Smart speaker: guida Amazon, Baidu sorpassa Google

Amazon con i prodotti Alexa continua a dominare il settore, ma alle sue spalle si registra il sorpasso di Baidu ai danni di Google.
Amazon con i prodotti Alexa continua a dominare il settore, ma alle sue spalle si registra il sorpasso di Baidu ai danni di Google.
Guarda 10 foto Guarda 10 foto

Sempre più diffusi e integrati nello spazio domestico, gli assistenti virtuali hanno oltrepassato i confini dei dispositivi mobile per farsi trovare pronti a rispondere a domande e comandi vocali anche in altoparlanti e display intelligenti. Chi guida il mercato? Focalizziamo l’attenzione sul segmento degli smart speaker, facendo riferimento allo studio condotto da Canalys per capire quali sono i brand di maggior successo a livello globale.

Smart speaker: Amazon, Baidu e Google

A guidare il gruppo è Amazon che con la sua linea Echo basata sull’IA di Alexa ha distribuito ben 6,6 milioni di unità nel mondo solo considerando il secondo trimestre dell’anno. Alla società di Seattle è riconosciuto il 25,4% di market share. Segue un po’ a sorpresa Baidu, il gigante cinese delle ricerche online (e non solo), che con 4,5 milioni di device sale al 17,3% e fa registrare il sorpasso nei confronti di Google, fermo a 4,3 milioni di pezzi nel periodo preso in esame, con il 16,7% della quota.

Il mercato degli smart speaker a livello mondiale: brand e market share per ogni azienda

Giù dal podio altri due big del paese asiatico: Alibaba (4,1 milioni, 15,8%) e Xiaomi (2,8 milioni, 10,8%). A completare la classifica altri produttori con 3,7 milioni di unità per un 14,1% complessivo. Tra questi c’è anche Apple, che con il suo HomePod basato su Siri ancora non ha raggiunto tutti i territori.

Il mercato continua a crescere

Sono forse ancora più interessanti i dati relativi alla crescita anno su anno sia dell’intero settore (+55,4%) sia dei suoi singoli protagonisti: Amazon +61,1%, Baidu +3.700% (per via del recente ingresso nel mercato), Alibaba +38,8%, Xiaomi +37,5%, altri +73,3%. L’unico trend negativo rispetto al Q2 2018 è quello fatto segnare da Google con un +19,8%.

È comunque possibile che il gruppo di Mountain View abbia già in cantiere la mossa giusta per recuperare il terreno perduto: un nuovo smart speaker piccolo, compatto e soprattutto economico, il successore di Home Mini, con caratteristiche inedite come una migliore resa sonora, un supporto per l’installazione a parete e un jack audio da 3,5 mm per la connessione di fonti esterne. La presentazione potrebbe avvenire nel mese di ottobre insieme a quella degli smartphone Pixel 4.

Fonte: Canalys
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti