Sicurezza in salsa Windows

Windows Onecare, ovvero un abbonamento per patch, antivirus ed antispyware made in Redmond. Cos'è, cosa sarà e perché i competitor lo temono
Windows Onecare, ovvero un abbonamento per patch, antivirus ed antispyware made in Redmond. Cos'è, cosa sarà e perché i competitor lo temono


Redmond (USA) – Il progetto per riacquistare la fiducia degli utenti domestici di Windows si chiamerà OneCare . Microsoft completerà un nuovo servizio ad hoc con questo nome entro il 2006, entrando direttamente in competizione con i big della sicurezza informatica: Symantec , Trend Micro e McAfee . Si tratta di lanciare una suite di prodotti per la sicurezza marchiata Microsoft, un’idea nell’aria dal 2003, quando la grande M acquisì la giovane azienda rumena GeCAD per sviluppare strumenti antivirus ed antispyware.

Ryan Hamlin, dirigente Microsoft, nel presentare OneCare ha dichiarato: “Vogliamo offrire protezione totale e sempre aggiornata”. L’obiettivo è recuperare un rapporto più diretto e responsabile con gli utenti Windows, guadagnando credibilità ed affidabilità. Fonti ufficiali garantiscono che OneCare non fornirà soltanto una difesa contro worm e virus , ma anche contro spyware e bug particolarmente pericolosi.

Il piano è chiaro: Microsoft vuole fornire un “sistema esperto” che guidi le pecorelle smarrite del proprio bacino utenti – esattamente come ha fatto capire Dennis Bonsall, programmatore capo per OneCare: “La gente vuole semplicemente usare il computer lasciando la noiosa manutenzione ad altri”. OneCare entrerà presto in fase di sperimentazione, per essere commercializzato entro il primo trimestre del 2007. Entro agosto verranno rilasciate le prime versioni beta.

Il modello di riferimento per il nuovo servizio è quello attualmente utilizzato dai maggiori software antivirus: un abbonamento annuale che offre aggiornamenti costanti e quotidiani per le difese immunitarie del proprio sistema. L’interfaccia, secondo alcune indiscrezioni, avrà il feeling e l’aspetto del noto Windows Update. C’è da aspettarsi una incalzante campagna pubblicitaria, anche in vista dell’imminente lancio del sistema operativo Longhorn.

Le maggiori aziende nel campo della sicurezza informatica già temono una massiccia aggressione da parte di Microsoft, ben nota per tecniche di marketing spietate. I competitori nel mercato AV non sono soltanto spaventati dal potente marchio di Redmond ma sopratutto dalla possibilità che OneCare venga incluso -anche in prova gratuita- all’interno dei sistemi operativi Microsoft.

Tommaso Lombardi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 05 2005
Link copiato negli appunti