Skype sui PC Packard Bell

Prima partnership europea

Milano – Packard Bell , uno dei maggiori produttori di home PC in Europa e marchio consumer di NEC Computers International, ha annunciato che sarà il primo produttore in Europa a fornire in bundle con i propri desktop e notebook il software di telefonia Internet di Skype .

Skype verrà preinstallato sui PC di Packard Bell e potrà essere utilizzato in concomitanaza con una connessione ad Internet, preferibilmente a larga banda.

“La telefonia Internet è il massimo per gli utenti finali, e noi abbiamo voluto garantire ai nostri clienti un accesso ai migliori servizi in termini di qualità di chiamata e di software. Skype ha offerto la soluzione migliore”, ha commentato Louis Perrin, product marketing director di Packard Bell EMEA.

La partnership strategica rafforza una relazione iniziata in Francia alla fine del 2004, quando Packard Bell e Skype hanno deciso di lanciare una speciale configurazione “Phone Pack” che constava di un notebook Packard Bell e del software Skype.

Il prossimo passo dell’accordo strategico, che inizierà nel febbraio 2005, vedrà l’inserimento da parte di Packard Bell del software Skype nella Software Suite che è preinstallata su tutti i suoi desktop e notebook, con un buono per l’utilizzo gratuito di SkypeOut (il servizio di VoIP a pagamento offerto da Skype).

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: PORNO NO, CADAVERI IN TV Sì
    - Scritto da: Anonimo
    se non fosse per le possibilità

    attuali dei media avrebbe potuto solo essere

    superiore ...

    fin qui sono d'accordo, ma vorrei farti presente
    che lo tsunami ha raggiunto zone dell'africa o
    giù di lì circa 10 ore dopo il primo rilevamento.
    e lì ha falciato migliaia di vite.
    in altre zone il ritardo è stato di un'ora o due,
    ma se i media da te citati avessero usato le loro
    "possibilità" a dovere invece di dedicarsi alle
    tettone, sicuramente ne sarebbero morti un
    decimo.
    per evacuare una costa basta mezzora.

    invece non solo nessuno ha avvertito quelle zone,
    ma addirittura qui in italia la prima notizia
    decente l'ho sentita il giorno dopo. io ho saputo
    dello tsunami per puro caso leggendo un
    bollettino meteorologico...
  • Anonimo scrive:
    Pr0n vs Dead
    Beh io preferisco che ci siano delle scene di sesso piuttosto che immagini di morte e distruzione,viviamo nell'ipocrisia dettata dalla chiesa e di un ostentato pudore da medioevo e come in america cominciamo a vedere i mostri sulle cose più banali!Penso che sia più facile che una persona resti traumatizzata vedendo un killer che smembra una persona o un cadavere putrefatto piuttosto che una donna e un uomo che fanno del sesso.E' facile che magari con certe scene di sesso un bambino possa avere una scelta sessuale diversa da quella normale,ma a mio dire e sicuramente meno preoccupante di una persona che gia mentalmente facile decide di emulare il serial killer o diventare una persona tipo bestie di satana!!!Non mi importa cosa pensa la maggioranza della gente,molti verranno contro le mie parole ma ricordate che siete voi stessi frutto di uno status indotto dai media e anche il vostro pensiero è in gran parte manipolato...perciò priam di esporvi e rispondere pensate...E RICORDATEVI CHE STIAMO PARLANDO DI SESSO SUL TELEFONINO,MA STIAMO SCHERZANDO UN BAMBINO NON DOVREBBE NEMMENO ESSERE COSI SCHIAVO DELLA TECNOLOGIA,LASCIAMOLI GIOCARE E PARLIAMO DI COSE SERIE!!!Perchè non parliamo che le maggiori frustrazioni e problematiche giovanili sono date proprio dall'uso indiscriminato delle tecnologie,prima di parlare se e meglio far vedere una tetta o un morto ad un bambino ma fatemi il piacere siate ADULTI!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Non ho capito.
    - Scritto da: Segfault
    L'educazione di mio figlio è affare
    mio, e non del governo.
    Non vedo proprio perché un governo
    debba intromettersi nella vita privata delle
    persone solo perché c'è
    qualche folle moralista/religioso che non ha
    un caz*o da fare tutto il giorno che pensa
    di poter decidere ciò che è
    giusto o sbagliato per gli altri.Scusa ma per quale motivo se un moralista decide cosa è giusto o sbagliato allora è una vergogna mentre se lo decide un pornografo va benissimo per tutti ?Qui non si parla di scelta consapevole, si parla di qualche affarista senza scrupoli che invia foto pornografiche a cellulari intestati a minori.Se permetti io non ho piacere che mia figlia di dieci anni riceva foto non richieste di culi sfondati e sborrate in faccia...Avete uno strano concetto di libertà : se ci tieni tanto va in edicola, compra "Le Ore" e regalalo a tua figlia.Ti prego di non obbligarmi a seguire lo stesso metodo,
    Io non sono religioso, non ritengo che il
    sesso esplicito o meno sia in alcun modo un
    problema e non vedo proprio perché
    qualcuno dovrebbe decidere al posto mio o al
    posto dei miei figli.Ripeto, tu puoi fare quello che ti pare. Trovi foto porno ovunque, non vedo perchè i miei figli minorenni debbano riceverne sul cellulare senza averle richieste. Se all'edicola non vendono riviste porno ai tuoi figli perchè il nostro è un Paese bigotto, fatti furbo, comprale tu e poi regalagliele. L'importante è che il tuo sistema educativo non diventi obbligatorio per tutti in nome di non so quale libertà...
    Questo è un problema un po' di tutti
    i paesi schiavizzati dalla religione, anche
    dell'Italia (seppur in modo molto più
    leggero visto che per fortuna non sono molti
    i pazzi che ritengono che il governo
    italiano dovrebbe inchinarsi di fronte alla
    religione cattolica e alla sua ipocrisia e
    fare leggi "ad hoc" per imporre crocifissi a
    scuola e altre baggianate simili).
    Mi pare con questo post di averti chiarito i
    tuoi dubbi.
    Mi dispiace deluderti ma non hai chiarito un accidenti, anzi mi sembra che la confusione nel tuo cervello regni sovrana :mettere nello stesso calderone i crocifissi a scuola e le immagini porno inviate indiscriminatamente sui cellulari è davvero un esercizio di quilibrismo senza pari.
  • Anonimo scrive:
    Re: PORNO NO, CADAVERI IN TV Sì
    se non fosse per le possibilità
    attuali dei media avrebbe potuto solo essere
    superiore ... fin qui sono d'accordo, ma vorrei farti presente che lo tsunami ha raggiunto zone dell'africa o giù di lì circa 10 ore dopo il primo rilevamento. e lì ha falciato migliaia di vite. in altre zone il ritardo è stato di un'ora o due, ma se i media da te citati avessero usato le loro "possibilità" a dovere invece di dedicarsi alle tettone, sicuramente ne sarebbero morti un decimo. per evacuare una costa basta mezzora.invece non solo nessuno ha avvertito quelle zone, ma addirittura qui in italia la prima notizia decente l'ho sentita il giorno dopo. io ho saputo dello tsunami per puro caso leggendo un bollettino meteorologico...
  • Anonimo scrive:
    Mettiamo ordine
    Io credo che aver preso a confronto le immagini della strage dello tsunami sia un po' fuorviante: si dice, al di là delle troppe insistenze visive, che è un fatto naturale..un documento, che si può spiegare ai bambini eccetera...io faccio un'altra domanda: perchè tutti si scatenano sul porno mentre nessuno si scatena sulla violenza di film, telefilm e compagnia?..dove sono i genitori premurosi che si preoccupano se in TV il loro figlio o figlia vede un pisello quando gli stessi figli guardano serenamente violenze, omicidi, stupri e compagnia? Ho letto che un bambino all'età di dieci anni avrà visto mediamente diecimila omicidi in tv. Questo non fa riflettere? Non è forse vero che la violenza continuamente proposta la fa sembrare una cosa normale e..naturale? che ammazzare in fin dei conti non è così grave? Io credo che tutto si possa spiegare o al limite vietare al bambino se si è genitori seri. O forse i figli non possono essere staccati dalla tv?Le crociate sessuofobe non sono certo la dimostrazione di una maturità completa ed equilibrata.
  • Anonimo scrive:
    Re: PORNO NO, CADAVERI IN TV Sì
    :D:D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Re: motivazioni
    Inutile arrampicarsi sugli specchi ;)Plisk
  • Anonimo scrive:
    Re: PORNO NO, CADAVERI IN TV Sì
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    una cosa è la realtà dello

    tsunami, un'altra cosa sono le orge non

    consigliate dei pornazzi...



    la prima fa sicuramente crescere

    purchè ci sia accanto un
    genitore, la

    seconda può distorcere la

    realtà

    Come a dire: lo tsunami è una cosa
    naturale, il sesso invece no. "Ma
    complimenti!". Scusa se te lo chiedo, ma
    secondo te qual'è la vera
    realtà del sesso?
    Il moralismo bieco ha fatto più
    disastri nella nostra società di
    quanti ne abbiano fatti i terremoti.
    quanto hai ragione!
  • Anonimo scrive:
    Re: PORNO NO, CADAVERI IN TV Sì
    - Scritto da: Anonimo
    una cosa è la realtà dello
    tsunami, un'altra cosa sono le orge non
    consigliate dei pornazzi...

    la prima fa sicuramente crescere
    purchè ci sia accanto un genitore, la
    seconda può distorcere la
    realtàCome a dire: lo tsunami è una cosa naturale, il sesso invece no. "Ma complimenti!". Scusa se te lo chiedo, ma secondo te qual'è la vera realtà del sesso?Il moralismo bieco ha fatto più disastri nella nostra società di quanti ne abbiano fatti i terremoti.
  • Anonimo scrive:
    Re: E i pornazzi?
    ti consiglio di leggere l'articolo...
  • Anonimo scrive:
    Re: PORNO NO, CADAVERI IN TV Sì
    Spero vivamente che vi rendiate conto di ciò che state dicendo: da come vi ponete immagino che non abbiate alcun conoscente rimasto in qualche maniera implicato nella vicenda (per fortuna!).I due argomenti non sono paragonabili: 1) il sesso viene trasmesso per un puro scopo commerciale e non ha reale utilità ed è sempre possibile andare in qualche videoteca per noleggiare un film! 2) l'informazione: non si parla di informazione spazzatura(vedi reality show, varietà, messaggi promozionali, ecc ...) ma della tragedia che ha portato alla morte di un numero considerevole di persone e che se non fosse per le possibilità attuali dei media avrebbe potuto solo essere superiore ...
  • Anonimo scrive:
    Re: E i pornazzi?

    paragonare Usa ed Arabia Saudita mi sembra
    un tantino azzardato...Chi ??? pappa e ciccia ? ma se gli arabosauditi .. da sempre fanno i lavori sporchi per gli usa ... :-)a buon intenditore poche parole.
  • vidock scrive:
    Re: PORNO NO, CADAVERI IN TV Sì
    infatti non si tratta di fobia per il sesso.. quello di cui si parla è pornografia gratuita e ostentata e se a te piace fanne pure uso e abuso ma occhio che dicono si diventi ciechi :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Nessuno ha ragione...
    - Scritto da: Kremmerz
    Che c'è da dire di questi paesi che
    tentano di oscurare nuove tecnologie e poi,
    nella realtà, applicano regole
    talmente assurde di cui il solo doverne
    parlare mi sembra un'abominevole perdita di
    tempo (per intenderci, mi riferivo al Burka:
    credo che andare in giro completamente
    coperti qui da noi, equivalga all'andare in
    giro completamente nudi...se provate a farlo
    in un luogo pubblico, vi prendono e vi
    ricoverano...il Bruka lo metto nella stessa
    dimensione)? E fin qui posso anche essere d'accordo seppur ritenga che se io voglio andare in giro con il Burka debba essere 100% libero di farlo. La scusa "ma da loro non si può" non regge, la loro è una dittatura religiosa, la nostra non lo è. Noi abbiamo le nostre regole, loro le loro. Se le nostre regole di libertà a noi vanno bene non si può pensare di imporre restrizioni su altri solo perché da loro "funziona così" o solo perché la visione del Burka offende qualche benpensante. La parte su cui sono d'accordo invece è "paese che vai, usanze che trovi", ossia non sono loro a dettare legge qui, prima lo capiscono e meglio è per tutti... pur restando il fatto che le medesime libertà che valgono per noi devono valere anche per gli immigrati regolari indipendentemente dalla loro religione... assieme a tutti i doveri.Se mi dici "il Burka è illegale perché da noi andare in giro a volto coperto è illegale" allora mi può stare anche bene. Ma non "il Burka è illegale perché loro non devono avere il diritto di fare tutto quello che vogliono qui in Italia in quanto noi da loro non possiamo farlo".
    Dall'altra parte: migliaia di anni di
    evoluzione per vedere film porno su un
    telefonino? Siamo messi davvero maluccio...Non spetta né al governo né a te decidere come la gente debba, nel suo privato, usare la tecnologia.Perché guardare porno sul telefonino (o in TV, o sul PC) significherebbe per te essere "messi davvero maluccio"?
    ...ti fa desiderare cose che
    probabilmente senza non immagineresti
    nemmeno E quindi?
    ...di sicuro accostare all'amore certe
    perversioni presenti nel porno, non possono
    far altro che modificare, distruggendolo, il
    concetto stesso di amore....E da quando spetta a te decidere cos'è il "concetto di amore" per gli altri e cosa possa modificarlo/distruggerlo? Non ci vedo proprio nulla di male nelle "perversioni presenti nel porno", né vedo come esse possano in alcun modo modificare il "concetto di amore" mio o di altri. Ho un cervello, sono in grado di decidere da solo, grazie.
    Tra i morti
    invece ci si potrebbe trovare da un momento
    all'altro, è una possibilità.E quindi?Bye, Luca
  • Anonimo scrive:
    Re: PORNO NO, CADAVERI IN TV Sì
    Da sempre i canoni della moralita' si scagliano su cose come il sesso, piu o meno esplicito, e la violenza, piu o meno esplicita. Certe altre cose, come i cadaveri, rientrano nell' Informazione.Se vogliamo, entrambi non son una bella cosa da vedere, sesso esplicito e cadaveri, ma anche una bella poppona e' meglio di un mucchio di cadaveri, se non si vuol esagerar in perbenismo :)
  • Kremmerz scrive:
    Nessuno ha ragione...
    Che c'è da dire di questi paesi che tentano di oscurare nuove tecnologie e poi, nella realtà, applicano regole talmente assurde di cui il solo doverne parlare mi sembra un'abominevole perdita di tempo (per intenderci, mi riferivo al Burka: credo che andare in giro completamente coperti qui da noi, equivalga all'andare in giro completamente nudi...se provate a farlo in un luogo pubblico, vi prendono e vi ricoverano...il Bruka lo metto nella stessa dimensione)? Dall'altra parte: migliaia di anni di evoluzione per vedere film porno su un telefonino? Siamo messi davvero maluccio...Una sola cosa per chi difende il porno: la sola differenza tra il porno e i le fosse comune di India, Sri Lanka etc. di questi giorni, sta nel fatto che il porno (e non i nudi...in quel caso si può parlare di ostentazione in determinati comportamenti...sicuramente di basso livello) ti fa desiderare cose che probabilmente senza non immagineresti nemmeno ...di sicuro accostare all'amore certe perversioni presenti nel porno, non possono far altro che modificare, distruggendolo, il concetto stesso di amore....Tra i morti invece ci si potrebbe trovare da un momento all'altro, è una possibilità.Saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: PORNO NO, CADAVERI IN TV Sì
    - Scritto da: Anonimo
    A 17 anni e 11 mesi non farebbe differenza,Nemmeno a 14 o a 12.
    a dieci sì. Ci sono cose che a un
    bambino possono essere spiegate e che
    può capire, altre no.Sottovaluti l'intelligenza dei bambini. Sono assolutamente convinto che un bambino non avrebbe alcuna difficoltà ad accettare la realtà dei fatti se essa non venisse nascosta e fatta pesare come una vergogna per pure superstizioni religiose tue e del resto della socetà.
    Un bambino che magari va in piscina o al
    mare in estate e che almeno una volta "ha
    bevuto", può capire che se arriva
    un'onda alta dieci metri si muore affogati.Ripeterlo in continuazione, per giorni e giorni, non è affatto necessario. Crea anzi un senso di insicurezza e angoscia persino negli adulti, figurati nei bambini.
    Poi le implicazioni e le conseguenze sono
    un'altra storia: perché le fosse
    comuni, perché bruciare i cadaveri,
    alcuni perché possono essere
    più difficili da spiegare e far
    capire.Non sono né difficili da spiegare né difficili da far capire... l'unica cosa che si deve evitare è il continuo replay di queste scene in TV. Altrimenti il bambino (ma anche l'adulto) è portato a pensare che questa sia la normalità e che un giorno accadrà anche a lui o ai suoi amici. Purtroppo la TV ha portato ad una perdita di prospettiva molto pericolosa. Quando la TV non c'era i cataclismi c'erano anche allora, i rapinatori pure, gli stupratori pure, etc... solo che non c'era l'eco che c'è oggi. Se guardi la TV (specie la TV statunitense) vedrai che non fanno altro che ripetere in continuazione TG dopo TG le medesime scene di violenza facendo credere inconsciamente che questa sia la normalità, che il mondo è pericoloso, etc etc... questo crea naturalmente un senso di insicurezza e sospetto verso tutto e tutti.
    Ma per il sesso non c'è un'esperienza
    precedente da sfruttare. E a dieci anni nonNon è necessario avere alcuna esperienza precedente. Puoi spiegare che si può volare senza essere mai stato su un areoplano.
    c'è quella "tempesta ormonale" che
    esige una spiegazione. Quindi far vedere un
    film porno a un bambino non ha senso
    perché non può capirlo.Superstizioni religiose.Bye, Luca
  • Anonimo scrive:
    Re: Non ho capito.
    L'educazione di mio figlio è affare mio, e non del governo.Non vedo proprio perché un governo debba intromettersi nella vita privata delle persone solo perché c'è qualche folle moralista/religioso che non ha un caz*o da fare tutto il giorno che pensa di poter decidere ciò che è giusto o sbagliato per gli altri.Io non sono religioso, non ritengo che il sesso esplicito o meno sia in alcun modo un problema e non vedo proprio perché qualcuno dovrebbe decidere al posto mio o al posto dei miei figli.Questo è un problema un po' di tutti i paesi schiavizzati dalla religione, anche dell'Italia (seppur in modo molto più leggero visto che per fortuna non sono molti i pazzi che ritengono che il governo italiano dovrebbe inchinarsi di fronte alla religione cattolica e alla sua ipocrisia e fare leggi "ad hoc" per imporre crocifissi a scuola e altre baggianate simili).Mi pare con questo post di averti chiarito i tuoi dubbi.Bye, Luca
  • Anonimo scrive:
    W i fotofonini & le trombate!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: motivazioni
    aspe però la diffusione dove la mettiamio? e questo cio che volevo dire, chi te lo dice che questo atto già gravissimo di per se no venga fatto proprio per poterlo diffondere tramite internet o altri mezzi, insomma per potersi vantareè piu chiaro?
  • Anonimo scrive:
    Re: PORNO NO, CADAVERI IN TV Sì
    - Scritto da: Anonimo

    una cosa è la realtà dello
    tsunami, un'altra cosa sono le orge non
    consigliate dei pornazzi...

    la prima fa sicuramente crescere
    purchè ci sia accanto un genitore, la
    seconda può distorcere la
    realtàSi si, che bello per un bambino vedere cadaveri mangiati dalle mosche. Ma poi quale bambino? A parte che ormai nascono e sono già vecchi, pieni di frustrazioni e di famiglie allargate da divorzi e separazioni, che non si sa più chi è la madre ed il padre, anzi le madri ed i padri. Persino la pubblicità recita "Marco ma tu mi vuoi bene? Anche se non sei il mio papà?".E dovrebbero ucciderli un paio di tette? Ma che le vedano pure, almeno capiscono perchè papà e mamma sono scappati con la cameriera ed il postino.Per cairtà non giustifico la pornografia rivolta ai minori, ma tutta questa fobia del sesso mi pare roba da Real Casa di Borbone.
  • Anonimo scrive:
    Re: PORNO NO, CADAVERI IN TV Sì

    Dico, scherziamo? Per i minori è
    meglio vedere morti ammazzati al tg delle
    20! Favorisce la digestione !!certo il minore in questo modo si prepara a vivere in questa società di consumo basata sul pessimismo indotta dai media.
  • Anonimo scrive:
    Re: PORNO NO, CADAVERI IN TV Sì
    - Scritto da: Anonimo
    Cazzo!
    Questa sì che è formazione
    positiva del minore!

    Volete mettere quanto è più
    sfizioso vedere una 40ina di morti ammazzati
    dallo tsunami ammassati in un fossa comune
    invece di una pellicola con Cicciolina o
    Brigitta Bulgari?

    Dico, scherziamo? Per i minori è
    meglio vedere morti ammazzati al tg delle
    20! Favorisce la digestione !!
    una cosa è la realtà dello tsunami, un'altra cosa sono le orge non consigliate dei pornazzi...la prima fa sicuramente crescere purchè ci sia accanto un genitore, la seconda può distorcere la realtà
  • Anonimo scrive:
    Re: E i pornazzi?
    - Scritto da: Anonimo
    Se poi vuol dare a suo figlio di 7 anni il
    fotofonino e permettergli di guardare porno
    a gogo come mezzo di elevazione culturale
    può farlo, ma la invito a pensarci
    meglio.non credo proprio tu abbia interpretato bene l'articolo.personalmente al bambino di 7 anni non darei nessun telefonino... per ancora un bel po' di annitinto
  • Anonimo scrive:
    Re: PORNO NO, CADAVERI IN TV Sì

    Ma per il sesso non c'è un'esperienza
    precedente da sfruttare. infatti, a parte la nascita del bambino stesso
    E a dieci anni non
    c'è quella "tempesta ormonale" che
    esige una spiegazione. sottovaluti la curiosita' dei bambini
    Quindi far vedere un
    film porno a un bambino non ha senso
    perché non può capirlo.nessuno lo "vuole far vedere", anzi è giusto evitare l'accesso alla pornografia ai minori, ma questo va fatto nei limiti del possibile, senza ricorrere a eccessi da santa inquisizione.Secondo me chi pensa che ogni persona che abbia avuto contatti con la pornografia prima dei 18 anni ne sia stato gravemente danneggiato è come chi pensa che chiunque abbia assunto cannabis sia poi morto di overdose da eroina.tinto
  • Anonimo scrive:
    Re: PORNO NO, CADAVERI IN TV Sì


    Ma per il sesso non c'è un'esperienza
    precedente da sfruttare. E a dieci anni non
    c'è quella "tempesta ormonale" che
    esige una spiegazione. Quindi far vedere un
    film porno a un bambino non ha senso
    perché non può capirlo.far vedere un suo coetano spappolato da un mafioso si, far vedere il pisellino no.
  • Anonimo scrive:
    Non ho capito.
    Sinceramente non ho capito il senso dell'articolo.Non è forse sensato limitare l'accesso alla pornografia ai soli maggiorenni ? Se inventano un sistema che impedisce il proliferare di immagini pornografiche nei telefonini dei minori ben venga, qual'è il problema ?Che poi in Arabia Saudita esagerino non è un mistero, ma dipende dai punti di vista, per alcuni, BIn Laden in testa, il problema è esattamente il contrario : troppa libertà.
  • Anonimo scrive:
    Re: E i pornazzi?
    - Scritto da: Anonimo
    Da sempre in tutti i paesi del mondo,
    riviste e film porno sono VM 18. Nella
    liberale America abbondanocensure e i film
    VM 16 & c.. Janet Jackson fa vedere mezza
    tetta e scoppia il finimondo.
    Credo, caro il mio signor Manfredini, che
    lei avrebbe potuto indirizzare le sue
    indignate parole in modo assai migliore. Se
    poi vuol dare a suo figlio di 7 anni il
    fotofonino e permettergli di guardare porno
    a gogo come mezzo di elevazione culturale
    può farlo, ma la invito a pensarci
    meglio.paragonare Usa ed Arabia Saudita mi sembra un tantino azzardato...
  • Anonimo scrive:
    E i pornazzi?
    Da sempre in tutti i paesi del mondo, riviste e film porno sono VM 18. Nella liberale America abbondanocensure e i film VM 16 & c.. Janet Jackson fa vedere mezza tetta e scoppia il finimondo.Credo, caro il mio signor Manfredini, che lei avrebbe potuto indirizzare le sue indignate parole in modo assai migliore. Se poi vuol dare a suo figlio di 7 anni il fotofonino e permettergli di guardare porno a gogo come mezzo di elevazione culturale può farlo, ma la invito a pensarci meglio.
  • Anonimo scrive:
    Re: PORNO NO, CADAVERI IN TV Sì
    Spero che la tua sia solo una provocazione, ma nel dubbio...A 17 anni e 11 mesi non farebbe differenza, a dieci sì. Ci sono cose che a un bambino possono essere spiegate e che può capire, altre no.Un bambino che magari va in piscina o al mare in estate e che almeno una volta "ha bevuto", può capire che se arriva un'onda alta dieci metri si muore affogati. Poi le implicazioni e le conseguenze sono un'altra storia: perché le fosse comuni, perché bruciare i cadaveri, alcuni perché possono essere più difficili da spiegare e far capire.Ma per il sesso non c'è un'esperienza precedente da sfruttare. E a dieci anni non c'è quella "tempesta ormonale" che esige una spiegazione. Quindi far vedere un film porno a un bambino non ha senso perché non può capirlo.
  • Anonimo scrive:
    Re: motivazioni
    Chi si mette a fare foto (come le definisci tu) "di questo tipo" (quale precisamente? Ma sentito parlare di certezza del diritto?) ha tutti i diritti di farlo. E' in questo che consiste una visione democratica e liberale dei diritti del cittadino. Se io non danneggio nessuno e tutto è fatto in modo consenziente tra le parti, nessuno deve avere il diritto di sindacare sul valore "morale" di quello che faccio. Torna a casa bacchettone....in Iran o in Vaticano
  • Anonimo scrive:
    PORNO NO, CADAVERI IN TV Sì
    Cazzo! Questa sì che è formazione positiva del minore!Volete mettere quanto è più sfizioso vedere una 40ina di morti ammazzati dallo tsunami ammassati in un fossa comune invece di una pellicola con Cicciolina o Brigitta Bulgari?Dico, scherziamo? Per i minori è meglio vedere morti ammazzati al tg delle 20! Favorisce la digestione !!
  • Anonimo scrive:
    motivazioni
    in questo specifico caso: nessuna. sto parlando di chi si mette a fare foto di questo tipo. le sanzioni sono un modo giusto, non in tutti i casi, per far capire la gravità di certe azioni.... in questo caso di certi scatti...
Chiudi i commenti