San Francisco, il WiFi corre sui binari

Si è conclusa la sperimentazione di Wi-Fi Rail, il provider che spera di elargire connettività wireless ai pendolari. Si è cominciato con le gallerie sotterranee della metropolitana

Roma – Più veloce delle connessioni a banda larga ordinarie, è già nei vagoni e nelle stazioni della metropolitana di San Francisco, a disposizione di pendolari, cittadini e turisti muniti di device WiFi. Funziona a velocità fino a cento chilometri orari, 15 Mpbs da condividere fra passeggeri di ogni carrozza: questo è quanto offre Wi-Fi Rail , il provider che promette di instillare la connettività WiFi nelle reti di trasporto delle città di mezzo mondo.

La metro di San Francisco è connessa I test sono stati condotti nella Bay Area : a partire dallo scorso anno sono state installate antenne e amplificatori di segnale lungo 4 chilometri di gallerie sotterranee e di percorsi in superficie e presso quattro stazioni della BART , l’azienda locale dei trasporti.

Sono già oltre 6mila le persone registrate che hanno cominciato a fruire del servizio, gratuitamente. Accessi per i quali verrà chiesto un corrispettivo solo nel momento in cui la copertura della rete metropolitana sarà completa.

Sono quattro i brevetti richiesti da Wi-Fi Rail per proteggere le tecnologie sviluppate. L’obiettivo? Non fallire dove altri progetti sono naufragati e abbeverare quel 71 per cento di pendolari dotati di device WiFi e assetati di connettività. ( G.B. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • lrmoa80 scrive:
    Mi ricordo ancora...
    ... quando qualcuno aveva scritto che il mio era un cesso di PC (senza neppure sapere quale fosse) se confrontato con gli Apple...Ebbene il portatile che sto usando adesso (che è il più vecchio dei miei 4 computer) è basasto su un Athlon XP-M da 1.99 GHz (per la precisione posso impostare via linux un clock variabile da 1,39 GHz fino al massimo) e costava 999,00 euro.Chissà quanto può costare il nuovo superapple ultra bello e ultrasottile: 1800 ? Così poco ? e quanta potenza ha ? 1,6 ?Di certo ha tutto un altro OS, tutta un'altra cache L2 (tra l'altro condivisa in ram, quindi un pastrocchio inutile) ma io con il mio riesco a farci girare tutto quello che mi serve, incluso un sampler audio e programmi di montaggio video.Immagino pero' che il telaio del superbook sia di titanio Nasa puro... non vedo l'ora di venire a scoprire se i primi modelli soffriranno di scricchiolii, bassa resistenza a urti e torsioni, o surriscaldamento.E la Apple, per rimediare a una velocita' cosi' scabrosa cosa fa? Rifa' i driver di OSX, restaura il progetto della scheda madre e si reinventa un socket (in larghezza e non in altezza), cosi' da rendere (solo) piu' dispendiosa una eventuale sostituzione del core...Ma dopotutto il motore Ford nello spider Apple fa tendenza e si e' tranquillamente disposti a pagarlo per quello che non vale, quindi...Sono proprio contento di non essere un fig della mela. @^ :@
    • LaNberto scrive:
      Re: Mi ricordo ancora...
      - Scritto da: lrmoa80
      ... quando qualcuno aveva scritto che il mio era
      un cesso di PC (senza neppure sapere quale fosse)
      se confrontato con gli
      Apple...

      Ebbene il portatile che sto usando adesso (che è
      il più vecchio dei miei 4 computer) è basasto su
      un Athlon XP-M da 1.99 GHz (per la precisione
      posso impostare via linux un clock variabile da
      1,39 GHz fino al massimo) e costava 999,00
      euro.

      Chissà quanto può costare il nuovo superapple
      ultra bello e ultrasottile: 1800 ? Così poco ? e
      quanta potenza ha ? 1,6
      ?La mia prima macchina è un MacBookpro primo modello (2006) con caratteristiche di processore del tutto sovrapponibili all'Air odierno (1,6 Ghz Double Core).Converte i Vob in Divx a 75 frame/secondo, gira FinalCutPro in pieno realtime.Considerato che i Core2Duo fanno i giri attorno agli equivalenti AMD direi che può bastare allo scopo.
      • lrmoa80 scrive:
        Re: Mi ricordo ancora...
        Difatti non discuto della bontà e longevita di un Apple, quello che mi da fastidio e' che un computer di fascia alta monti un processore con frequenze antiquate perche' la Apple punta al risparmio, all' "esclusiva", o ancora peggio a (ri)rendere proprietario il core e a renderne piu' dispendiosa la sostituzione.
        • LaNberto scrive:
          Re: Mi ricordo ancora...
          - Scritto da: lrmoa80
          Difatti non discuto della bontà e longevita di un
          Apple, quello che mi da fastidio e' che un
          computer di fascia alta monti un processore con
          frequenze antiquate perche' la Apple punta al
          risparmio, all' "esclusiva", o ancora peggio a
          (ri)rendere proprietario il core e a renderne
          piu' dispendiosa la
          sostituzione.Io prima controllerei che cosa montano i computer della stessa tipologia e fascia con pesi e ingombri maggiori, così ti fai quattro risate:Per dirne una il Sony Vaio G al bel prezzo di 2100$ offre un bel CoreSolo da 1.33 GHz-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 febbraio 2008 16.29-----------------------------------------------------------
          • lrmoa80 scrive:
            Re: Mi ricordo ancora...
            - Scritto da: LaNberto
            Io prima controllerei che cosa montano i computer
            della stessa tipologia e fascia con pesi e
            ingombri maggiori, così ti fai quattro
            risate:
            Per dirne una il Sony Vaio G al bel prezzo di
            2100$ offre un bel CoreSolo da 1.33
            GHzAnche la Sony fa i suoi bei cartelli, pero' in questo caso la frequenza e' volutamente piu' bassa perche' nascono per far durare molto la batteria (se non ricordo male 7 ore contro i 3 dell'Air)...Poi c'e' un mondo a parte anche per il risparmio (delle ditte) sugli accumulatori.
          • LaNberto scrive:
            Re: Mi ricordo ancora...
            - Scritto da: lrmoa80
            - Scritto da: LaNberto

            Io prima controllerei che cosa montano i
            computer

            della stessa tipologia e fascia con pesi e

            ingombri maggiori, così ti fai quattro

            risate:

            Per dirne una il Sony Vaio G al bel prezzo di

            2100$ offre un bel CoreSolo da 1.33

            GHz

            Anche la Sony fa i suoi bei cartelli, pero' in
            questo caso la frequenza e' volutamente piu'
            bassa perche' nascono per far durare molto la
            batteria (se non ricordo male 7 ore contro i 3
            dell'Air)...solo con la costosa batteria a capacità (e peso e ingombro) maggiorati
          • Lulu scrive:
            Re: Mi ricordo ancora...
            Va bene, ma infatti i Sony Vaio hanno esattamente la stessa fascia di mercato degli Apple.....ma confronta un MacBookPro, con un pari configurazione della Dell....(basta andare sul sito dell e configurarselo....)Guarda che succede ;)
          • LaNberto scrive:
            Re: Mi ricordo ancora...
            - Scritto da: Lulu
            Va bene, ma infatti i Sony Vaio hanno esattamente
            la stessa fascia di mercato degli Apple.....ma
            confronta un MacBookPro, con un pari
            configurazione della Dell....(basta andare sul
            sito dell e
            configurarselo....)

            Guarda che succede
            ;)mi è bastato confrontare i due monitor dal vivo (ovviamente NON lucido)
          • Lulu scrive:
            Re: Mi ricordo ancora...

            mi è bastato confrontare i due monitor dal vivo
            (ovviamente NON
            lucido)Scusa qualeschermo della Dell hai visto, dici che un15.4" Widescreen WSXGA+ (1680x1050) TFT Display with TrueLifeè tanto male???Sarà, il MacPro 15" non ci arriva a quella risoluzione....vabbè, lo dici te
          • LaNberto scrive:
            Re: Mi ricordo ancora...
            - Scritto da: Lulu

            mi è bastato confrontare i due monitor dal vivo

            (ovviamente NON

            lucido)

            Scusa qualeschermo della Dell hai visto, dici che
            un
            15.4" Widescreen WSXGA+ (1680x1050) TFT Display
            with
            TrueLife
            è tanto male???
            Sarà, il MacPro 15" non ci arriva a quella
            risoluzione....vabbè, lo dici
            tecerto, qui il grafico (e esperto di monitor) finoa a prova contraia sono io :)Comunque configurando bene ul Dell si arriva facolmente a 1850 euro, senza sensore di movimento, tastiera illuminata, firewire 800, la marea di software in bundle che Dell non ti da (nemmeno l'antivirus), e se mi ricordo bene pesa un bel po' di più.
    • iRoby scrive:
      Re: Mi ricordo ancora...
      Ti sei mai chiesto il grande successo dell'EeePC da cosa viene? Eppure non è un mostro di potenza.
      • anonimo scrive:
        Re: Mi ricordo ancora...
        - Scritto da: iRoby
        Ti sei mai chiesto il grande successo dell'EeePC
        da cosa viene? Eppure non è un mostro di
        potenza.Grande successo ???? Grande cesso !!!
        • iRoby scrive:
          Re: Mi ricordo ancora...
          Ci sono milioni di siti di entusiasti. Io tengo in considerazione le loro opinioni, più che le tue.Se entro fine anno saranno disponibili quelli col display da 9-10" io lo prenderò sia che di Asus che uno con piattaforma Cloudbook di VIA.
          • ciufciuf scrive:
            Re: Mi ricordo ancora...
            ma che c'azzeccano i siti di entusiasti....fuori le cifre del venduto o evitiamo le trollate.
    • Customer and Partner Experience scrive:
      Re: Mi ricordo ancora...
      - Scritto da: lrmoa80
      ... quando qualcuno aveva scritto che il mio era
      un cesso di PC (senza neppure sapere quale fosse)
      se confrontato con gli
      Apple...

      Ebbene il portatile che sto usando adesso (che è
      il più vecchio dei miei 4 computer) è basasto su
      un Athlon XP-M da 1.99 GHz (per la precisione
      posso impostare via linux un clock variabile da
      1,39 GHz fino al massimo) e costava 999,00
      euro.

      Chissà quanto può costare il nuovo superapple
      ultra bello e ultrasottile: 1800 ? Così poco ? e
      quanta potenza ha ? 1,6
      ?
      Di certo ha tutto un altro OS, tutta un'altra
      cache L2 (tra l'altro condivisa in ram, quindi un
      pastrocchio inutile) ma io con il mio riesco a
      farci girare tutto quello che mi serve, incluso
      un sampler audio e programmi di montaggio
      video.Se il portatile soddisfa le tue esigenze, allora è il portatile giusto per te. Fregatene di quello che dicono gli altri. Mettiamoci poi, considerazione personale, che i portatili sono comunque macchine molto delicate e spenderci un fottio di soldi forse non conviene sempre.
      Immagino pero' che il telaio del superbook sia di
      titanio Nasa puro... non vedo l'ora di venire a
      scoprire se i primi modelli soffriranno di
      scricchiolii, bassa resistenza a urti e torsioni,
      o
      surriscaldamento.

      E la Apple, per rimediare a una velocita' cosi'
      scabrosa cosa fa? Rifa' i driver di OSX, restaura
      il progetto della scheda madre e si reinventa un
      socket (in larghezza e non in altezza), cosi' da
      rendere (solo) piu' dispendiosa una eventuale
      sostituzione del
      core...Considera che, per quanto se ne possa dire nei forum, quello è un computer studiato per un'utenza ristretta e con determinate esigenze.
      Ma dopotutto il motore Ford nello spider Apple fa
      tendenza e si e' tranquillamente disposti a
      pagarlo per quello che non vale,
      quindi...
      Sono proprio contento di non essere un fig della
      mela. @^
      :@

      Se usi windows hai uno scotto da pagare, se usi mac ne hai un altro. Alla fine devi essere sicuro tu della scelta che hai fatto e non convincerti convincendo gli altri ad agire a tuo modo .
  • Fester scrive:
    Il chip ha la stessa dimensione
    Dalle foto si vede che il chip dell'Air ha la stessa dimensione di quello normale, differisce solo nella dimensione del package ossia la piastrina su cui è montato. L'attuale Core 2 Duo per motivi di compatibilità con il socket preesistente è montato su un package più grande, quello dell'Air non dovendo rispettare nessuna compatibilità con socket precedenti è montato su un package più piccolo. Almeno questo si evince dalle foto su questo sito.
    • MeX scrive:
      Re: Il chip ha la stessa dimensione
      infatti hai ragione!
      • iRoby scrive:
        Re: Il chip ha la stessa dimensione
        Si torna all'hardware proprietario. Non vedo nessun vantaggio e il perché non si poteva avere le stesse caratteristiche sul socket dell'altro Core 2 Duo.IMHO solo una cazzata, ma da Apple ciò non mi stupisce. Perché non se ne torna ai PC con architettura proprietaria invece che venire a creare varianti anche tra gli Intel standard?
        • BLah scrive:
          Re: Il chip ha la stessa dimensione
          Perché è più fashion.
          • kevin11 scrive:
            Re: Il chip ha la stessa dimensione
            è vero fare le cose per forza diverse e controcorrente fa più fashion e aumenta il coefficiente di figosità.In un mondo che cerca di darsi degli standard per il quieto vivere di tutti ritengo non sia una soluzione vantaggiosa mantenere sul mercato un comportamento di questo tipo. Anzi mi sembra un ottimo modo per darsi una zappata sui piedi. Bravo Steve!
          • joe tornado scrive:
            Re: Il chip ha la stessa dimensione
            Beh ... devi tinkare differente, per capire !
        • MeX scrive:
          Re: Il chip ha la stessa dimensione
          guarda che l'intel non l'ha fatto "per la apple" alla apple l'ha solo rilasciato in anteprima...
        • LaNberto scrive:
          Re: Il chip ha la stessa dimensione
          - Scritto da: iRoby
          Si torna all'hardware proprietario. Non vedo
          nessun vantaggio e il perché non si poteva avere
          le stesse caratteristiche sul socket dell'altro
          Core 2
          Duo.

          IMHO solo una cazzata, ma da Apple ciò non mi
          stupisce. Perché non se ne torna ai PC con
          architettura proprietaria invece che venire a
          creare varianti anche tra gli Intel
          standard?Si chiama innovazione: mai sentito dire?
          • iRoby scrive:
            Re: Il chip ha la stessa dimensione
            Innovazione fare le stesse cose in un package diverso?Questo è semplice restiling.
          • LaNberto scrive:
            Re: Il chip ha la stessa dimensione
            - Scritto da: iRoby
            Innovazione fare le stesse cose in un package
            diverso?

            Questo è semplice restiling.se è necessario perprogettare case più sottili evantaggiosi sì. l'ottimizzazione dei componenti è ricerca
          • iRoby scrive:
            Re: Il chip ha la stessa dimensione
            Ma cosa hanno innovato? Hanno solo segato il package!
          • LaNberto scrive:
            Re: Il chip ha la stessa dimensione
            - Scritto da: iRoby
            Ma cosa hanno innovato? Hanno solo segato il
            package!bravo! il design industriale funziona proprio così! e allora perchè gli altri non sono capaci?
          • Daniele Farinazzo scrive:
            Re: Il chip ha la stessa dimensione
            Si ma i consumi sono diversi...sarà veramente la stessa cosa? sempre ad accanirsi contro mac solo perché non potete permettervelo. poveri.
          • LaNberto scrive:
            Re: Il chip ha la stessa dimensione
            - Scritto da: Daniele Farinazzo
            Si ma i consumi sono diversi...sarà veramente la
            stessa cosa? sempre ad accanirsi contro mac solo
            perché non potete permettervelo.
            poveri.lo dici a me che non ho MAI avuto un PC? i consumi sono diversi perché MacOSX ha un power management molto meglio di quello di windows
        • Paolino scrive:
          Re: Il chip ha la stessa dimensione
          - Scritto da: iRoby
          Si torna all'hardware proprietario. Non vedoMa dove???
          nessun vantaggio e il perché non si poteva avere
          le stesse caratteristiche sul socket dell'altro
          Core 2
          Duo.Quindi?
          IMHO solo una cazzata, ma da Apple ciò non mi
          stupisce. Perché non se ne torna ai PC con
          architettura proprietaria invece che venire a
          creare varianti anche tra gli Intel
          standard?Perche' sarebbe un'idiozia... Cambia il socket per risparmiare spazio.
        • Customer and Partner Experience scrive:
          Re: Il chip ha la stessa dimensione
          - Scritto da: iRoby
          Si torna all'hardware proprietario. Non vedo
          nessun vantaggio e il perché non si poteva avere
          le stesse caratteristiche sul socket dell'altro
          Core 2
          Duo.

          IMHO solo una cazzata, ma da Apple ciò non mi
          stupisce. Perché non se ne torna ai PC con
          architettura proprietaria invece che venire a
          creare varianti anche tra gli Intel
          standard?Guarda che se anche usa Intel, quello di Apple è sempre stato e continua ad essere hardware proprietario. Alla fine dei conti, tutti i componenti condivisi con il mondo dei Pc, sono attaccati ad una scheda logica che è disegnata da Apple, è proprietà di Apple e solo lei può metterci le mani (questo se teniamo come metro di giudizio i macpro. Se andiamo sugli iMac, è il design stesso a impedirti di fare qualsiasi modifica e ad indirizzarti su periferiche obbligatoriamente esterne). Infatti lo scotto da pagare se vuoi usare il mac os, è quello di sposare Apple (il suo hardware + il suo system + il software per quel system). Qualsiasi sistema scegli, hai uno scotto da pagare . Per questo non esiste la scelta giusta per tutti, ma varia in base alle esigenze personali.
    • Gurzo2007 scrive:
      Re: Il chip ha la stessa dimensione
      esatto...praticamente hanno adattato il futuro package dei penryn(45nm) per notebook agli odierni merom(65nm)...tutto qui...niente di trascendentale appunto
Chiudi i commenti