Shazam ora identifica i brani di TikTok, Instagram e YouTube

Shazam ora identifica i brani di TikTok, Instagram e YouTube

Apple ha aggiornato Shazam, ora è in grado di riconoscere le canzoni su TikTok, Instagram e YouTube tornando all'app usata in precedenza.
Shazam ora identifica i brani di TikTok, Instagram e YouTube
Apple ha aggiornato Shazam, ora è in grado di riconoscere le canzoni su TikTok, Instagram e YouTube tornando all'app usata in precedenza.

Nel corso delle ultime ore, Apple ha provveduto ad aggiornare la sua app di riconoscimento musicale Shazam, andando ad ampliare le capacità di quest’ultima. Adesso, infatti, Shazam è in grado di identificare pure i contenuti che vengono riprodotti su app di terze parti come TikTok, Instagram e YouTube.

Shazam identifica le canzoni su TikTok e altre app di terze parti

Andando più nello specifico, adesso gli utenti possono aprire Shazam, fare tap sull’apposito pulsante blu per avviare il riconoscimento così come di consueto, aprire l’altra app in cui è in riproduzione il brano che si desidera identificare e scoprire tutti i dettagli del caso in merito a quest’ultimo.

Shazam sfrutta il microfono dello smartphone per ascoltare la canzone, anche mentre l’app che la riproduce viene adoperata, e dopo alcuni secondi fornisce il “verdetto”, mostrando quindi il nome della canzone e tutte le altre informazioni ad essa relativa.

Su iPhone, inoltre, è possibile sfruttare la funzione di riconoscimento dei brani di Shazam anche direttamente dal Centro di controllo. In tal caso, è sufficiente accedere a quest’ultimo quando una data app sta riproducendo una canzone da identificare, premere sul pulsante dedicato (se non è visibile può essere aggiunto dalle impostazioni di iOS) e attendere l’esito.

Per chi non lo sapesse oppure non ne avesse memoria, ricordiamo che Apple ha annunciato di aver messo a segno l’acquisizione di Shazam nel 2017 per la cifra di 400 milioni di dollari. Da allora l’app è stata soggetta a costanti miglioramenti, l’ultimo dei quali, prima di quello da poco comunicato, l’aggiunta del supporto ad Apple Music Classical.

Fonte: MacRumors
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 7 lug 2023
Link copiato negli appunti