Seagate ammette il bug dei Barracuda

Il produttore ha ammesso l'esistenza di un problema nel firmware di alcuni suoi hard disk, tra cui il Barracuda 7200.1 da 1 terabyte. E' pronta a fornire agli utenti che hanno sperimentato il problema un update gratuito

Nelle ultime settimane l’hard disk Barracuda 7200.11 da 1 Tbyte di Seagate (ST31000340AS) è stato oggetto di un crescente numero di segnalazioni di guasto: il problema più frequente è il blocco del drive in fase di avvio, con conseguente impossibilità di accedere ai dati memorizzati sul disco. Seagate ha ammesso l’esistenza del difetto lo scorso week-end, descrivendolo come “un potenziale difetto del firmware”.

Il noto produttore di hard disk ha spiegato che fornirà un aggiornamento gratuito del firmware a tutti coloro che sono interessati dal problema. Nel caso si siano persi dati per colpa di questo guasto, l’azienda si è altresì detta disponibile a recuperare il contenuto del disco senza alcun costo per l’utente. Seagate ritiene tuttavia che il bug non causi la perdita dei dati: dopo l’aggiornamento del firmware, l’intero contenuto dell’hard disk dovrebbe tornare accessibile.

Il difetto si sarebbe fino ad oggi manifestato “in certe unità Barracuda 7200.11 e in alcune relative famiglie di drive basati sulla stessa piattaforma”, in particolare DiamondMax 22, Barracuda ES.2 SATA e SV35. Nel caso in cui il proprio drive appartenga ad una di queste famiglie, è possibile richiedere l’aggiornamento a Seagate utilizzando i contatti forniti in questa pagina o scrivendo (in inglese) a discsupport@seagate.com riportando modello del drive, numero di serie e attuale revisione del firmware.

Leggendo le segnalazioni riportate nel forum di Seagate, si evince che la maggior parte degli hard disk guasti sia prodotta in Thailandia o in Cina e utilizzi un firmware con revisione SD15.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ilmassi scrive:
    COntinuaTe così ..
    che andate lontaNo..!
  • Ricky scrive:
    Da considerare che...
    La maggior parte dei files musicali non verra' MAI ascoltata.Conosco persone che hanno scaricato TERA di musica per il solo sollazzo di avercela.Poi li becchi che ascoltano cd originali di bande misconosciute.LA verita' e' che la gente NON HA TEMPO PER ASCOLTARE TUTTA LA MUSICA DI CUI SONO ACCUSATI!Non sarebbe proprio possibile farlo...quindi i numeri sono tutti da rivedere.L'effetto invece che fa incassare sempre piu' soldi a quei maledetti VAMPIRI insaziabili sono proprio le fruizioni libere online e le preview che permettono di saggiare la bonta' del prodotto.Non si spiega altrimenti coem si facciano sempre piu' soldi con gli store che vengono musica INFETTA da DRM bovini mentre i ragazzi potrebbero tranquillamente EVITARLA.
  • Stein Franken scrive:
    Io arresterei internet
    Teniamo i backbone in una bella cella (tanto sono collegati fuori) che è anche fresca, insieme a vari datacenter (ovviamente controllati, senno' ci scappa il morto con un'accoltellata elettrica) e tutto è risolto.
  • M.R. scrive:
    Il giusto equilibrio.
    Adesso che gli ordini online stanno diventando più remunerativi non credo sia una buona mossa inasprire "la caccia al ladro" (anche se di ladri a tutti gli effetti non si tratta) quanto piuttosto migliorare gli attuali modelli di business venendo incotro alle richieste degli utenti (musica drm free a prezzi più abbordabili, sconti sugli album interi e sull' attuale musica venduta nei negozi, possibilità di "print on demand" con compilation personalizzate).Invece sono sempre a lamentarsi e ci sono artisti che non vedono la cosa di buon'occhio perchè non venderebbero più gli album integrali (ad es. 12 canzoni di cui 2 nuove e 10 vecchi "successi"; raccolte; cd con 2 canzoni fatte bene e altre solo per riempire)
  • wolfintheda rk scrive:
    si fa da sempre
    scaricare un mp3 è esattamente come copiare le cassette(si faceva fino a qlc anno fa x i+giovani),nessuno si è mai sognato di dirmi di non andare a casa di un mio amico con la cassetta vuota,e registrarci su quella che aveva comprato un mio amico,nessuna major ha mai intimidito le persone,nessun politico ha mai detto qualcosa in materia,eppure,lo facevamo tutti o quasi,era diffuso come il download, la stessa cosa vale per registrarsi i film dalla tv,ho scaffali pieni di vhs con film registrati dalla tv..gli mp3 non sono altro ke la loro evoluzione, capisco che è giusto pagare i diritti d'autore,ma non voglio essere penalizzato se faccio la stessa cosa che facevo anni fa,e se poi voglio compro anche il cd originale,ma prima devo sapere se ne vale la pena.
  • filosofo scrive:
    Tutti i torti ...
    Non hanno!Solo che non dovrebbero specularci sopra!Scaricare a sbafo è reato e porterebbe a far sparire la musica.Se un cantante non guadagna non scrive e quindi addio canzoni.Ma un cantante quanto ci guadagna su un brano?Un'inezia, il resto lo guadagna la casa produttrice!Si scusano dicendo che un cd vergine costa, che un album va "promosso"....Ma un cd quanto costa?Ammesso che costi 1 perhé pagarne 15-20 per un album di canzoni?La promozione può essere utile per gli emergenti, e infatti Sanremo nacque per quello ma non capisco i "big" perché debbano pagare per la promozione, io un cd degli U2 lo compro perché mi piace non per la pubblicità!Modello sbagliato di vendita che non guarda ai nuovi media se non come minaccia, nel passato, o come fonte di ulteriore guadagno!Un cd potrebbe costare tranquillamente un 10 e venderebbe di più conservando ampi margini di guadagno...Se poi lo si vendesse a 5 , ovvero il prezzo dei "pezzotti" , il numero crescerebbe a dismisura, diminuirebbe la pirateria e nessuno scaricherebbe dal mulo ciò che al costo di un pacchetto di sigarette avrebbe già pronto....E i ricavi sarebbero comunque elevati....Ma si sa, meglio spremere più che si può e bloccare una concorrenza che , pur essendo illegale, è eticamente giusta!Quando spariranno pseudo società che pensano più ad arricchirsi che a proteggere e divulgare la musica la civiltà avrà fatto passi enormi!
    • Wolf01 scrive:
      Re: Tutti i torti ...
      in fondo viviamo nel capitalismo più sfrenato, che ti vuoi aspettare?
    • 236177 scrive:
      Re: Tutti i torti ...
      - Scritto da: filosofo
      Non hanno!
      Solo che non dovrebbero specularci sopra!Questo vale per tutto, in effetti!
      Scaricare a sbafo è reato e porterebbe a far
      sparire la musica.
      Se un cantante non guadagna non scrive e quindi
      addio canzoni.Esatto, lo stesso discorso si applicherebbe alle auto o agli altri oggetti se fossero copiabili banalmente. C'è da dire cmq che determinati musicisti guadagnerebbero comunque qualcosa con i concerti e le serate, ma il CD che uno si ascolta a casa o in macchina (che poi rappresenta una larga fetta della fruizione e del godimento musicale) non lo consideriamo per niente? Poi mica tutti vanno ai concerti.Comunque una cosa è realizzare le canzoni, un'altra è prepararle per renderle dal vivo. Il musicista investe tanto nella strumentazione e nel tempo necessario a comporre e arrangiare un brano. Altro tempo richiede la preparazione del live. Chiaramente se ciò non lo ripaga lo evita.
      Ma un cantante quanto ci guadagna su un brano?
      Un'inezia, il resto lo guadagna la casa
      produttrice!
      Si scusano dicendo che un cd vergine costa, che
      un album va "promosso"....
      Ma un cd quanto costa?
      Ammesso che costi 1 perhé pagarne 15-20 per un album di canzoni?Queste sono considerazioni economiche non banali. Se lo vendono a quel prezzo probabilmente è perché ottimizza i ricavi. E' chiaro che se gli convenisse realmente abbassarlo lo abbasserebbero...o no?
      Un cd potrebbe costare tranquillamente un 10 e
      venderebbe di più conservando ampi margini di
      guadagno...
      Se poi lo si vendesse a 5 , ovvero il prezzo dei
      "pezzotti" , il numero crescerebbe a dismisura,
      diminuirebbe la pirateria e nessuno scaricherebbe
      dal mulo ciò che al costo di un pacchetto di
      sigarette avrebbe già
      pronto....Attenzione perché è l'occasione che fa l'uomo ladro... Un proverbio molto molto azzeccato direi. Non ci piove assolutamente che la pirateria diminuirebbe, ma lo sai quanti preferiscono scaricare gratis piuttosto che spendere 5-10 euro? Io non lo so, ma un pensierino ce lo farei, in ogni caso sta' tranquillo che ce ne sono tanti.
      E i ricavi sarebbero comunque elevati....Ah non lo so. Come fai a dirlo?
      Ma si sa, meglio spremere più che si può e
      bloccare una concorrenza che , pur essendo
      illegale, è eticamente giusta!
      Quando spariranno pseudo società che pensano più
      ad arricchirsi che a proteggere e divulgare la
      musica la civiltà avrà fatto passi enormi!In medio stat virtus. Cmq è in atto una riorganizzazione di queste società, vedrai che si devono adattare per forza.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Tutti i torti ...
        - Scritto da: 236177
        Esatto, lo stesso discorso si applicherebbe alle
        auto o agli altri oggetti se fossero copiabili
        banalmente.E sono loro che fanno il paragone: NON RUBERESTI MAI UN'AUTO, NON RUBERESTI MAI UNA BORSA, NON RUBERESTI MAI UN TELEVISORE, NON RUBERESTI MAI UN CELLULARE... peccato per loro che rubare questi oggetti significa sottrarne la possibilità di usarli a chi li aveva acquistati, cosa ben diversa dal copiarli: la copia non sottrae nulla a chi compra, la copia crea una copia dal nulla:[img]http://bayimg.com/image/janpnaaba.jpg[/img]
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Tutti i torti ...
      - Scritto da: filosofo
      Non hanno!
      Solo che non dovrebbero specularci sopra!
      Scaricare a sbafo è reatoE' reato perché loro hanno fatto pressioni per far decidere così ai governi, lo capisci vero?E' come se domani un potente a caso, di una lobby mafiosa a caso, dice ad un presidente del consiglio a caso "Fammi una legge per rendere reato baciarsi in pubblico" con una cospicua mazzetta di soldi, il presidente del consiglio in questione si prende i soldi e convince i suoi politici a fare la legge, e sono felici e contenti. Poco importa se questa legge riguardasse un comportamento ormai diffuso e accettato da anni tra la popolazione comune (da quant'è che la gente copia? Da quando esiste la musicassetta? Quanti anni sono, 40?), l'importante è prendersi la mazzetta (SI CHIAMA CORRUZIONE) e fare la leggina che è stata richiesta... tanto mica ne pagherà le spese il presidente del consiglio, lui ha l'immunità...
    • 01234 scrive:
      Re: Tutti i torti ...
      Ma si sa, meglio spremere più che si può e bloccare una concorrenza che , pur essendo illegale, è eticamente giusta!Quando spariranno pseudo società che pensano più ad arricchirsi che a proteggere e divulgare la musica la civiltà avrà fatto passi enormi!ESATTO --- scaricare sarà reato, ma la legge non è imparziale, nasce in una società e in un tempo determinati, e il più delle volte in preda a chi ha il potere, e se la scrive per perpetuarseloe questa non fa eccezione
  • Threepwood scrive:
    Un CD a 21 euro...
    Di un album di G. Allevi in un negozietto specializzato: 21 eurostesso album, ma presso la grande distribuzione: 17.50 eurstesso album su play.com:14:50 eurCi sono 6 eur e 50 cent di differenza tra il negozietto e uno store online.Troppi.GT
    • Wolf01 scrive:
      Re: Un CD a 21 euro...
      Lo store online non ti vende il cd ma ti fa scaricare gli MP3, e se anche ti vendesse il cd devi sommare i costi di spedizione, che si avvicinano al doppio del costo del cd, il negozietto molte volte convieneps: volevo comprare una cosetta da niente da thinkgeek, vedo il prezzo: 2$ (dollari) in più del sito del produttore (43$ contro 45$), 34-38 (euro) per la spedizione in Italia via corriere mentre solo 14$ (dollari) dal sito del produttore, avrei anche potuto prendere da thinkgeek, ma chissà perchè qualcosa mi ha distolto dall'intento e deviato verso un'altra fonte... chissà se ora mi chiederanno i danni
      • rock3r scrive:
        Re: Un CD a 21 euro...
        guarda che il prezzo di play.com è "tutto incluso" (tasse, spedizione, ...) quindi sono 6,5 effettivi di differenza.tra l'altro 14,5 è il prezzo più alto che abbia mai visto su play.com per un cd... è un caso che sia di un autore italiano? :s
      • Funz scrive:
        Re: Un CD a 21 euro...
        - Scritto da: Wolf01
        Lo store online non ti vende il cd ma ti fa
        scaricare gli MP3, e se anche ti vendesse il cd
        devi sommare i costi di spedizione, che si
        avvicinano al doppio del costo del cd, il
        negozietto molte volte
        convienePlay.com se non sbaglio vende CD a prezzi molto più bassi che nei negozi, e mi pare senza nemmeno caricarti spese di spedizione. Comprare nei negozi ha l'unico vantaggio dell'immediatezza.
        ps: volevo comprare una cosetta da niente da
        thinkgeek, vedo il prezzo: 2$ (dollari) in più
        del sito del produttore (43$ contro 45$), 34-38
        (euro) per la spedizione in Italia via corriere
        mentre solo 14$ (dollari) dal sito del
        produttore, avrei anche potuto prendere da
        thinkgeek, ma chissà perchè qualcosa mi ha
        distolto dall'intento e deviato verso un'altra
        fonte... chissà se ora mi chiederanno i
        danniFaglielo sapere, mi raccomando, così magari cambiano corriere :D
    • alienoxcaso scrive:
      Re: Un CD a 21 euro...
      internet è una macchina straordinaria che si muove da sola senza alcun bisogno di forzarla. Basta scegliere i giusti canali ed hai tutta la musica che vuoi. Poi con la nuova corrente CC, si sta andando verso una musica diversa... per tutti ed a zero costi per chi ne usufruisce. Su Jamendo ho ascoltato dei gruppi straordinari, moltissimi italiani, che sono licenziati sotto CC. E se vi dicessi che a Napoli un gruppo di persone che credono nella musica free e per tutti, stanno realizzando una serie di eventi LIVE per dare visibilità a chi vuole promuovere i propri pezzi?Beh potreste chiedermi perchè si fanno mp3 gratis. Semplice, un musicista ha il dovere morale di suonare, specialmente se può comunicare la sua musica in un LIVE. Quale migliore gratificazione per chi ha studiato musica per una vita intera? Il guadagno arriva dall'evento, la popolarità dalla diffusione gratis dei propri lavori. Questo è l'unico modo per rendere il p2p legale, innovativo ed inimitabile.
  • unaDuraLezione scrive:
    IFPI crea soldi dal nulla!
    contenuto non disponibile
    • XYZ scrive:
      Re: IFPI crea soldi dal nulla!
      dove XXXXX li stampano i 3,7*95/5=~
      70 *MILIARDI DI DOLLARI* i
      netizen?Mah... Quoto! Dati Incongrui e Mal Calcolati. Probabilmente "Politici".Sicuramente "Criminalizzanti".Vorrei ricordare che la manovra "anti-crisi" di durata DECENNALE, approvata ultimamente dagli USA, ha un tetto di importo massimo (da spalmare in 10 anni) di 110MLD DI DOLLARI..Evviva le XXXXXXX!
  • trix scrive:
    in italia
    credo che in italia questa strategia della disconnessione forzata sia incompatibile con uno dei più importanti principi costituzionali.art. 15: La LIBERTA' e la SEGRETEZZA della corrispondenza e di OGNI ALTRA FORMA DI COMUNICAZIONE (tra le quali internet..) sono inviolabili.La loro limitazione può avvenire soltanto per ATTO MOTIVATO DELL'AUTORITà GIUDIZIARIA con le garanzie stabilite dalla legge.se ne deduce che i privati (quindi anche IFPI e altre organizzazioni simili...) non possono spiare il traffico internet di un utente, nè possono imporre al provider di limitarne il servizio dal momento che solo un magistrato può farlo; inoltre nel bilanciamento dei diritti in gioco ossia diritto alla comunicazione e diritto d'autore, non credo proprio che il primo, costituzionalmente garantito, possa esser sacrificato a favore del secondo che è invece garantito da una legge ordinaria.non dimentichiamo infine che proprio l'unione europea ha bocciato recentemente la dottrina SarGozZì.staremo a vedere..
    • fred scrive:
      Re: in italia

      art. 15: La LIBERTA' e la SEGRETEZZA della
      corrispondenza e di OGNI ALTRA FORMA DI
      COMUNICAZIONE (tra le quali internet..) sono
      inviolabili.lo stesso problema aveva costretto a modificare il decreto Urbani prima dell'approvazione, vi era infatti il raddoppio delle sanzioni se le comunicazioni venivano effettuate in forma crittografata e quindi segreta.Sono curioso di vedere anch'io dove vogliono parare;dicono che vogliono sensibilizzare, ma e come se un truffatore chiedesse di essere onesti alle persone che ha truffato.
      • XYZ scrive:
        Re: in italia
        - Scritto da: fred

        art. 15: La LIBERTA' e la SEGRETEZZA della

        corrispondenza e di OGNI ALTRA FORMA DI

        COMUNICAZIONE (tra le quali internet..) sono

        inviolabili.

        lo stesso problema aveva costretto a modificare
        il decreto Urbani prima dell'approvazione, vi era
        infatti il raddoppio delle sanzioni se le
        comunicazioni venivano effettuate in forma
        crittografata e quindi
        segreta.
        Sono curioso di vedere anch'io dove vogliono
        parare;
        dicono che vogliono sensibilizzare, ma e come se
        un truffatore chiedesse di essere onesti alle
        persone che ha
        truffato.Appunto, oltre il danno, la beffa. E la cosa piu divertente è che in questo caso, sono i truffati che si coalizzano per truffare il truffatore! :)Questa è la pirateria.Questa si che è giustizia! :D
    • Vins scrive:
      Re: in italia
      Bah..che capiti in Italia è impossibile...senza contare che i nostri "politici" considerano internet poco piu d'un battito di ciglia...lo conoscono solo per sentito dire. Sono vecchi, hanno oltre 70 anni. Nessuno modificare la legge sul diritto d'autore o la accompagnerà con altre..semplicemente perchè non hanno voglia ne nulla da guadagnare..però se volessero potrebbero tranquillamente ignorare l'articolo della costituzione. Devo citare il lodo Alfano(guardatevi l'art 3 della costituzione)?Saluti =)
      • trix scrive:
        Re: in italia
        - Scritto da: Vins
        Bah..che capiti in Italia è impossibile...senza
        contare che i nostri "politici" considerano
        internet poco piu d'un battito di ciglia...lo
        conoscono solo per sentito dire. Sono vecchi,
        hanno oltre 70 anni. Nessuno modificare la legge
        sul diritto d'autore o la accompagnerà con
        altre..semplicemente perchè non hanno voglia ne
        nulla da guadagnare..però se volessero potrebbero
        tranquillamente ignorare l'articolo della
        costituzione. Devo citare il lodo
        Alfano(guardatevi l'art 3 della
        costituzione)?

        Saluti =)per il lodo alfano è già stata sollevata eccezione di incostituzionalità e non credo proprio che la corte costituzionale lo riterrà compatibile con la costituzione.non a caso il nano preme per la riforma della giustizia che gli salvi il c**o in qualche modo, visto che il lodo alfano avrà vita breve.
  • attonito scrive:
    accorciare la filiera
    Le case discografiche sono come i papponi, i cacciatori di teste, le societa di body rental et similia.Ti comprano a 1 e ti vendono a 4 o 5.Per la musica, internet puo' essere il veicolo che avvicina il venditore (musicista) al compratore (cliente), tagliando via buona parte degli intermediari papponi.30Euro per un CD di musica, quando magari mi interessano 2 o 3 brani su 14. No, grazie.
  • Jena Plissken scrive:
    Il giorno...
    ...che la musica verrà venduta solo su mp3 smetterò di acquistare musica.Se compro (e compro parecchio,visto che ho più di 400 cd originali) voglio il cd con booklet,serigrafia ecc ecc.Un disco è molto di più che la semplice somma delle sue canzoni.Per quanto riguarda le presunte vendite mancate dovute ai download sono una bufala: basti vedere l'enorme sucXXXXX dell'ultimo disco dei Nine Inch Nails,distribuito sotto licenza Creative Commons.Personalmente il download mi ha permesso di scoprire opere che altrimenti non avrei mai conosciuto nè tantomeno acquistato.La cultura va lasciata libera: è corretto retribuire l'autore (sono il primo ad acquistare a un prezzo ragionevole un prodotto originale) ma:1)è altrettanto corretto lasciare libera la fruizione dei contenuti: la possibilità di leggere i libri gratuitamente in libreria non è mai stata additata come nemica del mercato e degli autori.2)è importante retribuire principalmente l'autore e non le major che oramai sono più un fardello che un'investimento.Anni fa le major investivano effettivamente su nuovi artisti e davano loro possibilità sia tecniche che distributive altrimenti irragiungibili; oggi non solo questa funzione è venuta meno ma le major stesse pubblicano quasi esclusivamente schifezze fregandosene di potenziali talenti (la figura del talent scout è praticamente estinta),anzi affossandola in mari di Tokyo Hotel,Darii e abomini simili,buoni solo per la miniera.
    • Meno di 10 Euro scrive:
      Re: Il giorno...
      Un CD "novità" non dovrebbe superare i 10 Euro. Compresi grafica, booklet e testi dei brani. Volete proprio farci un favore? Mettete anche gli MP3 direttamente nel CD, pronti da portare nel lettore preferito.Con il costo attuale dei CD, non si capisce se rubi di più chi scarica o chi vende.
      • rock3r scrive:
        Re: Il giorno...
        dico solo una cosa: in gran bretagna i cd novità costano fra i 7 e i 10 pound (sterline), cioè fra i 10 e i 13 euro. e nessuno ha nulla di cui lamentarsi.su play.com potete comprare cd musicali a 7,5 spedizione inclusa. le novità le pagate al massimo 14, sempre spedizione inclusa.
      • 01234 scrive:
        Re: Il giorno...
        DVD 10 ECD 5CD di mp3 su internet max 2,50io la vedo cosìcon la crisi poi....
    • The_GEZ scrive:
      Re: Il giorno...
      Ciao Jena Plissken !
      ...che la musica verrà venduta solo su mp3
      smetterò di acquistare musica.Se compro (e compro
      parecchio,visto che ho più di 400 cd originali)
      voglio il cd con booklet,serigrafia ecc ecc.Un
      disco è molto di più che la semplice somma delle
      sue
      canzoni.Beh, dai diciamo che dipende anche la prezzo, un brano in MP3 deve essere ESTREMAMENTE conveniente mentre ora costa praticamente uguale ad un CD stampato a fronte di un costo per la casa discografica prossimo allo zero.Sarebbe bello avere prodotti differenti a prezzi differenti ...
      Per quanto riguarda le presunte vendite mancate
      dovute ai download sono una bufala: basti vedere
      l'enorme sucXXXXX dell'ultimo disco dei Nine Inch
      Nails,distribuito sotto licenza Creative
      Commons.Ed il bello che nell' articolo si dice che il fatturato di questa marmaglia è CRESCIUTO in tempi di crisi come questi il mercato della musica dovrebbe avere vendite pari ZERO e la cosa sarebbe normalissima dato che non essendo un bene assolutamente superfluo la gente ci rinuncia per primo.A fronte di simili dati dovrebbero brindare a champagne e baciare il XXXX di quelli che ancora gli danno soldi !!Poi com'è che la storia del "mancato guadagno" non funziona con il mio stipendio ?
    • Skywalker scrive:
      Re: Il giorno...
      - Scritto da: Jena Plissken
      la possibilità di
      leggere i libri gratuitamente in libreria non è
      mai stata additata come nemica del mercato e
      degli autori.Eh, sei rimasto indietro, amico.E' dal 2004 che le Iene hanno cominciato ad affermare anche questo:http://www.nopago.org/Ed hai voglia a ricordargli che la più famosa biblioteca del mondo, che fu anche un enorme centro di sviluppo culturale e scientifico, nacque da una legge che IMPONEVA LA COPIA di ogni libro che fosse sulle navi di passaggio (Biblioteca di Alessandria)
  • Pino Dei Palazzi scrive:
    Continuano a far finta di non capire
    I discografici si lamentano sempre dei mancati guadagni, ma le cifre non sono sicuramente quelle da loro denunciate. Possiamo essere abbastanza certi che il 95% della musica scaricata "illegalmente" non sarebbe stata altrimenti acquistata. La stragrande maggioranza degli utenti p2p scarica musica solo perchè è gratis, altrimenti non l'acquisterebbe comunque. Quindi nessun mancato guadagno.
    • HAL9000 scrive:
      Re: Continuano a far finta di non capire
      Ah si, allora visto che non comprerò mai la Punto vado a rubarla!!!Mi piace intervenire buttndo benzina sul fuoco per quanto riguarda questo argomento, ma per favore non cercate stupide scuse: che scarica illegalmente lo fa perchè non vuole pagare!!!Ciao
      • Wolf01 scrive:
        Re: Continuano a far finta di non capire
        NON DICIAMO XXXXXXXLa Punto mica la fotocopi e resta l'originale al concessionarioRicordati che anche quello che compriamo sono COPIE perchè non ci vendono l'originale, come può esserlo un quadro di Picasso, e le copie scaricate illegalmente non sono altro che copie delle copie, quindi sarebbe più logico che fossimo pagati noi che le copiamo perchè gli evitiamo un'ulteriore lavoro di copiatura per distribuire la musica capillarmente.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Continuano a far finta di non capire
          - Scritto da: Wolf01
          Ricordati che anche quello che compriamo sono
          COPIE perchè non ci vendono l'originale,ESATTO, loro le chiamano "COPIA ORIGINALE" che trattasi di OSSIMORO esattamente come dire "DESTRA SINISTRA" o "ALTO BASSO"
          • 01234 scrive:
            Re: Continuano a far finta di non capire
            intelligenza militare, infallibilità del papa, correttezza istituzionale etc :-D
      • Luca scrive:
        Re: Continuano a far finta di non capire
        In realtà il problema non è così banale. Quando compri la musica cosa stai acquistando? Il supporto? Il contenuto? In realtà in una qualche forma entrambi. Se il tuo supporto si guasta allora dovrai ricomprarlo. Se è una vecchia MC e per caso non hai più registratori ti tocca comprare un nuovo supporto a prezzo pieno.Ma se disponi del tutto funzionante (su un qualunque supporto) non puoi prestarlo ad un amico come la tua punto o farla sentire ad altri (almeno in teoria).
        • rock3r scrive:
          Re: Continuano a far finta di non capire
          e teoricamente (almeno, quando i cd non hanno drm; se li hanno, anche in pratica se sei ligio alle leggi) non puoi nemmeno usare la musica rippata dal cd sul pc, o su un lettore portatile, a meno di non avere nell'immediata disponibilità tutte le "copie originali" (che bell'ossimoro) da presentare su richiesta... immagina di avere una enorme collezione di vinili, e di voler ascoltare quella musica in vacanza, quindi ti metti pazientemente a rippare la musica e metterla su cd. poi, sfortunatamente, sei in vacanza a 500km da casa dove tieni gli originali (magari nemmeno tutti, magari qualche scatola s'è rotta e l'hai cambiata, perdendo il bollino, o magari il bollino era sul cellophane - si, ho visto anche di queste genialate) e ti ferma la gdf, chiedendoti di presentarti con gli originali in caserma entro un'ora - questi sono i termini standard. Che fai? Ti attacchi, ti contestano la multa, magari fai ricorso, perdi tempo, soldi, e tutto perché hai acquistato della musica su un supporto "scomodo", o perché vuoi sempre dietro la tua collezione e per ovvi motivi non è possibile portare fisicamente i dischi.nessuno ci pensa, ma è così. teoricamente i supporti non potresti non dico copiarli gratis a un tuo amico (il lucro ovviamente farebbe cadere tutte le considerazioni), ma nemmeno prestarglielo!
      • Mr. X scrive:
        Re: Continuano a far finta di non capire
        - Scritto da: HAL9000
        Ah si, allora visto che non comprerò mai la Punto
        vado a
        rubarla!!!
        Mi piace intervenire buttndo benzina sul fuoco
        per quanto riguarda questo argomento, ma per
        favore non cercate stupide scuse: che scarica
        illegalmente lo fa perchè non vuole
        pagare!!!

        CiaoVedi ma se tu la punto la rubi non è piu disponibile per nessuno, se tu la punto la copi non la sottrai a nessuno, resta sempre li per chi volesse comprarla o copiarla... se le automobili fossero copiabili come la musica (o qualunque tipo di dato) la gente le attribuirebbe un valore molto piu basso di quello che ha in realtà, e per la musica, anzi per il copyright sulla musica vale lo stesso discorso.
        • 236177 scrive:
          Re: Continuano a far finta di non capire
          - Scritto da: Mr. X
          - Scritto da: HAL9000

          Ah si, allora visto che non comprerò mai la
          Punto

          vado a

          rubarla!!!

          Mi piace intervenire buttndo benzina sul fuoco

          per quanto riguarda questo argomento, ma per

          favore non cercate stupide scuse: che scarica

          illegalmente lo fa perchè non vuole

          pagare!!!



          Ciao

          Vedi ma se tu la punto la rubi non è piu
          disponibile per nessuno, se tu la punto la copi
          non la sottrai a nessuno, resta sempre li per chi
          volesse comprarla o copiarla...Vedi però se fosse così facilmente copiabile nessuno investirebbe per progettarla e costruirla in serie (non ci guadagnerebbe niente, chi gielo farebbe fare?), quindi capisci che non ci sarebbe concorrenza e competizione nel mercato, di conseguenza evoluzione tecnologica.
          • Wolf01 scrive:
            Re: Continuano a far finta di non capire
            Si è visto infatti dove ha portato l'evoluzione della Musica degli anni 70-80... Finley, Tokio Hotel, Britney Spears tanto per citarne alcuni, forse era meglio Orietta Berti
          • 236177 scrive:
            Re: Continuano a far finta di non capire
            - Scritto da: Wolf01
            Si è visto infatti dove ha portato l'evoluzione
            della Musica degli anni 70-80... Finley, Tokio
            Hotel, Britney Spears tanto per citarne alcuni,
            forse era meglio Orietta
            BertiSono dell'idea che le cose non sono bianche o nere, e in quest'ottica non ti posso dare tutti i torti.Sempre in quest'ottica però occhio a denigrare in toto un certo genere perché alcune canzoni di Britney Spears sono fatte davvero bene (ovviamente lei non ci avrà minimamente messo le mani :-)), e probabilmente anche degli altri che non conosco...(certo per sentito dire..).D'altra parte esiste anche il pubblico giovane che richiede musica immediata.Va bè cmq di sicuro ci sono vari aspetti da considerare.
          • Lorenzo scrive:
            Re: Continuano a far finta di non capire
            Solo che la punto va in un mercato ad alta concorrenza quindi alla fine il costo e' limitato da questa , invece per la musica la concorrenza non c'è' perche' ogni brano e' sotto licenza , mentre per me 2 utilitarie di marca diversa possono essere uguali non lo sono sicuramente 2 canzoni di diversi autori ,qiundi anche se il costo marginale e' tendente a zero il cd non scende mai di prezzo si chiama monopolio ( non oligopolio i prodotti sono distinguibili e non omogenei ), solo che se lo fa una famosa ditta di software la multano ,se lo fa un editore di musica ( che da gli spiccioli all'autore ) gli danno gli aiuti per il mercato in crisi , per fortuna che i cd li possiamo tranquillamente lasciare sugli scaffali , a volte dell'auto non si puo' fare a meno ...P.S. la punto posso comprarla usata ... i cd potrei non poterlo fare se la licenza vieta di rivenderli e in alcuni paesi si cerca di bloccare la vendita di cd usati , il noleggio poi e' vietato anche in italia ... la punto posso anche noleggiarla per togliermi lo sfizio di guidarla una volta .Vox populi vox dei , quello che la maggior parte delle persone non ritiene reato non dovrebbe esserlo .
          • 01234 scrive:
            Re: Continuano a far finta di non capire
            ariquotone
          • Etico scrive:
            Re: Continuano a far finta di non capire
            - Scritto da: 236177
            - Scritto da: Mr. X
            Vedi però se fosse così facilmente copiabile
            nessuno investirebbe per progettarla e costruirla
            in serie (non ci guadagnerebbe niente, chi gielo
            farebbe fare?), quindi capisci che non ci sarebbe
            concorrenza e competizione nel mercato, di
            conseguenza evoluzione
            tecnologica.Al contrario! Più evoluzione! Se una cosa si può riprodurre facilmente e tu vuoi fare tanti soldi devi essere in grado di fare qualcosa che nessun altro sa fare. Quindi ricerca e sviluppo.
      • gerry scrive:
        Re: Continuano a far finta di non capire
        - Scritto da: HAL9000
        Ah si, allora visto che non comprerò mai la Punto
        vado a
        rubarla!!!Peccato non stesse dicendo affatto questo.
      • Reolix scrive:
        Re: Continuano a far finta di non capire
        O forse lo fà perchè i costi sono eccessivi e le produzioni pietose da non valere quei costi... ma questo non ti tange minimamente, e ovvio
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: Continuano a far finta di non capire
        - Scritto da: HAL9000
        Ah si, allora visto che non comprerò mai la Punto
        vado a rubarla!!!Il furto toglie il possesso a chi ha acquistato, la copia no:[img]http://bayimg.com/image/janpnaaba.jpg[/img]
      • Joe Tornado scrive:
        Re: Continuano a far finta di non capire
        - Scritto da: HAL9000
        Ah si, allora visto che non comprerò mai la Punto
        vado a
        rubarla!!!Così il proprietario rimane senza
        Mi piace intervenire buttndo benzina sul fuoco
        per quanto riguarda questo argomento, ma per
        favore non cercate stupide scuse: che scarica
        illegalmente lo fa perchè non vuole
        pagare!!!Sarà anche vero, ma non ruba nulla.

        CiaoCiao
      • attonito scrive:
        Re: Continuano a far finta di non capire

        che scarica
        illegalmente lo fa perchè non vuole
        pagare!!!ok, adesso lo sai: che mi fai? mi mandi la polizia postale a casa? mmm... mi sa che sono impegnati anche loro a scaricare, eh si.
      • 01234 scrive:
        Re: Continuano a far finta di non capire
        non fare stupidi esempi, allora...
    • pepe scrive:
      Re: Continuano a far finta di non capire
      ma.. secondo me è ancora diverso.. quando non c'era internet il cd me lo copiavo dall'originale o da una copia dell'originale.. classico metodo passaparola.. per carità internet sarà più capillare.. ma non è che prima di internet non esisteva il modo di prendersi la musica gratis...e comunque è sempre la solita lotta contro i mulini a vento.. finchè esisterà internet si troverà sempre un modo di scambiarsi dei contenuti.. le major stanno spendendo soldi e tempo per niente..
      • rock3r scrive:
        Re: Continuano a far finta di non capire
        ma anche se non esistesse... finché c'è la possibilità di copia, la gente copia perché non può investire millemila euro al mese in musica, cinema, libri. per i libri esistono le biblioteche, perché non si fanno anche per musica e film? (qui dalle mie parti iniziano ad esserci anche -pochi- cd ed un po' di dvd, ma bisogna aspettare un anno dalla commercializzazione per poterli prendere in prestito. perché? perché per i libri non è così? sono forse "meno cultura" i libri?)
    • 01234 scrive:
      Re: Continuano a far finta di non capire
      straquotone
    • Ivan Berruti scrive:
      Re: Continuano a far finta di non capire
      - Scritto da: Pino Dei Palazzi
      I discografici si lamentano sempre dei mancati
      guadagni, ma le cifre non sono sicuramente quelle
      da loro denunciate. Possiamo essere abbastanza
      certi che il 95% della musica scaricata
      "illegalmente" non sarebbe stata altrimenti
      acquistata. La stragrande maggioranza degli
      utenti p2p scarica musica solo perchè è gratis,
      altrimenti non l'acquisterebbe comunque. Quindi
      nessun mancato
      guadagno.
  • giovanni fracasso scrive:
    ripensare il modello di fare soldi
    un esempio? prince...
    • 1977 scrive:
      Re: ripensare il modello di fare soldi
      - Scritto da: giovanni fracasso
      un esempio? prince...un altro? concerti, OVUNQUE, e a prezzi abbordabili.
      • giovanni fracasso scrive:
        Re: ripensare il modello di fare soldi
        vabbeh era per evitare che morissero giovani per troppo stress da palcoscenico :-PPPPPsai..magari con tanti concerti a prezzi abbordabili gli tocca lavorare davvero ;-))
  • Nome e cognome scrive:
    Come chiamate voi...
    ... una persona che vi vende (VENDE non "affitta", "dà in comodato" o altro, ma VENDE) una cosa senza che possiate poi disporne a vostro completo piacimento?Senza che possiate sapere com'è fatta?Senza che possiate smontarla e rimontarla come vi pare, o usarla in modo diverso da come chi ve l'ha venduta aveva previsto, salvo ovviamente perderne la relativa garanzia?Non posso forse usare un vaso come fermaporta?Non posso usare una busta di bulloni per creare una scultura?Non posso forse aprire un videoregistratore per vedere com'è stato fatto?Loro dicono "Non ruberesti mai un'auto", "Non ruberesti mai una borsa", "Non ruberesti mai un televisore". Quando compro l'auto, o la borsa, o il televisore, ci posso guardare dentro e vedere come sono fatti? Posso disporne nel modo più completo a mio insindacabile piacimento? Posso usarli con gli amici? Posso prendere spunto da com'è fatta la borsa per cucirmene una simile a modo mio?E per quale motivo tutti questi ovvi e naturali diritti che acquisisco nel momento in cui PAGO CON MONETA SONANTE questi oggetti, non debbano valere anche per le opere dell'ingegno?Perché quando compro una musica non sto comprando una musica ma solo il diritto di ascoltarla col mio orecchio?Perché non posso usare il CD che ho comprato per farmene una copia?Perché non posso usare il CD che ho comprato per sentirlo in una festa con gli amici?Perché non posso avere insieme al CD anche il codice sorgente cioè lo spartito della musica?Una persona che vende musica, film o software, e non dà questi elementari diritti, ma comunque pretende (si chiama ESTORSIONE) dei soldi in cambio, non è un LADRO e TRUFFATORE?Con quale faccia un LADRO e TRUFFATORE paragona i film ad oggetti come automobile, televisore, borsa, cellulare, se non mi dà gli stessi identici e fondamentali diritti di quando compro questi oggetti?Con quale faccia un LADRO e TRUFFATORE dà del LADRO a chi paga il biglietto al cinema? A chi compra un DVD originale (nelle copie si può skippare, nell'originale NO)?Con quale faccia le major parlano di globalizzazione, fanno la produzione in Cina e poi vanno a imporre il codice regionale nei DVD?Per quale motivo il 50% del ricavato delle discoteche finisce il 30% sui dischi più venduti (che nulla hanno a che fare con la discoteca) e il 20% alla musica liscio?Per quale motivo i diritti d'autore durano 70 anni dalla morte dell'autore, quindi permettono a persone come gli eredi Bixio di continuare a guadagnare nuovi introiti anche oggi e avere la faccia tosta di dire che "70 anni sono pochi"? Non gli basta l'eredità del padre?ABOLIRE PER SEMPRE IL DIRITTO D'AUTORE, LA SIAE, LA FIMI, LA FIPM, LA RIAA, LA BSA, LA MPAA. E nel frattempo non dare un centesimo a tutti questi signori: comprare i supporti vuoti e gli apparecchi in Paesi che non hanno la tassa; non comprare CD, né DVD, originali, di alcun tipo; non comprare nulla su cui ci sia il bollino SIAE. Facciamole fallire queste MAFIE (perché chi si comporta in questo modo si chiama MAFIOSO!!!), così che imparino che il potere ce lo abbiamo noi consumatori!! Non diamogli modo di guadagnare ulteriormente, e se guardiamo qualcuno comprare originale facciamogli capire che sta sbagliando!!!
    • yenaplyskyn scrive:
      Re: Come chiamate voi...
      niente male...concordo quasi su tutto, anche se credo che il tuo pensiero sia alquanto estremista.Direi che è un buon punto di partenza per una proposta da fare ai nostri politucoli.Me lo copio, se ne avrò l'occasione me lo ristudio e lo presento a qualche esponente di Adoc o Co.Ovviamente se me lo permetti.Sai com'è, con le attuali regole sul copyright non si sa più cos'è possibile copiare e cosa no. ;-)
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Come chiamate voi...
        - Scritto da: yenaplyskyn
        niente male...
        concordo quasi su tutto, anche se credo che il
        tuo pensiero sia alquanto
        estremista.
        Direi che è un buon punto di partenza per una
        proposta da fare ai nostri
        politucoli.
        Me lo copio, se ne avrò l'occasione me lo
        ristudio e lo presento a qualche esponente di
        Adoc o
        Co.

        Ovviamente se me lo permetti.Ma ci mancherebbe altro! Certo che lo permetto! Tutto quello che scrivo chiunque può farne quello che vuole, salvo stravolgerne il senso e attribuendomi cose che non ho detto!La mia intelligenza è sufficiente al punto da capire che un'idea, una canzone, un film, o qualsiasi altra cosa, per funzionare dev'essere pubblicamente accessibile, e se viene imposto un costo essa non è più accessibile.Ah, per rispondere a chi fa l'esempio cretino dell'auto: in una società futura evoluta alla Star Trek, il denaro non esiste quasi più e praticamente tutto si può replicare a costo zero (la materia che i replicatori modellano e trasformano proviene dagli scarti e dai rifiuti, quindi è praticamente un ciclo continuo). Quindi la copia dell'auto sarà prima o poi comunque possibile e ovviamente a costo zero.La scienza, quella vera, sta studiando al riguardo sui replicatori ed è quindi possibile e auspicabile che tra non più di uno o due secoli essi possano essere una realtà e non solo fantascienza trekkiana. Mi sembra inutile sottolineare quali siano le conseguenze epocali di un'invenzione simile, e quanti problemi si risolverebbero a cominciare dalla fame nel mondo o dalla disponibilità di medicinali in zone disagiate.Ma se anche oggi non esistono ancora i replicatori di materia, esiste il modo di replicare infinitamente i dati. Questo lo sanno le major (che infatti ci vendono "COPIE ORIGINALI") e dobbiamo saperlo (e usufruirne il più possibile) noi, proprio per spezzare quel circolo vizioso che attribuisce al denaro l'importanza primaria.Il denaro serve per le cose non replicabili. Che, si spera, in futuro saranno sempre meno. Anche perché una volta che si potrà replicare tutto, si potrà replicare anche lo stesso denaro... (almeno finché non si scopre il lathinum :D) motivo per cui il denaro stesso perderà di significato. E di fatto già oggi il denaro ha perso di significato in quanto non consente la sua trasformazione in metallo prezioso (una volta c'era scritto "Pagabili a vista al portatore", oggi non più).
    • Wolf01 scrive:
      Re: Come chiamate voi...
      Giusto!Condivido pienamente, è ora di finirla di farsi dare dei ladri a prescindere, ed è ora che chi fa musica a tavolino e suoni solo per masterizzare i cd vada a trovarsi un lavoro o inizi a guadagnare con i concerti.
    • 236177 scrive:
      Re: Come chiamate voi...
      - Scritto da: Nome e cognome
      ... una persona che vi vende (VENDE non
      "affitta", "dà in comodato" o altro, ma VENDE)
      una cosa senza che possiate poi disporne a vostro
      completo
      piacimento?
      Senza che possiate sapere com'è fatta?Puoi sapere benissimo come è fatta. Hai tutte le informazioni audio che costituiscono la composizione musicale, quindi la puoi analizzare nei minimi dettagli del campione audio.
      Senza che possiate smontarla e rimontarla come vi
      pare, o usarla in modo diverso da come chi ve
      l'ha venduta aveva previsto, salvo ovviamente
      perderne la relativa garanzia?Veramente anche in molti oggetti fisici sono espressamente vietati determinati utilizzi impropri.
      Non posso forse usare un vaso come fermaporta?
      Non posso usare una busta di bulloni per creare
      una scultura?
      Non posso forse aprire un videoregistratore per
      vedere com'è stato fatto?Lo stesso puoi fare con una canzone.
      Loro dicono "Non ruberesti mai un'auto", "Non
      ruberesti mai una borsa", "Non ruberesti mai un
      televisore". Quando compro l'auto, o la borsa, o
      il televisore, ci posso guardare dentro e vedere
      come sono fatti? Posso disporne nel modo più
      completo a mio insindacabile piacimento? Posso
      usarli con gli amici? Posso prendere spunto da
      com'è fatta la borsa per cucirmene una simile a
      modo
      mio?Lo puoi fare anche con la musica.
      Perché quando compro una musica non sto comprando
      una musica ma solo il diritto di ascoltarla col
      mio orecchio?Che vuol dire "comprando una musica"? La puoi ascoltare e fare ascoltare a meno che ciò non venga utilizzato per fini di lucro (vedi locali) e questo è giusto. Correggetemi se sbaglio.
      Perché non posso usare il CD che ho comprato per
      farmene una copia?Beh, prova a fare 2+2. Se si potesse fare col televisore o con la borsa usando un banale "masterizzatore" pensi che lo permetterebbero?Se si ragiona bisogna cercare di ragionare obiettivamente.
      Perché non posso avere insieme al CD anche il
      codice sorgente cioè lo spartito della
      musica?Ma quando compri un auto ti danno anche il progetto della centralina, del motore e tutto? Non lo sapevo. E qual è il codice sorgente della borsa? Se facciamo i paralleli facciamoli fino in fondo, no come ci pare.Poi lo spartito se sei bravo te lo puoi ricavare da solo.
      Una persona che vende musica, film o software, e
      non dà questi elementari diritti, ma comunque
      pretende (si chiama ESTORSIONE) dei soldi in
      cambio, non è un LADRO e
      TRUFFATORE?Assolutamente no. I contratti esistono apposta. Se io creo qualcosa potrò decidere cosa farne o no? Si parla di libertà o di altro?
      Con quale faccia un LADRO e TRUFFATORE paragona i
      film ad oggetti come automobile, televisore,
      borsa, cellulare, se non mi dà gli stessi
      identici e fondamentali diritti di quando compro
      questi oggetti?Vedi sopra.
      Per quale motivo i diritti d'autore durano 70
      anni dalla morte dell'autore, quindi permettono a
      persone come gli eredi Bixio di continuare a
      guadagnare nuovi introiti anche oggi e avere la
      faccia tosta di dire che "70 anni sono pochi"?
      Non gli basta l'eredità del
      padre?Ah, su questo in effetti si può discutere. Anzi.

      ABOLIRE PER SEMPRE IL DIRITTO D'AUTORE,Sì certo complimenti! Ma ce la fai a capire che non è giusto che una cosa che tu crei personalmente (e non altri) sia automaticamente di tutti? Questo è alla base.Si può discutere sulle quantità, sui numeri, sui dettagli eccetera, ma NON su questo concetto di base.
      • Funz scrive:
        Re: Come chiamate voi...
        - Scritto da: 236177

        ABOLIRE PER SEMPRE IL DIRITTO D'AUTORE,

        Sì certo complimenti! Ma ce la fai a capire che
        non è giusto che una cosa che tu crei
        personalmente (e non altri) sia automaticamente
        di tutti? Questo è alla
        base.
        Si può discutere sulle quantità, sui numeri, sui
        dettagli eccetera, ma NON su questo concetto di
        base.Invece si discutiamone pure, perché è una assurdità.Quando tu crei un'opera d'arte (si può discutere se Tiziano Ferro rientri in questa categoria, ma lasciamo perdere), non appartiene più solo a te, ma all'umanità intera.E' giusto che tu dalla tua attività artistica ricavi di che vivere, se sei bravo, ma per un periodo limitato, poi la tua arte diventa patrimonio dell'umanità e chiunque può farne l'uso che preferisce, compreso diffonderla e rielaborarla per creare nuova arte.Così una cultura prospera e si arricchisce, noi invece abbiamo mercificato tutto, e quello che ci ritroviamo oggi è una montagna di spazzatura commerciale.Non vuoi condividere la tua arte? Tientela chiusa in un cassetto, quando l'hai distribuita non puoi più accampare pretese eccessive e nemmeno ritirarla dalla circolazione.
        • 01234 scrive:
          Re: Come chiamate voi...
          io farei tipo 20 anni dalla pubblicazione(copre anche il primo revival ;-) )
        • 236177 scrive:
          Re: Come chiamate voi...
          Ma quello che tu dici infatti non è mica in contraddizione con quello che ho detto io. Infatti hai discusso dei dettagli.
      • CCC scrive:
        Re: Come chiamate voi...
        - Scritto da: 236177
        - Scritto da: Nome e cognome

        ... una persona che vi vende (VENDE non

        "affitta", "dà in comodato" o altro, ma VENDE)

        una cosa senza che possiate poi disporne a
        vostro

        completo

        piacimento?

        Senza che possiate sapere com'è fatta?

        Puoi sapere benissimo come è fatta. Hai tutte le
        informazioni audio che costituiscono la
        composizione musicale, quindi la puoi analizzare
        nei minimi dettagli del campione
        audio.ma dai! non sapevo che per tutti i cd audio fossero disponibili gli spartiti e singole tracce audio...mi dici dove li trovo?

        Senza che possiate smontarla e rimontarla come
        vi

        pare, o usarla in modo diverso da come chi ve

        l'ha venduta aveva previsto, salvo ovviamente

        perderne la relativa garanzia?

        Veramente anche in molti oggetti fisici sono
        espressamente vietati determinati utilizzi
        impropri.certo... tipo che è vietato usare le bottiglie per spaccarle in testa alla gente ed è vietato usare i CD per abbagliare gli autovelox?

        Non posso forse usare un vaso come fermaporta?

        Non posso usare una busta di bulloni per creare

        una scultura?

        Non posso forse aprire un videoregistratore per

        vedere com'è stato fatto?

        Lo stesso puoi fare con una canzone.davvero? e come se i DRM mi impediscono anche solo di copiarla? e come se i codici regionali mi impediscono di ascoltarla quando vado all'estero?

        Loro dicono "Non ruberesti mai un'auto", "Non

        ruberesti mai una borsa", "Non ruberesti mai un

        televisore". Quando compro l'auto, o la borsa, o

        il televisore, ci posso guardare dentro e vedere

        come sono fatti? Posso disporne nel modo più

        completo a mio insindacabile piacimento? Posso

        usarli con gli amici? Posso prendere spunto da

        com'è fatta la borsa per cucirmene una simile a

        modo

        mio?

        Lo puoi fare anche con la musica.peccato che anche la SIAE non la pensi come te

        Perché quando compro una musica non sto
        comprando

        una musica ma solo il diritto di ascoltarla col

        mio orecchio?

        Che vuol dire "comprando una musica"? La puoi
        ascoltare e fare ascoltare a meno che ciò non
        venga utilizzato per fini di lucro (vedi locali)
        e questo è giusto. Correggetemi se
        sbaglio.si sbagli... nel senso che non è per nulla giusto

        Perché non posso usare il CD che ho comprato per

        farmene una copia?

        Beh, prova a fare 2+2. 4?
        Se si potesse fare col
        televisore o con la borsa usando un banale
        "masterizzatore" pensi che lo
        permetterebbero?hai voglia! anzi, lo fanno proprio e lo fanno loro stessi (i produttori)... un esempio: le repliche "cinesi" di borse senza marchio che i produttori stessi fanno fare alimentando il mercato "pirata" per incassare comunque soldi senza sXXXXXXXre il marchio...
        Se si ragiona bisogna cercare di ragionare
        obiettivamente.si... dovresti farlo anche tu

        Perché non posso avere insieme al CD anche il

        codice sorgente cioè lo spartito della

        musica?

        Ma quando compri un auto ti danno anche il
        progetto della centralina, del motore e tutto?dovrebbero farlo
        Non lo sapevo. E qual è il codice sorgente della
        borsa? il file CAD/CAM delle macchine con cui le producono
        Se facciamo i paralleli facciamoli fino in
        fondo, no come ci
        pare.appunto
        Poi lo spartito se sei bravo te lo puoi ricavare
        da
        solo.qui ti dai tu stesso la zappa sui piedi: ricavare lo spartito da soli è ciò che nel software si chiama reverse engineering...in pratica stai legittimando il reverse engineering...in pratica stai legittimando la "pirateria"...in pratica stai dimostrando che anche per te, come è nella natura umana, è naturale essere portati a condividere, copiare, collaborare...

        Una persona che vende musica, film o software, e

        non dà questi elementari diritti, ma comunque

        pretende (si chiama ESTORSIONE) dei soldi in

        cambio, non è un LADRO e

        TRUFFATORE?

        Assolutamente no. I contratti esistono apposta.
        Se io creo qualcosa potrò decidere cosa farne o
        no? Si parla di libertà o di
        altro?peccato che queste cose non siano regolate da contratti ma da leggi che impongono squilibri enormi a favore di una parte e a discapito di altre...per cui: no! in queste condizioni non si parla proprio di libertà ma di coercizione a vantaggio di pochi e a danno di molti

        Con quale faccia un LADRO e TRUFFATORE paragona
        i

        film ad oggetti come automobile, televisore,

        borsa, cellulare, se non mi dà gli stessi

        identici e fondamentali diritti di quando compro

        questi oggetti?

        Vedi sopra.giusto... vedi sopra...

        Per quale motivo i diritti d'autore durano 70

        anni dalla morte dell'autore, quindi permettono
        a

        persone come gli eredi Bixio di continuare a

        guadagnare nuovi introiti anche oggi e avere la

        faccia tosta di dire che "70 anni sono pochi"?

        Non gli basta l'eredità del

        padre?

        Ah, su questo in effetti si può discutere. Anzi.grazie per la gentile concessione...cosa proponi? di diminuire a 69 anni? o vogliamo arrivare a 100?

        ABOLIRE PER SEMPRE IL DIRITTO D'AUTORE,

        Sì certo complimenti! Ma ce la fai a capire che
        non è giusto che una cosa che tu crei
        personalmente (e non altri) sia automaticamente
        di tutti? Questo è alla
        base.
        Si può discutere sulle quantità, sui numeri, sui
        dettagli eccetera, ma NON su questo concetto di
        base.nessuno crea nulla personalmenteun artista crea grazie alla formazione artistica e culturale che ha ricevuto sin dalla nascita: cosa ha dato in cambio alla collettività da cui ha ricevuto queste cose? per quale motivo ciò che "crea" dovrebbe essere solo suo?uno scienziato "scopre" qualcosa grazie alla formazione culturale che ha ricevuto e grazie a strutture pubbliche o finanziate pubblicamente (l'industria "privata" non esiste...): cosa ha dato in cambio alla collettività da cui ha ricevuto queste cose? per quale motivo ciò che "scopre" dovrebbe essere solo suo?ecc...rifletti meglio...
        • 01234 scrive:
          Re: Come chiamate voi...
          le CC mi piacciono: cmq vanno fatti salvi1) diritto assoluto di paternità2) diritto allo sfruttamento commerciale se voluto - però max per 20 anni, che cavolo!3) diritto di inalterabilità, a meno di autorizzazione dell'autorele CC permettono di avvalersene o meno, il CR tradizionale è solo una legge a protezione dei privilegi
    • CCC scrive:
      Re: Come chiamate voi...
      - Scritto da: Nome e cognome
      ... una persona che vi vende (VENDE non
      "affitta", "dà in comodato" o altro, ma VENDE)
      una cosa senza che possiate poi disporne a vostro
      completo
      piacimento?
      Senza che possiate sapere com'è fatta?
      Senza che possiate smontarla e rimontarla come vi
      pare, o usarla in modo diverso da come chi ve
      l'ha venduta aveva previsto, salvo ovviamente
      perderne la relativa
      garanzia?

      Non posso forse usare un vaso come fermaporta?
      Non posso usare una busta di bulloni per creare
      una
      scultura?
      Non posso forse aprire un videoregistratore per
      vedere com'è stato
      fatto?
      Loro dicono "Non ruberesti mai un'auto", "Non
      ruberesti mai una borsa", "Non ruberesti mai un
      televisore". Quando compro l'auto, o la borsa, o
      il televisore, ci posso guardare dentro e vedere
      come sono fatti? Posso disporne nel modo più
      completo a mio insindacabile piacimento? Posso
      usarli con gli amici? Posso prendere spunto da
      com'è fatta la borsa per cucirmene una simile a
      modo
      mio?

      E per quale motivo tutti questi ovvi e naturali
      diritti che acquisisco nel momento in cui PAGO
      CON MONETA SONANTE questi oggetti, non debbano
      valere anche per le opere
      dell'ingegno?
      Perché quando compro una musica non sto comprando
      una musica ma solo il diritto di ascoltarla col
      mio
      orecchio?
      Perché non posso usare il CD che ho comprato per
      farmene una
      copia?
      Perché non posso usare il CD che ho comprato per
      sentirlo in una festa con gli
      amici?
      Perché non posso avere insieme al CD anche il
      codice sorgente cioè lo spartito della
      musica?

      Una persona che vende musica, film o software, e
      non dà questi elementari diritti, ma comunque
      pretende (si chiama ESTORSIONE) dei soldi in
      cambio, non è un LADRO e
      TRUFFATORE?
      Con quale faccia un LADRO e TRUFFATORE paragona i
      film ad oggetti come automobile, televisore,
      borsa, cellulare, se non mi dà gli stessi
      identici e fondamentali diritti di quando compro
      questi
      oggetti?
      Con quale faccia un LADRO e TRUFFATORE dà del
      LADRO a chi paga il biglietto al cinema? A chi
      compra un DVD originale (nelle copie si può
      skippare, nell'originale
      NO)?
      Con quale faccia le major parlano di
      globalizzazione, fanno la produzione in Cina e
      poi vanno a imporre il codice regionale nei
      DVD?

      Per quale motivo il 50% del ricavato delle
      discoteche finisce il 30% sui dischi più venduti
      (che nulla hanno a che fare con la discoteca) e
      il 20% alla musica
      liscio?

      Per quale motivo i diritti d'autore durano 70
      anni dalla morte dell'autore, quindi permettono a
      persone come gli eredi Bixio di continuare a
      guadagnare nuovi introiti anche oggi e avere la
      faccia tosta di dire che "70 anni sono pochi"?
      Non gli basta l'eredità del
      padre?

      ABOLIRE PER SEMPRE IL DIRITTO D'AUTORE, LA SIAE,
      LA FIMI, LA FIPM, LA RIAA, LA BSA, LA MPAA. E nel
      frattempo non dare un centesimo a tutti questi
      signori: comprare i supporti vuoti e gli
      apparecchi in Paesi che non hanno la tassa; non
      comprare CD, né DVD, originali, di alcun tipo;
      non comprare nulla su cui ci sia il bollino SIAE.
      Facciamole fallire queste MAFIE (perché chi si
      comporta in questo modo si chiama MAFIOSO!!!),
      così che imparino che il potere ce lo abbiamo noi
      consumatori!! Non diamogli modo di guadagnare
      ulteriormente, e se guardiamo qualcuno comprare
      originale facciamogli capire che sta
      sbagliando!!!OTTIMO!!!QUOTONE INTEGRALE!!!!
  • Gidantribal scrive:
    W Internet
    W internet come insieme rete di reti libera, in cui vige il concetto di autogestione...Quando gli ISP risponderanno a queste lamentele (giustificate o no non entro nel merito e non do giudizi personali) attivandosi per bloccare il p2p (e se lo faranno visto la gente paga contratti da 20Mbit principalmente per scaricare e non per vedersi roma-torino)... ci saranno già buone tecnologie per aggirare le sopraccennate risposte (filtri, etc)... benvenuta sia la crittografia :)Il vero problema emergerà quando internet sarà setacciata in ogni suo minimo stream di dati, anke crittografato... e verranno bloccati gli stream non certificati... ma questa è ancora, fortunatamente, fantascienza.W internet libera :)
    • Roberto Valiani scrive:
      Re: W Internet
      Se Internet fosse' piena di gente RESPONSABILE allora sarei d'accordo con te, ma visto che non lo e' ben vengano sistemi che ti segnalano, tecnologie che ti beccano o meglio computer che ti esplodano in faccia quando RUBI
      • Gidantribal scrive:
        Re: W Internet
        Non sono proprio d'accordo, chiedo scusa. Al massimo sono d'accordo con le iniziative legali prese DOPO l'avvenimento dei delitti, ma non alla censura e al controllo preventivo.Il quale, fortunatamente, non sarà tecnicamente/economicamente possibile nel breve-medio termine.Se mi si permette un'analogia... Lo stato non dovrebbe privare un cittadino di uscire di casa anche se poi quest'ultimo usa tale libertà per stuprare una donna...
      • Maser scrive:
        Re: W Internet
        - Scritto da: Roberto Valiani
        Se Internet fosse' piena di gente RESPONSABILE
        allora sarei d'accordo con te, ma visto che non
        lo e' ben vengano sistemi che ti segnalano,
        tecnologie che ti beccano o meglio computer che
        ti esplodano in faccia quando
        RUBIGià... ma se a questo mondo fosse possibile punire tutti i comportamnti poco etici vorrei proprio vedere quanti discografici rimarrebbero impuniti.
        • Gidantribal scrive:
          Re: W Internet
          eh sì, ne esploderebbero di computer...
        • fede scrive:
          Re: W Internet
          fossero solo i discografici... :)
          • Fringuello scrive:
            Re: W Internet
            "
            Se Internet fosse' piena di gente RESPONSABILE
            allora sarei d'accordo con te, ma visto che non
            lo e' ben vengano sistemi che ti segnalano,
            tecnologie che ti beccano o meglio computer che
            ti esplodano in faccia quando
            RUBI"Se leggo di un utente che tramite protocollo tcp/ip (massi' anche se usa Windows Millennium) è riuscito a rubare una tastiera con un hack particolare voglio conoscerlo e stringergli la mano.Se Internet fosse' piena di gente RESPONSABILE ese chi la amministra a livello legislativo lo fosse anch'esso non ci sarebbe bisogno di fare assolutamente niente apparte configurare un firewall hardware e rilasciare qualche patch di tanto in tanto.ps: hai visto? Siamo in due ad averti rubato con il QUOTE un contenuto che hai scritto... ^_^. Pero' non puoi fare niente perchè era privo di protezioni da ctrl+c/ctrl+v e non era brevettato. Fossi in te consiglierei a PI di adottare sistemi di protezioni da copia...
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: W Internet
        - Scritto da: Roberto Valiani
        Se Internet fosse' piena di gente RESPONSABILE
        allora sarei d'accordo con te, ma visto che non
        lo e' ben vengano sistemi che ti segnalano,
        tecnologie che ti beccano o meglio computer che
        ti esplodano in faccia quando
        RUBI[img]http://img164.imageshack.us/img164/250/rosicaov8.jpg[/img]Chi è che vende musica senza venderla, riservandosi tutti i diritti pur prendendosi i soldi dal consumatore?Quelli sono i ladri, che rubano i soldi dei consumatori TRUFFANDOLI perché si riservano dei diritti che NON POSSONO NE' DEVONO MANTENERE IN ALCUNA FORMA una volta che hanno VENDUTO IN CAMBIO DI SOLDI!!!E già che ci siamo: sui prodotti alimentari è obbligatorio per legge inserire gli ingredienti. Rendiamo obbligatorio per legge inserire gli spartiti nei CD e i copioni completi nei DVD, nonché il codice sorgente per il software.Se a qualcuno questo non starà bene, che se ne vada a quel paese e non faccia più musica, non faccia più film, non faccia più software. Sicuramente nessuno ne sentirà la mancanza, visto che nessuno sente la mancanza di un fallito che non sa nemmeno la musica dove sta di casa.I veri artisti si chiamavano Beethoven Mozart Tchaikovsky eccetera e non hanno mai avuto una lira per DIRITTI D'AUTORE, e questo li ha spronati a lavorare continuamente ad altissimo livello creando musiche meravigliose che nulla hanno di paragonabile alla schifezza commerciale di oggi-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 gennaio 2009 03.49-----------------------------------------------------------
        • MegaLOL scrive:
          Re: W Internet
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

          I veri artisti si chiamavano Beethoven Mozart
          Tchaikovsky eccetera e non hanno mai avuto una
          lira per DIRITTI D'AUTORE, e questo li ha
          spronati a lavorare continuamente ad altissimo
          livello creando musiche meravigliose che nulla
          hanno di paragonabile alla schifezza commerciale
          di
          oggiL'economia di allora era molto diversa. Nel caso, ti trovavi qualche reale che ti finanziasse ed eri a posto. Ora non è più così.Ma tu sei molto stupido e non lo sai o fai finta di saperlo. Ho pietà per te quanto ne ho per gli escrementi di cane che lordano le strade: raccogliti e buttati via da solo.
          • marco scrive:
            Re: W Internet
            io ho pietà di te, poichè non sei in grado di controbattere ad un post senza insultarne l'autore
          • MegaLOL scrive:
            Re: W Internet
            No, è che non me ne frega niente. Questa è l'internacchio, non un luogo di discussione civile. Questa è la gabbia degli scimpanzè dove volano feci.
      • Maurizio Lombardi scrive:
        Re: W Internet
        - Scritto da: Roberto Valiani
        Se Internet fosse' piena di gente RESPONSABILE
        allora sarei d'accordo con te, ma visto che non
        lo e' ben vengano sistemi che ti segnalano,
        tecnologie che ti beccano o meglio computer che
        ti esplodano in faccia quando
        RUBIRubare significa sottrarre illecitamente un bene. Io non rubo niente a nussuno, io copio.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: W Internet
          - Scritto da: Maurizio Lombardi
          - Scritto da: Roberto Valiani

          Se Internet fosse' piena di gente RESPONSABILE

          allora sarei d'accordo con te, ma visto che non

          lo e' ben vengano sistemi che ti segnalano,

          tecnologie che ti beccano o meglio computer che

          ti esplodano in faccia quando

          RUBI

          Rubare significa sottrarre illecitamente un bene.
          Io non rubo niente a nussuno, io
          copio.Linkagli questo, magari col disegnino lo capisce:[img]http://bayimg.com/image/janpnaaba.jpg[/img]
      • pabloski scrive:
        Re: W Internet
        quindi sei a favore anche delle intercettazioni telefoniche a tappeto e continue? io aggiungerei pure un carro armato in ogni piazza e uno sbirro ogni 100 metri, non si sa mai :Dah e spingerei per lo sviluppo immediato di tecnologie di previsione degli eventi futuri a la Minority Reporte ovviamente i malfattori vanno congelati come in Demolition Man....e i giudici devono assumere la carica di poliziotti/giudici/difesa/accusa e processare i criminali sul posto
      • 01234 scrive:
        Re: W Internet
        valia', camomillati, dài, se no sembri lo sprangatore di qualche post più su...
    • rockroll scrive:
      Re: W Internet
      Il vero problema emergerà quando internet sarà setacciata in ogni suo minimo stream di dati, anke crittografato... e verranno bloccati gli stream non certificati Questo non è fantascienza ed è tecnicamente possibile da tempo (a parte il costo delle risorse da dedicare), peccato che non è legale, perchè escluderebbe il transito di ogni forma di informazione "privata" ovvero non soggetta a limitiazioni per diritti vari (se vogliamo chiamarli "diritti" anziche imposizioni). Ne' daltronde possono obbligare a far certificare a carico dei privati qualunque bit "free" che si intenda mettere in condivisione....
      • Gidantribal scrive:
        Re: W Internet
        quindi è fantascienza..non parlavo di test da laboratorio su 4 pc..parlavo di internet..e per farla breve solo di internet e non delle altre reti :)
  • Panini di Alfredo scrive:
    crudo ma nudo
    Devono solo provarci a romperci i XXXXXXXX allalba per aver scaricato e condiviso tutta la vita canzoni e film dai p2p. Da parte mia li aspetterò con una spranga in mano e gliela darò tante di quelle volte fino a spaccargli completamente la testa e fargli uscire tutto il sangue dal cervello, quindi userò le loro viscere per darle da mangiare al cane e le forbici di casa per spaccargli il cuore; infine ne brucerò i cadaveri sulla pubblica piazza insieme alle loro automobili e ai corpi arsi vivi dei giudici che li hanno mandati. Almeno se dovranno mettermi dentro lo faranno per qualcosa che la gente normale considera sbagliato, e non per qualcosa che la gente normale considera giusto.»
    • Roberto Valiani scrive:
      Re: crudo ma nudo
      Questo tipo di opinione non fa altro che rinforzare l'opinione mia e di quelli che come me hanno vissuto di musica fino ad ad arrivare a fare la FAME e a dovere cambiare lavoro a 50 anni che quelli come te che ritengono che siano tutti diritti e niente doveri andrebbero confinati NUDI in una bella isola deserta a imparare che non esiste la roba gratis, e che qualunque prodotto fisico o dell'ingegno umano costa tempo e fatica e va PAGATO magari poco ma PAGATO.Difendere il diritto al FURTO (la legge lo chiama cosi') e' una vergogna.E non tiratemi fuori le scuse che ci sono cose socialmente piu' importanti di una canzoncina, tutti facciamo la nostra parte, e nessuno ha il diritto di fotterti perche' va di moda. Le sprangate nei denti e tutto il resto le darei a te, a quelli delle telecom che fanno i soldi sulla pelle di chi di musica ci vive e ai filosofi idioti che proclamano verita' insulse in nome di chissa' quale giustizia sociale.Cioe' fanno i finocchi con il XXXX degli altri.
      • Billo scrive:
        Re: crudo ma nudo
        - Scritto da: Roberto Valiani
        Questo tipo di opinione non fa altro che
        rinforzare l'opinione mia e di quelli che come me
        hanno vissuto di musica fino ad ad arrivare a
        fare la FAME e a dovere cambiare lavoro a 50 anniEcco, trovati un lavoro vero che è meglio.
        • Roberto Valiani scrive:
          Re: crudo ma nudo
          E' evidente che tu non hai passato anni a studiare, a lavorare quando gli altri si divertono, a investire negli strumenti eccetera. E tutto per stipendi da operaio, mica da rockstar.Adesso faccio la guardia giurata perche' dopo la FINE della possibilita' di integrare le entrate con piccole produzioni non ho trovato di meglio, ma rinnovo CON TUTTO IL CUORE il mio augurio di andare in XXXXX anche a te e a tutti quelli come te, ladri e pure XXXXXXX arroganti.
          • Gidantribal scrive:
            Re: crudo ma nudo
            Purtroppo i tuoi soldi non sono stati rubati dai pirati ma dalle case discografiche e dai manager senza scrupoli che orbitano nel mondo dello spettacolo. Sveglia. E' il mondo dello spettacolo/artistico/musicale/televisivo senza regole a tagliare i talenti emergenti. Ne ho viste e sentite di storie spiacevoli... Più in alto si va peggio è. Ormai Internet, il "web 2.0" e tutte le belle innovazioni odierne al massimo pubblicizzano un brano e/o un artista. Se mi piace un artista poi compro il cd anche se ho 1000 mp3 pirata. Inoltre, questo meccanismo fa in modo che gli artisti meno bravi vengano "naturalmente" non selezionati per la sopravvivenza economica.Prova di ciò: i "Ricordi Media Store" e tutti i principali negozi di CD/DVD sono sempre PIENI zeppi di gente. E fanno i soldi. Loro.
          • Billo scrive:
            Re: crudo ma nudo
            - Scritto da: Roberto Valiani
            E' evidente che tu non hai passato anni a
            studiare, a lavorare quando gli altri si
            divertono, a investire negli strumenti eccetera.
            E tutto per stipendi da operaio, mica da
            rockstar.A studiare cosa?! Ad investire in cosa!? Hai idea di cosa vuol dire LAVORARE SUL SERIO?! Evidentemente poi se non sei riuscito a campare del lavoro di musicista, probabilmente non meritavi più di tanto e rosichi prendendotela con chi scarica. Nessuno ti conosce, non sei niente e non credo che qualcuno scarichi le tue produzioni.
            Adesso faccio la guardia giurata perche' dopo la
            FINE della possibilita' di integrare le entrate
            con piccole produzioni non ho trovato di meglio,Dovevi cominciare prima, saresti stato più utile!
            ma rinnovo CON TUTTO IL CUORE il mio augurio di
            andare in XXXXX anche a te e a tutti quelli come
            te, ladri e pure XXXXXXX
            arroganti.Senti chi parla di arroganza, io in vita mia ho lavorato ed ho investito per un lavoro VERO! Per cui non finirò in XXXXX, come mi auguri tu, anche perché sono giovane e non un vecchio fallito. E soprattutto compro la musica che merita, le cacate non le compro e non le scarico.
          • Gidantribal scrive:
            Re: crudo ma nudo
            Come non è famoso? http://serials.cib.unibo.it/cgi-ser/start/it/spogli/df-s.tcl?prog_art=4847046&language=ITALIANO&view=articoliScusa, lui è Roberto, il famoso economo! :PComunque adesso che ne pensate di abbassare i toni tutti e due????
          • Billo scrive:
            Re: crudo ma nudo
            - Scritto da: Gidantribal
            Come non è famoso?

            http://serials.cib.unibo.it/cgi-ser/start/it/spogl

            Scusa, lui è Roberto, il famoso economo! :P

            Comunque adesso che ne pensate di abbassare i
            toni tutti e
            due????io invece avevo trovato un altro suo omonimo arrestato anni fa per sfruttamento.. potrebbe essere un motivo per cui non è diventato famoso, lo confondevano con gente poco raccomandabile! LOL!Ha ricevuto le risposte che meritava, vuole il rispetto per il suo lavoro, senza averne per quello degli altri!
          • nullpointer scrive:
            Re: crudo ma nudo
            Beh se non ti conosco non ti ho scaricato, se ti scaricavo facevi musica con i controcojotes e facevi i soldi da rockstar :-D
          • Gidantribal scrive:
            Re: crudo ma nudo
            Hai sintetizzato ciò che io mi sono inutilmente spremuto di scrivere in modo formale. Straquoto :D
          • Billo scrive:
            Re: crudo ma nudo
            - Scritto da: nullpointer
            Beh se non ti conosco non ti ho scaricato, se ti
            scaricavo facevi musica con i controcojotes e
            facevi i soldi da rockstar
            :-D- sarà qualche cantante neomelodico..- o uno di quelli convinti che il jazz e vera musica e se non ti piace non capisci un caxxio..- oppure un bluesman tutta tecnica e contenuti zero..
          • Billo scrive:
            Re: crudo ma nudo
            - Scritto da: nullpointer
            Beh se non ti conosco non ti ho scaricato, se ti
            scaricavo facevi musica con i controcojotes e
            facevi i soldi da rockstar
            :-DNe conosco tanti di musicisti.. non rockstar, ma onesti artisti che riescono a monetizzare le loro capacità, insegnando musica privatamente, in scuole, conservatori.. e a tariffe mica da ridere. Il P2P, non li danneggia certo. Alcuni di questi insegnavano già mentre apprendevano, ora.. se un diplomato al conservatorio mi dice che si è messo a fare la guardia giurata.. LOL!
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: crudo ma nudo
            - Scritto da: Roberto Valiani
            E' evidente che tu non hai passato anni a
            studiare, a lavorare quando gli altri si
            divertono, a investire negli strumenti eccetera.
            E tutto per stipendi da operaio, mica da
            rockstar.

            Adesso faccio la guardia giurata perche' dopo la
            FINE della possibilita' di integrare le entrate
            con piccole produzioni non ho trovato di meglio,
            ma rinnovo CON TUTTO IL CUORE il mio augurio di
            andare in XXXXX anche a te e a tutti quelli come
            te, ladri e pure XXXXXXX
            arroganti.[img]http://img164.imageshack.us/img164/250/rosicaov8.jpg[/img]
        • ndr scrive:
          Re: crudo ma nudo

          Ecco, trovati un lavoro vero che è meglio.MA LOOL
      • Maser scrive:
        Re: crudo ma nudo
        - Scritto da: Roberto Valiani
        Questo tipo di opinione non fa altro che
        rinforzare l'opinione mia e di quelli che come me
        hanno vissuto di musica fino ad ad arrivare a
        fare la FAME e a dovere cambiare lavoro a 50 anni
        che quelli come te che ritengono che siano tutti
        diritti e niente doveri andrebbero confinati NUDI
        in una bella isola deserta a imparare che non
        esiste la roba gratis, e che qualunque prodotto
        fisico o dell'ingegno umano costa tempo e fatica
        e va PAGATO magari poco ma
        PAGATO.Mi spiace per te ma l'industria della musica si fonda su due immense bugie:1) il CD, i vecchi LP, le cassette ecc... sono in realtà solo delle copie mentre l'originale sono le esibizioni dal vivo. E' come se un pittore pretendesse di essere pagato per il suo poster che io ho in camera. Io il poster lo pago poco più del costo della stampa e così ritengo sia giusto per la musica.Per un concerto sborso anche 100 euro ma 20 per un CD con 10 pezzi non esiste proprio.2) la proprietà intellettuale partecipa alla cultura e alla società e come tale non può essere detenuta solo dall'autore. Tu autore senza di me non esisti. Io senza te non ascolto. Se la musica che scrivi è TUA tienitela e non ci rompere. Te la suoni nella tua cameretta e amen.Capisco la giusta retribuzione ma per me questa dovrebbe esistere per i concerti dal vivo e per un paio d'anni sulle riproduzioni.Qui stiamo ancora a pagare i diritti per sentirci "Grazie dei Fiori"Internet non ha concorso ad imporre un'ingiustizia. Ne ha scardinato una preesistente.Io personalemte ho smesso di comprare CD non quando ho avuto internet ma quando ho visto l'arroganza e l'avidità che gira dietro a questo mondo.Quando ho visto chiedere i diritti per le suonerie monofoniche.Quando ho visto sparire i siti con le tablature.Ed il discorso si è completamente chiuso con la tassa sui supporti. Visto che il costo del mio Hard Disk è maggiorato per i presunti MP3 che ci potrei mettere sopra allora non vedo perchè non farlo visto che ho pagato.
        • metal meccanico scrive:
          Re: crudo ma nudo
          Quoto, se apri un partito politico hai già un elettore...
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: crudo ma nudo
            - Scritto da: metal meccanico
            Quoto, se apri un partito politico hai già un
            elettore...Due.
          • attonito scrive:
            Re: crudo ma nudo
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: metal meccanico

            Quoto, se apri un partito politico hai già un

            elettore...

            Due.dove ci si iscrive?
          • rock3r scrive:
            Re: crudo ma nudo
            - Scritto da: attonito
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

            - Scritto da: metal meccanico


            Quoto, se apri un partito politico hai già un


            elettore...



            Due.

            dove ci si iscrive?quattro!
          • Giggi Giggi scrive:
            Re: crudo ma nudo
            di Partito dei Ladri ce n'e' gia' uno e basta e avanza.
          • 01234 scrive:
            Re: crudo ma nudo
            gigge', se è per questo ce ne stanno tanti...ma ancora m'aristai col furto?
        • rockroll scrive:
          Re: crudo ma nudo
          Maser, concordo, hai ragione da vendere.
        • Maurizio Lombardi scrive:
          Re: crudo ma nudo

          Visto che il costo del mio
          Hard Disk è maggiorato per i presunti MP3 che ci
          potrei mettere sopra allora non vedo perchè non
          farlo visto che ho
          pagato.Straquoto, e' quello che dico sempre anche io.Abbiamo gia' pagato!
        • parker scrive:
          Re: crudo ma nudo
          AMEN..... non c'e' nulla da aggiungere... pago il balzello ergo non puoi incriminarmi per pirateria- Scritto da: Maser
          - Scritto da: Roberto Valiani

          Questo tipo di opinione non fa altro che

          rinforzare l'opinione mia e di quelli che come
          me

          hanno vissuto di musica fino ad ad arrivare a

          fare la FAME e a dovere cambiare lavoro a 50
          anni

          che quelli come te che ritengono che siano tutti

          diritti e niente doveri andrebbero confinati
          NUDI

          in una bella isola deserta a imparare che non

          esiste la roba gratis, e che qualunque prodotto

          fisico o dell'ingegno umano costa tempo e fatica

          e va PAGATO magari poco ma

          PAGATO.

          Mi spiace per te ma l'industria della musica si
          fonda su due immense
          bugie:
          1) il CD, i vecchi LP, le cassette ecc... sono in
          realtà solo delle copie mentre l'originale sono
          le esibizioni dal vivo. E' come se un pittore
          pretendesse di essere pagato per il suo poster
          che io ho in camera. Io il poster lo pago poco
          più del costo della stampa e così ritengo sia
          giusto per la
          musica.
          Per un concerto sborso anche 100 euro ma 20 per
          un CD con 10 pezzi non esiste
          proprio.
          2) la proprietà intellettuale partecipa alla
          cultura e alla società e come tale non può essere
          detenuta solo dall'autore. Tu autore senza di me
          non esisti. Io senza te non ascolto. Se la musica
          che scrivi è TUA tienitela e non ci rompere. Te
          la suoni nella tua cameretta e
          amen.
          Capisco la giusta retribuzione ma per me questa
          dovrebbe esistere per i concerti dal vivo e per
          un paio d'anni sulle
          riproduzioni.
          Qui stiamo ancora a pagare i diritti per sentirci
          "Grazie dei
          Fiori"

          Internet non ha concorso ad imporre
          un'ingiustizia. Ne ha scardinato una
          preesistente.

          Io personalemte ho smesso di comprare CD non
          quando ho avuto internet ma quando ho visto
          l'arroganza e l'avidità che gira dietro a questo
          mondo.
          Quando ho visto chiedere i diritti per le
          suonerie
          monofoniche.
          Quando ho visto sparire i siti con le tablature.
          Ed il discorso si è completamente chiuso con la
          tassa sui supporti. Visto che il costo del mio
          Hard Disk è maggiorato per i presunti MP3 che ci
          potrei mettere sopra allora non vedo perchè non
          farlo visto che ho
          pagato.
        • CCC scrive:
          Re: crudo ma nudo
          - Scritto da: Maser
          - Scritto da: Roberto Valiani

          Questo tipo di opinione non fa altro che

          rinforzare l'opinione mia e di quelli che come
          me

          hanno vissuto di musica fino ad ad arrivare a

          fare la FAME e a dovere cambiare lavoro a 50
          anni

          che quelli come te che ritengono che siano tutti

          diritti e niente doveri andrebbero confinati
          NUDI

          in una bella isola deserta a imparare che non

          esiste la roba gratis, e che qualunque prodotto

          fisico o dell'ingegno umano costa tempo e fatica

          e va PAGATO magari poco ma

          PAGATO.

          Mi spiace per te ma l'industria della musica si
          fonda su due immense
          bugie:
          1) il CD, i vecchi LP, le cassette ecc... sono in
          realtà solo delle copie mentre l'originale sono
          le esibizioni dal vivo. E' come se un pittore
          pretendesse di essere pagato per il suo poster
          che io ho in camera. Io il poster lo pago poco
          più del costo della stampa e così ritengo sia
          giusto per la
          musica.
          Per un concerto sborso anche 100 euro ma 20 per
          un CD con 10 pezzi non esiste
          proprio.
          2) la proprietà intellettuale partecipa alla
          cultura e alla società e come tale non può essere
          detenuta solo dall'autore. Tu autore senza di me
          non esisti. Io senza te non ascolto. Se la musica
          che scrivi è TUA tienitela e non ci rompere. Te
          la suoni nella tua cameretta e
          amen.
          Capisco la giusta retribuzione ma per me questa
          dovrebbe esistere per i concerti dal vivo e per
          un paio d'anni sulle
          riproduzioni.
          Qui stiamo ancora a pagare i diritti per sentirci
          "Grazie dei
          Fiori"

          Internet non ha concorso ad imporre
          un'ingiustizia. Ne ha scardinato una
          preesistente.

          Io personalemte ho smesso di comprare CD non
          quando ho avuto internet ma quando ho visto
          l'arroganza e l'avidità che gira dietro a questo
          mondo.
          Quando ho visto chiedere i diritti per le
          suonerie
          monofoniche.
          Quando ho visto sparire i siti con le tablature.
          Ed il discorso si è completamente chiuso con la
          tassa sui supporti. Visto che il costo del mio
          Hard Disk è maggiorato per i presunti MP3 che ci
          potrei mettere sopra allora non vedo perchè non
          farlo visto che ho
          pagato.disamina perfetta!non serve neanche una parolina in più! complimenti!!!quotone!!!!!!!!!!!!!!!!!
        • 01234 scrive:
          Re: crudo ma nudo
          aggiungo una terza bugia, che dal tuo post si evince, ma è implicita...che se scarico non compro ---- io non compro comunque, perché non ho i soldi...sicché nulla cambia all'autore né all'editore
        • Paolino scrive:
          Re: crudo ma nudo
          quoto totale- Scritto da: Maser
          - Scritto da: Roberto Valiani

          Questo tipo di opinione non fa altro che

          rinforzare l'opinione mia e di quelli che come
          me

          hanno vissuto di musica fino ad ad arrivare a

          fare la FAME e a dovere cambiare lavoro a 50
          anni

          che quelli come te che ritengono che siano tutti

          diritti e niente doveri andrebbero confinati
          NUDI

          in una bella isola deserta a imparare che non

          esiste la roba gratis, e che qualunque prodotto

          fisico o dell'ingegno umano costa tempo e fatica

          e va PAGATO magari poco ma

          PAGATO.

          Mi spiace per te ma l'industria della musica si
          fonda su due immense
          bugie:
          1) il CD, i vecchi LP, le cassette ecc... sono in
          realtà solo delle copie mentre l'originale sono
          le esibizioni dal vivo. E' come se un pittore
          pretendesse di essere pagato per il suo poster
          che io ho in camera. Io il poster lo pago poco
          più del costo della stampa e così ritengo sia
          giusto per la
          musica.
          Per un concerto sborso anche 100 euro ma 20 per
          un CD con 10 pezzi non esiste
          proprio.
          2) la proprietà intellettuale partecipa alla
          cultura e alla società e come tale non può essere
          detenuta solo dall'autore. Tu autore senza di me
          non esisti. Io senza te non ascolto. Se la musica
          che scrivi è TUA tienitela e non ci rompere. Te
          la suoni nella tua cameretta e
          amen.
          Capisco la giusta retribuzione ma per me questa
          dovrebbe esistere per i concerti dal vivo e per
          un paio d'anni sulle
          riproduzioni.
          Qui stiamo ancora a pagare i diritti per sentirci
          "Grazie dei
          Fiori"

          Internet non ha concorso ad imporre
          un'ingiustizia. Ne ha scardinato una
          preesistente.

          Io personalemte ho smesso di comprare CD non
          quando ho avuto internet ma quando ho visto
          l'arroganza e l'avidità che gira dietro a questo
          mondo.
          Quando ho visto chiedere i diritti per le
          suonerie
          monofoniche.
          Quando ho visto sparire i siti con le tablature.
          Ed il discorso si è completamente chiuso con la
          tassa sui supporti. Visto che il costo del mio
          Hard Disk è maggiorato per i presunti MP3 che ci
          potrei mettere sopra allora non vedo perchè non
          farlo visto che ho
          pagato.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: crudo ma nudo
        - Scritto da: Roberto Valiani
        Difendere il diritto al FURTO (la legge lo chiama
        cosi') e' una vergogna.FURTO è rubare soldi in cambio di una cosa che non è affatto la canzone, ma solo il diritto di ascoltarla.LADRI!
      • rockroll scrive:
        Re: crudo ma nudo
        Roberto Valiani, mi dispiace se ti è andata male, ma il tuo torto è aver voluto considerare un hobby, bellissimo ed affascinante, ma sempre un hobby, come se fosse un lavoro contrattato e concordato e regolarmete retribuito in grado di mantenerti adeguatamente. Io ho rinunciato a suonare come unica attività, e con sommo dolore, quando l'ho capito, ma per fortuna l'ho capito subito, dal primo momento che sanguisughe come la SIAE hanno mostrato di fare i loro comodi alle nostre apalle.
        • MusicOff scrive:
          Re: crudo ma nudo
          - Scritto da: rockroll
          Roberto Valiani, mi dispiace se ti è andata male,
          ma il tuo torto è aver voluto considerare un
          hobby, bellissimo ed affascinante, ma sempre un
          hobby, come se fosse un lavoro contrattato e
          concordato e regolarmete retribuito in grado di
          mantenerti adeguatamente.

          Io ho rinunciato a suonare come unica attività, e
          con sommo dolore, quando l'ho capito, ma per
          fortuna l'ho capito subito, dal primo momento che
          sanguisughe come la SIAE hanno mostrato di fare i
          loro comodi alle nostre
          apalle.Guarda che il tizio non è un musicista.Un musicista, o + genricamente un artista, mai avrebbe parlato in quel modo.Questo è il solito quaraquà che stava dietro a un bancone a vendere CD a 10 volte il loro valore; che ha fatto i soldi grazie a un sistema taroccato voluto dalle major, fondato sul monopolio dei formati digitali, a sua volta cresciuto sulle spalle della condanna a morte della musica in vinile. Chi negli anni 80 ha visto nascere il CD-Audio sa di cosa si tratta.E - come da copione - parla, anzi straparla, imputando il suo fallimento ad altri piuttosto che a se stesso e al sistema di cui faceva parte.Il diritto d'autore con tutto questo c'entra meno di un tubo.
      • CMOTDibbler scrive:
        Re: crudo ma nudo
        - Scritto da: Roberto Valiani
        Cioe' fanno i finocchi con il XXXX degli altri.Bella frase! se non fosse che voi "artisti" siete i primi.Ho fatto teatro, ho scritto, ho suonato, ma mai mi sono illuso di poterne trarre se non qualche rara soddisfazione personale.Ora lavoro tutti i giorni chinato su di un terminale e mi capita di lavorare 10-15 ore al giorno per molti giorni di seguito.Non fraintendermi, non giustifico chi scarica musica illegalmente, ma non giustifico nemmeno chi vuole vivere per anni sul lavoro di qualche mese.(Nel migliore dei casi , una serata nel peggiore.)La musica va pagata, ma non ha senso che si debbano pagare diritti a chi non dovrebbe possederli (editori) per 99 anni dopo la morte dell'ultimo erede dell'autore,che si parli di diritti d'autore per quanto riguarda un mero esecutore, che debbano esistere 20 parassiti che banchettano alla tavola di un unico genio creativo...... Basta! torno a lavorare, se no la pagnotta non la porto a casa. (se non consegno il lavoro per fine settimana non mi pagano di sicuro, se lo consegno forse vedro' i soldi fra 90 g.g., ed in caso non sia chiaro, una volta sola.)
      • parker scrive:
        Re: crudo ma nudo
        Penso che il problema per i "piccoli" musicisti/artisti come me e te, non sia il DL ma un altro... si chiama SIAE- Scritto da: Roberto Valiani
        Questo tipo di opinione non fa altro che
        rinforzare l'opinione mia e di quelli che come me
        hanno vissuto di musica fino ad ad arrivare a
        fare la FAME e a dovere cambiare lavoro a 50 anni
        che quelli come te che ritengono che siano tutti
        diritti e niente doveri andrebbero confinati NUDI
        in una bella isola deserta a imparare che non
        esiste la roba gratis, e che qualunque prodotto
        fisico o dell'ingegno umano costa tempo e fatica
        e va PAGATO magari poco ma
        PAGATO.

        Difendere il diritto al FURTO (la legge lo chiama
        cosi') e' una
        vergogna.

        E non tiratemi fuori le scuse che ci sono cose
        socialmente piu' importanti di una canzoncina,
        tutti facciamo la nostra parte, e nessuno ha il
        diritto di fotterti perche' va di moda.


        Le sprangate nei denti e tutto il resto le darei
        a te, a quelli delle telecom che fanno i soldi
        sulla pelle di chi di musica ci vive e ai
        filosofi idioti che proclamano verita' insulse in
        nome di chissa' quale giustizia
        sociale.
        Cioe' fanno i finocchi con il XXXX degli altri.
      • lufo88 scrive:
        Re: crudo ma nudo
        - Scritto da: Roberto Valiani
        Difendere il diritto al FURTO (la legge lo chiama
        cosi') e' una
        vergogna.Furto? Per caso viene sottratta la disponibilita' di un bene? La canzone e' ancora li'. Se vuoi chiamarla pirateria sono anche d'accordo, perche" questo e' il suo nome.Il resto dell.intervento e' la solita fuffa.
      • roberto di scrive:
        Re: crudo ma nudo
        - Scritto da: Roberto Valiani quelli che come me
        hanno vissuto di musica fino ad ad arrivare a
        fare la FAME e a dovere cambiare lavoro a 50 anni
        Scusa ma a me piacerebbe sapere di che musica hai vissuto. Senza polemica ma il tuo nome lo trovo si , ma non come musicista. Potresti darmi qualche link per farmi u'idea quale musica ti hadato da mangiae4 fino ai 50 anni?
      • krane scrive:
        Re: crudo ma nudo
        - Scritto da: Roberto Valiani
        Questo tipo di opinione non fa altro che
        rinforzare l'opinione mia e di quelli che come me
        hanno vissuto di musica fino ad ad arrivare a
        fare la FAME e a dovere cambiare lavoro a 50 anni
        che quelli come te che ritengono che siano tutti
        diritti e niente doveri andrebbero confinati NUDI
        in una bella isola deserta a imparare che non
        esiste la roba gratis, e che qualunque prodotto
        fisico o dell'ingegno umano costa tempo e fatica
        e va PAGATO magari poco ma PAGATO.E magare dovremmo anche mantenere ancora i candelai, perche' poverini da quando hanno inventato l'elettricita' e le lampadine non hanno piu' lavoro.
      • Joe Tornado scrive:
        Re: crudo ma nudo

        fare la FAME Se il settore non rende, puoi sempre cercare un lavoro !
      • Cobra Reale scrive:
        Re: crudo ma nudo
        - Scritto da: Roberto Valiani
        Questo tipo di opinione non fa altro che
        rinforzare l'opinione mia e di quelli che come me
        hanno vissuto di musica fino ad ad arrivare a
        fare la FAME e a dovere cambiare lavoro a 50 anni
        che quelli come te che ritengono che siano tutti
        diritti e niente doveri andrebbero confinati NUDI
        in una bella isola deserta a imparare che non
        esiste la roba gratis, e che qualunque prodotto
        fisico o dell'ingegno umano costa tempo e fatica
        e va PAGATO magari poco ma
        PAGATO.

        Difendere il diritto al FURTO (la legge lo chiama
        cosi') e' una
        vergogna.

        E non tiratemi fuori le scuse che ci sono cose
        socialmente piu' importanti di una canzoncina,
        tutti facciamo la nostra parte, e nessuno ha il
        diritto di fotterti perche' va di moda.


        Le sprangate nei denti e tutto il resto le darei
        a te, a quelli delle telecom che fanno i soldi
        sulla pelle di chi di musica ci vive e ai
        filosofi idioti che proclamano verita' insulse in
        nome di chissa' quale giustizia
        sociale.
        Cioe' fanno i finocchi con il XXXX degli altri.Dici di essere uno che fa musica, ma io credo che tu sia solo un troll che si atteggia a persona seria: ti accanisci contro Internet così come fanno i mastini delle major, ma non dici nulla contro quelli che - più di ogni altro - sfruttano gli artisti ed il loro duro lavoro, per accumulare ingenti ricchezze sulla pelle di tutti: artisti (ovviamente) e semplici appassionati. I primi sfruttatori sono loro (esatto: assai più dei provider che vendono accessi ad Internet), parlano di diritti d'autore quando fa loro comodo (dato che speculano sull'ingegno di altri) e vorrebbero prolungare la durata del copyright di svariati decenni.Quasi mi dimenticavo: hai scritto che qualunque prodotto fisico o dell'ingegno umano costa tempo e fatica e va PAGATO magari poco ma PAGATO... fallo capire alle major! Rettifico: loro lo sanno, infatti l'artista lo pagano, magari poco ma lo pagano... e poi pretendono di spennare i consumatori!Non difendo la pirateria.Scusami per questo sfogo.
      • 01234 scrive:
        Re: crudo ma nudo
        così lo chiama la legge --- peccato che la legge non è caduta dal cielo, ma fatta (spesso) da chi ha per chi ha...detto sul metodo, nel merito che condividere/scaricare sia un furto è assolutamente questionabile...
      • Paolino scrive:
        Re: crudo ma nudo
        Ok , ti piace suonare e cantare ?Vai a lavorare in fabbrica dal lunedi al venerdi e nei fine settimana puoi suonare e cantare fino alla nausea.Nessuno dovrebbe arricchirsi in questo modo , ne' cantanti ne' attori ne' capciatori.Fate una cosa che vi piace ?Ok , dopo il lavoro in fabbrica potete farlo ma e' schifoso che si guadagnino liliardi per questo.
    • guast scrive:
      Re: crudo ma nudo
      Perchè pensi davvero che verrebbero a prenderti quelli delle case discografiche ?Manderebbero qualcun'altro al posto loro.Scaricheresti la tua rabbia su degli sfigati come te
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: crudo ma nudo
        - Scritto da: guast
        Perchè pensi davvero che verrebbero a prenderti
        quelli delle case discografiche
        ?
        Manderebbero qualcun'altro al posto loro.
        Scaricheresti la tua rabbia su degli sfigati come
        teSfigati vendutisi per pochi soldi, direi più sfigati di lui che almeno ha degli ideali.
    • Bastard scrive:
      Re: crudo ma nudo
      ROTFL. Ecco un altro "internet tough guy". Facile fare il rodomonte dietro la tastiera.Ma quando suonerà il campanello, tu non farai proprio niente: balbetterai e te la farai addosso. (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • RObba scrive:
        Re: crudo ma nudo
        - Scritto da: Bastard
        ROTFL. Ecco un altro "internet tough guy". Facile
        fare il rodomonte dietro la
        tastiera.

        Ma quando suonerà il campanello, tu non farai
        proprio niente: balbetterai e te la farai
        addosso.
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Sarà cosi ma se devo subire un proXXXXX penale e trovarmi in situazioni paradossali (centinaia di mille mila euro di multa ad es.)...Bhe vorrai pur dargliela una buona ragione per iniziare un proXXXXX contro di me no?Io credo che un pensierino persa per persa si potrebbe anche fare, cavoli probabile che cmq la pena per il vero crimine sia inferiore al "furto" di mp3...Sigh!
        • Wolf01 scrive:
          Re: crudo ma nudo
          Per dire la verità lo è...La pena per omicidio di due persone causato da guida in stato di ebbrezza è semplicemente una settimana di galera, 2 mesi di arresti domiciliari e quindi obbligo di firma, fra 2 mesi probabilmente gli ridaranno la patente al tizio che sarà libero di fare il mona per strada come prima
          • rock3r scrive:
            Re: crudo ma nudo
            - Scritto da: Wolf01
            fare il mona cumpaisà! XD purtroppo hai ragione, se non ci sono soldi di qualcuno che ha potere di mezzo le pene sono a volte ridicole
    • parker scrive:
      Re: crudo ma nudo
      STI XXXXX!- Scritto da: Panini di Alfredo
      Devono solo provarci a romperci i XXXXXXXX
      allalba per aver scaricato e condiviso tutta la
      vita canzoni e film dai p2p. Da parte mia li
      aspetterò con una spranga in mano e gliela darò
      tante di quelle volte fino a spaccargli
      completamente la testa e fargli uscire tutto il
      sangue dal cervello, quindi userò le loro viscere
      per darle da mangiare al cane e le forbici di
      casa per spaccargli il cuore; infine ne brucerò i
      cadaveri sulla pubblica piazza insieme alle loro
      automobili e ai corpi arsi vivi dei giudici che
      li hanno mandati. Almeno se dovranno mettermi
      dentro lo faranno per qualcosa che la gente
      normale considera sbagliato, e non per qualcosa
      che la gente normale considera
      giusto.»
    • Daniele scrive:
      Re: crudo ma nudo
      va bene, torna pure a nanna, superman!
    • rotfl scrive:
      Re: crudo ma nudo
      - Scritto da: Panini di Alfredo
      Devono solo provarci a romperci i XXXXXXXX
      allalba per aver scaricato e condiviso tutta la
      vita canzoni e film dai p2p. Da parte mia li
      aspetterò con una spranga in mano e gliela darò
      tante di quelle volte fino a spaccargli
      completamente la testa e fargli uscire tutto il
      sangue dal cervello, quindi userò le loro viscere
      per darle da mangiare al cane e le forbici di
      casa per spaccargli il cuore; infine ne brucerò i
      cadaveri sulla pubblica piazza insieme alle loro
      automobili e ai corpi arsi vivi dei giudici che
      li hanno mandati(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Ma torna a giocare coi Pokemon, dai...
Chiudi i commenti