Snapchat si scusa e s'aggiorna

E' disponibile il sospirato update, dopo la falla che ha permesso la pubblicazione dei dati di milioni di utenti. Un aggiornamento gradito almeno quanto le scuse fornite dai responsabili del servizio

Roma – I ricercatori di sicurezza avevano segnalato la falla da mesi, Snapchat aveva continuato a proporre il proprio servizio di messaggistica a scadenza come se nulla fosse. È stato necessario pubblicare in Rete account e numeri telefonici di 4,6 milioni di utenti per scuotere gli sviluppatori e spingerli a promettere un aggiornamento. L’update, segnala Snapchat, è ora disponibile per gli utenti Android e iOS.

La nuova versione dell’app, così come annunciato nei giorni scorsi, prevede la possibilità di sganciare il proprio account dal numero di telefono abbinato: in questo modo gli utenti potranno sottrarsi alla funzione Find Friends e quindi alle richieste di contatto da parte di coloro che conservano il numero in rubrica, mentre resta il dubbio riguardo alla rimozione del numero di telefono dal database sfruttato dagli hacker per estrarre i dati che sono stati pubblicati online.

Snapchat assicura inoltre che gli sviluppatori sono costantemente al lavoro per migliorare la sicurezza delle API, nel tentativo di impedire gli abusi da parte di malintenzionati.

Attese dagli utenti e rivendicate dagli osservatori , sono giunte anche le scuse: il team di Snapchat si dice dispiaciuto per qualsiasi problema riscontrato dagli utenti, e li ringrazia per la pazienza e il supporto. ( G.B. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • giuliano cavallino scrive:
    felicissimo di averla
    La famigerata scatola nera me l'ero fatta montare gia' da oltre tre anni e ne sono felicissimo! Non ho nulla da nascondere e mi e' stata molto utile per tarare il mio stile di guida e per rendermi piu' ptudente alla guida!
    • ephestione scrive:
      Re: felicissimo di averla
      Ma infatti, neanche io ho nulla da nascondere, per questo mi sono fatto installare una scatola nera in auto, una sulla bici, e una in casa, che registra tutto quello che succede nel mio appartamento e lo invia ad un database centrale... mi sento più sicuro e sono felicissimo di aver fatto questa scelta.
      • Leguleio scrive:
        Re: felicissimo di averla

        Ma infatti, neanche io ho nulla da nascondere,
        per questo mi sono fatto installare una scatola
        nera in auto, una sulla bici, e una in casa, che
        registra tutto quello che succede nel mio
        appartamento e lo invia ad un database
        centrale... In particolare nella camera da letto, ci sono dei sensori a infrarossi sotto le lenzuola a cui nulla sfugge.
        • Lanf scrive:
          Re: felicissimo di averla
          Il mio stile di guida l'ho ritarato imparando a guidare in pista.Ti assicuro che è molto più divertente e capisci quali e quante caavolate si fanno guidando per strada.
          • Leguleio scrive:
            Re: felicissimo di averla

            Il mio stile di guida l'ho ritarato imparando a
            guidare in
            pista.
            Ti assicuro che è molto più divertente e capisci
            quali e quante caavolate si fanno guidando per
            strada.Poi quando hai tempo mi spieghi cosa c'entra con la discussione.
          • thebecker scrive:
            Re: felicissimo di averla
            - Scritto da: Leguleio

            Il mio stile di guida l'ho ritarato
            imparando
            a

            guidare in

            pista.

            Ti assicuro che è molto più divertente e
            capisci

            quali e quante caavolate si fanno guidando
            per

            strada.

            Poi quando hai tempo mi spieghi cosa c'entra con
            la
            discussione.con l'articolo non c'entra niente. In questa particolare discussione ha risposto a questa frase gi giuliano cavallini (utente che ha aperto il thread*): <b
            "Non ho nulla da nascondere e mi e' stata molto utile per tarare il mio stile di guida" </b
            ------*Nel gergo dei forum, dei newsgroup e delle chat il thread (letteralmente trama, filo, e solitamente abbreviato in 3d) indica la discussione sviluppata dai singoli utenti; fonte: Wikipedia. PPer chiarirti perchè ho usato una parola anglossasone. :D
          • Koala scrive:
            Re: felicissimo di averla
            - Scritto da: thebecker
            *Nel gergo dei forum, dei newsgroup e delle chat
            il thread (letteralmente trama, filo, e
            solitamente abbreviato in 3d) indica la
            discussione sviluppata dai singoli utenti; fonte:
            Wikipedia.Wikipedia non è una fonte (e lo dicono pure loro). Per non parlare delle XXXXXXX, specialmente in quella in italiano.
            Per chiarirti perchè ho usato una parola
            anglossasone.
            :DIn italiano è il filo del discorso, che non si apre: si inizia.Considerata la natura umana, è normale che i discorsi si ramifichino e questo forum, se non altro, è strutturato abbastanza bene per quello."Non ho nulla da nascondere" è la nota fallacia, su cui qualcuno scherza, ma in giro c'è davvero chi ritiene irrilevante o addirittura positivo stare sotto l'occhio vigile del Grande Fratello. Il problema si risolve con la sorveglianza o modificando la propria mentalità e assumendo comportamenti più responsabili? Chiaramente i bambini li metti nel box, così non rischiano di far danni, cacciarsi nei guai e farsi male da soli. Questo è più o meno come ci stanno trattando.
          • panda rossa scrive:
            Re: felicissimo di averla
            - Scritto da: Koala
            Wikipedia non è una fonte (e lo dicono pure
            loro). Legu' lascia perdere...Tanto lo sappiamo che sei tu.
          • Leguleio scrive:
            Re: felicissimo di averla
            È bello svegliarsi alle 10:00 del mattino solo per sputare veleno su qualcuno? Dimmi che cosa si prova.Ti pare che risponderei a thebeker su una questione (non ho nulla da nascondere) che ha sollevato un altro utente? Non sono ancora così stabico. Fattene una ragione: al mondo tutti si sono accorti che Wikipedia fa schifo tranne te.
          • 2014 scrive:
            Re: felicissimo di averla
            - Scritto da: Koala
            "Non ho nulla da nascondere" è la nota fallacia,
            su cui qualcuno scherza, ma in giro c'è davvero
            chi ritiene irrilevante o addirittura positivo
            stare sotto l'occhio vigile del Grande Fratello.

            Il problema si risolve con la sorveglianza o
            modificando la propria mentalità e assumendo
            comportamenti più responsabili? Chiaramente i
            bambini li metti nel box, così non rischiano di
            far danni, cacciarsi nei guai e farsi male da
            soli. Questo è più o meno come ci stanno
            trattando.E finchè ci lasciamo trattare così, che ci lamentiamo a fare?
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: felicissimo di averla
      contenuto non disponibile
    • panda rossa scrive:
      Re: felicissimo di averla
      - Scritto da: giuliano cavallino
      La famigerata scatola nera me l'ero fatta montare
      gia' da oltre tre anni e ne sono felicissimo!

      Non ho nulla da nascondere Quindi non avrai difficolta' a pubblicare qui la targa della tua auto, tutti i tuoi abituali percorsi in auto, l'indirizzo di casa, etc...
      • 2014 scrive:
        Re: felicissimo di averla
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: giuliano cavallino

        La famigerata scatola nera me l'ero fatta
        montare

        gia' da oltre tre anni e ne sono felicissimo!



        Non ho nulla da nascondere

        Quindi non avrai difficolta' a pubblicare qui la
        targa della tua auto, tutti i tuoi abituali
        percorsi in auto, l'indirizzo di casa,
        etc...e non dimenticare carta di credito e pin...
    • king volution scrive:
      Re: felicissimo di averla
      - Scritto da: giuliano cavallino
      La famigerata scatola nera me l'ero fatta montare
      gia' da oltre tre anni e ne sono felicissimo!

      Non ho nulla da nascondere e mi e' stata molto
      utile per tarare il mio stile di guida e per
      rendermi piu' ptudente alla guida!ciao, faccio l'assicuratore...da quello che scrivi sono sicuro che allora ti interesserà di certo un chip rfid-wifi-gps impiantato nel cervello!mi firmi una liberatoria e in cambio ti faccio un incredibile sconto del 2% sull'assicurazione vita!!!
  • Alessio scrive:
    Bravi
    Sappiamo benissimo che a fronte di un limite di 50 la gente, se non c'è tantissimo traffico, va in media a 70 o addirittura 80 ed a fronte di un limite di 90 si toccano di solito i 100 o i 110. Basta farsi un giro in città o fuori ed accodarsi agli altri veicoli dando una frequente occhiata al contachilometri. In autostrada la velocità media si è sensibilmente ridotta solo da quando ci sono i tutor. Ora visto che la velocità è tra le principali cause dei sinistri questo sistema è in grado di rilevare automaticamente, se associato ad un semplice navigatore satellitare aggiornato con i limiti di velocità sui tratti di strada, quanto è a rischio il veicolo dell'assicurato. Al primo rinnovo della polizza prevedo amare sorprese per chi usufruirà dello sconto del 7%.
    • Lanf scrive:
      Re: Bravi
      La velocità è un solo amplificatore degli effetti di un incidente. Le prime cause sono la distrazione, il fisico in disordine (alcool, droghe, stanchezza) e l'incapacità di controllare la vettura.Nessuno insegna cosa sia la vera sicurezza in strada, purtroppo.
      • Koala scrive:
        Re: Bravi
        Per non parlare della distanza di sicurezza che troppi ignorano (così poi succedono assurdità come i tamponamenti a catena) o della velocità in base alla visibilità.
      • t a n y s t r o p h e u s scrive:
        Re: Bravi
        - Scritto da: Lanf
        La velocità è un solo amplificatore degli effetti
        di un incidente. Pero` puoi stare certo che sara` il piu` importante parametro col quale levitera` il tuo premio se non rispetti i limiti di velocita`.E come sopra argutamente detto, difficilmente li si rispetta.
      • cortobardo scrive:
        Re: Bravi
        Esatto! E'proprio così. La maggior parte della genteperò continua a distrarsi mandando messaggi col cell,"tagliando" le curve, ecc.Sarebbe interessante installare, sulle auto degli entusiasti di questo tipo di tecnocontrollo, uno di quei tracker gpsche campionano la posizione 10 volte al secondo e poi studiarne le traiettorie...quante sorprese!
  • prova123 scrive:
    La scatola nera ...
    servirà alle assicurazioni solo per aumentare gli incidenti con concorso di colpa ... siamo in Italia, non dimentichiamolo!
  • Rg Gandi scrive:
    25esimo lettore
    Quindi io che non voglio la scatola sono penalizzato del 7%? Un'altra legge che mi penalizza mi serviva proprio!Ad ogni modo, benvenuti nell'internet degli oggetti. Solo che gli oggetti sono controllati da terze persone e non dai legittimi proprietari :)I want my privacy and I have something to hide.
    • Eugenio Guastatori scrive:
      Re: 25esimo lettore
      - Scritto da: Rg Gandi
      Quindi io che non voglio la scatola sono
      penalizzato del 7%? Un'altra legge che mi
      penalizza mi serviva
      proprio!Non puoi dire così, devi dire che le compagnie ti fanno uno sconto del 7% se metti la scatoletta e solo INCIDENTALMENTE capita che ci sia stato un amumento del 10% corrispondente. È come quando siamo entrati nell'Euro e ci hanno ripetuto che i prezzi non sarebbero aumentati ma il giorno stesso una cosina come le autostrade erano aumentate del 50%, è stato un aumento casuale non connesso al cambio di valuta.
  • rimba scrive:
    nel frattempo
    http://www.businessinsider.com/ford-exec-gps-2014-1 p)
  • bertuccia scrive:
    i prezzi più alti d'Europa
    Perché?la risposta la sappiamo benissimo"c'era una volta, il paese dei furbi"
    • Trollollero scrive:
      Re: i prezzi più alti d'Europa
      - Scritto da: bertuccia
      Perché?
      la risposta la sappiamo benissimo

      "c'era una volta, il paese dei furbi"Furbi che, in questo caso, sono le COMPAGNIE.Perche', parliamoci chiaro, se si impone PER LEGGE di dotarsi di un bene/servizio/superXXXXXla/whatever e si lascia al "mercato" il compito di "autoregolarsi", il risultato finale sara' che <b
      chiunque </b
      vendera' al prezzo piu' alto possibile.Tanto l'utente non ha scelta....
      • Koala scrive:
        Re: i prezzi più alti d'Europa
        Se tutti fanno i furbi, fanno i furbi anche le compagnie, non è che siano una razza a parte o che ci stiano a farsi XXXXXXX in eterno. Anche il cercare di dare sempre la responsabilità e la colpa agli altri fa parte di questa diffusa e controproducente mentalità furbesca.
        • Trollollero scrive:
          Re: i prezzi più alti d'Europa
          - Scritto da: Koala
          Se tutti fanno i furbi, fanno i furbi anche le
          compagnie, non è che siano una razza a parte o
          che ci stiano a farsi XXXXXXX in eterno. Anche il
          cercare di dare sempre la responsabilità e la
          colpa agli altri fa parte di questa diffusa e
          controproducente mentalità
          furbesca.Quale parte di "obbligatorio per legge, prezzo fissato per legge altrimenti si forma un cartello in tempo zero" non ti e' chiara ?
        • OldDog scrive:
          Re: i prezzi più alti d'Europa
          No, le compagnie hanno il diritto di verificare le denunce di incidente e smascherare le truffe eventuali, non di argomentare sul mio stile abituale di guida (e la mia auto la guidano altri in famiglia, per esempio) e ritarare la polizza su quello, con conseguenze non ben chiare fin d'ora. Già l'introduzione del bonus/malus ha provocato un picco di persone che scappano dai tamponamenti per non far lievitare la polizza, lasciando i tamponati/danneggiati in parcheggio e simili con l'onere di pagarsi di tasca loro l'intero danno. Chissà cosa decideranno di fare, una volta che saranno riusciti a "inscatolarci" tutti.E se vogliamo parlare di truffe, ricordo che prima dell'arrivo delle compagnie on-line, gli assicuratori usavano riproporre ogni anno una polizza incendio/furto calcolata sul valore dell'anno precedente dell'auto, salvo poi in caso di danno risarcire solo fino al nuovo valore di mercato. IN PRATICA, se il cliente non contestava il rinnovo, la compagnia dopo dieci anni ti proponeva ancora di pagare una polizza calcolata (da loro) sul valore d'acquisto per poi dichiarare che il valore dell'auto da rimborsare equivaleva a meno di un milione di lire (allora dopo dieci anni il valore commerciale dell'auto diventava quello, salvo modelli speciali). Ci hanno lucrato per decenni, lamentandosi pure se pretendevi la rivalutazione annuale (ci ho litigato per oltre 15 anni).Francamente, non vedo perché se in certe zone d'Italia ci sono più truffatori io che ho sempre pagato e rispettato le regole debbo diventare un sorvegliato speciale. Per la serie delle frasi fatte: "non sapremo di aver qualcosa da nascondere, finché sarà troppo tardi". Ciao
  • crazymad scrive:
    Iniziativa inconcludente
    La black box, così come è stata implementata, non porterà mai i benefici sperati per un semplice motivo, chi guida sXXXXX e chi ha le mani in pasta con le truffe assicurative, non monterà mai un aggeggio del genere, molti altri automobilisti, con sconti così irrisori, non ci penseranno neanche lontanamente a rinunciare ad una fetta della propria privacy.L'unico modo per rendere trascurabili le truffe assicurative e abbassare sensibilmente i premi assicurativi è quello di dotare, per legge, tutti i veicoli con una scatola nera.
    • Trollollero scrive:
      Re: Iniziativa inconcludente
      - Scritto da: crazymad
      La black box, così come è stata implementata, non
      porterà mai i benefici sperati per un semplice
      motivo, chi guida sXXXXX e chi ha le mani in
      pasta con le truffe assicurative, non monterà mai
      un aggeggio del genere, molti altri
      automobilisti, con sconti così irrisori, non ci
      penseranno neanche lontanamente a rinunciare ad
      una fetta della propria
      privacy.

      L'unico modo per rendere trascurabili le truffe
      assicurative e <b
      abbassare sensibilmente i premi </b

      assicurativi è quello di dotare, per legge, tutti
      i veicoli con una scatola
      nera.Non hai mai lavorato con una compagnia assicurativa, a quanto pare...
      • crazymad scrive:
        Re: Iniziativa inconcludente
        - Scritto da: Trollollero
        Non hai mai lavorato con una compagnia
        assicurativa, a quanto
        pare...Vero. Mi sembra di capire che invece tu ci lavori, dimmi in cosa sbaglio.
        • Trollollero scrive:
          Re: Iniziativa inconcludente
          - Scritto da: crazymad
          - Scritto da: Trollollero

          Non hai mai lavorato con una compagnia

          assicurativa, a quanto

          pare...

          Vero. Mi sembra di capire che invece tu ci
          lavori, dimmi in cosa
          sbaglio.Detto sotto a bertuccia.In breve, il mercato RCA <b
          NON </b
          e' un mercato libero: in queste condizioni e' praticamente una certezza il formarsi di un cartello.La mia personalissima opinione: se e' obbligatorio per legge, i prezzi vanno fissati per legge.
          • Internetcrazia scrive:
            Re: Iniziativa inconcludente
            - Scritto da: Trollollero
            - Scritto da: crazymad

            - Scritto da: Trollollero


            Non hai mai lavorato con una compagnia


            assicurativa, a quanto


            pare...



            Vero. Mi sembra di capire che invece tu ci

            lavori, dimmi in cosa

            sbaglio.
            Detto sotto a bertuccia.
            In breve, il mercato RCA <b
            NON
            </b
            e' un mercato libero: in queste
            condizioni e' praticamente una certezza il
            formarsi di un
            cartello.
            La mia personalissima opinione: se e'
            obbligatorio per legge, i prezzi vanno fissati
            per
            legge.o meglio ancora, liberalizziamolo del tutto: possibilità di stipula con qualsiasi assicurazione di qualsiasi paese dell' UE
          • Trollollero scrive:
            Re: Iniziativa inconcludente
            - Scritto da: Internetcrazia
            - Scritto da: Trollollero

            - Scritto da: crazymad


            - Scritto da: Trollollero



            Non hai mai lavorato con una
            compagnia



            assicurativa, a quanto



            pare...





            Vero. Mi sembra di capire che invece tu
            ci


            lavori, dimmi in cosa


            sbaglio.

            Detto sotto a bertuccia.

            In breve, il mercato RCA <b
            NON

            </b
            e' un mercato libero: in queste

            condizioni e' praticamente una certezza il

            formarsi di un

            cartello.

            La mia personalissima opinione: se e'

            obbligatorio per legge, i prezzi vanno
            fissati

            per

            legge.
            o meglio ancora, liberalizziamolo del tutto:
            possibilità di stipula con qualsiasi
            assicurazione di qualsiasi paese dell'
            UEIl "libero" mercato e' l'equivalente economico del punto materiale in fisica, bellissimo sulla carta ma inesistente e inapplicabile in pratica.Ribadisco: obbligatorio per legge, prezzo fissato per legge.
          • Internetcrazia scrive:
            Re: Iniziativa inconcludente
            inapplicabile non proprio: pensa agli evasori italici che per risultare nullatenenti usano auto in leasing tedesche...beh se non è libero mercato questo ;)
          • Trollollero scrive:
            Re: Iniziativa inconcludente
            - Scritto da: Internetcrazia
            inapplicabile non proprio: pensa agli evasori
            italici che per risultare nullatenenti usano auto
            in leasing tedesche...beh se non è libero mercato
            questo
            ;)Libero mercato = mercato in cui domanda e offerta non sono regolate da alcun governo o autorita'.Comprare (in leasing, poi) all'estero non e' un esempio di libero mercato.
  • ALI BABA scrive:
    SEI RIDICOLO CALAMARI!!!!!!!
    "L'oggetto infatti sottrae in maniera impercettibile e volutamente nascosta dati personali e sensibili dei possessori. È una caratteristica tanto importante quanto volutamente nascosta dalle pubblicità." MA QUALE XXXXX MODO IMPERCETTIBILE E VOLUTAMENTE NASCOSTA SE TE LO STANNO DICENDO CHE REGISTRANO QUEI DATI!!!!!!!MA XXXXX SIETE CAPACI DI INTENDERE VE DI VOLERE?XXXXXXX OH POLEMICHE PER IL GUSTO DI FARLE.SE SEI PARANOICO NON FARTI DARE LA SCATOLETTA E CONTINUA A PAGARE DI PIU' L'ASSICURAZIONE,BEOTA,MA SMETTILA DI SCASSARE LA XXXXXXX A CHI NON SI FA LE VOSTRE SEGHE MENTALI!!!!!!
  • djechelon scrive:
    Costi aumentati e Napoli
    Secondo mio intervento, off topic col primo.Vorrei portare all'attenzione di tutti che per esperienza (preventivatore comparativo IVASS e lettura clausole contrattuali), la scatola nera di fatto costituisce un aumento dei costi.La mia attuale polizza non prevede la scatola, ed è stata selezionata come la più economica. Altre mi hanno chiesto di più. Secondo fattore importante i costi: anche se l'assicurazione ti installa gratis il gadget, addebita a te i costi di disinstallazione da effettuarsi presso elettrauto autorizzato.Quindi se l'anno successivo vuoi cambiare assicurazione perchè ti ha chiesto un aumento eccessivo, devi restituire l'oggetto.Per non parlare di Napoli, poi. La scatola nera doveva essere lo strumento per rilanciare la concorrenza e permettere la discesa dei prezzi in una provincia con un drammatico numero di evasori dell'obbligo assicurativo.E invece niente.................................Ma proprio NIENTE......................
    • Alceste scrive:
      Re: Costi aumentati e Napoli
      - Scritto da: djechelon
      anche se l'assicurazione ti
      installa gratis il gadget, addebita a te i costi
      di disinstallazione da effettuarsi presso
      elettrauto
      autorizzato.Falso, non tutte le assicurazioni addebitano questi costi, o forse proprio nessuna. Una legge/decreto/roba del genere di uno o due anni fa dovrebbe aver eliminato la possibilita' di addebitare questo costo alle compagnie.
      Quindi se l'anno successivo vuoi cambiare
      assicurazione perchè ti ha chiesto un aumento
      eccessivo, devi restituire
      l'oggetto.Vero.Come costo aggiuntivo la mia mi fa pagare parte del canone di abbonamento (sui 30 /anno).
      Per non parlare di Napoli, poi. La scatola nera
      doveva essere lo strumento per rilanciare la
      concorrenza e permettere la discesa dei prezzi in
      una provincia con un drammatico numero di evasori
      dell'obbligo
      assicurativo.


      E invece niente.................................
      Ma proprio NIENTE......................
  • djechelon scrive:
    Mi spiace, ma dissento sentitamente
    Caro Marco,sono un tuo agguerrito lettore, e non so dei 24 qual è il mio numero.Oggi devo dissentire pesantemente con le tue affermazioni, seppur dotate di piena logica, argomentate e interessanti.Per prima cosa, io sono fermamente convinto che la scatola nera sia uno strumento utilissimo a creare un circolo virtuoso tra tutela delle assicurazioni, tutela degli assicurati e costi della polizza. Tutela degli assicurati perchè, non dimentichiamo, spesso molti incidenti da fermi vengono tramutati in concorso di colpa grazie a testimonianze quantomeno contraddittorie.La tutela della privacy è giusta e sacrosanta, ma non credo giustifichi sempre atteggiamenti particolarmente cautelari (come usare un dumbphone al posto di uno smartphone). Questo perchè a mio avviso l'innovazione deve essere incoraggiata. Non lasciata senza freni, ma neanche stroncata in partenza.La mia opinione su questi strumenti, così come sulle smart-car, è questa: ben vengano sistemi che tutelano i soggetti coinvolti o l'interesse pubblico, MA MASSIMA SERIETA' nel trattamento di dati. Da un grande potere deriva una grande responsabilità. Se tu assicurazione possiedi l'informazione che io frequento zone ad alto tasso di spaccio, prostituzione, o altro, devi fare in modo da tutelarmi dagli abusi di questa informazione. E pagare a caro prezzo una tua negligenza o colpa.Come?1. CHIAREZZA sulle informazioni raccolte (posizione? velocità? accelerazioni?). Se vuoi anche la diagnostica motore, abbi l'accortezza di dirmelo. L'audio del sistema bluetooth non ti serve, quindi non raccoglierlo!2. CERTEZZA sui tempi di cancellazione dei dati. Se non ho fatto un incidente, o se comunque la vettura non è stata certamente rubata, perchè tenere le vecchie tracciature?3. VIGILANZA. Spetterebbe all'IVASS controllare che le banche dati non contengano più dati del dovuto, e che nessuno vi acceda senza motivo4. ACXXXXX controllato. Dai anche a me la possibilità di consultare i miei dati per mie finalità, fai anche in modo (regola 2, riferimento all'articolo su unabomber) che le autorità dotate di mandato timbrato e firmato non possano scavare troppo indietro nel tempo. E se un'autorità accede ai dati su mandato, fallo sapere a me diretto interessato5. SANZIONI per gli enti inadempienti o pescati con le mani nella marmellata. PESANTI sanzioni.Questi sono già in parte principi dettati dal codice privacy.Ultima cosa: la frase "L'oggetto infatti sottrae in maniera impercettibile e volutamente nascosta dati personali e sensibili dei possessori. È una caratteristica tanto importante quanto volutamente nascosta dalle pubblicità" è fuorviante perchè la pubblicità non è obbligata a elencare gli aspetti negativi o le controindicazioni del prodotto, che saranno rimandati alla stipula del contratto.Non esiste ancora una legge come per farmaci o gioco d'azzardo, che obbliga a dire "è un medicinale che può causare effetti collaterali anche gravi" o "il gioco crea dipendenza patologica".A meno che il Garante non voglia introdurre un obbligo pubblicitario del tipo "il servizio richiede la raccolta e il trattamento di dati personali sensibili", ma lo lascerei ai posteri :-)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 gennaio 2014 12.43-----------------------------------------------------------
    • Maloo scrive:
      Re: Mi spiace, ma dissento sentitamente
      Gli estremismi non hanno mai fatto bene a nessuno e Calamari nel suo campo, mi spiace dirlo, ma è estremista (poi però usa whatsapp per organizzare il ritrovo pre-natalizio coi suoi amici ma vabè, in quel caso è giusto).
      • calamarim scrive:
        Re: Mi spiace, ma dissento sentitamente
        - Scritto da: Maloo
        Gli estremismi non hanno mai fatto bene a nessunoDissento: esempio Stallmann ti ha fatto bene
        e Calamari nel suo campo, mi spiace dirlo, ma è
        estremista E' vero, sono un'estremista dei diritti civili
        (poi però usa whatsapp per organizzare
        il ritrovo pre-natalizio coi suoi amici ma vabè,
        in quel caso è
        giusto).Spero che ti sia dimenticato un "certo non" od almeno una faccina finale ....
    • GiuliA scrive:
      Re: Mi spiace, ma dissento sentitamente
      In linea teorica nulla da obiettare sul come che articoli in 5 punti.
      1. CHIAREZZA sulle informazioni raccolte
      2. CERTEZZA sui tempi di cancellazione dei dati.Magari i primi due punti potrebbero essere fattibili
      3. VIGILANZA. Spetterebbe all'IVASS...Il terzo non lo vedo proprio fattibile (usi il condizionale 'spetterebbe', segno che la prudenza non ti manca...). Basta guardare gli innumerevoli altri casi di abusi per mancata vigilanza per fatti ben più dannosi per la collettività(toh, un es. per tutti la vicenda MPS per parlare di posti di lavoro e risparmi andati in fumo, o l'Ilva di Taranto per parlare di salute della collettività...). In un paese poi dove i centri di potere economico hanno le mani in pasta ovunque auguri...
      4. ACXXXXX controllato.Chi ha l'autorizzazione ad accedere può sempre farne un uso incontrollato. Vedi lo scandalo Telecom di qualche anno fa, giusto per non citare le solite storie d'oltre oceano... Magari fosse possibile. Ma molteplici casi accaduti mi dicono che la realtà è un'altra.
      5. SANZIONI per gli enti inadempienti o pescati
      con le mani nella marmellata.Nel paese dei 98MLD(mi-li-ar-di) di multa per evasione fiscale condonati alle case del gioco d'azzardo con tanto di dimissioni del colonnello che ha guidato il team? Vorrei crederti ed avere la tua stessa fiducia, ma la realtà anche qua è diversa... Figurarsi poi se ci sarebbero sanzioni ai colossi delle assicurazioni (alcuni dei quali hanno fatto cartello senza tanti patemi d'animo in passato) e che eventualmente abusano dei dati di alcuni guidatori... Mi ripeto: se non frega nulla dei tumori causati dall'inquinamento, figurati dell'abuso dei dati...Le cautele che vengono invocate dai difensori della privacy non sono eccessi, sono motivate dalla consapevolezza della fallacità/disonestà di molti(non tutti) esseri umani e dei sistemi nei quali operano.La famosa frase "se non hai nulla da temere dicci tutto" veniva detta dai nazzisti i quali hanno ben dimostrato che la realtà di una istituzione infallibile ed onesta è solo teorica, ed una fiducia ceca può costare molto caro...Chiaramente per un abuso di dati in genere non si muore, ma si possono ricevere danni dei quali credo tutti faremmo volentieri a meno.
      • djechelon scrive:
        Re: Mi spiace, ma dissento sentitamente
        - Scritto da: GiuliA

        2. CERTEZZA sui tempi di cancellazione dei dati.
        Magari i primi due punti potrebbero essere
        fattibili


        Le cautele che vengono invocate dai difensori
        della privacy non sono eccessi, sono motivate
        dalla consapevolezza della fallacità/disonestà di
        molti(non tutti) esseri umani e dei sistemi nei
        quali
        operano.Il problema è questo: se fosse fattibile già solo garantire la cancellazione certa dei dati storici avremmo il 60% dei problemi in meno.Ma proprio perchè non ci fidiamo di come vengano usati i dati non possiamo fidarci che vengano cancellati. Punto e a capo.Allora ci fidiamo? Li trasmettiamo?O ci isoliamo?
        Chiaramente per un abuso di dati in genere non si
        muore, ma si possono ricevere danni dei quali
        credo tutti faremmo volentieri a
        meno.Io credo che un Piero Marrazzo di turno il desiderio di suicidarsi di fronte all'umiliazione pubblica l'abbia avuto almeno per qualche istante. Faccio un esempio iperbolico, ma concordo pienamente con la seconda parte.
        • GiuliA scrive:
          Re: Mi spiace, ma dissento sentitamente

          Ma proprio perchè non ci fidiamo di come vengano
          usati i dati non possiamo fidarci che vengano
          cancellati. Punto e a
          capo.

          Allora ci fidiamo? Li trasmettiamo?
          O ci isoliamo?Io personalmente non condivido la società dell'ipercontrollo, anzi, paradossalmente per me è proprio con l'ipercontrollo che si crea l'isolamento, principalmente dalla vita. Come una mamma ipercontrollante finisce con il porre il proprio figlio in una bolla soffocante (fatta appunto di controlli) volta a preservare da ogni possibile rischio a scsapito della libertà del figlio lo stesso accade con lo stato/organizzazione verso i suoi membri/utenti.La diffusione capillare delle telecamere non ha fermato il crimine, né credo un trasmettitore che dice dove sei in ogni istante fermerà le truffe. Invece ho notato che col passare degli anni gli abusi delle forme di controllo sono cresciuti.Da piccina mi è stato insegnato che un regime di controllo come quello delle repubbliche sovietiche dove non potevi fare un solo passo senza essere controllato era la fine della vita sociale, la morte della libertà. Francamente mi sembra che stiamo procedendo verso la stessa situazione.Allora c'era un occidente con idee ben diverse, addirittura nel 1951 la Gran Bretagna abolì l'obbligo della carta d'identità "per tutelare i sudditi onesti": se non stai facendo nulla di male la polizia non ti può fermare e chiedere chi sei. Ovvio se ci si pensa un po'. Ma la logica è stata rovesciata.


          Io credo che un Piero Marrazzo di turno il
          desiderio di suicidarsi di fronte all'umiliazione
          pubblica l'abbia avuto almeno per qualche
          istante. Faccio un esempio iperbolico, ma
          concordo pienamente con la seconda
          parte.Si,penso anch'io, avevo scritto "in genere" intendendo che a volte ci sono anche casi di scelte drammatiche.
          • Leguleio scrive:
            Re: Mi spiace, ma dissento sentitamente

            Allora c'era un occidente con idee ben diverse,
            addirittura nel 1951 la Gran Bretagna abolì
            l'obbligo della carta d'identità "per tutelare i
            sudditi onesti": La cosa va precisata. In Gran Bretagna la carta d'identità non è mai esistita. Venne introdotta in due periodi eccezionali: le due guerre mondiali. E, se per la prima guerra mondiale la sua abrogazione avvenne poco dopo il termine, nel 1919, per quanto riguarda la seconda bisognerà aspettare ben 7 anni e l'aiuto di una causa in tribunale che fece rumore. Le autorità ci avevano fatto un pensierino, sulla possibilità di mantenerla anche durante la guerra fredda.Altro caso parallelo: negli Usa la carta di identità non esiste, ma dalla metà degli anni Ottanta ogni Stato emette a chi ne fa richiesta, anche i minorenni, una patente di guida... senza permesso di guida. La classica soluzione pragmatica all'americana, per dire che non esiste una cosa che tutti sanno esserci. :)
  • .... scrive:
    Cassandra... lampi di cassandra...
    Ma che titoli sono??? Ma basta! Fanno schifo!Un titolo decente no?
  • Leguleio scrive:
    Spiegare meglio
    " L'oggetto infatti sottrae in maniera impercettibile e volutamente nascosta dati personali e sensibili dei possessori. È una caratteristica tanto importante quanto volutamente nascosta dalle pubblicità. "Qui Calamari è decisamente criptico: quali dati personali sottrae la scatola nera? Le volte che si va in camporella, e il nome della persona con cui si hanno gli incontri? I passeggeri a bordo, e il loro tasso alcolemico? La registrazione di tutte le conversazioni fatte a bordo dell'auto, comprese quelle con l'amante? Non è assolutamente chiaro.A meno che per Calamari i dati sulla velocità e sui percorsi effettuati siano dati personali e sensibili. Forse lo deluderà sapere che questi stessi dati sono raccolti da ogni operatore di telefonia mobile, anche da quelli che, come Calamari, hanno un dumbphone. E non solo quando ci si sposta in auto: anche a piedi o sull'autobus. Un piccolo, e provvisorio dossier:http://tinyurl.com/nbqoyhe
    • 2014 scrive:
      Re: Spiegare meglio
      - Scritto da: Leguleio
      A meno che per Calamari i dati sulla velocità e
      sui percorsi effettuati siano dati personali e
      sensibili. Forse lo deluderà sapere che questi
      stessi dati sono raccolti da ogni operatore di
      telefonia mobile, anche da quelli che, come
      Calamari, hanno un dumbphone. E non solo quando
      ci si sposta in auto: anche a piedi o
      sull'autobus. Un piccolo, e provvisorio
      dossier:Ma se non voglio farli sapere spengo il telefono, come la spengo la scatola nera sulla macchina?
    • Maloo scrive:
      Re: Spiegare meglio
      Stavo per fare un post esattamente con le stesse affermazioni. Caro Calamari, smart o dumb phone si può ricostruire il percorso che hai fatto e con precisione di una 20ina di metri in movimento per cui ancora una volta ti stai dimostrando più che 'tutelativo', un antitecnologia. Ma come ti ha fatto notare qualcuno poco tempo fa, avendolo detto tu, è corretto. Umiltà ti manca, umiltà.E il continuare a citare i '24 sostenitori' conferma come tu ti senta parte di un elitè. Sperando che queto post non venga cancellato ti chiedo: per pagare la spesa usi cash o bancomatcc?
      • 2014 scrive:
        Re: Spiegare meglio
        - Scritto da: Maloo
        Sperando che queto post non venga cancellato ti
        chiedo: per pagare la spesa usi cash o
        bancomatcc?baratto ;)
        • Maloo scrive:
          Re: Spiegare meglio
          se così fosse allora sarebbe coerente con quello che scrive ma siccome dubito che usi il baratto, ancora una volta, siamo di fronte a chi predica bene ma razzola male.
      • alro scrive:
        Re: Spiegare meglio
        "E il continuare a citare i '24 sostenitori' conferma come tu ti senta parte di un elitè".Mai letto Pinocchio di Collodi?! Quello dei 24 lettori è solo un vezzo retorico
    • king volution scrive:
      Re: Spiegare meglio
      - Scritto da: Leguleio
      " <I
      L'oggetto infatti sottrae in maniera
      impercettibile e volutamente nascosta dati
      personali e sensibili dei possessori. È una
      caratteristica tanto importante quanto
      volutamente nascosta dalle
      pubblicità. </I
      "

      Qui Calamari è decisamente criptico: o chi legge è decisamente poco "recettivo"
      A meno che per Calamari i dati sulla velocità e
      sui percorsi effettuati siano dati personali e
      sensibili. Infatti lo sono eccome.
      Forse lo deluderà sapere che questi
      stessi dati sono raccolti da ogni operatore di
      telefonia mobile, anche da quelli che, come
      Calamari, hanno un dumbphone. E non solo quando
      ci si sposta in auto: anche a piedi o
      sull'autobus. Forse ti deluderà sapere che il fiume Volga sfocia nel Mar Caspio, anche se questa informazione non c'entra proprio nulla con il doscorso, esattamente come la tua osservazione qui sopra...
      • Leguleio scrive:
        Re: Spiegare meglio


        " <I
        L'oggetto infatti sottrae in
        maniera

        impercettibile e volutamente nascosta dati

        personali e sensibili dei possessori. È
        una

        caratteristica tanto importante quanto

        volutamente nascosta dalle

        pubblicità. </I
        "



        Qui Calamari è decisamente criptico:

        o chi legge è decisamente poco "recettivo"Ha parlato Mister Perspicacia!

        A meno che per Calamari i dati sulla
        velocità
        e

        sui percorsi effettuati siano dati personali
        e

        sensibili.

        Infatti lo sono eccome.Forse lo sono per la legge. Non lo sono sicuramente per la percezione della gente, e in ogni caso, un adulto vaccinato può derogare a questa impostazione sulla raccolta di dati sensibili firmando una liberatoria, la legge lo permette. Diversamente questi apparecchi non sarebbero utilizzabili dalle assicurazioni.Fossero questi, gli attuali problemi della tutela dei dati sensibili...
        Forse ti deluderà sapere che il fiume Volga
        sfocia nel Mar Caspio, anche se questa
        informazione non c'entra proprio nulla con il
        doscorso, esattamente come la tua osservazione
        qui
        sopra...L'arroganza non ti fa aver ragione. Ma continua così, se non sai fare altro.
        • iRoby scrive:
          Re: Spiegare meglio
          Perché non ti proponi tu come articolista di P.I. dato che sei puntualissimo, preparatissimo, bravissimo, chiarissimo, tutto quanto più meglio assai di molto?
          • Leguleio scrive:
            Re: Spiegare meglio

            Perché non ti proponi tu come articolista di P.I.
            dato che sei puntualissimo, preparatissimo,
            bravissimo, chiarissimo,Mai dette queste cose.Però a essere più informati di te ci vuole poco. Davvero poco.
            tutto quanto più meglio assai di molto?Perché PI non paga.
          • thebecker scrive:
            Re: Spiegare meglio
            - Scritto da: iRoby
            Perché non ti proponi tu come articolista di P.I.ma se cercano solo esperti in ricerche su Google (rotfl)(rotfl)(rotfl)
            dato che sei puntualissimo, preparatissimo,
            bravissimo, chiarissimo,

            tutto quanto più meglio assai di molto?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 gennaio 2014 16.54-----------------------------------------------------------
        • king volution scrive:
          Re: Spiegare meglio
          - Scritto da: Leguleio


          A meno che per Calamari i dati sulla

          velocità

          e


          sui percorsi effettuati siano dati
          personali

          e


          sensibili.



          Infatti lo sono eccome.

          Forse lo sono per la legge. Non lo sono
          sicuramente per la percezione della gente, sapere che, solo per fare uno dei mille esempi possibili, tua moglie verrà a sapere che quando ti hanno tamponato stavi girando in un parcheggio frequentato da trans, credo proprio rientri tra le "percezione" della gente...
          e in
          ogni caso, un adulto vaccinato può derogare a
          questa impostazione sulla raccolta di dati
          sensibili firmando una liberatoria, la legge lo
          permette. Diversamente questi apparecchi non
          sarebbero utilizzabili dalle assicurazioni.infatti... e in cambio l'assicurazione ti fa lo sconto del 7%...un leguleio dovrebbe capirle al volo certe cose...
          Fossero questi, gli attuali problemi della tutela
          dei dati sensibili...*sono* anche questi

          Forse ti deluderà sapere che il fiume Volga

          sfocia nel Mar Caspio, anche se questa

          informazione non c'entra proprio nulla con il

          doscorso, esattamente come la tua
          osservazione

          qui

          sopra...

          L'arroganza non ti fa aver ragione. Ma continua
          così, se non sai fare altro.arroganza? e allora come vogliamo definire l'utilizzo di fallacie logiche (evidentemente in modo consapevole in quanto proviene da un leguleio) in una discussione, come la "falsa pista" dei dati della telefonia mobile che hai usato nel tuo commento?malafede?disonestà intellettuale?dimmi tu...
          • Leguleio scrive:
            Re: Spiegare meglio



            Infatti lo sono eccome.



            Forse lo sono per la legge. Non lo sono

            sicuramente per la percezione della gente,
            sapere che, solo per fare uno dei mille esempi
            possibili, tua moglie verrà a sapere che quando
            ti hanno tamponato stavi girando in un parcheggio
            frequentato da trans, credo proprio rientri tra
            le "percezione" della
            gente...Guarda che in caso di tamponamento e successiva controversia i dati di luogo e ora dell'incidente vengono a galla comunque, qui le telecamere e i dati raccolti non aggiungono e non tolgono nulla. Se si fa la constatazione amichevole di incidente si può scegliere, di comune accordo, di mentire sul luogo; ma è illegale (leggi: se lo scopre, l'assicurazione non paga, anche se è un dettaglio irrilevante).

            e in

            ogni caso, un adulto vaccinato può derogare a

            questa impostazione sulla raccolta di dati

            sensibili firmando una liberatoria, la legge
            lo

            permette. Diversamente questi apparecchi non

            sarebbero utilizzabili dalle assicurazioni.

            infatti... e in cambio l'assicurazione ti fa lo
            sconto del
            7%...Io non lo farei mai. Magari altri sì. Come cantava la Mannoia nel 1981: "Chi risparmia sulla carta igienica...".Probabilmente in futuro gli sconti saranno maggiori, visti i benefici sulla prudenza alla guida. Questo è solo un inizio.
            un leguleio dovrebbe capirle al volo certe cose...È un nome come un altro, e non stabilire tu cosa debba capire io al volo. Non ci fai una bella figura.

            Fossero questi, gli attuali problemi della
            tutela

            dei dati sensibili...

            *sono* anche questiQuesto sistema è su base volontaria dell'automobilista. Pensa con quante cose non c'è scelta di disinstallazione, ce le dobbiamo sorbire tutti i santi giorni, a partire dalla raccolta dei dati delle telefonate e delle immagini delle telecamere in città.

            L'arroganza non ti fa aver ragione. Ma
            continua

            così, se non sai fare altro.

            arroganza? Proprio così: la frase "anche se questa informazione non c'entra proprio nulla con il doscorso, esattamente come la tua osservazione qui sopra" non è certo espressa con tono conciliante.
            e allora come vogliamo definire l'utilizzo di
            fallacie logiche (evidentemente in modo
            consapevole in quanto proviene da un leguleioÈ un nome come un altro.E non sei nemmeno originale: questa battutina l'hanno fatta mille prima di te.
            ) in
            una discussione, come la "falsa pista" dei dati
            della telefonia mobile che hai usato nel tuo
            commento?
            malafede?
            disonestà intellettuale?
            dimmi tu...È un'analogia perfettamente calzante. Calamari ha ammesso di avere un telefonino, qui:http://punto-informatico.it/3768172/PI/Commenti/cassandra-crossing-vittoria-del-dumbphone.aspx(per la cronaca, io il telefonino non ce l'ho).Ebbene, lo si voglia o no, il fornitore di acXXXXX del telefonino registra dati sensibili esattamente come il sistema delle scatole nere sull'automobile: spostamenti, soste, spegnimenti, chiamate in ingresso e in uscita, invio di SMS. Le differenze nei dati sensibili raccolti dai due sistemi sono minimali. Però, chissà perché, di questo Calamari non parla. Due pesi e due misure, e mi pareva giusto sottolinearlo.
          • rimba scrive:
            Re: Spiegare meglio
            - Scritto da: Leguleio
            (per la cronaca, io il telefonino non ce l'ho).perché?hai le pezze al cuXo oppure non conosci proprio nessuno?
          • king volution scrive:
            Re: Spiegare meglio
            - Scritto da: Leguleio

            arroganza?

            Proprio così: la frase "anche se questa
            informazione non c'entra proprio nulla con il
            doscorso, esattamente come la tua osservazione
            qui sopra" non è certo espressa con tono
            conciliante.non ti capita mai di rileggere ciò che scrivi, vero?
          • Leguleio scrive:
            Re: Spiegare meglio


            Proprio così: la frase "anche se questa

            informazione non c'entra proprio nulla con il

            doscorso, esattamente come la tua
            osservazione

            qui sopra" non è certo espressa con tono

            conciliante.

            non ti capita mai di rileggere ciò che scrivi,
            vero?Altroché. Per cercare errori.
    • Eugenio Guastatori scrive:
      Re: Spiegare meglio

      A meno che per Calamari i dati sulla velocità e
      sui percorsi effettuati siano dati personali e
      sensibili. Forse lo deluderà sapere che questi
      stessi dati sono raccolti da ogni operatore di
      telefonia mobile, anche da quelli che, come
      Calamari, hanno un dumbphone. E non solo quando
      ci si sposta in auto: anche a piedi o
      sull'autobus. Un piccolo, e provvisorio
      dossier:
      Il problema non è mica legale, è pratico. Un telefono, traccia l'utente e finisce nel DB della compagnia telefonica per alcuni mesi... eh pazienza. Sei così stupido da lasciare acceso il cellulare commettendo un reato, come per esempio se fai la zo...ola minorenne e vai a visitare la casa di un importante politico, ti possono beccare ok ma ci vuole un proXXXXX degli inquirenti e dei mandati.Se il telefono è smart, c'è tutta una serie di soggetti, come Google che tu tracciano tranquillamente e nessuno lo sa (specialmente chi non vuol saperlo), però i dati sono loro e della NSA.Il punto è che se ti capita di arrivare tranquillo sotto incrocio a 40 all'ora e uno ti esce dallo stop, allora la compagnia guarda la tua bella scatola nera e scopre che 25 km prima hai fatto un sorpasso ad un vecchietto col deambulatore, dove era vietato, o non hai visto il refuso di cartello del 20 orari che persiste dal 1930 quando la strada era ancora una mulattiera e si sono dimenticati di toglierlo o magari ti sei infilato in un senso vietato perché nella notte hanno cambiato furtivamente i cartelli (cosa che nelle grandi città accade continuamente).Allora dicono ... eh no ... lei guida malamente quindi facciamo 50 e 50 e ti riprendono il 1000% con gli interessi.Capisco che se hai un manico di scopa accuratamente riposto in luogo privato il problema non ti tocca, ma la gente normale a volte è stanca o è distratta, eppure il mondo va avanti comunque e non a tutti piacerebbe guidare col vigile in servizio sul sedile di fianco col block notes e la penna in mano, perché di questo si tratta e al danno si aggiunge pure la beffa.Quindi in sintesi, la questione è che le compagnie assicuratrici devono aumentare del 10% o 20% la poliza più cara d'Europa e devono trovare una giustificazione , allora si sono inventati uno sconto idiota per non rimborsarti nemmeno eventuali danno. Questo è il come stanno le cose in realtà, e ottemperare significa fornirgli un alibi.
      • Leguleio scrive:
        Re: Spiegare meglio

        Quindi in sintesi, la questione è che le
        compagnie assicuratrici devono aumentare del 10%
        o 20% la poliza più cara d'Europa e devono
        trovare una giustificazione , allora si sono
        inventati uno sconto idiota per non rimborsarti
        nemmeno eventuali danno. Questo è il come stanno
        le cose in realtà, e ottemperare significa
        fornirgli un
        alibi.L'articolo di Calamari, e il mio commento, non affrontava assolutamente questo aspetto. È bontà tua.
        • Eugenio Guastatori scrive:
          Re: Spiegare meglio
          - Scritto da: Leguleio

          L'articolo di Calamari, e il mio commento, non
          affrontava assolutamente questo aspetto. È
          bontà
          tua.Mah, sai, dipende dall'Olio di Oliva DOP.Nel supermercato sotto casa mia lo vendevano a 8 euro poi un giorno hanno messo un cartello : "Sconto, solo a 8.50 euro invece di 10" e il mese dopo costava 10.Mi sono regolato di conseguenza.
          • Leguleio scrive:
            Re: Spiegare meglio

            Mah, sai, dipende dall'Olio di Oliva DOP.

            Nel supermercato sotto casa mia lo vendevano a 8
            euro poi un giorno hanno messo un cartello :
            "Sconto, solo a 8.50 euro invece di 10" e il mese
            dopo costava
            10.

            Mi sono regolato di conseguenza.Perché anziché su <I
            Punto Informatico </I
            non commenti su <I
            La massaia informata </I
            ? Saresti perfetto.
          • thebecker scrive:
            Re: Spiegare meglio
            - Scritto da: Leguleio

            Mah, sai, dipende dall'Olio di Oliva DOP.



            Nel supermercato sotto casa mia lo vendevano
            a
            8

            euro poi un giorno hanno messo un cartello :

            "Sconto, solo a 8.50 euro invece di 10" e il
            mese

            dopo costava

            10.



            Mi sono regolato di conseguenza.

            Perché anziché su <I
            Punto Informatico
            </I
            non commenti su <I
            La massaia
            informata </I
            ? Saresti
            perfetto.o su questa?http://www.massaiemoderne.it/(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • AxAx scrive:
    Solita cagata...
    ed immagino taroccabile.Secondo me l'unica cosa seria in questi casi sarebbe la telecamera, come in Russia, in cambio di un ROBUSTISSIMO sconto sulla polizza. Ma non lo faranno mai perchè metterebbe allo scoperto le compagnie che non potranno più marciare sulla loro inefficenza nei controlli sulle truffe (quando non ne sono complici dato che come al solito è ilo cittadino onesto a pagarle...)
    • panda rossa scrive:
      Re: Solita cagata...
      - Scritto da: AxAx
      Secondo me l'unica cosa seria in questi casi
      sarebbe la telecamera, come in Russia, in cambio
      di un ROBUSTISSIMO sconto sulla polizza.Concordo.E la telecamera la installo io, che registra sulla mia memoria di massa, e il contenuto lo metto a disposizione solo se io ho interesse a farlo.Visto che la macchina e' mia.
      • Albedo 0,9 scrive:
        Re: Solita cagata...
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: AxAx

        Secondo me l'unica cosa seria in questi casi

        sarebbe la telecamera, come in Russia, in
        cambio

        di un ROBUSTISSIMO sconto sulla polizza.

        Concordo.
        E la telecamera la installo io, che registra
        sulla mia memoria di massa, e il contenuto lo
        metto a disposizione solo se io ho interesse a
        farlo.
        Visto che la macchina e' mia.Che poi è la stessa identica cosa che si fa in ambito privato. Capita qualcosa e la usi come prova.
      • caccia gli script e il link sourceforg e scrive:
        Re: Solita cagata...
        genio !La compagnia ti fa un ROBUSTISSIMO sconto ma il video lo tiri fuori solo se ti fa comodo ?Perchè non ti candidi, con queste ideone fai il botto !!!!
  • 2014 scrive:
    basta registrare
    solo gli ultimi 5-10 minuti, niente di più di quello che serve per risolvere eventuali dispute.
    • Leguleio scrive:
      Re: basta registrare

      solo gli ultimi 5-10 minuti, niente di più di
      quello che serve per risolvere eventuali
      dispute.Mah, lì la questione è più che altro di impostazione tecnica. Mi spiego: si può imporre ai gestori di queste apparecchiature di registrate i dati man mano, e di cancellare quelli più vecchi. Ma chi assicura che lo facciano davvero? :)Anche con la memorizzazione del traffico telefonico, che in base a una direttiva UE se non sbaglio possono avere una durata massima di due anni: chi assicura che invece i dati di telefonate, in ingresso e in uscita, non rimangano memorizzati all'infinito in db a parte, accessibili ma solo ad alcuni?
      • djechelon scrive:
        Re: basta registrare
        - Scritto da: Leguleio
        chi assicura che invece i dati di
        telefonate, in ingresso e in uscita, non
        rimangano memorizzati all'infinito in db a parte,
        accessibili ma solo ad
        alcuni?Purtroppo questo è un problema annoso di fiducia.La nostra società si basa sulla fiducia. Quando non posso provare che il mio interlocutore è buono o cattivo, posso solo scegliere se avere rapporti con lui fidandomi, o non averne.La fiducia è alla base di rapporti di lavoro, rapporti commerciali, rapporti interpersonali.Se ci fidiamo solo di noi stessi, non possiamo vivere nella società. E io sono uno che si fida pochissimo persino dello stato (con la s minuscola), pensa te!!!
      • 2014 scrive:
        Re: basta registrare
        - Scritto da: Leguleio

        solo gli ultimi 5-10 minuti, niente di più di

        quello che serve per risolvere eventuali

        dispute.

        Mah, lì la questione è più che altro di
        impostazione tecnica. Mi spiego: si può imporre
        ai gestori di queste apparecchiature di
        registrate i dati man mano, e di cancellare
        quelli più vecchi. Ma chi assicura che lo
        facciano davvero?
        :)Facile: basta aprirle, sia come hardware che come software
        • Leguleio scrive:
          Re: basta registrare



          solo gli ultimi 5-10 minuti, niente di
          più
          di


          quello che serve per risolvere eventuali


          dispute.



          Mah, lì la questione è più che altro di

          impostazione tecnica. Mi spiego: si può
          imporre

          ai gestori di queste apparecchiature di

          registrate i dati man mano, e di cancellare

          quelli più vecchi. Ma chi assicura che lo

          facciano davvero?

          :)

          Facile: basta aprirle, sia come hardware che come
          softwareNo, Calamari spiega che i dati sono inviati via UMTS alla base, e vengono registrati lì: "un oggetto che traccia posizione, velocità, accelerazione e dati di funzionamento di una autovettura, le conserva e le trasmette ad un ente privato che dovrà archiviarle in un database".In caso di grave incidente in cui l'automobilista imprudente sa di avere torto sarebbe troppo facile danneggiare la scatola nera: "Uuups, è bruciata con l'auto....!" :)
          • 2014 scrive:
            Re: basta registrare
            - Scritto da: Leguleio



            solo gli ultimi 5-10 minuti,
            niente
            di

            più

            di



            quello che serve per risolvere
            eventuali



            dispute.





            Mah, lì la questione è più che altro di


            impostazione tecnica. Mi spiego: si può

            imporre


            ai gestori di queste apparecchiature di


            registrate i dati man mano, e di
            cancellare


            quelli più vecchi. Ma chi assicura che
            lo


            facciano davvero?


            :)



            Facile: basta aprirle, sia come hardware che
            come

            software

            No, Calamari spiega che i dati sono inviati via
            UMTS alla base, e vengono registrati lì: "un
            oggetto che traccia posizione, velocità,
            accelerazione e dati di funzionamento di una
            autovettura, le conserva e le trasmette ad un
            ente privato che dovrà archiviarle in un
            database". apriamo il software del database...
          • Jack scrive:
            Re: basta registrare
            - Scritto da: 2014
            - Scritto da: Leguleio
            apriamo il software del database...E chi garantisce che la versione in esecuzione presso la compagnia XYZ non sia stata modificata da un loro programmatore interno DOPO aver pubblicato i sorgenti al fine di inserire il log supplementare? Non possiamo, anche con l'open source, accedere ai server della compagnia XYZ anche se contiene i miei dati.Ha ragione djechelon nel post qui sopra, si tratta di fiducia e, sinceramente, una società a fine di lucro non può garantirmi che non cercherà di lucrare sui miei dati. Già faticherei a fidarmi di una società no-profit!
  • king volution scrive:
    non solo...
    non solo la scatola se la possono tenere...ma, per quanto mi riguarda, se sa possono pure ficcare in quel postops: comunque, in prospettiva di aggeggi truffa come questi, di auto a guida computrizzata e di altre consimili boiate digitali, mi sa che -- dopo aver fatto scorta di componenti pc "pulite" (no uefi, no driver/firmware binari proprietari aggiuntivi ecc.) -- adesso tocca pure andarsi a cercare qualche vecchia automobile, magari di quelle 1000% "analogiche"... senza XXXXXXcce elettroniche di sorta...
    • 2014 scrive:
      Re: non solo...
      dopo aver fatto scorta di componenti pc "pulite"
      (no uefi, no driver/firmware binari proprietari
      aggiuntivi ecc.) -- adesso tocca pure andarsi a
      cercare qualche vecchia automobile, magari di
      quelle 1000% "analogiche"... senza XXXXXXcce
      elettroniche di
      sorta...già che ci sei fai anche una scorta di clave, no si sa mai :D
Chiudi i commenti