Se l'arte si ribella a Wikipedia

La National Portrait Gallery denuncia un wikipediano. Le foto dei dipinti sarebbero soggette a copyright
La National Portrait Gallery denuncia un wikipediano. Le foto dei dipinti sarebbero soggette a copyright

La National Portrait Gallery ha appena intrapreso una battaglia contro Wikipedia , o meglio contro un suo utente statunitense che si presenta come DCoetzee.
La decisione di ricorrere alle vie legali sarebbe stata comunicata all’interessato tramite una lettera che è stata poi pubblicata su una pagina di Wikimedia Commons .

Nella lettera, la National Portrait Gallery spiega che contesta all’utente di aver pubblicato su Wikipedia 3300 immagini contenute nel database della galleria, senza rispettare il diritto d’autore .

DCoetzee avrebbe, in poche parole, scaricato le foto ad alta risoluzione dei dipinti presenti nella collezione della galleria e le avrebbe inserite nella pagina di Wikipedia a lei dedicata. E ciò, secondo la galleria corrisponderebbe ad un reato .

La questione risulta piuttosto spinosa e di difficile interpretazione: i dipinti, appartenendo al periodo vittoriano, non sono più coperti da copyright ma le foto di tali dipinti sì. O almeno sarebbe così oltremanica.

A complicare la faccenda, quindi, contribuisce la diversa legislazione vigente in Gran Bretagna e negli Stati Uniti. Le foto di pubblico dominio non possono essere soggette a copyright negli USA, ma possono esserlo in Inghilterra e in Galles. (F.R.)

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 07 2009
Link copiato negli appunti