Samsung, confermato il blocco australiano

Apple ottiene dal giudice la conferma del blocco per le importazioni di Galaxy Tab 10.1 nel paese

Roma – Samsung Electronics ha incassato il no del tribunale australiano a cui aveva chiesto la rimozione del blocco delle importazioni di Galaxy Tab 10.1 .

La coreana si trova a non poter commercializzare nel paese il suo tablet per un bando precauzionale conseguente all’ennesimo capitolo della guerra brevettuale che la vede contrapposta ad Apple. In un primo momento aveva accettato di bloccare la commercializzazione del device fino all’emissione di una sentenza, ma poi il prorogarsi dei tempi della giustizia e il rischio di veder sfumare le opportunità commerciali legate al periodo natalizio l’hanno spinta a cercare un accordo che mettesse fine almeno a quel fronte di scontro. La sua proposta è stata tuttavia rifiutata da Apple che sta ottenendo proprio quello che vuole: nessuna concorrenza per il suo iPad in Australia.

Ora la Corte di giustizia federale presieduta dal giudice Annabelle Bennett ha confermato l’ammissibilità della richiesta di Apple di un’ ingiunzione preliminare contro la vendita di Galaxy Tab 10.1 in Australia .

Dopo la decisione le azioni di Samsung sono scese di circa l’1,9 per cento, ma la coreana aveva già iniziato ad pensare a possibili contromosse: innanzitutto sta provando ad aggiornare i dispositivi chiamati in causa da Apple, in modo tale da modificare quelle che sono le parti ritenute in violazione di suoi brevetti; e sempre in Australia ha adottato una strategia aggressiva di marketing con l’offerta di Samsung Galaxy SII a due dollari. In Italia (come in Francia), infine, Samsung ha chiesto il blocco delle importazioni e vendite di iPhone 4S, sempre per la violazione di suoi brevetti relativi a tecnologie wireless.

Sulla versione modificata per superare le obiezioni di Apple, la corte australiana si esprimerà nei prossimi giorni.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Carlo scrive:
    un lettore mp3 e questo:
    http://www.bwgen.com/download.htm
  • pippo75 scrive:
    Musica gregoriana?
    Un bel concerto di musica gregoriana dite che non sia perfetto? ;)
  • Gulp scrive:
    e la vecchia martellata in testa?
    Modello cartoni animati? E' insostituibile, alle volte ci sono problemi di risveglio, ma addormentarti ti addormenti se ben assestata.
  • DOG scrive:
    Gadget
    L'unico strumento per dormire sonni tranquilli e riposanti è un lavoro stabile e giustamente remunerato !!!!Ciao a tutti
  • umby scrive:
    Quando i buoi sono scappati, ...
    Dalla rivista Nuova Elettronica, numero 207 del febbraio-marzo 2001:http://www.nuovaelettronica.it/prodotti/kit-completi/progetti-vari/generatore-onde-sonnifere-spk1-1468Ma ancora prima:Rivista Onda quadra, 7-8 luglio agosto 1977 - pagina 407Sintetizzatore di risaccaCostruito allora, ed é eccezionale! Un relax indescrivibile!Occhi chiusi, sembra di essere in una spiaggia, con le onde del mare che si infrangono. Ti addormenti subito.
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Se funziona...
    ... come le "droghe musicali" di cui si parlava tempo fa, allora non funziona affatto.Gli unici per cui funzionano queste stupidaggini sono quelli che le vendono: per loro funzionano benissimo, visto che nel fare soldi riescono a farli... il problema sono i fessi che le comprano, come quelli che si fanno fare i tarocchi, si fanno dare i numeri del lotto (e non pensano che quella gente se davvero avessero i numeri del lotto, non avrebbero nessun bisogno di andare a chiedere soldi alla gente) o che compravano le creme da quella truffatrice (si può dire, visto che è stata condannata in via definitiva) di Vanna Marchi.
  • Antonio Mela scrive:
    Un oggetto utilissimo!
    Una roba così utile che andrebbe montata di default sul cruscotto di qualsiasi automobile!Grazie a PI per la segnalazione, ne comprerò subito uno da montare sull'auto del mio datore di lavoro.
Chiudi i commenti