SFScon 2019: il Free Software Focus a Bolzano

SFScon, a Bolzano il 15 e 16 novembre 2019: oltre 100 talk a disposizione per oltre 1000 ospiti internazionali a parlare di software libero.
SFScon, a Bolzano il 15 e 16 novembre 2019: oltre 100 talk a disposizione per oltre 1000 ospiti internazionali a parlare di software libero.

Il 15 e 16 novembre prossimi Bolzano diventerà il cuore del Free Software Focus con la 19esima edizione della SFScon, “la conferenza internazionale che promuove l’uso del software libero come strumento per generare innovazione e condivisione“. L’appuntamento è presso il NOI Techpark, distretto dell’innovazione, ove sono previsti 1000 partecipanti da tutta Europa tra studenti, sviluppatori e aziende “per condividere le migliori pratiche in materia IT e per conoscere le ultime novità del settore“.

FSFcon, edizione 19

Siamo arrivati alla 19esima edizione e anno dopo anno SFScon continua a crescere e ad attirare innovatori da tutta Europa. Siamo convinti che mettere a confronto esperienze diverse, unite dalla comune cultura del software libero, sia la via migliore per far fiorire nuove idee e per rendere sempre di più l’Alto Adige un punto di riferimento nel settore a livello globale. SFScon e NOI Hackathon, infatti, sono non solo una maratona di creatività per programmatori e sviluppatori, ma soprattutto l’occasione per incontrare i migliori informatici europei e fare con loro un tuffo nel futuro

Patrick Ohnewein, esperto del settore tecnologico Digital di NOI Techpark

Oltre 100 i talk previsti per questa edizione (vedi tutti i dettagli), con una struttura organizzata in 6 tracce tematiche:

  • Open Data Hub, Analytics & Artificial Intelligence
  • DevOps & Cyber Security
  • IoT & Robotics
  • Contributing to FLOSS & OW2
  • Open Data Hub & Smart Cities
  • Cultural Change

L’economia dei servizi Internet ruota attorno alla raccolta e all’analisi dei dati, ogni tipo di dato riguardante gli utenti può essere analizzato e generare profitto. Per sopravvivere in questo tipo di Internet, dove la valuta principale sono i dati degli utenti, è importante fidarsi del prodotto che utilizziamo. Come? I software open source possono rappresentare una parziale soluzione al problema perché mettono in condizione gli utenti di vedere come vengono gestiti i loro dati.

Luigi Gubello, aka “Evariste Galois”

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 10 2019
Link copiato negli appunti