Signal è accessibile in Iran con un server proxy

Signal è accessibile in Iran con un server proxy

Signal ha chiesto ai suoi utenti di configurare un server proxy per consentire agli iraniani di accedere nuovamente al servizio di messaggistica.
Signal ha chiesto ai suoi utenti di configurare un server proxy per consentire agli iraniani di accedere nuovamente al servizio di messaggistica.

Anche se l’accesso ad Internet è stato ripristinato (secondo le rilevazioni di NetBlocks), le principali piattaforme di comunicazione sono ancora inaccessibili. Mentre WhatsApp promette di fare tutto il possibile per consentire agli iraniani di usare il servizio, Signal ha chiesto agli altri utenti di configurare un server proxy che permette di aggirare il blocco del governo. Purtroppo le  VPN non sono utili in questo caso.

Un server proxy per accedere a Signal

In seguito all’uccisione della 22enne Mahsa Amini, molti cittadini sono scesi in piazza per protestare contro il governo. Come già accaduto in altri paesi autoritari, l’Iran ha deciso di bloccare l’accesso ai servizi utilizzati per condividere informazioni (post, foto e video) e organizzare le proteste. Signal ha chiesto la collaborazione dei suoi utenti nel mondo per consentire agli iraniani di accedere al servizio di messaggistica.

Per aggirare il blocco è possibile sfruttare un server proxy. L’app per Android supporta i proxy TLS che non possono essere rilevati dal governo iraniano. Gli utenti del resto del mondo che vogliono fornire un aiuto devono avere un server accessibile tramite porte 80 e 443, oltre ad un dominio o sottodominio che punta all’indirizzo IP del server. Queste sono le istruzioni:

  • Accedere al server via SSH
  • Installare Docker, Docker Compose e git: sudo apt update && sudo apt install docker docker-compose git
  • Clonare il repository Signal TLS Proxy: git clone https://github.com/signalapp/Signal-TLS-Proxy.git
  • Entrare nella directory del repository: cd Signal-TLS-Proxy
  • Eseguire lo script che configura un certificato TLS da Let’s Encrypt: sudo ./init-certificate.sh
  • Inserire il dominio o sottodominio che punta all’indirizzo IP del server
  • Usare Docker Compose per lanciare il proxy: sudo docker-compose up --detach

Il server proxy è ora in esecuzione e gli utenti possono condividere il suo indirizzo https://signal.tube/#(your_domain_name). È sufficiente cliccare sul link per accedere al servizio. Meglio evitare la pubblicazione su Twitter perché il governo potrebbe aggiungere l’indirizzo alla block list (Signal suggerisce di usare i messaggi privati).

Intanto Elon Musk ha risposto all’appello lanciato su Twitter da alcuni utenti. SpaceX ha chiesto al governo statunitense un’esenzione dalle sanzioni per fornire il servizio Starlink ai cittadini iraniani.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Fonte: Signal
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 24 set 2022
Link copiato negli appunti