SCO Group, lo zombi che paga gli avvocati

L'azienda risorge dalla tomba della bancarotta per appellarsi all'ultima sentenza a suo sfavore: SCO continuerà a sostenere in tribunale che il copyright di Unix è suo e IBM deve pagare. Per ora si pagheranno gli avvocati

Roma – SCO Group non è morto, almeno per quanto riguarda la storica (e oramai famigerata) causa intentata contro IBM per il copyright di UNIX: l’unica ragion d’essere della presunta “azienda” è la contesa legale con Big Blue, e la contesa va avanti nonostante tutto, con il ricorso in appello conto l’ultima sentenza a favore del concorrente.

SCO è uno zombi che continua a pagare i propri avvocati, una corporation che si credeva definitivamente scomparsa in seguito alla dichiarazione di bancarotta di qualche anno fa. La contesa nei tribunali sembrava poi definitivamente conclusa solo qualche settimana fa, con la decisione del giudice di concludere la causa perché l’azienda non esiste più.

SCO aveva inizialmente accettato la decisione, ma ora si scopre che lo zombi del copyright di UNIX ha presentato appello e intende continuare a battersi contro IBM: il codice di Big Blue imparentato con lo storico OS e derivati (Linux) viola la proprietà intellettuale di SCO, sostiene l’azienda, quindi Big Blue deve pagare.

La richiesta di appello dovrà ora essere vagliata (di nuovo) dal giudice, e non è detto che venga accettata. Mistero, invece, per quanto riguarda l’origine dei fondi economici necessari a pagare gli avvocati che difendono un’azienda che non esiste più.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • e bravi scrive:
    alfa cotillon
    Papple anche safari é una XXXXX.
  • olio di ricino scrive:
    o con me o contro di me
    FBI Tells Local Law Enforcement It Will Help Unlock Phones.http://www.buzzfeed.com/salvadorhernandez/fbi-tells-local-law-enforcement-it-will-help-unlock-phones#.rrQnMvOww4I cupertoni hanno giocato a fare i bulletti con il pezzo grosso e le conseguenze non tardano a farsi sentire...
  • Kurt Russel scrive:
    Safari is the new Internet Explorer
    Intanto...http://arstechnica.com/information-technology/2015/06/op-ed-safari-is-the-new-internet-explorer/sottoscrivo in pieno.
    • bradipao scrive:
      Re: Safari is the new Internet Explorer
      - Scritto da: Kurt Russel
      Intanto...
      http://arstechnica.com/information-technology/2015
      sottoscrivo in pieno.Apple non fa altro che difendere il proprio business model, perchè un browser troppo evoluto finirebbe per ridurre le vendite su AppStore. Meglio quindi frenare quanto più possibile l'introduzione di potenzialità nuove o aggiornate, così da frenare quanto più possibile la competitività delle webapp.
      • panda rossa scrive:
        Re: Safari is the new Internet Explorer
        - Scritto da: bradipao
        - Scritto da: Kurt Russel

        Intanto...


        http://arstechnica.com/information-technology/2015

        sottoscrivo in pieno.

        Apple non fa altro che difendere il proprio
        business model, perchè un browser troppo evoluto
        finirebbe per ridurre le vendite su AppStore.
        Meglio quindi frenare quanto più possibile
        l'introduzione di potenzialità nuove o
        aggiornate, così da frenare quanto più possibile
        la competitività delle
        webapp.Peggio per i suoi utenti.Una webapp si giustifica solo se fornisce servizi non fruibili via browser.Altrimenti il browser e' infinitamente meglio.E' universale, e' controllabile lato client, non fa cose che l'utente non vorrebbe che facesse, e' anonimizzabile, la pubblicita' e' filtrabile, e soprattutto E' AGGRATIS!
        • trivellator e scrive:
          Re: Safari is the new Internet Explorer
          - Scritto da: panda rossa
          Altrimenti il browser e' infinitamente meglio.
          E' universale, e' controllabile lato client, non
          fa cose che l'utente non vorrebbe che facesse, e'
          anonimizzabile, la pubblicita' e' filtrabile, e
          soprattutto E'
          AGGRATIS!si ma bisognerebbe far fuori anche il markettaro trivella-maroni che non ha capito ancora bene che la app non serve a un tubo ma gli piace perchè gli sembra una cosa in più da vendere.Oltre al referendum anti-trivelle io ne farei uno anti-markettetaro tonto.
        • Mondo civile scrive:
          Re: Safari is the new Internet Explorer
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: bradipao

          - Scritto da: Kurt Russel


          Intanto...





          http://arstechnica.com/information-technology/2015


          sottoscrivo in pieno.



          Apple non fa altro che difendere il proprio

          business model, perchè un browser troppo
          evoluto

          finirebbe per ridurre le vendite su AppStore.

          Meglio quindi frenare quanto più possibile

          l'introduzione di potenzialità nuove o

          aggiornate, così da frenare quanto più
          possibile

          la competitività delle

          webapp.

          Peggio per i suoi utenti.
          Una webapp si giustifica solo se fornisce servizi
          non fruibili via
          browser.
          Altrimenti il browser e' infinitamente meglio.
          E' universale, e' controllabile lato client, non
          fa cose che l'utente non vorrebbe che facesse, e'
          anonimizzabile, la pubblicita' e' filtrabile, e
          soprattutto E'
          AGGRATIS!anche io preferico il browser ti svincola completamente dall hw le app sono un bel passo indietro
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Safari is the new Internet Explorer
            Un browser non legato al sistema operativo è ancora meglio.
      • SalvatoreGX scrive:
        Re: Safari is the new Internet Explorer
        - Scritto da: bradipao
        - Scritto da: Kurt Russel

        Intanto...


        http://arstechnica.com/information-technology/2015

        sottoscrivo in pieno.

        Apple non fa altro che difendere il proprio
        business model, perchè un browser troppo evoluto
        finirebbe per ridurre le vendite su AppStore.
        Meglio quindi frenare quanto più possibile
        l'introduzione di potenzialità nuove o
        aggiornate, così da frenare quanto più possibile
        la competitività delle
        webapp.Io preferisco quando è possibile scegliere, l'app al browser.Ad esempio, la visualizzazione di forum, è vero che adesso quasi tutti sono mobile ma... con un app come tapatalk, va più veloce e mi da un senso di robustezza.Stessa cosa per quei siti che forniscono l'app per la fruizione dei contenuti.
        • bradipao scrive:
          Re: Safari is the new Internet Explorer
          - Scritto da: SalvatoreGX
          Io preferisco quando è possibile scegliere, l'app
          al browser.Anche io, ma è bene ricordarsi che le minori potenzialità/responsività delle webapp sono almeno in parte volute (perchè l'app è controllabile e monetizzabile).
          • SalvatoreGX scrive:
            Re: Safari is the new Internet Explorer
            - Scritto da: bradipao
            - Scritto da: SalvatoreGX

            Io preferisco quando è possibile scegliere,
            l'app

            al browser.

            Anche io, ma è bene ricordarsi che le minori
            potenzialità/responsività delle webapp sono
            almeno in parte volute (perchè l'app è
            controllabile e
            monetizzabile).Certo certo.
        • Jagguar scrive:
          Re: Safari is the new Internet Explorer
          La tua opinione non vale.Hai un iPhone.
  • Pietro scrive:
    brutto
    non mi piace, Jobs non lo avrebbe mai fatto, è in queste cose che si sente la sua mancanza.
    • Il fuddaro scrive:
      Re: brutto
      - Scritto da: Pietro
      non mi piace, Jobs non lo avrebbe mai fatto, è in
      queste cose che si sente la sua
      mancanza.Padre Jobs che sei nei cieli veglia su i tuoi adepti. AMEN! ;-)Ha dimenticavo santifica i profeti maxsix e bertuccia.
Chiudi i commenti