Search On '21: c'è più shopping su Google

Search On '21: c'è più shopping su Google

Google ha annunciato nuove funzionalità che possono facilitare gli acquisti online scoperti e veicolati direttamente tramite il motore di ricerca.
Google ha annunciato nuove funzionalità che possono facilitare gli acquisti online scoperti e veicolati direttamente tramite il motore di ricerca.

Tra le novità annunciate da Google nell'evento Search On '21, dedicato in modo particolare al ruolo protagonista dell'IA nell'evoluzione del motore di ricerca, emergono le novità che a Mountain View stanno per essere introdotte nel rapporto tra ricerca online e shopping online. Google intende porsi anche in questo caso tra chi offre e chi cerca informazioni, favorendo quanto più possibile l'incontro tra le parti ed eventualmente uno scambio commerciale successivo.

Search On '21: Google e shopping online

La prima novità importante è relativa a Lens, funzionalità mobile-first che ora approderà anche su Chrome per desktop. Grazie a Lens è possibile cercare su qualsiasi immagine, durante la propria navigazione, per cercare prodotti che ci ispirano e che vorremmo trovare per poter acquistare. Lens interpreta l'immagine, la confronta con miliardi di prodotti in archivio, e istantaneamente restituisce i possibili “match” riscontrati. In tal caso acquistare il prodotto diventa questione di un solo click: si accede direttamente allo store e si procede con l'operazione.

Ulteriore novità è coltivata in seno alle potenzialità del Google Shopping Graph: quando si cerca un prodotto, il motore fornirà anzitutto un feed basato sui prodotti similari trovati nei vari store, fornendo così una vetrina automatica di confronto e scoperta. Google interpreta dunque le motivazioni alla base della query fornita e fornisce direttamente “consigli” per gli acquisti raccolti dai vari store indicizzati.

Un'evoluzione interessante di questo processo è la possibilità di filtrare i risultati tramite l'opzione “in stock”: ciò consente di trovare i negozi che, nelle vicinanze, hanno a disposizione il prodotto specifico, per poter così andare sul posto ed acquistarlo immediatamente. Secondo Google è questa una funzione che può favorire soprattutto le piccole attività di prossimità, che possono così farsi scoprire e calamitare nuovi utenti in una continuità ideale tra ricerche online e acquisti offline.

Google si insinua dunque tra le maglie dell'ispirazione che è possibile trarre online prima di effettuare un acquisto. Quante volte prima di comprare qualcosa facciamo una ricerca su Google per capire se sia quel che vogliamo, se ci siano offerte vantaggiose sul mercato o se sia possibile trovare una alternativa? Google tende una mano all'acquirente, offrendogli maggiori input in questa fase di suggestione, ed una al venditore, regalandogli chance di farsi trovare tramite i propri prodotti. Così facendo Google occupa sempre di più e sempre in modo più radicato il baricentro delle ricerche online, invadendo in parte anche l'ambito degli acquisti per ampliare ulteriormente il perimetro del proprio raggio d'azione su più Search Intent.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 09 2021
Link copiato negli appunti