Senza ADSL. Così, per sorte

Lo sconsolato racconto di un utente che aspetta l'attivazione della banda larga senza sapere se come e quando verrà attivata. Nessuna recriminazione - dice - solo... sfortuna. La chiama così
Lo sconsolato racconto di un utente che aspetta l'attivazione della banda larga senza sapere se come e quando verrà attivata. Nessuna recriminazione - dice - solo... sfortuna. La chiama così


Roma – Caro Punto Informatico, sono qui a raccontarti di una storia ADSL che credo si possa collocare tra le vicende emblematiche in fatto di attivazione, di tempi di attivazione e, soprattutto, di modalità con cui tutto questo viene condotto oggi in Italia.

Premetto che nel lontano settembre 2005 avevo richiesto ed ottenuto una linea telefonica Telecom Italia nella mia nuova abitazione in un popoloso comune laziale fornito di ADSL da anni, chiedendo contestualmente l’attivazione di Alice ADSL su quel numero. Attivazione che però non è avvenuta all’atto dell’attivazione della linea fissa, come mi era stato invece assicurato.

Anzi, a metà ottobre, dopo la terza o quarta telefonata al 187, mi è stato spiegato che entro fine mese l’attivazione sarebbe arrivata. A fine novembre, ormai sconsolato e dopo aver consumato il modemino 56k del mio portatile e aver lasciato un brandello d’orecchio alla cornetta, ho inviato a Telecom una raccomandata con la disdetta della richiesta di Alice.

A quel punto mi sono informato, ho girato un po’ e ho deciso di aprire un’utenza business. Pensavo che pagando di più, dovendo comunque passare molte ore tutti i giorni su web, con cui in effetti lavoro, avrei avuto una “corsia preferenziale”. In accordo con il provider che ho scelto, MC-link, si è deciso di chiedere l’attivazione di una linea dati suppletiva: in questo modo eravamo certi, loro ed io, che non avremmo avuto problemi di cui PI ha già parlato, quelli della linea bloccata da precedenti richieste ADSL.

Dopodiché il nulla. Passa dicembre, passa gennaio. A fine gennaio chiedo a MC-link di fare un sollecito, che cortesemente eseguono, visto che della linea dati non c’era ancora traccia. Lasciami dire che si sono sempre dimostrati gentilissimi e disponibili.

Il sollecito deve essere andato in porto, sicché ai primi di febbraio mi arriva la telefonata di un tecnico credo di zona, che si presenta come “di Telecom” e che mi chiede quale sia il guasto sulla linea dati. Dopo avergli spiegato che nessuna linea dati mi era ancora stata installata mi sono reso conto di averlo sorpreso con una notizia che proprio non s’aspettava.

Oggi è sabato, è il 25 febbraio, e ringrazio il mio bravo modemino che mi consente almeno di scaricare la posta. Non ho il coraggio di richiamare MC-link perché sono gentilissimi e mi rendo conto che hanno fatto tutto quello che potevano per attivare questa benedetta linea (che a loro peraltro risulta attivata, anche se non vedo tecnici telefonici fin da quel settembre, quando vennero a tirar su nel nuovo condominio dove mi hanno attivato la mia linea fissa).

Ecco, ora aspetto, non so bene neanch’io che cosa. Per intanto mi servo spesso dell’ADSL che i miei genitori, che abitano qui vicino, hanno avuto la fortuna di attivare anni fa. Quella funziona, quella l’hanno installata subito. Non vi chiedo di risolvere nulla eh, immagino ci vorrebbe un intervento divino, volevo solo farvi sapere come possa oggi accadere di rimanere senza ADSL senza alcun motivo apparente. Così, per sfiga.

Lettera firmata

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 02 2006
Link copiato negli appunti