Ritorno sulla Luna: Russia e Cina contro Stati Uniti

Ritorno sulla Luna: Russia e Cina contro Stati Uniti

Russia e Cina hanno firmato un accordo che prevede la costruzione di una International Lunar Science Station, in risposta al Lunar Gateway della NASA.
Russia e Cina hanno firmato un accordo che prevede la costruzione di una International Lunar Science Station, in risposta al Lunar Gateway della NASA.

La corsa allo spazio degli anni ’60 e ’70 verrà riproposta nei prossimi anni per la realizzazione di una base permanente sulla Luna. Questo è l’obiettivo ultimo del programma Artemis e dell’accordo firmato tra le agenzie spaziali russa e cinese. Il primo passo prevede la costruzione di una stazione spaziale lunare, come risposta al Gateway della NASA.

Ritorno sulla Luna: inizia la sfida

Il comunicato pubblicato sul sito dell’agenzia spaziale russa Roscosmos non fornisce molti dettagli, ma conferma solo la firma di un protocollo d’intesa con l’agenzia spaziale cinese CNSA, in base al quale è previsto il progetto, la costruzione e il lancio di una International Lunar Science Station che orbiterà intorno alla Luna.

La stazione spaziale verrà utilizzata per eseguire esperimenti scientifici e ospitare gli astronauti che toccheranno la superficie lunare nei prossimi anni. La partecipazione è aperta ad altre nazioni, ma è chiara l’intenzione di sfidare il mondo occidentale. La Cina aveva già svelato le sue ambizioni in merito all’esplorazione della Luna. A partire dal 2030 verrà realizzata una International Lunar Research Station in prossimità del Polo Sud (dove dovrebbero esserci grandi riserve di acqua ghiacciata), mentre i primi esseri umani arriveranno tra il 2036 e il 2045.

La Russia partecipa attualmente alla gestione della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), ma non ha firmato gli accordi bilaterali per Artemis, in quanto considera il programma troppo “USA-centrico”. La NASA aveva chiesto all’agenzia spaziale russa di collaborare alla costruzione del Lunar Gateway, in particolare del modulo Airlock per l’equipaggio. Dopo aver esaminato la documentazione, il compito è stato considerato impraticabile. A quel punto, la Russia ha deciso di fare coppia con la Cina.

Fonte: ArsTechnica
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

10 03 2021
Link copiato negli appunti