Snapdragon 820, potere alla GPU

Qualcomm ha svelato le novità che caratterizzeranno la sua piattaforma mobile (SoC) di prossima generazione, un prodotto che mira a conquistare la fiducia di nuovi clienti dopo l'abbandono dei vecchi, e i danni che ne sono conseguiti
Qualcomm ha svelato le novità che caratterizzeranno la sua piattaforma mobile (SoC) di prossima generazione, un prodotto che mira a conquistare la fiducia di nuovi clienti dopo l'abbandono dei vecchi, e i danni che ne sono conseguiti

Dopo aver presentato ufficialmente la piattaforma SoC Snapdragon 820 nel corso dell’ultimo Mobile World Congress di Barcellona, Qualcomm è in questi giorni tornata alla carica durante la conferenza Siggraph di Los Angeles svelando le caratteristiche esclusive dei componenti “grafici” del nuovo chip.

Snapdragon 820

La CPU Snapdragon 820 sarà basata su un’architettura ARMv8 (64-bit) di nuova generazione chiamata Kryo, mentre per quanto riguarda la GPU la corporation americana farà debuttare i componenti della serie Adreno 500 e in particolare Adreno 530.
Qualcomm descrive il nuovo chip grafico come più potente del 40 per cento rispetto alla GPU di fascia alta di precedente generazione (Adreno 430), un risultato per di più ottenuto consumando il 40 per cento di energia in meno grazie a “un gran numero di innovazioni a livello di hardware” pensate per “minimizzare la quantità di corrente assorbita dalla batteria”.

I gadget mobile (smartphone, tablet ecc.) basati su Snapdragon 820/Adreno 530 dovrebbero insomma offrire una fluidità sensibilmente migliore nei giochi e nella grafica 3D, migliorando ulteriormente la gestione dei flussi video Ultra HD anche su schermi esterni tramite porta HDMI 2.0. Adreno 530 sarà sufficientemente potente da poter gestire anche app ed esperienza di realtà virtuale, assicura Qualcomm.

CPU E GPU a parte, l’altro elemento importante della piattaforma Snapdragon sarà un processore per il trattamento delle immagini digitali chiamato Spectra e in grado di scattare foto (o registrare video) in condizioni di scarsa luminosità senza motion blur , generare colori naturali per la pelle, gestire due fotocamere alla volta (oltre a quella frontale per i selfie), sostenere una risoluzione da 25 megapixel con scatti continui da 30 frame al secondo e altro ancora.

Le capacità “next-gen” di Snapdragon 820, Adreno 530 e “image signal processor” (ISP) Spectra cominceranno ad approdare sul mercato nel corso della prima metà dell’anno prossimo, e Qualcomm spera di poter recuperare con le potenzialità e le qualità dei nuovi componenti i gravi contraccolpi economici subiti dopo l’abbandono di uno dei suoi clienti di più alto profilo che molti identificano in Samsung.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 08 2015
Link copiato negli appunti