Russia: approvato il lancio della Soyuz verso la ISS

Russia: approvato il lancio della Soyuz verso la ISS

Anche se la situazione geopolitica non è delle più rosee, la Russia ha confermato il lancio previsto per marzo di Soyuz verso la ISS.
Anche se la situazione geopolitica non è delle più rosee, la Russia ha confermato il lancio previsto per marzo di Soyuz verso la ISS.

La situazione europea non è delle più rosee, e sicuramente i vari rapporti tra nazioni, specialmente tra Russia e NATO, si stanno incrinando. Nonostante tutto, l’agenzia spaziale russa Roscosmos ha annunciato via Twitter di lanciare la navetta Soyuz MS-21 il 18 marzo: questa porterà gli astronauti russi della Expedition 67 a bordo della ISS, la Stazione Spaziale Internazionale.

Il rientro è programmato per il 30 marzo invece, con i membri della Expedition 66, tra i quali figura anche un astronauta americano. Tutto sta a vedere cosa succederà adesso, e se la situazione legata all’invasione da parte della Russia dell’Ucraina andrà ad inficiare su questa pianificazione.

La Soyuz MS-21 porterà gli astronauti russi sulla Stazione Spaziale Internazionale

Sul sito della Roscosmos, l’agenzia spaziale russa, è comparsa una nota che spiega tutti i dettagli legati al viaggio, ai piani precedenti e alle varie valutazioni che dovranno essere fatte:

Il 14 marzo è previsto un meeting della Commissione di Stato per valutare la preparazione del lanciatore e della navetta Soyuz MS-21 che dovranno essere portati sulla rampa di lancio del Sito 31 del cosmodromo di Baikonur. Il 17 marzo, una riunione della Commissione di Stato dovrà approvare l’equipaggio principale e quello di riserva della ISS-67, mentre il 18 marzo una riunione della Commissione di Stato valuterà la preparazione del razzo per il caricamento del combustibile e il lancio.

L’equipaggio principale della ISS-67 include i cosmonauti di Roscomos Oleg Artemyev, Denis Matveev e Sergey Korsakov, mentre le riserve sono Sergey Prokopyev, Dmitry Petelin e Anna Kikina. La Commissione di Stato ha inoltre accettato la proposta della gestione tecnica di completare il volo della Soyuz MS-19 il 30 marzo 2022 con l’equipaggio della ISS-66: gli astronauti russi Anton Shkaplerov e Pyotr Dubrov e l’astronauta della NASA Mark Vande Hei.

Ora non ci resta che attendere e verificare se, effettivamente, la missione verrà espletata (vista e considerata la presenza di astronauti russi sulla ISS che devono far rientro).

Fonte: Roscosmos
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 25 feb 2022
Link copiato negli appunti