Revival/ Corel si lancia contro MS Office

Con il suo nuovo WordPerfect Office 11, l'azienda canadese tenterà di erodere quote di mercato a MS Office attraverso licenze più flessibili e un prodotto più ricco di funzionalità. Con supporto a XML e PDF


Ottawa (Canada) – Corel WordPerfect Office è la più diffusa alternativa al leader di mercato delle suite per ufficio (MS Office ne controlla il 90 per cento) e nonostante questo sono anni che vive all’ombra della più diffusa suite Microsoft.

Desta quindi interesse e una qualche dose di curiosità l’annuncio con cui Corel ha deciso di rinnovare la sfida all’ingombrante concorrente. Sul piatto pone una suite per l’ufficio rinnovata, un WordPerfect Office 11 con cui spera di conquistare utenti aziendali e consumer.

Per riuscire nel proprio intento, Corel sostiene di aver lavorato su tre punti fondamentali: efficienza, compatibilità e flessibilità delle licenze.

“Gli utenti di WordPerfect – ha dichiarato Graham Brown, executive vice president of software development di Corel – amano l’accesso veloce e intuitivo alle funzionalità che danno loro il pieno controllo sui loro documenti. Con WordPerfect Office 11 stiamo offrendo un prodotto altamente funzionale sia agli utenti di WordPerfect Office di più vecchia data sia a quel crescente numero di utenti che sono in cerca di un’alternativa ai costi e ai rigidi termini delle licenze di Microsoft”.

Per quanto riguarda le licenze, Corel offre ai propri utenti la possibilità di installare il software su più macchine, come ad esempio un notebook e un PC desktop. Accanto a questo, l’azienda ha cercato di semplificare e rendere ancora più flessibile il proprio programma di licensing fornendo ai clienti una più vasta gamma di opzioni per il supporto tecnico, i servizi professionali e i corsi di formazione.

Sempre in nome della flessibilità, questa volta funzionale, Corel ha incluso nella sua nuova suite la possibilità di personalizzare anche molto in profondità l’interfaccia utente: attraverso la funzione Classic Mode è ad esempio possibile dare a WordPerfect Office 11 lo stesso look (con tanto di schermo blu) e le stesse scorciatoie da tastiera di WordPerfect 5.1.

Fra le novità più in vista di WordPerfect Office 11 c’è poi il supporto avanzato a XML, lo stesso standard alla base dell’imminente Office 2003 di Microsoft. Corel ha spiegato che i nuovi formati dei file basati su XML permettono una più ampia interoperabilità con le applicazioni back-end e la possibilità di visualizzarne il contenuto su una vasta gamma di dispositivi. Oltre a quelli basati su XML, la nuova suite supporta un gran numero di formati di terze parti, fra cui quelli di MS Office e il PDF di Adobe.

WordPerfect Office 11 è maggiormente integrato con Microsoft Outlook e include un nuovo modulo, chiamato ZIM SMS Office, che attraverso il database Quattro Pro consente agli utenti aziendali di aggiornare i propri fogli di calcolo da remoto attraverso un cellulare.

La versione Standard di WordPerfect Office 11 ha un prezzo di 299$ (149$ l’aggiornamento) e integra, come tradizione, le versioni aggiornate di WordPerfect (il word processor), Quattro Pro (il foglio di calcolo) e Presentations (il programma per creare presentazioni). La versione Professional della suite, il cui prezzo varia in base al tipo di licenza, includerà anche il database Paradox. Quest’ultima edizione verrà offerta in un pacchetto da 99$ dedicato a insegnanti e studenti.

WordPerfect 11 gira unicamente su piattaforma Windows, tuttavia Corel ha fatto sapere di stare valutando, per il futuro, l’eventuale porting del prodotto verso altri sistemi operativi, fra cui Linux (ritorno al passato?).

Alcuni analisti sostengono che gli sforzi di Corel per rendere le licenze della propria suite più flessibili e competitive potrebbero non essere sufficienti per erodere significative quote di mercato a Microsoft. La suite canadese deve fra l’altro guardarsi le spalle da più giovani ed economici concorrenti, come StarOffice e OpenOffice, che sebbene manchino ancora della maturità e della solidità dello storico prodotto di Corel, hanno dalla loro parte prezzi assai più competitivi (OpenOffice, come noto, è addirittura gratuito) e una dinamica comunità di sviluppatori open source.

Verso l’inizio dell’autunno è atteso il rilascio di StarOffice 6.1, una release che dovrebbe arrivare sul mercato all’inizio dell’autunno e portare con sé alcune nuove funzionalità indirizzate alle grandi aziende e agli utenti disabili, fra cui il supporto al formato PDF. StarOffice 6.1 sarà fondato sulla stessa base di codice di OpenOffice 1.1 , il cui rilascio è invece previsto per questa estate.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Novell per me può sparire
    Ho usato per un bel po' di tempo Novell con la LAN della mia azienda, ed era una cosa tragica. Ad ogni blocco del server centrale si fermava tutto, da internet, alle stampanti, alla posta.Una volta si è riempito il disco del server, e non c'è stata altra soluzione che quella di formattare tutto con enorme perdita di dati.Gestione utenti complicata e schifosa, licenze dai prezzi esorbitanti, client di posta (GroupWise che fa pena), difficoltà incredibile per installare le stampanti......E quando puoi fare tutto questo con Linux (a costo 0).Bye bye Novell
    • Anonimo scrive:
      Re: Novell per me può sparire

      licenze dai prezzi esorbitanti, client diNella mia azienda fu deciso d passare a Windows Nt (avevamo 12 server Novell 3.12) perche' il passaggio alla versione 4 di Netware costava praticamente il doppio rispetto alla competitive upgrade di Microsoft.La cosa su cui a mio avviso dobbiamo riflettere e' come mai queste ex-sanguisughe abbracciano Linux che non costa nulla?Quello che mi dispiace e' Linux ne esce sconfitto perche' accerchiato dai perdenti dell'informatica e non ci fa una buona figura.
    • Anonimo scrive:
      Re: Novell per me può sparire
      Mah, ho server Novell da molti clienti e non ho mai avuto di sti problemi, forse era colpa di una installazione venuta male... alcuni server sono accesi da anni, nessun blocco, e l'amministrazione (in NDS) non mi pare così tragica, non è che avevate un'amministratore di rete non proprio preparato?
      • Anonimo scrive:
        Re: Novell per me può sparire
        P.S. ma chi è quel pirla di amministratore che lascia rempire il disco del server senza accorgersene?
      • Anonimo scrive:
        Re: Novell per me può sparire
        vedo che non hai capito......non e' che avevano un incapace come amministratore di rete, e' solo che un'impiegato, che fino al giorno prima imbrattava carte, ha fatto finta di poter fare l'amministratore di rete....che e' una cosa un po' diversa....
    • Anonimo scrive:
      Re: Novell per me può sparire
      beh, ho come l'impressione che avrai gli stessi problemi visto che non hai idea di come si gestisca una rete :come fai a usare linux a costo zero? fai i cluster con l'aria? non ti servono manuali perche' leggi tutto si internet? Dei 40 e passa server che ho da 10 anni in gestione, non ne ho visto uno fermarsi per problemi di hardware, ma stranamente mi e' costato non solo cio' che tu hai citato: MI e' COSTATO anche IL TEMPO per la FORMAZIONE, PER i TEST, per i LIBRI, nonche' IL mio IQ, che non e' BASSO come IL tuo......
  • Anonimo scrive:
    Erano in Novell gia' da tempo
    Perl,Php, Apache,Tomcat,JVM java etc. etc. etc.(cosi' come l'uso di Linux, per le utility legale all'immagini dei pc)mancava solo MySql, e che Novell dicesse apertamente quanto andava verso Linux e Open.....
  • Anonimo scrive:
    Darwin
    GNU World Domination.Inarrestabile.
  • Anonimo scrive:
    quando uno e con l'acqua alla gola
    anche un linuzbidone va bene per rimanere a galla, e la moda della openfilosofia: i nostri server sono predisposti per linurz, ma intanto ti vendiamo il nostro SO, oppure i nostri sw sono open (open in senso di bucati).tanto l' 8 maggio arriva win .net 2003 e per i fedain linari sarà la fine.
    • Anonimo scrive:
      Re: quando uno e con l'acqua alla gola
      ????????????
    • Anonimo scrive:
      Re: quando uno e con l'acqua alla gola
      Sei tutto emozionato e aspetti i secondi che mancano all'uscita di questo rivoluzionario prodotto?pensa, magari per un ciclo di clock Bill potrebbe anche aver pensato a te.Inginocchiati davanti a lui, adoralo, pensalo intensamente.Bill sa cosa ti serve, sa cosa vuoi e cosa non vuoi, Bill deciderà cosa c'è nel tuo futuro.E tu dirai di si.
    • Anonimo scrive:
      Re: quando uno e con l'acqua alla gola
      ahahahahhaha veramente ridicolochiedi al tuo capo in M$ come mai e' preoccupato allora.....
    • Anonimo scrive:
      Re: quando uno e con l'acqua alla gola
      Ti ringraziamo per la tua opinione.Ah, salutaci tutti in Microsoft Italia
      • Anonimo scrive:
        Re: quando uno e con l'acqua alla gola
        impara a coniugare i verbi, e a non usare i congiuntivi...
        • Anonimo scrive:
          Re: quando uno e con l'acqua alla gola
          - Scritto da: Anonimo
          impara a coniugare i verbi, e a non usare i
          congiuntivi...Perche' cos'ha detto di sbagliato?
        • Anonimo scrive:
          Re: quando uno e con l'acqua alla gola
          Mi sa che stai usando il correttore ortografico di Word.Usa il tuo cervello, forse funziona meglio.
  • Anonimo scrive:
    saltare sul carro dei vincitori
    ormai e' troppo tardi... di gente come voi e Sco ne abbiamo le palle piene... la gente sa' distinguere tra paccari come voi ed altri che hanno intenzioni serie (tra le aziende IBM).
    • Anonimo scrive:
      Re: saltare sul carro dei vincitori
      - Scritto da: Anonimo

      ormai e' troppo tardi... di gente come voi e
      Sco ne abbiamo le palle piene... la gente
      sa' distinguere tra paccari come voi ed
      altri che hanno intenzioni serie (tra le
      aziende IBM).Nulla da ridire nel merito, però "sa distinguere" senza l'accento sulla "a", per favore! ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: saltare sul carro dei vincitori
      Chi ha scritto l'articolo non sa' niente dei prodotti novell, ma ha solo letto l'ultimo annuncio stampa:peccato bimbo che Apache, Perl, Tomcat, Php e quant'altro sono gia' in Novell da anni, che la stessa JVM java J2EE sia' gia in uso da anni, cosi' come il jit di Symantech, e l'uso dello stesso Linux all'interno delle procedure di ZEN per la copia/gestione di immagini dei pc. L'unica cosa che e' in prova sulla 6.0 e' MySql.Quindi direi che l'espressione saltare sul carro dei vincitori, sta' solo ad indicare che non sai niente, come chi ha riportato il lancio di agenzia stampa
    • nop scrive:
      Re: saltare sul carro dei vincitori
      - Scritto da: Anonimo

      ormai e' troppo tardi... di gente come voi e
      Sco ne abbiamo le palle piene... la gente
      sa' distinguere tra paccari come voi ed
      altri che hanno intenzioni serie (tra le
      aziende IBM).Infatti IBM ha deciso di rialsciare sotto open source i suoi prodotti migliori DB2,WebSphere,Domino ecc ecc :-))State attenti ad IBM...
    • Anonimo scrive:
      Re: ahahahhahahha il carro dei vincito
      ri, peccato che il carro e senza ruote, quindi dove vuoi andare.- Scritto da: Anonimo

      ormai e' troppo tardi... di gente come voi e
      Sco ne abbiamo le palle piene... la gente
      sa' distinguere tra paccari come voi ed
      altri che hanno intenzioni serie (tra le
      aziende IBM).ahahahah IBM vi foraggia solo per un motivo dare fastidio alla MS e distrarla dal mondo Server (vista la mazzata avuta con os2 in ambito desktop).
      • Anonimo scrive:
        Re: ahahahhahahha il carro dei vincito
        - Scritto da: Anonimo
        ri, peccato che il carro e senza ruote,
        quindi dove vuoi andare.


        - Scritto da: Anonimo



        ormai e' troppo tardi... di gente come
        voi e

        Sco ne abbiamo le palle piene... la gente

        sa' distinguere tra paccari come voi ed

        altri che hanno intenzioni serie (tra le

        aziende IBM).


        ahahahah IBM vi foraggia solo per un motivo
        dare fastidio alla MS e distrarla dal mondo
        Server (vista la mazzata avuta con os2 in
        ambito desktop).io lavoro con Linux e FreeBSD, ma non sono pagato affatto da IBMHai molto da imparare sul mondo Open Source, tu
        • Anonimo scrive:
          Re: ahahahhahahha il carro dei vincito
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          ri, peccato che il carro e senza ruote,

          quindi dove vuoi andare.





          - Scritto da: Anonimo





          ormai e' troppo tardi... di gente come

          voi e


          Sco ne abbiamo le palle piene... la
          gente


          sa' distinguere tra paccari come voi ed


          altri che hanno intenzioni serie (tra
          le


          aziende IBM).





          ahahahah IBM vi foraggia solo per un
          motivo

          dare fastidio alla MS e distrarla dal
          mondo

          Server (vista la mazzata avuta con os2 in

          ambito desktop).

          io lavoro con Linux e FreeBSD, ma non sono
          pagato affatto da IBM
          Sei sicuro? Forse non sei un dipendente IBM, ma indirettamente benefici anche tu degli investimenti che IBM stanzia a favore di Linux e del mondo Open Source.Attenzione, non dico che questo sia negativo, penso solo che sia onesto riconoscere che tutta questa attenzione per il mondo Open Source, e' dovuta anche a tutte quelle grosse societa', il cui scopo e' solo quello di contrastare MS, e non certo quello di abbracciare una filosofia...
          Hai molto da imparare sul mondo Open Source,
          tu
          Lui, forse ( non sono la stessa persona ), io qualcosina credo di sapere... :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: ahahahhahahha il carro dei vincito
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            ri, peccato che il carro e senza ruote,


            quindi dove vuoi andare.








            - Scritto da: Anonimo







            ormai e' troppo tardi... di gente
            come


            voi e



            Sco ne abbiamo le palle piene... la

            gente



            sa' distinguere tra paccari come
            voi ed



            altri che hanno intenzioni serie
            (tra

            le



            aziende IBM).








            ahahahah IBM vi foraggia solo per un

            motivo


            dare fastidio alla MS e distrarla dal

            mondo


            Server (vista la mazzata avuta con os2
            in


            ambito desktop).



            io lavoro con Linux e FreeBSD, ma non
            sono

            pagato affatto da IBM


            Sei sicuro?
            Forse non sei un dipendente IBM,
            ma indirettamente benefici anche tu degli
            investimenti che IBM stanzia a favore di
            Linux e del mondo Open Source.come anche IBM beneficia degli investimenti fatti da altre società d cui potrei essere un partecipante.Nel mondo dell'Open Source IBM è arrivata tardi, (Linux nasce nel 1990; IBM ci si è dedicata quasi dieci anni dopo) trovando lavoro già avviato di cui ha già beneficiato.Questo è il bello dell'open Source: tutti quelli che ci stanno dentro ne beneficiano, per cui è giocoforza aiutare l'intera baracca: quel che beneficia gli altri arricchisce anche sé stessi.IBM ha solo capito come funziona e sta foraggiando i settori che ritiene opportuni ai suoi interessi per accelerarne la crescita
            Attenzione, non dico che questo sia
            negativo, penso solo che sia onesto
            riconoscere che tutta questa attenzione per
            il mondo Open Source, e' dovuta anche a
            tutte quelle grosse societa', il cui scopo
            e' solo quello di contrastare MS, e non
            certo quello di abbracciare una filosofia...per contro va notato che su questo carro IBM c'è montata tardi e molta "vegetazione" era già cresciuta libera.Su IBM esiste un'ampia letteratura che dimostra quanto poco gli interessi di filosofia.Ma che i suoi interessi siano gli stessi di chi vuole affermare principi di libertà è un fatto. Questo è già avvenuto nella storia:Esempio: La guerra di Indipendenza Americana ha visto i francesi aiutare la nascente federazione americana. I francesi sono sempre stati nemici giurati dell?inghilterra per motivi economici. Chi ti aiuta non lo fa per i tuoi stessi principi, ma il suo aiuto è comunque valido perché porta al risultato voluto.
    • Anonimo scrive:
      Re: saltare sul carro dei vincitori
      Il carro dei vincitori? Io lo chiamerei il carro degli sfigati col fatturato in picchiata. E comunque pensa alla tua cara IBM? Open office? NOOOooooo WebSphere e moduli closed...- Scritto da: Anonimo

      ormai e' troppo tardi... di gente come voi e
      Sco ne abbiamo le palle piene... la gente
      sa' distinguere tra paccari come voi ed
      altri che hanno intenzioni serie (tra le
      aziende IBM).
  • Anonimo scrive:
    Ma quale integrazione
    Usate dei protocolli civili e vedete che si integra senza fare tanti frizzi e lazzi.
Chiudi i commenti