Regin, super-malware contro la Cancelleria tedesca

Le autorità hanno avviato le indagini su una possibile infezione informatica ad altissimo profilo: qualcuno, forse la NSA, ha compromesso il laptop di un alto ufficiale spiandone le mosse

Roma – La notizia di un’indagine avviata dall’Ufficio del Procuratore Federale fornisce ulteriori dettagli sul livello delle (tuttora ipotetiche) infiltrazioni dell’intelligence statunitense nei punti chiave delle istituzioni tedesche, uno spionaggio informatico che a quanto pare non si fa scrupoli nel mettere sotto stretto controllo le attività di un paese teoricamente “amico” come la Germania post-Guerra Fredda.

Stando a quanto rivelano i quotidiani tedeschi, i magistrati sono intervenuti dopo la scoperta del malware Regin sul portatile del responsabile della Cancelleria Federale: Regin è noto da tempo per essere un vero e proprio “super-malware”, una cyber-arma estremamente sofisticata, pericolosa e capace di fare praticamente qualsiasi cosa con i dati e le periferiche (telecamere e microfono inclusi) presenti sul PC infetto.

Il codice di Regin è imparentato con altre cyber-armi come Stuxnet, Flame e Duqu, ed è stato seguendo le sue tracce che gli analisti di Kaspersky hanno svelato al mondo l’ esistenza di Equation Group , un team di hacker dalle capacità senza precedenti direttamente connesso all’intelligence americana (NSA).

La nuova infezione di Regin – che va ad aggiungersi alle altre 100 o poco più scoperte da Kaspersky – sarebbe insomma la riprova del fatto che il governo americano spiava le autorità tedesche senza alcun pudore, anche se al momento i magistrati federali non si sbottonano visto che l’indagine è appena agli inizi.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sylvaticus scrive:
    Solo roaming o anche chiamate intern ?
    Lasciando da parte l'importante aspetto della net neutrality, relativamente alla parte di eliminazione delle tariffe roaming, non riesco a trovare da nessuna parte se la nuova normativa "forza" solo le tariffe roaming ad essere equiparate a quelle nazionali (la chiamata che faccio dalla Francia con il mio cellulare italiano costa quanto fossi in Italia) o anche l'inverso, cioè forza le chiamate internazionali a costare quanto quelle nazionali (chiamare Parigi o Milano da Roma costa lo stesso).
  • Pierob scrive:
    Chiediamo conto ad ogni rappresentante
    Chiediamo conto ad ogni rappresentante europeo come si è comportato. Nel caso non verrà più votato
    • barcollo scrive:
      Re: Chiediamo conto ad ogni rappresentante
      Hai sbagliato paese, Noi lottiamo contro le Istituzioni non le usiamo.Questo nel tempo ha portato le Istituzioni a usare Noi e siamo persino contenti, così ci sembra di aver avuto ragione. ;)
      • Pierob scrive:
        Re: Chiediamo conto ad ogni rappresentante
        Non mi pare che ci sia tutta questa lotta. E dove c'è, (dove? non mi pare che incida.Più che altro mi sembra che siamo un popolo di addormentati a cui tutto va bene
        • barcollo scrive:
          Re: Chiediamo conto ad ogni rappresentante
          Non intendevo lotta in quel senso.Ho in effetti usato un termine in maniera impropria.Ma "lottare" contro le Istituzioni non pagare e cercare di evadere le tasse, non denunciare abusi e disservizi, non concedere fiducia a prescindere, insomma ad un atteggiamento ostile verso le Istituzioni, e come ti dicevo con il tempo hanno imparato loro ad usare noi :)Poi certo ognuno la pensa come vuole, comprendo anche io che in fondo è un periodo dove vige un forte senso di impotenza
    • Marco scrive:
      Re: Chiediamo conto ad ogni rappresentante
      Il mondo e' XXXXXXX.
  • Basilisco di Roko scrive:
    Non si può garantire per legge
    Anche se avessero stabilito che la Net Neutrality doveva essere garantita, restavano mille scappatoie: ad esempio, un fornitore di telefonia mobile potrebbe decidere di fornire a tutti i siti la stessa velocità, ma di conteggiare nel traffico dati solo alcuni: ad esempio, potrebbe mettere i propri siti di streaming di cinema ed eventi sportivi a pagamento, ma non conteggiati nel traffico dati: l'utente che volesse usare altri servizi (magari gratuiti, o a prezzi inferiori) consumerebbe subito il traffico dati, e si troverebbe a dover scegliere se pagare per un abbonamento con più traffico, o usare il servizio a pagamento del proprio gestore (che comunque costerebbe meno di un piano dati diverso).E, dal momento che lo streaming fornito dal gestore telefonico non sarebbe considerato internet (perché non passa attraverso la rete, ma è fornito direttamente dal provider) non rientrerebbe nelle norme sulla Net Neutrality.
    • Izio01 scrive:
      Re: Non si può garantire per legge
      - Scritto da: Basilisco di Roko
      Anche se avessero stabilito che la Net Neutrality
      doveva essere garantita, restavano mille
      scappatoie: ad esempio, un fornitore di telefonia
      mobile potrebbe decidere di fornire a tutti i
      siti la stessa velocità, ma di conteggiare nel
      traffico dati solo alcuni: ad esempio, potrebbe
      mettere i propri siti di streaming di cinema ed
      eventi sportivi a pagamento, ma non conteggiati
      nel traffico dati: l'utente che volesse usare
      altri servizi (magari gratuiti, o a prezzi
      inferiori) consumerebbe subito il traffico dati,
      e si troverebbe a dover scegliere se pagare per
      un abbonamento con più traffico, o usare il
      servizio a pagamento del proprio gestore (che
      comunque costerebbe meno di un piano dati
      diverso).

      E, dal momento che lo streaming fornito dal
      gestore telefonico non sarebbe considerato
      internet (perché non passa attraverso la rete, ma
      è fornito direttamente dal provider) non
      rientrerebbe nelle norme sulla Net
      Neutrality.Dici cose sensate, ma con un po' di raffinamenti successivi di una buona legge si potrebbero cassare man mano i vari stratagemmi, o quanto meno renderli meno appetibili.Se invece la legge parte malissimo, come in questo caso, non c'è proprio la minima speranza. Ancora una volta la UE tutela una sparuta minoranza dotata di grande potere economico, a danno della collettività.
      • Basilisco di Roko scrive:
        Re: Non si può garantire per legge

        Dici cose sensate, ma con un po' di raffinamenti
        successivi di una buona legge si potrebbero
        cassare man mano i vari stratagemmi, o quanto
        meno renderli meno
        appetibili.E man mano che la legge viene raffinata, verrebbero messi a punto nuovi stratagemmi in grado di aggirare tale legge. E quando finalmente, dopo decenni, la legge fosse pronta, riguarderebbe tecnologie ormai obsolete.Pensa a tutte le modifiche che sono state fatte alle leggi sulle trasmissioni televisive: sono state aggirate prima con la tv via satellite, poi con il digitale terrestre, con il risultato che si sono spesi un mucchio di soldi per fare leggi sempre più complicate... ed ormai inutili, visto che tanto la trasmissione televisiva via etere non interessa più.
    • Marco scrive:
      Re: Non si può garantire per legge
      - Scritto da: Basilisco di Roko
      Anche se avessero stabilito che la Net Neutrality
      doveva essere garantita, restavano mille
      scappatoie: ad esempio, un fornitore di telefonia
      mobile potrebbe decidere di fornire a tutti i
      siti la stessa velocità, ma di conteggiare nel
      traffico dati solo alcuni: ad esempio, potrebbe
      mettere i propri siti di streaming di cinema ed
      eventi sportivi a pagamento, ma non conteggiati
      nel traffico dati: l'utente che volesse usare
      altri servizi (magari gratuiti, o a prezzi
      inferiori) consumerebbe subito il traffico dati,
      e si troverebbe a dover scegliere se pagare per
      un abbonamento con più traffico, o usare il
      servizio a pagamento del proprio gestore (che
      comunque costerebbe meno di un piano dati
      diverso).

      E, dal momento che lo streaming fornito dal
      gestore telefonico non sarebbe considerato
      internet (perché non passa attraverso la rete, ma
      è fornito direttamente dal provider) non
      rientrerebbe nelle norme sulla Net
      Neutrality.In questo caso l'ISP e' anche content provider. Se me lo comunichi alla sottoscrizione del servizio , poi io decido.Oppure piu' semplicemente , se sei un ISP non puoi essere un CP.
      • Basilisco di Roko scrive:
        Re: Non si può garantire per legge

        In questo caso l'ISP e' anche content provider.
        Se me lo comunichi alla sottoscrizione del
        servizio , poi io
        decido.

        Oppure piu' semplicemente , se sei un ISP non
        puoi essere un
        CP.Nessun ISP fa solo l'ISP: ti forniscono anche la linea telefonica e molti altri servizi, la tv via cavo sarebbe semplicemente un servizio in più.
        • Marco scrive:
          Re: Non si può garantire per legge
          - Scritto da: Basilisco di Roko

          In questo caso l'ISP e' anche content
          provider.

          Se me lo comunichi alla sottoscrizione del

          servizio , poi io

          decido.



          Oppure piu' semplicemente , se sei un ISP
          non

          puoi essere un

          CP.

          Nessun ISP fa solo l'ISP: ti forniscono anche la
          linea telefonica e molti altri servizi, la tv via
          cavo sarebbe semplicemente un servizio in
          più.Non proprio , comunque se mi comunichi le varie restrizioni PRIMA di sottoscrivere il servizio , io poi posso decidere.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Non si può garantire per legge

            Non proprio , comunque se mi comunichi le varie
            restrizioni PRIMA di sottoscrivere il servizio ,
            io poi posso
            decidere.Te le comunicano senza problemi: la restrizione è che tu hai un gigabyte di traffico a disposizione, poi la linea ti diventa lentissima (gran parte dei contratti base per internet mobile sono così). Se tu accetti, dopo ti propongono di usare il loro servizio di streaming a pagamento, il cui traffico NON rientra nel gigabyte che hai a disposizione (possono farlo, perché non ti stanno modificando le condizioni del contratto; è un servizio a parte)
          • sgabbione scrive:
            Re: Non si può garantire per legge
            Una risposta del menga.
          • Basilisco di Roko scrive:
            Re: Non si può garantire per legge
            Questo è il massimo dei tuoi argomenti?
  • Marco scrive:
    Che truffa !!!
    E' esattamente il contrario , la net neutrality e' morta.
  • xcaso scrive:
    Movimentipici.
    Tra fornitori di connettività e fornitori di contenuti, la giusta questione verte sul tipo di costi.Come le autostrade, reali o cablate o immaginarie, per dirla corta:https://www.youtube.com/watch?v=KlKy9JtTYxQ#t=152
  • Esprit scrive:
    Se è targata UE
    è sicuramente cosa cattiva.
Chiudi i commenti