del Kylix per Linux, ma il

            supporto ?
            ma che supporto vuoi ??? 10 cd inutili al
            mese da cui copiare codice come m$ ??? hai
            il software, programma no ???
            Cioe' tu mi stai facendo credere che senza manuali, documentazione sulle api, howto e cazzatine varie sei in grado da zero di programmare per un sistema operativo di cui non conosci nulla??? Ma daiiiiiiiiiiii Signori .. dovete essere onesti anche con voi stessi .. nessuno e' un dio della programmazione.Bye
        • Anonimo scrive:
          Re: MA SI....

          Tutte palle...bello mio...tu al massimo sai
          aprire Office...altrimenti non avresti detto
          quello che ce scritto qua sotto...
          Cioe` non sai chi e` ed e` stata la Borland.Mah .. il fatto di saper aprire Office sembra un'offesa, di sicuro so' io se sono o meno balle.E' un peccato che non si riesca mai ad aprire una discussione costruttiva e su basi tecniche senza che qualcuno inizi ad offendere per mancanza di argomentazioni.
        • Anonimo scrive:
          Re: MA SI....
          - Scritto da: Pasquale
          Se dico che PURTROPPO (sottolineo) M$ e'
          superiore ci sara' un perche'. Si fa sempre
          la storiella di IE contro Netscape, il quale
          e' stato il miglior browser fino all'uscita
          di IE 4.0 .. ora Netscape sta per sparire (e
          lo dimostrano le statistiche di accesso : IE
          95%, NC 4% e il resto Opera e altri).

          Se questa e' pena lo e' per i concorrenti di
          M$ purtroppo ... saluti, Pasquale ;)Ferma la mula un attimo: IE è diffuso perché la M$ lo ha imposto insieme al SO, non per libera scelta degli utenti, nè per le features (x ex gestisce le trasparenze da cani) nè per gli standard (non rispetta a rigore le W3C, uscite il 24/12/1999!!!) e neanche per la velocità; e tutto questo lo dico per prove fatte da me, non per sentito dire. Se hai usato Galeon, sai cosa voglio dire.SQLserver? È dell'anno scorso la notizia di dati letteralmente persi dai DB militari che hanno scoperto i Russi (i quali tengono ancora tutto segnato sulla carta con cui hanno fatto i confronti).Parliamo di superiorità M$, ma solo limitatamente alla diffusione, non al resto."Ci sarà un perché"... Sono tanti, ma credo che quello principale sia che la M$ ci prende tanti soldi e quindi ha tutte le possibilità di promuoverlo, di spingerlo sul mercato, di crearsi dei canali di distribuzione molto efficaci e crearci attorno un business di miliardi di $. Porco Jove, dici bazzeccole?Piuttosto io farei la domanda contraria: come mai Linux sta continuando a mangiare fette di mercato alla M$, lentamente ma senza sosta come uno schiacciasassi, senza che nessuno abbia le capacità di promuoverlo come fa la M$ per i suoi prodotti? Come mai la M$ con tutto il suo potenziale, non riesce a chiudere l'emorragia? Non è anticonformismo, come qualcuno sostiene, perché sono delle aziende che lo adottano, delle banche, delle assicurazioni, e in quegli ambiti non si fanno delle scelte "perché siamo alternativi".
          ps: sono contento del Kylix per Linux, ma il
          supporto ? Linux è gratis, ma anche per lui il supporto è un servizio, e lo paghi come per qualsiasi servizio. Idem per Kylix. È normale!
      • Anonimo scrive:
        Re: MA SI....
        - Scritto da: Pasquale
        Mah .. veramente m$ e' l'unica azienda a non
        essere diventata Inprise, poi di nuovo
        borland il limite della Borland è il marketing (tutto il contrario di M$)
        copiare i prodotti come vb (cambiando il
        linguaggio). è VB che storicamente arranca dietro a Delphi ,tecnicamente, non come diffusione :(
        Tra un po' vedrai che anche il
        delphi sara' una copia di qualche linguaggio
        con il # .. (Pascal# ??) .. beh, è vero il contrario, per scrivere il C# M$ ha ingaggiato Anders Heljsberg, già autore di Delphi
        Vi ricordo che il 90% degli sviluppatori usa
        le msdn come fonte di informazione .. oh .....contenti loro...
        PS: viva M$ :)))...e contento te ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: MA SI....

          il limite della Borland è il marketing
          (tutto il contrario di M$)ed il supporto ai clienti :) (ps: ho usato con molta gioia i vari bc fino a quando i vs non li hanno superati)
          è VB che storicamente arranca dietro a
          Delphi ,tecnicamente, non come diffusione :(ma che dici ? :) quando c'era vb 1.0 borland ancora faceva il turpo pascal 7 :)) parliamo di 10 anni fa ...
          beh, è vero il contrario, per scrivere il
          C# M$ ha ingaggiato Anders Heljsberg, già
          autore di Delphi beh .. poi dite che m$ non e' migliore ;) ora che ha Heljsberg puoi dire che c'e' gente incompetente ?

          Vi ricordo che il 90% degli sviluppatori
          usa

          le msdn come fonte di informazione .. oh
          ..

          ...contenti loro...Scusa la domanda .. ma tu che usi ?

          PS: viva M$ :)))
          ...e contento te ;);P
          • Anonimo scrive:
            Re: MA SI....
            - Scritto da: Pasquale
            ma che dici ? :) quando c'era vb 1.0 borland
            ancora faceva il turpo pascal 7 :)) parliamo
            di 10 anni fa ...Non è una questione cronologica (al tempo giocavo un po' a tempo perso con TP7, ma non ci lavoravo...).Esprimevo solo un'opinione sul confronto attuale tra un Delphi e un VB, dato dalla mia esperienza lavorativa con entrambi...
            ora che ha Heljsberg puoi dire che c'e'
            gente incompetente ? e chi l'ha detto? ;) Su .Net non ho espresso giudizi, visto che non l'ho provato.
            Scusa la domanda .. ma tu che usi ? Ora Delphi, che ritengo rispetto a VB (non .Net ok? ;-)) superiore.
          • Anonimo scrive:
            Re: MA SI....
            Sarai contento di sapere che borland ha annunciato Delpi e C++ Builder per .NETciao
    • Anonimo scrive:
      Re: MA SI....

      Non sanno più come fare soldi...oramai sono
      quasi alla frutta...vedrete.veramente mi pare che l'unica cosa che sappiano fare senza la minima sbavatura e' proprio fare soldi!non credo che ad MS serva inventare cazzate.In fondo, se i web services fossero stati una cazzata, perche' Sun, IBM, Borland, Oracle sarebbero corse a creare la propria piattaforma per lo sviluppo WSDL/SOAP?Altra cosa importante da notare, e' l'IDE di VS.Net, che e' ai massimi livelli come produttivita', intuitivita' e rapidita' di sviluppo del ciclo edit/compile/debug.saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: MA SI....
        - Scritto da: maks
        non credo che ad MS serva inventare cazzate.
        In fondo, se i web services fossero stati
        una cazzata, perche' Sun, IBM, Borland,
        Oracle sarebbero corse a creare la propria
        piattaforma per lo sviluppo WSDL/SOAP?Certo i web services si possono fare pure inphp/xmlrpc/mysql o java/o zopenon e' poi cosi innovativa .NET anzi con il fatto che ci stanno piu server unix/linux i web services .NET se li possono far girare solo fra di loro. questa e' l'ennesimatrovata windows per prendere il mercato server che anche questa volta non riesce ad afferrare.nel frattempo voi andate a buttare nel cesso il vbasic e comprativi la scatoletta .NET per giocare,ci pensiamo noi a fare progetti seri per le aziende.
        Altra cosa importante da notare, e' l'IDE di
        VS.Net, che e' ai massimi livelli come
        produttivita', intuitivita' e rapidita' di
        sviluppo del ciclo edit/compile/debug.

        saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: MA SI....
          Cazzo... Ci mancava proprio il minchione icompetente e rincoglionito che parla solo perchè ha troppo fiato in corpo... Minchia... MA RIPIGLIATI!!!Provalo 'sto .NET, giocaci un po' e poi giudica!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: MA SI....

          - Scritto da: maks

          non credo che ad MS serva inventare
          cazzate.

          In fondo, se i web services fossero stati

          una cazzata, perche' Sun, IBM, Borland,

          Oracle sarebbero corse a creare la propria

          piattaforma per lo sviluppo WSDL/SOAP?

          Certo i web services si possono fare pure in
          php/xmlrpc/mysql
          o java/
          o zope
          non e' poi cosi innovativa .NET certo.. anche in bash...net e' solo un nome per un prodotto, non e' certo rivoluzionaria come tecnologia, ma innovativa si.Nel consorzio che ha portato alla nascita di standard come SOAP, WSDL e (ancora non standard) UDDI, ci sono MS, IBM, Oracle, SUN e MS e' una delle societa' che ha portato il maggior numero di proposte, dal mondo open source su questo e' arivato ben poco in termini di innovazioni o proposte alternative.Ripeto, per definire uno STANDARD comune.Tutti gli altri sono arrivati a ruota....
          anzi con il fatto che ci stanno piu server
          unix/linux i web services .NET se li possono
          far girare solo fra di loro. questa e'
          l'ennesima
          trovata windows per prendere il mercato
          server
          che anche questa volta non riesce ad
          afferrare.Non capisco dove li prendete sti dati.Se li inventi, ok...Se invece consideri che 10 anni fa il mercato server era 100% Unix commerciali 0% altri e oggi e' circa 40% windows vari e il restante diviso fra unix commerciali e non, allora capisci che questo mercato MS non lo ha invaso, ma ci e' entrata a apieno titolo, in concorrenza con gli altri, perche' checche' ne dica Zap, la condanna riguarda Internet explorer, un prodotto che puo' far breccia nei desktop, non certo nei server.
          nel frattempo voi andate a buttare nel cesso
          il vbasic e comprativi la scatoletta .NET
          per giocare,ci pensiamo noi a fare progetti
          seri per le aziende.Io penso che ANCHE con tutti gli altri strumenti esistenti, oltre vs.net, si possano fare progetti seri per chiunque, tu pensi che solo con quelli open source si possa.Sei mentalmente limitato, lasciamelo dire.

          Altra cosa importante da notare, e' l'IDE
          di

          VS.Net, che e' ai massimi livelli come

          produttivita', intuitivita' e rapidita' di

          sviluppo del ciclo edit/compile/debug.



          salutiribadisco questo concetto che ritengo importante quando le linee di codice superano le 100mila unita'.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: MA SI....
            Finalmente qualcuno che la pensa come me ;)Ciao e tnx
          • Anonimo scrive:
            Re: MA SI....
            Lo sapete chi ha pagato lo sviluppo di .NET?Tutti noi monopolizzati che strapaghiamo un sistema operativo che ha tante finestre.
          • Anonimo scrive:
            Re: MA SI....
            - Scritto da: Fred
            Lo sapete chi ha pagato lo sviluppo di .NET?
            Tutti noi monopolizzati che strapaghiamo un
            sistema operativo che ha tante finestre.Sei anche tu uno dei nostri allora :))("strapaghiamo") ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: MA SI....
            - Scritto da: maks
            certo.. anche in bash..
            .net e' solo un nome per un prodotto, non e'
            certo rivoluzionaria come tecnologia, ma
            innovativa si.
            Nel consorzio che ha portato alla nascita di
            standard come SOAP, WSDL e (ancora non
            standard) UDDI, ci sono MS, IBM, Oracle, SUN
            e MS e' una delle societa' che ha portato il
            maggior numero di proposte, dal mondo open
            source su questo e' arivato ben poco in
            termini di innovazioni o proposte
            alternative.
            Ripeto, per definire uno STANDARD comune.
            Tutti gli altri sono arrivati a ruota....E che centra mica l'open source e' una soceta' il R&D lo fanno le aziende che spaccano il culo mica i nerds minchioni che lavorano su BSD...
            Io penso che ANCHE con tutti gli altri
            strumenti esistenti, oltre vs.net, si
            possano fare progetti seri per chiunque, tu
            pensi che solo con quelli open source si
            possa.
            Sei mentalmente limitato, lasciamelo dire.Guarda che il vb lo uso anchio anche perche sfatiamo sto mito che bisogna essere guru per scrivere 2 puttanate di sub e piazzare i bottoni a cazzo sulle finestrelle prefatte..... in sostanza in .NET vedo solo una spesa di soldi per le povere aziendine fissate con microsoft...Ciao
  • Anonimo scrive:
    one .NET to crash them all ...
    Un anno di Marketing a livelli mai conosciuti prima. E adesso e' uscito.Oramai ovviamente non c'e' piu' niente da dire. Darth Vader ci ha pienamente (!!!) convinto della potenza (?) e dell'innovazione (bah) della nuova Pastamatic dei linguaggi di programmazione (la CLI). Punto Informatico ha deciso di scriverci un fiammante articolo.Le casalinghe di Voghera aspettano intrepide l'utilizzo dei web-services.E noi sviluppatori?< In attesa dei prezzi in italiano, è possibile < anticipare che il prezzo in dollari di Visual < Studio.NET è di 2.499$ per l'edizione < Enterprise Architect, 1.799$ per l'edizione < Enterprise Developer e 1.079$ per l'edizione < Professional.1.079$ per la versione Professional?Non c'e' limite all'idiozia.
    • Anonimo scrive:
      Re: one .NET to crash them all ...
      - Scritto da: Fred
      Un anno di Marketing a livelli mai
      conosciuti prima. E adesso e' uscito.
      Oramai ovviamente non c'e' piu' niente da
      dire. Darth Vader ci ha pienamente (!!!)
      convinto della potenza (?) e
      dell'innovazione (bah) della nuova
      Pastamatic dei linguaggi di programmazione
      (la CLI).
      Punto Informatico ha deciso di scriverci un
      fiammante articolo.
      Le casalinghe di Voghera aspettano intrepide
      l'utilizzo dei web-services.
      E noi sviluppatori?

      < In attesa dei prezzi in italiano, è
      possibile
      < anticipare che il prezzo in dollari di
      Visual
      < Studio.NET è di 2.499$ per l'edizione
      < Enterprise Architect, 1.799$ per
      l'edizione
      < Enterprise Developer e 1.079$ per
      l'edizione
      < Professional.

      1.079$ per la versione Professional?
      Non c'e' limite all'idiozia.Ovvero una caccola di mosca. Non lo metto neppure negli ammortamenti.P.S. Se vuoi ti puoi scaricare la trial 120 gg.
      • Anonimo scrive:
        Re: one .NET to crash them all ...


        1.079$ per la versione Professional?

        Non c'e' limite all'idiozia.

        Ovvero una caccola di mosca. Non lo metto
        neppure negli ammortamenti.ovviamente poi si va a scaricare sui clienti...tanto...andiamo in giro in mercedes che ci frega...
        • Anonimo scrive:
          Re: one .NET to crash them all ...
          - Scritto da: blah


          1.079$ per la versione Professional?


          Non c'e' limite all'idiozia.



          Ovvero una caccola di mosca. Non lo metto

          neppure negli ammortamenti.
          ovviamente poi si va a scaricare sui
          clienti...Certo che si. Un costo aggiuntivo di 100mila su pacchetti da 20 milioni non e' neppure visibile. Per la cronaca un analista/programmatore per le personalizzazioni cliente costa sulle 600+iva al giorno.
          • Anonimo scrive:
            Re: one .NET to crash them all ...


            ovviamente poi si va a scaricare sui

            clienti...

            Certo che si. Un costo aggiuntivo di 100mila
            su pacchetti da 20 milioni non e' neppure
            visibile.costo in-visibile ???
            Per la cronaca un
            analista/programmatore per le
            personalizzazioni cliente costa sulle
            600+iva al giorno.soltanto ????guadagnavi di piu come admin...;-0)
          • Anonimo scrive:
            Re: one .NET to crash them all ...
            Sì, al cliente. E l'analista-programmatore quanto prende di questa meraviglia?
          • Anonimo scrive:
            Re: one .NET to crash them all ...
            - Scritto da: Flying Penguin
            Sì, al cliente. E l'analista-programmatore
            quanto prende di questa meraviglia?Il suo stipendio. Non ho capito cosa c'entri. La licenza non la paga lui.
      • Anonimo scrive:
        Re: one .NET to crash them all ...
        Scritto da: Ciao
        Ovvero una caccola di mosca. Non lo metto
        neppure negli ammortamenti.

        P.S. Se vuoi ti puoi scaricare la trial 120
        gg.Non esiste ancora la versione try, che fra l'altro dura 60 gg. e non 120 come hai scritto.
    • Anonimo scrive:
      Re: one .NET to crash them all ...
      - Scritto da: Fred
      Un anno di Marketing a livelli mai
      conosciuti prima. E adesso e' uscito.
      Oramai ovviamente non c'e' piu' niente da
      dire. Darth Vader ci ha pienamente (!!!)
      convinto della potenza (?) e
      dell'innovazione (bah) della nuova
      Pastamatic dei linguaggi di programmazione
      (la CLI).
      Punto Informatico ha deciso di scriverci un
      fiammante articolo.
      Le casalinghe di Voghera aspettano intrepide
      l'utilizzo dei web-services.
      E noi sviluppatori?

      < In attesa dei prezzi in italiano, è
      possibile
      < anticipare che il prezzo in dollari di
      Visual
      < Studio.NET è di 2.499$ per l'edizione
      < Enterprise Architect, 1.799$ per
      l'edizione
      < Enterprise Developer e 1.079$ per
      l'edizione
      < Professional.

      1.079$ per la versione Professional?
      Non c'e' limite all'idiozia.Che ti lamenti?O sono forse diversi i 1000$ per Kylix (la versione da professionista per intenderci, non quella della casalinga di Voghera)?E se proprio ti vuoi fare del male, ricordati che puoi creare applicazioni .NET anche con il Notepad a costo nullo.I compilatori sono inclusi nel .NET Framework scaricabile liberamente.Visual Studio è ora "solo" un gran bel editor di codice.Zeross
      • Anonimo scrive:
        Re: one .NET to crash them all ...
        - Scritto da: Zeross[..]
        E se proprio ti vuoi fare del male,
        ricordati che puoi creare applicazioni .NET
        anche con il Notepad a costo nullo.
        I compilatori sono inclusi nel .NET
        Framework scaricabile liberamente.

        Visual Studio è ora "solo" un gran bel
        editor di codice.Ma non diciamo scempiaggini!! Qualsiasi applicativo che giri su una piastra a microprocessore puo' essere sviluppata solo con un editor esadecimale, che vuol dire... Se riesci a scrivere un applicativo MODERNO, tutto in assembly x86, provati...Ma per carità, che mi tocca leggere...Michele Coppo
        • Anonimo scrive:
          Re: one .NET to crash them all ...
          - Scritto da: Michele Coppo

          Ma non diciamo scempiaggini!! Qualsiasi
          applicativo che giri su una piastra a
          microprocessore puo' essere sviluppata solo
          con un editor esadecimale, che vuol dire...
          Se riesci a scrivere un applicativo MODERNO,
          tutto in assembly x86, provati...

          Ma per carità, che mi tocca leggere...Io, per quanto mi riguarda, è un anno e mezzo che uso VS.NET e mi trovo benissimo.Se i peracottari vogliono programmare col notepad e compilare dalla bash, lasciali pur fare... saranno cavoli loro! :)Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: one .NET to crash them all ...
            io scrivo direttamente in linguaggio macchina... a proposito chi mi da una mano con questo ciclo for?L 078 à 0 H ¨ @ 0 ` p I 0 è"
        • Anonimo scrive:
          Re: one .NET to crash them all ...
          - Scritto da: Michele Coppo
          Ma non diciamo scempiaggini!! Qualsiasi
          applicativo che giri su una piastra a
          microprocessore puo' essere sviluppata solo
          con un editor esadecimale, che vuol dire...
          Se riesci a scrivere un applicativo MODERNO,
          tutto in assembly x86, provati...Certo che non lo faccio. Ma non sono certo io a esaltarmi che la soluzione migliore e' fare tutto con vi e compilare con la bash (qualcuno, pensa, ha scritto il compilatore tutto in bash).
    • Anonimo scrive:
      Re: one .NET to crash them all ...
      1079 dollari non sono molti se pensi a quanti soldi prendi vendendo software per i clienti sviluppato con il suddetto.Frozen
      • Anonimo scrive:
        Re: one .NET to crash them all ...
        I web services, .NET ecc sono delle zozzure fatteper i manager che cosi possono sfoggiare altri paroloni inutili per vendere di piu le loro merde.
    • Anonimo scrive:
      Re: one .NET to crash them all ...

      E noi sviluppatori?Beh... Io sviluppo ormai praticamente solo in .NET e quando devo tornare sulle vvecchie tecnologie mi viene da vomitare...Praticamente il runtime è sulla falsa riga di quello di Java (solo 10 volte più veloce...), ma quello che è veramente potente è tutto il framework che hanno costruito. Io sviluppo soprattutto pagine ASP.NET (alias webforms) e posso assicurarvi che rispetto ad ASP/JSP/PHP/... è tutto un'altro mondo... Ora puoi fare con relativa semplicità delle cose che prima neanche ci si sognava...Per esempio non bisogna più preoccuparsi di mantenere lo stato tra un postback e l'altro perchè se lo tiene già lui automaticamente. Ha inoltre tutta una serie di oggetti (button, dropdownlist, ...) che sul client generano html ma che quando vengono cliccati fanno automaticamente il postback e scatenano un evento server-side!Beh... Potrei stare qui tutto il giorno a cercare di spiegarti perchè .NET diventerà entro breve il più usato dagli sviluppatori... Ma tanto lo so benissimo che non c'è più sordo di chi non vuol sentire!!
      1.079$ per la versione Professional?
      Non c'e' limite all'idiozia.Stai tranquillo che se ti togli l'immondizia dalla testa e ti dai la pena di provare a fare qualcosa con .NET poi sarai tranquillamente disposto a pagare anche il doppio per averlo!!
    • Anonimo scrive:
      Re: one .NET to crash them all ...

      1.079$ per la versione Professional?
      Non c'e' limite all'idiozia.concordo aspetto che esca il framework per linux e vado in c**o alla microsoft
  • Anonimo scrive:
    Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
    One Runtime to Bind Them All-----------------------------Un articolo in inglese che analizza punto per punto laCommon Language Runtimehttp://www.javalobby.org/clr.htmlL'articolo e` in inglese, scrittoper consumati sviluppatori, e lo sconsigliovivamente alle scimmiette che sannosolo smanettare con il visual basicPino Silvestrepinosilvestre(at)despammed(dot)com
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
      Preso da un sito che si chiamajavalobby immagino quale obbiettivita'.- Scritto da: Pino Silvestre
      One Runtime to Bind Them All
      -----------------------------
      Un articolo in inglese che
      analizza punto per punto la
      Common Language Runtime

      http://www.javalobby.org/clr.html

      L'articolo e` in inglese, scritto
      per consumati sviluppatori, e lo sconsiglio
      vivamente alle scimmiette che sanno
      solo smanettare con il visual basic

      Pino Silvestre
      pinosilvestre(at)despammed(dot)com
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
      - Scritto da: Pino Silvestre
      One Runtime to Bind Them All
      -----------------------------
      Un articolo in inglese che
      analizza punto per punto la
      Common Language Runtime

      http://www.javalobby.org/clr.html

      L'articolo e` in inglese, scritto
      per consumati sviluppatori, e lo sconsiglio
      vivamente alle scimmiette che sanno
      solo smanettare con il visual basic

      Pino Silvestre
      pinosilvestre(at)despammed(dot)comAh..Pinooo...ma tu che fai nella vita?Io programmo in C, C++, Java e Lisp...e Tu??
      • Anonimo scrive:
        Re: Qui c'e` un articolo per esperti
        - Scritto da: morgan
        - Scritto da: Pino Silvestre

        One Runtime to Bind Them All

        -----------------------------

        Un articolo in inglese che

        analizza punto per punto la

        Common Language Runtime



        http://www.javalobby.org/clr.html



        L'articolo e` in inglese, scritto

        per consumati sviluppatori, e lo
        sconsiglio

        vivamente alle scimmiette che sanno

        solo smanettare con il visual basic

        Pino Silvestre

        pinosilvestre(at)despammed(dot)com
        Ah..Pinooo...ma tu che fai nella vita?
        Io programmo in C, C++, Java e Lisp...e Tu??io in C, Java,jsp e VBsto cercando di impratichirmi col PHPcmq qui sotto c'e` l'email...Pino Silvestrepinosilvestre ai despammed dot dom
        • Anonimo scrive:
          Re: Qui c'e` un articolo per esperti



          Pino Silvestre


          pinosilvestre(at)despammed(dot)com


          Ah..Pinooo...ma tu che fai nella vita?

          Io programmo in C, C++, Java e Lisp...e
          Tu??
          io in C, Java,jsp e VB
          sto cercando di impratichirmi col PHP
          cmq qui sotto c'e` l'email...
          Pino Silvestre
          pinosilvestre ai despammed dot domBene...Io sto facendo qualcosina in jsp e PHP lo uso da un paio d'anni...Sei libero stasera...o sei assunto da qualche parte?
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
      - Scritto da: Pino Silvestre
      One Runtime to Bind Them All
      -----------------------------
      Un articolo in inglese che
      analizza punto per punto la
      Common Language Runtime

      http://www.javalobby.org/clr.html

      L'articolo e` in inglese, scritto
      per consumati sviluppatori, e lo sconsiglio
      vivamente alle scimmiette che sanno
      solo smanettare con il visual basicMi sa che te smatetti con qualche altra cosa ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
      Interessante! Non che ci fossero dubbi, sull'esistenza della fregatura... ;)
    • Anonimo scrive:
      Leggi le ECMA piuttosto
      Toh le trovi qua scarica, leggi, poi parla...http://msdn.microsoft.com/net/ecma/
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggi le ECMA piuttosto
        - Scritto da: Fede
        Toh le trovi qua scarica, leggi, poi parla...

        http://msdn.microsoft.com/net/ecma/non mi sembra che confuti quanto detto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
      - Scritto da: Pino Silvestre
      L'articolo e` in inglese, scritto
      per consumati sviluppatori, e lo sconsiglio
      vivamente alle scimmiette che sanno
      solo smanettare con il visual basicQuando col VB saprai fare quello che so fare io allora potrai riparlarne, per ora ti consiglio di chiudere la bocca.Il fatto che sia facile non vuol dire che VB sia per scimmie. Ho visto una marea di cazzate anche in programmi scritti col tanto decantato C/C++.Zeross
      • Anonimo scrive:
        Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
        - Scritto da: Zeross
        - Scritto da: Pino Silvestre

        L'articolo e` in inglese, scritto

        per consumati sviluppatori, e lo
        sconsiglio

        vivamente alle scimmiette che sanno

        solo smanettare con il visual basic


        Quando col VB saprai fare quello che so fare
        io allora potrai riparlarne, per ora ti
        consiglio di chiudere la bocca.

        Il fatto che sia facile non vuol dire che VB
        sia per scimmie. Ho visto una marea di
        cazzate anche in programmi scritti col tanto
        decantato C/C++.


        Zerossfacce rideeee....cosa sai fare "TU" col VB??? :O
        • Anonimo scrive:
          Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
          - Scritto da: :D
          - Scritto da: Zeross

          - Scritto da: Pino Silvestre


          L'articolo e` in inglese, scritto


          per consumati sviluppatori, e lo

          sconsiglio


          vivamente alle scimmiette che sanno


          solo smanettare con il visual basic





          Quando col VB saprai fare quello che so
          fare

          io allora potrai riparlarne, per ora ti

          consiglio di chiudere la bocca.



          Il fatto che sia facile non vuol dire che
          VB

          sia per scimmie. Ho visto una marea di

          cazzate anche in programmi scritti col
          tanto

          decantato C/C++.





          Zeross

          facce rideeee....cosa sai fare "TU" col
          VB??? :OIo ho sempre odiato (brutta parola) gli arroganti, proprio non mi vanno giu, e purtroppo tra i programmatori se ne vedono molti di arroganti.Si fanno sempre discorsi idioti del tipo "questo e` per veri programmatori, come me, non come quelli che usano Visual Basic" che sono molto simili ai discorsi "Linux e` il bene Windows il male" o discorsi del genere.Tutti che parlano spesso per sentito dire e che magari poi li senti dire "io i miei programmi li faccio senza l'aiuto di quel programmino per bambini che e` il Visual Studio, e poi se devo mandare una mail mica uso Outlook, uso Telnet"Mai una volta che si riesca a fare una conversazione obiettiva del tipo "ogni linguaggio ha i pro e i contro, non esiste un linguaggio che si possa definire migliore in assoluto di un altro, etc.."nooo meglio fare i saccenti e dare delle caccole (ah no scusa scimmie...) a chi utilizza Visual Basic perche` non e` un vero linguaggio ad oggetti e quindi chi ci programma di sicuro e` un decelebrato...Non importa poi se in VB uno puo` fare cmq quel che vuole (magari faticando un po' o cercando per un po' nella knowledge base di MSDN che molti schifano), tanto il VB e` per n00b, i VERI programmatori usano il C++ (o il Delphi che e` 21321321^323131 volte meglio di VB) ma non il VB eh, eh no quello e` per scimmieL'arroganza e` una brutta bestia
          • Anonimo scrive:
            Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
            Non entro nella polemica VB si, VB no, confrontando il VB ad altri linguaggi xchè sono sicuro che altri l'hanno già fatto esaurientemente.Comunque noto che:a) quando si parla di un linguaggio "per scimmie" il VB è sempre al primo posto della listab) il VB esiste solo per windows, quindi per un programmatore diventare "esperto" VB non è un buon investimento di tempoc) il programmatore è quello che ha idee su come risolvere il problema e poi usa il linguaggio + adatto al sistema operativo o allo scopod) chi crede di essere un programmatore solo xchè usa un certo linguaggio è in realta uno zappatore dell'informatica. La zappa sarà bella quanto vuoi ma sempre zappa è!In chiusura mi sento di dire:il C++ è una cagata pazzesca e un rudere dell'informatica! Menomale che ci sono nuovi mirabolanti linguaggi eheheCiao cari!
          • Anonimo scrive:
            Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
            visto che sento ostilita` per quel che ho detto vedo di chiarire:- Scritto da: il conte visconte
            Non entro nella polemica VB si, VB no,
            confrontando il VB ad altri linguaggi xchè
            sono sicuro che altri l'hanno già fatto
            esaurientemente.io non sto difendendo il Visual Basic e diffamando il C++, i linguaggi li conosco entrambi e li ho usati entrambi, il punto e` che fare di tutta l'erba un fascio e sparare sentenze e` una cosa che mi da fastidio
            Comunque noto che:
            a) quando si parla di un linguaggio "per
            scimmie" il VB è sempre al primo posto della
            listaforse perche` e` uno dei linguaggi piu` diffusi nonche` uno dei linguaggi ai quali una persona che vuole programmare al giorno d'oggi si avvicina?Una volta questo era il ruolo del Pascal (almeno alle scuole) personalmente ho iniziato invece con il C, ma noto che oggi moltissimi iniziano dal VB in quanto permette di ottenere subito dei risultati, anche se cmq come metodo educativo non lo vedo il massimo e preferirei cmq che si iniziasse dal C
            b) il VB esiste solo per windows, quindi per
            un programmatore diventare "esperto" VB non
            è un buon investimento di tempoBeh, dipende che lavoro fai...Io ti faccio il mio esempio: ora come ora sono consulente all'Omnitel con contratto annuale e devo portare avanti lo sviluppo di applicativi creati in VB, essere "esperti" in VB non puo` che essere un vantaggio.Altra cosa: quale e` il sistema operativo piu` diffuso?Poi cmq il VB cosi` come lo si conosce ormai sembra avra` poca vita visto il .NET quindi tutti sti discorsi sul VB si sposteranno sul VB.NET
            c) il programmatore è quello che ha idee su
            come risolvere il problema e poi usa il
            linguaggio + adatto al sistema operativo o
            allo scopoSu questo ti do ragione ma vedi anche punto b).Un programmatore se ha via libera puo` fare quel che dici ma se e` condizionato da scelte del cliente al massimo puo` convincerlo su certe scelte da adottare.
            d) chi crede di essere un programmatore solo
            xchè usa un certo linguaggio è in realta uno
            zappatore dell'informatica. La zappa sarà
            bella quanto vuoi ma sempre zappa è!Questo punto non l'ho ben capito :P
            In chiusura mi sento di dire:
            il C++ è una cagata pazzesca e un rudere
            dell'informatica! Menomale che ci sono nuovi
            mirabolanti linguaggi eheheleggo quel "ehehe" come ":)" ma non riesco cmq a capire il senso della chiusura del discorso X-)Io di certo non ho denigrato il C++ e lo considero un ottimo linguaggio, che puo` servire per grandi progetti o per applicativi Critical ma per il resto di applicativi (gestionali, etc...) preferisco sviluppare in VB (finche` si puo`)Non dimentichiamoci poi anche linguaggi WEB, facciamo anche un flame ASP/PHP? (non prendetemi alla lettera su quest'ultima affermazione) :P
          • Anonimo scrive:
            Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
            Allora... lasciamo stare i linguaggi web che non si finisce +. La nota sul C++ è da leggersi come è scritta ed è un commento critico alla struttura da malati di mente che hanno gli oggetti nel C++. Se hai fatti veramente grandi progetti in C++ lo sai di sicuro. Poi la storia che va bene x grandi progetti l'hanno messa in giro quelli che volevano venderlo. Oggi come oggi la migliore implementazione OOP è il pascal ad oggetti (usatissimi in grossi progetti).Poi... povero te che lavori per l'Omnitel eheh (e questa è una risatina di commiserazione).Ciao bello!- Scritto da: Red Angel www.redangel.it
            visto che sento ostilita` per quel che ho
            detto vedo di chiarire:

            - Scritto da: il conte visconte

            Non entro nella polemica VB si, VB no,

            confrontando il VB ad altri linguaggi xchè

            sono sicuro che altri l'hanno già fatto

            esaurientemente.

            io non sto difendendo il Visual Basic e
            diffamando il C++, i linguaggi li conosco
            entrambi e li ho usati entrambi, il punto e`
            che fare di tutta l'erba un fascio e sparare
            sentenze e` una cosa che mi da fastidio



            Comunque noto che:

            a) quando si parla di un linguaggio "per

            scimmie" il VB è sempre al primo posto
            della

            lista

            forse perche` e` uno dei linguaggi piu`
            diffusi nonche` uno dei linguaggi ai quali
            una persona che vuole programmare al giorno
            d'oggi si avvicina?
            Una volta questo era il ruolo del Pascal
            (almeno alle scuole) personalmente ho
            iniziato invece con il C, ma noto che oggi
            moltissimi iniziano dal VB in quanto
            permette di ottenere subito dei risultati,
            anche se cmq come metodo educativo non lo
            vedo il massimo e preferirei cmq che si
            iniziasse dal C


            b) il VB esiste solo per windows, quindi
            per

            un programmatore diventare "esperto" VB
            non

            è un buon investimento di tempo

            Beh, dipende che lavoro fai...
            Io ti faccio il mio esempio: ora come ora
            sono consulente all'Omnitel con contratto
            annuale e devo portare avanti lo sviluppo di
            applicativi creati in VB, essere "esperti"
            in VB non puo` che essere un vantaggio.
            Altra cosa: quale e` il sistema operativo
            piu` diffuso?
            Poi cmq il VB cosi` come lo si conosce ormai
            sembra avra` poca vita visto il .NET quindi
            tutti sti discorsi sul VB si sposteranno sul
            VB.NET


            c) il programmatore è quello che ha idee
            su

            come risolvere il problema e poi usa il

            linguaggio + adatto al sistema operativo o

            allo scopo

            Su questo ti do ragione ma vedi anche punto
            b).
            Un programmatore se ha via libera puo` fare
            quel che dici ma se e` condizionato da
            scelte del cliente al massimo puo`
            convincerlo su certe scelte da adottare.


            d) chi crede di essere un programmatore
            solo

            xchè usa un certo linguaggio è in realta
            uno

            zappatore dell'informatica. La zappa sarà

            bella quanto vuoi ma sempre zappa è!

            Questo punto non l'ho ben capito :P


            In chiusura mi sento di dire:

            il C++ è una cagata pazzesca e un rudere

            dell'informatica! Menomale che ci sono
            nuovi

            mirabolanti linguaggi ehehe

            leggo quel "ehehe" come ":)" ma non riesco
            cmq a capire il senso della chiusura del
            discorso X-)
            Io di certo non ho denigrato il C++ e lo
            considero un ottimo linguaggio, che puo`
            servire per grandi progetti o per
            applicativi Critical ma per il resto di
            applicativi (gestionali, etc...) preferisco
            sviluppare in VB (finche` si puo`)
            Non dimentichiamoci poi anche linguaggi WEB,
            facciamo anche un flame ASP/PHP? (non
            prendetemi alla lettera su quest'ultima
            affermazione) :P
          • Anonimo scrive:
            Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
            - Scritto da: Quello di prima
            Allora... lasciamo stare i linguaggi web che
            non si finisce +.

            La nota sul C++ è da leggersi come è scritta
            ed è un commento critico alla struttura da
            malati di mente che hanno gli oggetti nel
            C++. Se hai fatti veramente grandi progetti
            in C++ lo sai di sicuro. Poi la storia che
            va bene x grandi progetti l'hanno messa in
            giro quelli che volevano venderlo. Oggi come
            oggi la migliore implementazione OOP è il
            pascal ad oggetti (usatissimi in grossi
            progetti).beh ora non ammazziamo proprio il C++ pero` :DCi sono genere di applicativi che vuoi per motivi storici (:D) , vuoi per potenza dei compilatori, vuoi per altri motivi vengono tuttora sviluppati in C++, un esempio puo` essere un videogame.A tal proposito vorrei poi capire come verranno programmati i videogiochi di prossima generazione, non so se si avvarranno della piattaforma .NET mmmmh
            Poi... povero te che lavori per l'Omnitel
            eheh (e questa è una risatina di
            commiserazione).eh.. ma sai, bisogna pur guadagnare la pagnotta :)poi il bello del consulente e` che scaduto il contratto puo` fare quel che vuole ;)Io consiglierei a tutti di farsi P.IVA e via nel mondo del lavoro hehe
            Ciao bello!Exit Sub :D
          • Anonimo scrive:
            ARROGANCE - Re: Qui c'e`un articolo per esperti
            - Scritto da: Red Angel www.redangel.it
            - Scritto da: :D

            - Scritto da: Zeross


            - Scritto da: Pino Silvestre



            L'articolo e` in inglese, scritto



            per consumati sviluppatori, e lo


            sconsiglio



            vivamente alle scimmiette che sanno



            solo smanettare con il visual basic





            Quando col VB saprai fare quello che so

            fare


            io allora potrai riparlarne, per ora ti


            consiglio di chiudere la bocca.
            Mai una volta che si riesca a fare una
            conversazione obiettiva del tipo "ogni
            linguaggio ha i pro e i contro, non esiste
            un linguaggio che si possa definire migliore
            in assoluto di un altro, etc.."
            nooo meglio fare i saccenti e dare delle
            caccole (ah no scusa scimmie...) a chi
            utilizza Visual Basic perche` non e` un vero
            linguaggio ad oggetti e quindi chi ci
            programma di sicuro e` un decelebrato...
            Non importa poi se in VB uno puo` fare cmq
            quel che vuole (magari faticando un po' o
            cercando per un po' nella knowledge base di
            MSDN che molti schifano), tanto il VB e` perti do' atto che e` meglio usare valide argomentazioni piuttosto che essere arrogantima nel momento in cui io ti sbatto in facciauno per uno i motivi per i quali il visual basic e` tutt'altro che un linguaggioad oggetti e ti mostro l'utilita` diusare istanze e classi e costruttiNON supportati da VB esce poi qualchetesta di vitello sviluppatore che dice che degli oggetti non glie ne importa nienteperche` non sa cosa farsenee continua fideisticamente ad usare VBtu, piuttosto, invece di leggere solo laprovocazione, mi sai dire se nell'articolo cheho segnalato ci sono sciocchezze???Pino Silvestrepinosilvestre at despammed dot com
          • Anonimo scrive:
            Re: ARROGANCE - Re: Qui c'e`un articolo per esperti
            - Scritto da: Pino Silvestre

            uno per uno i motivi per i quali
            il visual basic e` tutt'altro che un
            linguaggio ad oggetti"era"... devi iniziare ad usare il passato, parlando in questi termini di Visual Basic.Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: ARROGANCE - Re: Qui c'e`un articolo per espert
            - Scritto da: Zeross
            "era"... devi iniziare ad usare il passato,
            parlando in questi termini di Visual Basic.Hai ragione. Finalmente l'incubo Visual Basic e` finito. Nessuno sara` piu` costretto ad utilizzare quella roba OO a meta` con i goto per gestire le eccezioni.
        • Anonimo scrive:
          Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
          - Scritto da: :D


          - Scritto da: Zeross

          - Scritto da: Pino Silvestre


          L'articolo e` in inglese, scritto


          per consumati sviluppatori, e lo

          sconsiglio


          vivamente alle scimmiette che sanno


          solo smanettare con il visual basicEcco l'ennesimo coglione che pensa di essere più figo perchè non usa VB.
      • Anonimo scrive:
        Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...

        Il fatto che sia facile non vuol dire che VB
        sia per scimmie. Ho visto una marea di
        cazzate anche in programmi scritti col tanto
        decantato C/C++.
        ZerossSecondo me...(ed e` solo la mia opinione) il vero problema del VB e` solo questo:Uno puo` benissimo sviluppare progetti, anche grossi, in VB. Va benissimo, e ha dei tempi di sviluppo che credo siano i piu` veloci al mondo.Io stesso lo sviluppo spesso.Il problema e` che chi e` nato e utilizza solo VB PER ME NON E` UN PROGRAMMATORE.Questo perche` non ha mai visto l'eleganza di un programma scritto in C, C++. Non sa cosa sono i puntatori, cosa sono lo stack, lo heap, non ha mai visto una classe, non sa cosa sono i prototipi, non sa cosa vuol dire tipizzato, non e` abituato a definire una funzione e poi ad utilizzarla, cosa sono le funzioni inline e perche` utilizzarle, non sa cosa vuol dire utilizzare il codice, appoggiarsi veramente a delle librerie, e costruirsele, non ha veramente il senso del flusso di un programma, e cose di questo genere...Ho detto il C, C++, ma potevo dire il Pascal, Java, Modula2 e linguaggi simili.Inoltre essendo facilissimo da utilizzare un sacco di persone che non sanno nemmeno come e` fatto un PC si sono messe a scrivere programmi in VB, sfornando delle mostruosita`, che, certo funzionano, ma se le leggi vomiti.PS: VB non ha nemmeno una funzione sleep()
        • Anonimo scrive:
          Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
          - Scritto da: morgan

          Il problema e` che chi e` nato e utilizza
          solo VB PER ME NON E` UN PROGRAMMATORE.Cos'è? Uno spazzino forse?
          Questo perche` non ha mai visto l'eleganza
          di un programma scritto in C, C++.Se è per questo allora non ha neanche visto gli orrori che certa gente scrive in C/C++.
          Non sa
          cosa sono i puntatori, cosa sono lo stack,
          lo heap, non ha mai visto una classe, non sa
          cosa sono i prototipi, non sa cosa vuol dire
          tipizzato, non e` abituato a definire una
          funzione e poi ad utilizzarla, cosa sono le
          funzioni inline e perche` utilizzarle, non
          sa cosa vuol dire utilizzare il codice,
          appoggiarsi veramente a delle librerie, e
          costruirsele, non ha veramente il senso del
          flusso di un programma, e cose di questo
          genere...Mah... io sono un programmatore VB e queste cose le so tutte.Tu stai parlando di coloro che col VB ci giocano, non di quelli che ci lavorano seriamente.
          Inoltre essendo facilissimo da utilizzare un
          sacco di persone che non sanno nemmeno come
          e` fatto un PC si sono messe a scrivere
          programmi in VB, sfornando delle
          mostruosita`, che, certo funzionano, ma se
          le leggi vomiti.Appunto, vedi sopra.
          PS: VB non ha nemmeno una funzione sleep() E con ciò?Toh, scritta in 2 minuti:Public Sub Wait(ByVal mvarMilliseconds As Long) Dim secFreq As Currency, secStart As Currency, secTiming As Currency QueryPerformanceFrequency secFreq QueryPerformanceCounter secStart Do DoEvents QueryPerformanceCounter secTiming secTiming = (secTiming - secStart) / secFreq * 1000 If secTiming
          = mvarMilliseconds Then Exit Do LoopEnd SubCome dicevo, i professionisti non si fermano certo davanti a questi "ostacoli". Quello che manca lo si crea.Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
            - Scritto da: Zeross

            PS: VB non ha nemmeno una funzione
            sleep() Toh, non c'è neanche bisogno di crearsela.Una rapida excursion su MSDN e trovi:Private Declare Sub Sleep Lib "kernel32" (ByVal dwMilliseconds As Long)Volendo c'è pure una versione avanzata:Private Declare Function SleepEx Lib "kernel32" (ByVal dwMilliseconds As Long, ByVal bAlertable As Long) As LongAltre domande?Zeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...

            - Scritto da: Zeross


            PS: VB non ha nemmeno una funzione

            sleep()


            Toh, non c'è neanche bisogno di crearsela.

            Una rapida excursion su MSDN e trovi:

            Private Declare Sub Sleep Lib "kernel32"
            (ByVal dwMilliseconds As Long)

            Volendo c'è pure una versione avanzata:

            Private Declare Function SleepEx Lib
            "kernel32" (ByVal dwMilliseconds As Long,
            ByVal bAlertable As Long) As Long
            Altre domande?
            ZerossAllora non ha capito una mazza...Se cerchi nelle api di windows vedrai che ne trovi anche altre...
          • Anonimo scrive:
            Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...


            Non sa

            cosa sono i puntatori, cosa sono lo stack,

            lo heap, non ha mai visto una classe, non
            sa

            cosa sono i prototipi, non sa cosa vuol
            dire

            tipizzato, non e` abituato a definire una

            funzione e poi ad utilizzarla, cosa sono
            le

            funzioni inline e perche` utilizzarle, non

            sa cosa vuol dire utilizzare il codice,

            appoggiarsi veramente a delle librerie, e

            costruirsele, non ha veramente il senso
            del

            flusso di un programma, e cose di questo

            genere...

            Mah... io sono un programmatore VB e queste
            cose le so tutte.
            Tu stai parlando di coloro che col VB ci
            giocano, non di quelli che ci lavorano
            seriamente.Ok...e hai cominciato a programmare in VB o che altro...Se hai cominciato con il pascal, c o java....allora ti sei risposto da solo...Anch'io uso VB. Ma sono conscio che non e` tipizzato o che altro quando faccio qualcosa...Chi e` nato su VB non lo sa e non lo sapra mai....per il semplice motivo che non lo ha mai provato...

            PS: VB non ha nemmeno una funzione
            sleep()

            E con ciò?
            Toh, scritta in 2 minuti:Non era quello il senso...
        • Anonimo scrive:
          Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
          - Scritto da: morgan
          Il problema e` che chi e` nato e utilizza
          solo VB PER ME NON E` UN PROGRAMMATORE.Vero, verissimo!Il vero programmatore non usa quella merda!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori.
          - Scritto da: morgan
          Il problema e` che chi e` nato e utilizza
          solo VB PER ME NON E` UN PROGRAMMATORE.La frase giusta e` questa: chi e` nato ed ha utilizzato un solo linguaggio di programmazione non e` un programmatore serio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori.
          - Scritto da: morgan
          PS: VB non ha nemmeno una funzione sleep() In compenso c'e' il foreach. ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
          - Scritto da: morgan
          PS: VB non ha nemmeno una funzione sleep() E perchè dovrebbe averla?Usa quella fornita da Windows.Ti piace usare fread, fwrite?Usale. Stanno li a disposizione di VB.Si vede che non hai mai letto un'articolodi Francesco Balena o visitatositi come wwww.vbaccelerator.com.
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
      - Scritto da: Pino Silvestre
      One Runtime to Bind Them All
      -----------------------------
      Un articolo in inglese che
      analizza punto per punto la
      Common Language Runtime

      http://www.javalobby.org/clr.html

      L'articolo e` in inglese, scritto
      per consumati sviluppatori, e lo sconsiglio
      vivamente alle scimmiette che sanno
      solo smanettare con il visual basic

      Pino Silvestre
      pinosilvestre(at)despammed(dot)comvai a lavorare
      • Anonimo scrive:
        Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
        Pino... ma quanto sei superficiale e ignorante.... uno può usare il VB e però saper usare anche altri linguaggi... e poi il VB per certe cose non va bene, ma per altre va molto meglio del C (in termini di velocità di sviluppo, per esempio...)... te lo dice uno che programma in assembler, c, vb e java... e pur conoscendo vari linguaggi, il VB lo uso ancora tantissimo...
    • Anonimo scrive:
      Bertrand Meyer su .NET!
      http://eiffel.com/doc/manuals/technology/bmarticles/sd/dotnet.htmle se siete "consumati sviluppatori" spero sappiate chi sia Meyer altrimenti vi consiglio caldamente di leggere un po' dei suoi lavori.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bertrand Meyer su .NET!

        http://eiffel.com/doc/manuals/technology/bmar


        e se siete "consumati sviluppatori" spero
        sappiate chi sia Meyer altrimenti vi
        consiglio caldamente di leggere un po' dei
        suoi lavori.ne bastano due...Eiffel e BONCiao
        • Anonimo scrive:
          Re: Bertrand Meyer su .NET!
          Gia....io consiglio a tutti "Object Oriented Software Construction" 2nd Edition che è davvero un must, un mattone che non ti stancheresti mai di leggere!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
      In quell'articolo ci sono un po' troppe faziosità della parte di marketing opposto ... (purtroppo si parla di Java Lobby !!!)Io sono piuttosto neutro e posso vederle:1) The popular gotcha'sPiù tipi di linguaggio sono utili perchè all'interno di una VM può essere comodo scrivere qualcosa -per esempio- in Lisp o in Prolog o in Haskell ... (che sono un tantino diversi da un linguaggio procedurale Java-Like)Inoltre, dal punto di vista dell'interoperabilità (come manager IT) posso avere parti di applicazioni scritte da svariate aziende (con quello che sanno usare). Considerando anche che spesso non tutte le procedure hanno bisogno dello stesso livello di qualità (qui si può anche dissentire ... ma in genere è così).2) How "Common" is the CLR?Qui invece c'è proprio un grosso errore (ossia la maggiore propaganda, se si escludono le conclusioni): il corrispondente 1-to-1 dell'MSIL è l'ILASM (NON il C#), altrimenti con tools stile JAD (adattati a .NET) si potrebbe decompilare (al 100%) un qualunque programma scritto per .NET in C# (come si può fare facilmente e correntemente fare sul versante Java -appunto- con JAD) ... Il vantaggio principale di .NET è quello di limitare le possibili decompilazioni in linguaggio di alto livello (insomma, una decompilazione in C# da -che sò- un Haskell non viene bene al 100% ...).Effettivamente, poi, .NET ha degli svantaggi e dei vantaggi rispetto al bytecode di Java ... Cmq, il risultato finale è una minore occupazione di memoria, una maggiore prontezza applicativa (ok, non si può parlare "propriamente" di velocità) e la possibilità di aggiungere condice 'unmanaged'.Per verificare quanto detto fino a qui, scrivetevi un programmino con C# ed uno con Java (lo stesso un po' ritoccato va bene) e fatevi le vostre prove.Confermo invece che .NET ha come grosso svantaggio l'impossibilità da parte dello sviluppatore di implementare all'interno della propria applicazione un proprio class loader (quindi l'app. server è solo M$, non cross platform o basato su una versione di .NET indipendente dall'implementazione M$).3) Some Evidence"Some Evidence" si fa per dire ... è ovvio che passando da bytecode proprietario (o "trademarkaro") a CLR qualcosa si perde ...4) Some Counter-EvidenceCerto che ci sono linguaggi alternativi a Java che girano sulla JVM (ma non è detto che alla prossima release della suddetta continuino a funzionare ...).Certo che posso costruire un interprete di bytecode in un qualunque linguaggio di programmazione (e scrivere le istruzioni ILASM come istruzioni Java ... o viceversa).Il problema semmai è nelle performance ...5) ConclusionCLR, infatti, non è neutra al linguaggio: dipende molto dalle istruzioni ILASM (non C#!).Ma, visti i linguaggi che supporterà, mi sembra completamente senza senso affermare: quel Lisp che somiglia un po' a Java -oppure- le librerie di C# sono proprio uguali a quelle di quel dialetto Haskell ...I linguaggi si somigliano già tutti in questo momento! Ma non bisongna farsi prendere dalla psicosi che in futuro sarà tutto C# (o Java).Concludendo, ECMA-C# ed ECMA-CLR non sarà il massimo della democrazia, ma, almeno, non parliamo di quel "(tm)" che segue sempre la paroletta Java ... quando Sun deciderà di fare l'ANSI-Java e ANSI-Bytecode ?E poi -finalmente- potremo compilare in codice nativo (senza ricorrere ad altri tools) quando non ci servirà essere cross-platform!P.S.: Ho provato a realizzare dei Web Services Java (con tools Sun) e ad utilizzarli da VB.Net (con tools M$) e viceversa e vi posso assicurare che a verderli interoperare perfettamente assieme mi è passata la voglia di convertire questo in quello e viceversa (va tutto perfettamente bene così! ... ed era ora!).
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
      Io ho iniziato a programmare in Basic, sul vecchi Commodore 128, poi ho imparato il pascal, del quale mi sono innamorato, poi il clipper con cui ho fatto qualche applicazione, ed ho inparato il C, e l'assembler, (erano i tempi della scuola ci facevo virusetti per rompere ..... i compagni o i professori), poi ho sviluppato in cobol, ora per l'azienda in cui lavoro sviluppiamo in Visual Basic, un linguaggio che risponde al pieno all'esigenze del nostro software.............. Devo cambiare strumento di sviluppo perchè mi dai di scimmietta ?.............
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
      Il linguaggio che si usa non determina la qualita' di chi lo usa.prendi l'italiano. lo usava dante e lo usi tudante ci ha scritto capolavoritu lo usi per dire cazzatestesso discorso vale per vb e c++
    • Anonimo scrive:
      Re: Qui c'e` un articolo per esperti sviluppatori...
      Se mi fai svelto un riassunto del succo dell'articolo posso replicare... Non ho ne il tempo ne la voglia di leggerlo... Ne ho già letti troppi di articoli di Sun & Company che sparano su .NET... ;o) Secondo te se .NET fosse così schifoso si preoccuperebbero tanto di smerdarlo??!!
Chiudi i commenti