Ecco Raspberry Pi 4, con 4 GB di RAM e output 4K

Annunciata la nuova scheda Raspberry Pi 4: a bordo 4 GB di RAM, due slot HDMI, il supporto al formato 4K e una maggiore potenza di calcolo.

Arriva direttamente dalla Raspberry Pi Foundation l’annuncio di Raspberry Pi 4: la nuova scheda è già disponibile per l’acquisto, anche in Italia, proposta in tre versioni che si differenziano per il quantitativo di RAM a bordo. In ogni caso la potenza di calcolo aumenta fino a tre volte, per supportare operazione più complesse.

Raspberry Pi 4: le specifiche

Partiamo dando un’occhiata alla scheda delle specifiche tecniche: sono presenti un processore Broadcom BCM2711 quad core da 1,50 GHz (ARM Cortex-A72 da 64-bit), chip grafico VideoCore VI con supporto a OpenGL ES 3.x, memoria RAM da 1, 2 o 4 GB (LPDDR4-2400), porta Gigabit Ethernet, modulo WiFi 802.11ac dual band, Bluetooth 5.0, due porte USB 2.0, altrettante USB 3.0, slot microSD per il caricamento di sistema operativo e dati, connettore GPIO (General-Purpose Input/Output) a 40 pin e due uscite video micro-HDMI con risoluzione 4K fino a 60 fps.

Raspberry Pi 4 Model B

Raspberry Pi 4: versioni e prezzo

Come scritto poc’anzi, sono tre le versioni di Raspberry Pi 4, differenziate per il quantitativo di RAM a bordo. Riportiamo di seguito i prezzi per il mercato statunitense.

  • Raspberry Pi 4 (1 GB): 35,00 dollari;
  • Raspberry Pi 4 (2 GB): 45,00 dollari;
  • Raspberry Pi 4 (4 GB): 55,00 dollari.

Per quanto riguarda invece l’Italia, facendo riferimento al sito ufficiale le schede risultano già in vendita sugli store Kubii e Melopero, con i seguenti prezzi.

  • Raspberry Pi 4 (1 GB): 37,95 euro;
  • Raspberry Pi 4 (2 GB): 48,95 euro;
  • Raspberry Pi 4 (4 GB): 58,95 euro.

Una domanda che si potrebbero porre gli utenti meno smaliziati è: a cosa serve? Gli unici limiti sono quelli dettati da fantasia e creatività (oltre che dalle risorse, comunque non confrontabili con quelle di un PC). C’è chi usa una Raspberry Pi come dispositivo per la gestione dei contenuti multimediali, chi la trasforma in una macchina per il retrogaming, chi ancora in uno hub per il controllo della smart home. In Rete si trovano tutorial e progetti di ogni tipo, ognuno dei quali basato sull’impiego di un diverso software da caricare sulla scheda.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Fonte: Raspberry Pi
Chiudi i commenti