Russiagate, Trump Jr. inguaia Mr. President

Il primogenito di Trump rilascia le email scambiate con un avvocato russo definendole "sciocchezze". Chi indaga sulle collusioni fra il presidente repubblicano e Mosca potrebbe forse pensarla diversamente

roma – Nel susseguirsi di congetture, accuse e controaccuse che hanno finora caratterizzato il Russiagate , un punto fermo viene messo in queste ore da Donald Trump Jr. , primogenito del nuovo inquilino della Casa Bianca che ha scelto di pubblicare lo scambio di comunicazioni avuto con un avvocato russo via posta elettronica. Informazioni che potrebbero potenzialmente – e forse definitivamente – mettere a rischio il futuro della presidenza Trump .


Le email del figlio di primo letto di Mr. President rivelano come l’uomo avesse acconsentito a incontrare Natalia Veselnitskaya, avvocato russo che sembrava poter vantare connessioni dirette con il Cremlino e che avrebbe potuto fornire informazioni compromettenti contro la candidata democratica alla presidenza (Hillary Clinton).

L’incontro alla Trump Tower fra Trump Jr. e Veselnitskaya era stato organizzato tramite il pubblicista Rob Goldstone, e dalle email non emerge la prova concreta del fatto che alla fine il meeting ci sia stato o meno . Quello che traspare dalle comunicazioni, in ogni caso, è l’ interesse dichiarato di Trump Jr. per l’eventuale “fango” contro Clinton da spendere con successo nella campagna elettorale.

La pubblicazione delle email da parte del figlio di Trump arriva come risposta diretta alle indiscrezioni pubblicate dalla stampa USA nei giorni scorsi, dove appunto si faceva riferimento alle comunicazioni e veniva preannunciata la loro distribuzione pubblica. Nelle intenzioni di Trump Jr. si sarebbe dovuto trattare di una prova di trasparenza, per informazioni che comunque sarebbero nient’altro che ” inutili sciocchezze “.

Ma Trump Jr., così come il resto della famiglia Trump, è un elemento fondamentale del circolo interno del nuovo presidente, ed è ovvio pensare che gli investigatori al lavoro sul Russiagate analizzeranno molto attentamente quelle email piuttosto che liquidarle come semplici “sciocchezze.”

Le connessioni fra Trump e la Russia nella contesa elettorale contro Clinton si fanno a questo punto sempre più concrete, e “The Donald” non potrà adesso sperare di cavarsela con una delle sue battute su Twitter o controaccusando i suoi nemici esterni fuori e dentro l’amministrazione di Washington.

A dimostrazione della delicatezza del momento, infatti, il canale Twitter di Trump non è al momento impegnato nel solito fuoco di fila contro il mondo brutto e cattivo e i “traditori” che ce l’hanno con il presidente: The Donald si è limitato a difendere brevemente il figlio , persona “di alta qualità” (sic.) che si è comportato in modo “trasparente” pubblicando le email.

Alfonso Maruccia

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nuvoloso scrive:
    non capisco
    perchè mai implementare un panic button su android ? in fin dei conti android è linux.... (newbie)perchè dovrebbero proteggersi dai ransomware e dai malware ? android è linux.... (newbie)come è possibile fare danni ad un sistema android senza privilegi di root e permessi in scrittura ? android è linux.... (newbie)posso capire quel colabrodo di windows.... ma... android.... :s ...che poi sarebbe linux.... (newbie)
    • Mao99 scrive:
      Re: non capisco
      - Scritto da: nuvoloso
      perchè mai implementare un panic button su
      android ? in fin dei conti android è linux....
      (newbie)
      perchè dovrebbero proteggersi dai ransomware e
      dai malware ? android è linux....
      (newbie)
      come è possibile fare danni ad un sistema android
      senza privilegi di root e permessi in scrittura ?
      android è linux....
      (newbie)
      posso capire quel colabrodo di windows.... ma...
      android.... :s ...che poi sarebbe linux....
      (newbie)Che io sappia l'unico PC sicuro è quello spento e che ogni SO è violabile.Per quanto riguarda Android che è veramente diffuso è ovviamente preso maggiormente di mira.Basta leggere in giro di come basta scaricare app sbagliata senza leggere i privilegi (quasi tutti fan così) per fregarsi per certi casi, ma soprattutto di tutte queste vulnerabilità aggiornate in ritardo (solo per i nuovi modelli) e mai aggiornate nei cellulari oltre i 2 anni di età!! (su questo purtroppo la mela è migliore, aggiorna sempre tutti) che permettono infezioni ed acXXXXX Root anche senza darglielo...
      • Digital Coach Italia scrive:
        Re: non capisco
        - Scritto da: Mao99
        - Scritto da: nuvoloso
        ma soprattutto di tutte queste vulnerabilità
        aggiornate in ritardo (solo per i nuovi modelli)
        e mai aggiornate nei cellulari oltre i 2 anni di
        età!! (su questo purtroppo la mela è migliore,
        aggiorna sempre tutti) che permettono infezioni
        ed acXXXXX Root anche senza
        darglielo...Perchè "purtroppo la mela" ? Diciamo per "fortuna" la mela. Dovrebbe essere una direzione da far prenderea tutti quanti... e vietare l'uso di dispositivi non aggiornati.
        • nino scrive:
          Re: non capisco
          - Scritto da: Digital Coach Italia
          - Scritto da: Mao99

          - Scritto da: nuvoloso

          ma soprattutto di tutte queste vulnerabilità

          aggiornate in ritardo (solo per i nuovi modelli)

          e mai aggiornate nei cellulari oltre i 2 anni di

          età!! (su questo purtroppo la mela è migliore,

          aggiorna sempre tutti) che permettono infezioni

          ed acXXXXX Root anche senza

          darglielo...


          Perchè "purtroppo la mela" ? Diciamo per
          "fortuna" la mela. Dovrebbe essere una direzione
          da far prenderea tutti quanti...Tipico discorso da applefag:[yt]qtnVFOpNW5c[/yt]
          e vietare l'uso
          di dispositivi non
          aggiornati.
      • bash scrive:
        Re: non capisco
        - Scritto da: Mao99
        basta scaricare app sbagliata senza
        leggere i privilegi (quasi tutti fan così) Infatti la vulnerabilità principale sta davanti allo schermo. Il trapianto di cervello come patch non è ancora molto fattibile.
        vulnerabilità aggiornate in ritardo (solo
        per i nuovi modelli) e mai aggiornate nei
        cellulari oltre i 2 anni di età!!Quello è un problema serio su Android. Sulle distro di GNU/Linux invece gli aggiornamenti arrivano subito. Non è come Windows che dà così fastidio, interrompe il lavoro, ecc. E se non è un aggiornamento del kernel Linux, di norma non riavvi neanche. Per cui gli aggiornamenti te li mandano:- al volo- a tutti- anche su quel coso di 10 anni fa, ma aggiornato all'ultima versione della tua distroL'adozione delle patch su Android è rallentata dalle personalizzazioni dei produttori degli smartphone, ma anche i dispositivi che ricevono direttamente da Google possono metterci un po'.Insomma, un conto è il kernel, un altro Android. Qualcuno confonde pere e mele, anzi meloni.
    • rabarbarose cco scrive:
      Re: non capisco
      1/10 :-o
    • Akiro scrive:
      Re: non capisco
      Ti mancano le basi di informatica, ecco perché non capisci.
Chiudi i commenti