Servizi multimediali sul cell? Meglio gli SMS

Stentano a decollare i servizi multimediali per cellulari: molti non sanno neppure di averli disponibili. Mentre i servizi di messaggistica testuale...
Stentano a decollare i servizi multimediali per cellulari: molti non sanno neppure di averli disponibili. Mentre i servizi di messaggistica testuale...

Roma – Forse sarà che non sono adeguatamente pubblicizzate. O magari che proprio non servono. Fatto sta che le funzionalità multimediali offerte dai cellulari di nuova generazione vengono ignorate dalla maggioranza dei consumatori statunitensi. Ma SMS e messaggistica testuale continuano a spopolare.

L’indicazione relativa allo scarso appeal delle applicazioni evolute arriva dal Mobile Phone Usage Report , una Internet survey condotta negli Stati Uniti da NPD. I dati mostrano come soltanto una porzione minoritaria (20%) degli utenti nordamericani impieghi il proprio cellulare per attività “avanzate” come la visualizzazione di video, l’ascolto della musica o la navigazione Internet, mentre il 45% continua ad usarli esclusivamente come terminali voce.

In molti casi, poi, gli utilizzatori semplicemente ignorano le potenzialità multimediali degli apparecchi. Il 28% degli individui interpellati da NPD non era al corrente della possibilità di riprodurre filmati dal proprio telefono, mentre il 23% non sapeva della disponibilità “a bordo” di un chip GPS.

Resta da capire di chi sia la responsabilità. Secondo il curatore della ricerca NPD Ross Rubin, il cui parere viene ripreso anche dal New York Times , la “colpa” sarebbe eminentemente dei costruttori, i quali troppo spesso sceglierebbero di stipare un quantitativo eccessivo di funzionalità all’interno di apparecchi mal congegnati. Per questo Rubin consiglia a produttori e venditori di adottare policy nuove, in grado di “educare i consumatori rispetto alle potenzialità degli apparecchi”.

Chi non sembra aver bisogno di nuove “politiche educative” sono invece i buoni vecchi sistemi di messaggistica testuale. Uno studio di Portio Research mostra infatti come il mercato degli SMS e del mailing via telefono continui a crescere impetuosamente, confermandosi una delle voci di entrata più corpose per le telco. Nel 2008, racconta 160characters il fatturato globale prodotto dai servizi testuali via telefono (SMS, MMS, email, instant messaging) è stato di ben 130 miliardi di dollari , e la quota è destinata a raggiungere nel 2013 i 224 miliardi.

Secondo gli estensori del rapporto, il successo dei sistemi di messaggistica testuale è dovuto al loro essere economici e completamente network- independent . In ragione di queste caratteristiche inoltre, gli SMS ed i loro fratelli piacciono a tutte le latitudini: i nordamericani se ne sono innamorati perdutamente dopo un avvio piuttosto tiepido, i cittadini dell’estremo oriente ne mandano in quantità industriali e gli australiani li impiegano anche nelle situazioni più impensate .

Giovanni Arata

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 01 2009
Link copiato negli appunti