Razzo sta per impattare sulla Luna: ecco cosa può succedere

Razzo sta per impattare sulla Luna: ecco cosa può succedere

Tra poco uno stadio di un razzo impatterà sulla Luna: mentre ancora si cerca di capire di chi sia, vediamo quali saranno le conseguenze.
Tra poco uno stadio di un razzo impatterà sulla Luna: mentre ancora si cerca di capire di chi sia, vediamo quali saranno le conseguenze.

Le 13.30 di oggi sono l’orario da segnare sul proprio smartphone per l’impatto che vedrà uno stadio di un razzo colpire il lato oscuro (quello che non vediamo dalla Terra) della Luna. Mentre si cerca di capire ancora se questo componente sia cinese o meno, vediamo come potrebbe andare l’evento.

L’impatto avverrà con tutta probabilità nel cratere Ejnar Hertzsprung, con un diametro di 536 metri: la zona è quella a nord-est, quindi a noi invisibile. L’impatto, una volta avvenuto, dovrebbe creare un cratere non troppo grande: lo stadio infatti sta volando verso la Luna ad una velocità di 9.000 chilometri orari.

Si cerca ancora di capire di chi sia questo razzo in schianto sulla Luna

Le polemiche sono nate ormai da quasi 2 mesi, quando l’astronomo Bill Gray ha visto questo oggetto e ha cercato di capire di chi fosse: se fin da subito si è pensato a Elon Musk, in realtà poco dopo la notizia è stata smentita e allora la colpa è stata gettata sulla Cina e sul razzo che aveva lanciato la sonda Chang’e-5 T1.

luna

Nemmeno la Cina ha confermato, e quindi si rimane ancora in dubbio: ma cosa potrebbe fare effettivamente questo stadio sulla Luna? Quali conseguenze potrebbe portare l’impatto? Tutto dipenderà dall’angolo di impatto: se infatti la velocità non fa preoccupare, ciò che preoccupa è il modo in cui impatterà, e come questo potrebbe andare a creare un cratere grande e problematico.

Il problema più che altro riguarderebbe il futuro: Cina e America stanno preparando allunaggi di vario genere, e vogliono mettere una base stabile sul lato oscuro della Luna. Avere detriti nella zona o una superficie scomoda potrebbe cambiare i piani, e ricordiamo che nel frattempo l’America sta già preparando Artemis I, che vedrà un lancio di prova senza equipaggio per arrivare, in un secondo momento, a rimettere piede sulla Luna.

Fonte: Corriere
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 4 mar 2022
Link copiato negli appunti