Snapdragon 820, potere alla GPU

Qualcomm ha svelato le novità che caratterizzeranno la sua piattaforma mobile (SoC) di prossima generazione, un prodotto che mira a conquistare la fiducia di nuovi clienti dopo l'abbandono dei vecchi, e i danni che ne sono conseguiti

Roma – Dopo aver presentato ufficialmente la piattaforma SoC Snapdragon 820 nel corso dell’ultimo Mobile World Congress di Barcellona, Qualcomm è in questi giorni tornata alla carica durante la conferenza Siggraph di Los Angeles svelando le caratteristiche esclusive dei componenti “grafici” del nuovo chip.

Snapdragon 820

La CPU Snapdragon 820 sarà basata su un’architettura ARMv8 (64-bit) di nuova generazione chiamata Kryo, mentre per quanto riguarda la GPU la corporation americana farà debuttare i componenti della serie Adreno 500 e in particolare Adreno 530.
Qualcomm descrive il nuovo chip grafico come più potente del 40 per cento rispetto alla GPU di fascia alta di precedente generazione (Adreno 430), un risultato per di più ottenuto consumando il 40 per cento di energia in meno grazie a “un gran numero di innovazioni a livello di hardware” pensate per “minimizzare la quantità di corrente assorbita dalla batteria”.

I gadget mobile (smartphone, tablet ecc.) basati su Snapdragon 820/Adreno 530 dovrebbero insomma offrire una fluidità sensibilmente migliore nei giochi e nella grafica 3D, migliorando ulteriormente la gestione dei flussi video Ultra HD anche su schermi esterni tramite porta HDMI 2.0. Adreno 530 sarà sufficientemente potente da poter gestire anche app ed esperienza di realtà virtuale, assicura Qualcomm.

CPU E GPU a parte, l’altro elemento importante della piattaforma Snapdragon sarà un processore per il trattamento delle immagini digitali chiamato Spectra e in grado di scattare foto (o registrare video) in condizioni di scarsa luminosità senza motion blur , generare colori naturali per la pelle, gestire due fotocamere alla volta (oltre a quella frontale per i selfie), sostenere una risoluzione da 25 megapixel con scatti continui da 30 frame al secondo e altro ancora.

Le capacità “next-gen” di Snapdragon 820, Adreno 530 e “image signal processor” (ISP) Spectra cominceranno ad approdare sul mercato nel corso della prima metà dell’anno prossimo, e Qualcomm spera di poter recuperare con le potenzialità e le qualità dei nuovi componenti i gravi contraccolpi economici subiti dopo l’abbandono di uno dei suoi clienti di più alto profilo che molti identificano in Samsung.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Etype scrive:
    Corvette
    Si stanno sbizzarrendo eh..Certo che collegare direttamente OBD con il resto dell'auto è qualcosa di demenziale,gliel'hai servita su un piatto d'argento ed anche in maniera diretta :DComunque bellissima la Corvette (love)
  • prova123 scrive:
    E' una guerra persa in partenza ...
    fintanto che sarà implementata una gestione da remoto ed inoltre non sicura a causa delle diverse agenzie di stato ... NSA & CO ... tanto per intenderci. :)
    • Fai il login o registrati scrive:
      Re: E' una guerra persa in partenza ...
      Devono fare 2 sistemi distinti, quello che gestisce la marcia dell'auto dev'essere accessibile solo in locale e non avere nulla neppure parte dell'hardware in comune con le rimanenti XXXXXXX chiamate pomposamente infotainement.
      • toostressed scrive:
        Re: E' una guerra persa in partenza ...
        Completamente d'accordo, così al massimo potrebbero "farti morire di caldo" accendendo al massimo il condizionatore, ma almeno non potrebbero intervenire sui sistemi di marcia dell'auto
        • prova123 scrive:
          Re: E' una guerra persa in partenza ...
          Che voi siate d'accordo non conta una beata mazza! :)Purtroppo è un discorso di normative di USA e Berlino ...Qusto è quello che riguarda l'europa a partire dal 2020http://www.whiteoutpress.com/articles/2014/q1/eu-cars-to-have-government-auto-stop-capability-by-2020Questo per gli usa:http://www.economicpolicyjournal.com/2012/04/how-government-will-takeover-your-car.htmlhttp://www.autosec.org/pubs/cars-oakland2010.pdfhttp://www.dhs.gov/arresting-fleeing-vehicle-push-buttonQuesta è la chicca in tedesco:http://dip21.bundestag.de/dip21/btd/18/005/1800542.pdfQui c'è la traduzione:https://translate.google.com/translate?hl=it&sl=de&tl=en&u=http%3A%2F%2Fdip21.bundestag.de%2Fdip21%2Fbtd%2F18%2F005%2F1800542.pdfMi ripeto:La gestione di un auto da remoto è una implementazione richiesta da germania, usa & co. Se questa gestione di controllo remoto dell'auto non fosse implementata non ci sarebbe hacking possibile. Il problema è che vogliono che le forze di polizia possano agire direttamente sugli autoveicoli ed il problema è che se lo possono fare loro lo possono fare anche altri.
          • Etype scrive:
            Re: E' una guerra persa in partenza ...
            Quindi la scusa sarebbe per la sicurezza ? :D
          • prova123 scrive:
            Re: E' una guerra persa in partenza ...
            Mi sembra chiaro che lo fanno per la nostra sicurezza :DCi sarà la polizia stradale europea che in italiano si chiamerà "Nuove Squadre di Protezione" traduzione dal tedesco di "Neue Schutz-Staffeln" ...
          • webwizard scrive:
            Re: E' una guerra persa in partenza ...
            Limitatamente all'EU, il "kill switch" per le auto è un pio desiderio del COSI, ma non ci sono ancora direttive ufficiali per l'implementazione. Già di suo il COSI è una roba che non si capisce bene cosa debba o possa fare, ma di sicuro non ha potere impositivo a livello legale.http://europeonthestrand.ideasoneurope.eu/2010/08/10/cosi-the-eu%E2%80%99s-internal-security-strategy/
      • Etype scrive:
        Re: E' una guerra persa in partenza ...
        Non possono neanche farlo,in caso di problemi alla parte importante poi dovresti recarti sempre dal concessionario... a questo punto meglio non metterlo.
Chiudi i commenti