SmartThings: Samsung presenta un Tracker LTE

Il nuovo SmartThings Tracker di Samsung indica dove si trova un oggetto, una persona o un animale domestico inviando le informazioni sulla rete LTE.

Sul mercato di certo non mancano le soluzioni e i dispositivi offerti a chi vuol conoscere in tempo reale dove si trova un oggetto, una persona oppure un animale domestico. Lo SmartThings Tracker presentato oggi da Samsung differisce però dalla maggior parte dei prodotti in circolazione poiché non basa il proprio funzionamento sullo standard Bluetooth, bensì sulla trasmissione delle informazioni attraverso la rete LTE, ampliando così enormemente il proprio raggio d’azione.

Samsung SmartThings Tracker

Come si può intuire già dal nome si tratta di una new entry per il catalogo del gruppo sudcoreano dedicato alla domotica, alle smart home e più in generale alla Internet of Things. Nel concreto si tratta di un piccolo device bianco e dalle proporzioni quadrate che è possibile agganciare a uno zaino, a una borsa oppure al proprio amico a quattro zampe. Include una batteria con autonomia sufficiente a effettuare il monitoraggio per un’intera settimana con una sola ricarica. È ovviamente compatibile con tutti gli apparecchi SmartThings per lo spazio domestico (e non solo), così da poter essere sfruttato ad esempio per innescare azioni specifiche in base al luogo in cui ci si trova come l’accensione delle luci o dell’impianto di riscaldamento quando si rientra a casa.

La posizione può essere controllata mediante l’app in download su Android e iOS, anche in tempo reale se lo si desidera. Il tracker è waterproof, come testimonia l’ottenimento della certificazione IP68 che lo rende resistente all’acqua in immersione fino a 1,5 metri di profondità e per un tempo massimo di 30 minuti. Sulla scocca si trova il pulsante di accensione e spegnimento che, se premuto due volte, invia immediatamente una notifica all’applicazione e che può essere configurato anche per fungere da SOS.

Lo SmartThings Trackerdi Samsung funziona su rete LTE

Tracking su rete LTE

Come sottolineato in apertura, lo SmartThings Tracker di Samsung trasmette le informazioni sulla geolocalizzazione rilevate tramite un modulo GPS attraverso la rete LTE. Più precisamente, sfrutta la tecnologia LTE-M sviluppata proprio per questo tipo di applicazioni che garantisce risparmio energetico e ottimizzazione nel volume dei dati trasferiti.

Il debutto è fissato negli Stati Uniti per il 14 settembre, con la distribuzione affidata in un primo momento all’operatore AT&T. Il dispositivo è venduto al prezzo di 99 dollari, una spesa che include l’abbonamento necessario all’invio delle informazioni per i primi dodici mesi, dopodiché la spesa mensile richiesta sarà di 5 dollari, con la possibilità di sottoscrivere una formula annuale da 50 dollari. Sempre restando oltreoceano, più avanti arriverà anche la versione compatibile con i network Verizon. Al momento non sono state confermate le tempistiche per l’arrivo del prodotto in Europa.

Samsung SmartThings Tracker può essere usato anche per monitorare gli spostamenti degli animali domestici

Fonte: Samsung

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti