Skype su 3G, ma non gratis

La nuova app del servizio VoIP per iPhone permetterà di effettuare chiamate via 3G. Ma entro l'anno diverrà a pagamento. Tariffe e modalità per il momento sconosciute

Roma – Una nuova versione dell’applicazione Skype per iPhone è ora disponibile : e la novità più importante riguarda la possibilità di utilizzare la connessione 3G per effettuare chiamate . Fino a questo momento negli Stati Uniti, così come in Italia, alcune policy informali – non si sa bene se “imposte” da Apple o dagli operatori – impedivano tale possibilità per motivi ignoti, e gli utenti potevano solo passare sul wifi.

Accanto ad un aumento della qualità dell’audio (si parla adesso di qualità vicina a quella di un CD) e alla riduzione dei tempi necessari per accedere alla tastiera del melafonino, con Skype 2.0 per iPhone, invece, non vi è più tale restrizione.

Tuttavia le chiamate Skype-Skype su rete 3G, per il momento gratuite, entro la fine 2010 diverranno a pagamento . La deadline dell’anno in corso è l’unica certezza in un programma che non permette ancora di far calcoli: mentre sul sito dedicato si legge che il periodo gratuito di prova durerà almeno fino ad agosto, su App Store e sul blog ufficiale si legge genericamente fino a fine 2010.

screenshot Sembrerebbe inoltre che il metodo di pagamento previsto non sarà a ricarica, come nel caso delle chiamate Skype-Telefono fisso o Skype-telefono cellulare, ma con un abbonamento mensile da sottoscrivere. Non si sa se tale canone coprirà anche le chiamate verso utenti non Skype.

In ogni caso dovrebbe costituire un costo distinto dal piano tariffario del proprio operatore. E nei prossimi mesi gli uomini del servizio VoIP “lavoreranno su tali opzioni di prezzo”: appare dunque probabile che in certi casi, laddove già alcune tariffe prevedano il traffico Skype compreso nel prezzo, il servizio possa risultare nel complesso gratuito. In alternativa, potrebbe essere necessario acquistare pacchetti flat (per le chiamate fisse) o a minuti (per il mobile).

Le chiamate Skype-Skype via WiFi rimarranno invece sempre e comunque gratuite.

Al momento gli utenti Skype che negli Stati Uniti utilizzano smartphone con la rete Verizon possono utilizzare la connessione 3G anche per chiamate Skype-Skype senza costo aggiuntivo rispetto a quello di utilizzo della rete. Ma è possibile effettuare solo chiamate internazionali (quelle nazionali sono bloccate).

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • rafi miah scrive:
    23.10.2010
    ciao bangla musci
  • Stefano scrive:
    La censura...
    La censura è sempre negativa e non permette ai popoli di maturare e migliorarsi.Qui in italia ad esempio c'è il reato di apologia del fascismo che è una serta di censura. eppure non serve a nulla, ci stiamo finendo dentro un'altra volta nel fascismo, anche se ufficialmente non se ne può parlare.Addirittura in pakistan e bangladesh la gente scende in strada per manifestare contro qualcosa (facebook) che percepisce essere contro di loro a livello politico e di religione, non avendo (in alcuni casi) i pakistani gli strumenti analitici e culturali per assorbire in maniera indolore gli "attentati" all'islam. perciò dalla nostra posizione è facile parlare di "loro" come di gente che non conosce la libertà riferendoci alle popolazioni di aree ove ci sono regimi totalitari, ma la libertà stessa non è una cosa che c'è o non c'è, esistono varie sfumature di essa, ed il nostro peccato come europei ed occidentali è quello di non ragionare in termini assoluti bensì ci basta sentirci "più liberi di loro" e per i nostri governanti, anche alla luce del fatto che il tenore di vita qui è un po' migliore che là, il gioco del "controllo" della popolazione è praticamente fatto.
    • r1348 scrive:
      Re: La censura...
      Il tuo è un concetto interessante, ma il vero quesito è: qual'è il limite tra libertà d'opinione e rispetto della cultura altrui? Perché voglio ricordate che le vignette in questione sono state fate da un quotidiano danese di estrema destra, e con palese intento denigratorio.
      • Stefano scrive:
        Re: La censura...
        sono d'accordo. ma porre barriere e isolare non fa altro che aumentare il delta tra loro e noi. e quando si accumula energia, poi da qualche parte essa si dovrà pur sfogare...
  • loris Batacchi scrive:
    Ma chi se ne fotte...
    A noi la censura vera e' che la Apple non vuole mettere i pornazzi nell'app store!
  • uddin md salah scrive:
    chat room
    bd chat room
  • uddin md salah scrive:
    natok
    bangla natok video
  • Sborone di Rubikiana memoria scrive:
    La religione è l'oppio dei popoli...
    ...e non solo.
    • mimy scrive:
      Re: La religione è l'oppio dei popoli...
      Anche in Italia l'apologia del fascismo è reato ma su facebook decine di gruppi inneggiano al duce ed al fascio da tempo e nessuno se ne occupa o li oscura
      • Wolf01 scrive:
        Re: La religione è l'oppio dei popoli...
        E ti sembra una cosa giusta?La legge non è uguale per tutti e tutti sono ipocriti.
    • Thepassenge r scrive:
      Re: La religione è l'oppio dei popoli...
      - Scritto da: Sborone di Rubikiana memoria
      ...e non solo.Triste ma vero.
  • Carolus scrive:
    Dov'è la libertà di opinione?
    Non ci sono attenuanti al comportamento delle autorità Pakistane.Gli islamici pretendono a casa nostra di essere accettati con i loro usi e religione, pretendono che togliamo il Crocefisso dalle aule, mentre a casa loro, non ammettono l'esistenza di cristiani e oscurano i siti dove qualcuno si permette di dissentire , ironicamente, su maometto.
    • collione scrive:
      Re: Dov'è la libertà di opinione?
      beh una cosa è la libertà religiosa, un'altra è prendere per i fondelli Maomettocosa penserebbe Ratzinger se qualcuno andasse in giro a disegnare Cristo nudo? credo che si appellerebbe a questo http://it.wikipedia.org/wiki/Vilipendio_della_religione visto che in Italia è ancora reatoriguardo poi gli immigrati, ecc... io sono sempre stato un sostenitore del "ognuno stia a casa propria"prenditela con i politici che fanno di tutto per farli arrivare così che ( spinti dalla fame ) lavorano in nero e a quattro soldi rimangiandosi i diritti conquistati dagli operai bianchi in 2 secoli di lotte
      • panda rossa scrive:
        Re: Dov'è la libertà di opinione?
        - Scritto da: collione
        cosa penserebbe Ratzinger se qualcuno andasse in
        giro a disegnare Cristo nudo?E magari inchiodato ad un palo!Roba da vergognarsi...
    • Pippo Lacoca scrive:
      Re: Dov'è la libertà di opinione?
      Se qualcuno qui mettesse su facebook immagini che inneggiano, che ne so, al nazismo, qualcuno chiederebbe e otterrebbe di farle cancellare. Beh, da loro portare vilipendio ad Allah e' reato, quindi.....Non si possono usare 2 pesi e 2 misure
    • rover scrive:
      Re: Dov'è la libertà di opinione?
      Difatti tra pakistan e Bangladesh ci sta l'India, e circa 2000 Km.In Bangladesh non ci sono fenomeni di integralismo, anche se la religione ufficiale è quella islamica sunnita.Come a noi è quella cristiana cattolica.Comunque domani vai nella piazza della tua città e poi affiggi un po' di manifesti con disegni e insulti al papa, a Cristo e a Gesù.Poi mi saprai dire....La libertà prevede anche il rispetto delle opinioni altrui, diversamente si può chiamare come vuoi ma non libertà
    • r1348 scrive:
      Re: Dov'è la libertà di opinione?
      Libetà di opinione non significa libertà d'insulto.
  • shark scrive:
    beati loro
    facebook a morte!
  • MeX scrive:
    e allora?
    anche PI censura link a siti blasfemi
    • Sgabbio scrive:
      Re: e allora?
      Non INIBISCE l'acXXXXX a questi però :D
      • MeX scrive:
        Re: e allora?
        perché non ne ha l'autoritá ;)
        • Milanesotto scrive:
          Re: e allora?
          perchè siamo un popolo democratico!
          • lellykelly scrive:
            Re: e allora?
            perchè siamo meglio di loro
          • MeX scrive:
            Re: e allora?
            se sei ironico ti quoto :D
          • MeX scrive:
            Re: e allora?
            la democrazia poco centra con l'integralismo religioso... pensa alla questione dei crocifissi nelle scuole per esempio
          • collione scrive:
            Re: e allora?
            hai ragione, quello è stato un classico esempio di integralismo cristianosiamo o non siamo un Paese laico? direi di no
          • collione scrive:
            Re: e allora?
            per questo c'è un authority che risponde solo alla Presidenza del Consiglio che ha il diritto di filtrare tutti i siti che ritiene "inadatti"?ti ricordo che l'altro campione e cioè AAMS filtra a destra e a manca ed essenso un'amministrazione autonoma non deve dar conto a nessuno men che meno agli elettoriquesta per te è democrazia?
Chiudi i commenti