Softbank compra Sprint, affare a nove zeri

La telco giapponese acquisirà il 70 per cento delle azioni dell'omologo USA. L'azienda del Sol Levante punta all'espansione a ovest

Roma – Un accordo da 20 miliardi di dollari (oltre 15 miliardi di euro) quello siglato tra il carrier telefonico giapponese Softbank o l’omologo statunitense Sprint. Secondo i ben informati sull’affare, l’azienda giapponese sborserà la somma a nove zeri per acquisire il 70 per cento delle quote di Sprint.

La transazione prevede l’esborso di otto miliardi di dollari (oltre 6 miliardi di euro) per l’acquisto diretto delle azioni , mentre i restanti 12 miliardi di dollari saranno versati nelle tasche degli attuali shareholder , i quali non hanno diritto di veto data l’entità dell’operazione. Le parti sperano di chiudere l’accordo nei prossimi sei mesi.

Come notano gli osservatori, la strategia adottata dal colosso giapponese è quella di consolidare il proprio settore wireless occupando lo spettro di azione dei competitor particolarmente attivi sul mercato. ( C.S. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • poco convinto scrive:
    pessimo articolo
    articolo a mio parere pessimoalcune critiche:1 - SESSISMO cito: scherzando quasi fossimo mammine premurose espressione (pure del tutto inutile nell'economia dell'articolo) fortemente offensiva nonché intrisa di becero sessismo2 - (DE)CULTURA(ZIONE)l'articolista trascura di parlare dell'imperialismo e del conformismo culturale portato da servizi come twitter e facebook... d'altronde questa lacuna da parte di chi usa (senza che sia indispensabile farlo come, per esempio, nel caso di nomi propri) termini come "ritwitta", "defollowarlo", "il block" e "il report spam", "trending topics"...3) - SONNOLENZA...l'analisi critica riportata nel testo non è certo cosa nuova, e nenche porta alcuna reinterpretazione originale di questa...è da un bel pezzo e dal un bel po' di gente che queste analisi sono state fatte e sono note... evidentemente qualcuno, che ci si aspetterebbe abbia gli strumenti adatti che i più invece non hanno, si risveglia solo ora dalla sonnolenza... accorgendosi finalmente che i (cosiddetti) social network come twitter sono piattaforme individualiste e in cui le relazioni sono fittizie, che tendono in modo autoritario a cristallizzare le soggettività e omologare le menti e i comportamenti, che sono dispositivi di potere economico e politico oltre che di controllo sociale ecc. ecc.4 - CONTRADDITTORIETA'/INCONSISTENZAcito: Nel restante tempo le paroline precedute dal cancelletto stanno lì a ricordarci [...] la caducità del mondo e la distanza fra noi ed il resto delle persone che lo abitano.Anche questa perturbazione può essere letta in un'ottica vagamente culturale: per esempio ora io, grazie ai trending topics di Twitter, so chi sono gli One Direction e Justin Bieber.[...]Ogni piccolo percorso che riunisce XXXXXX e Bieber, questa e l'altra parte del muro, dovrebbe essere il benvenuto. insomma, alla fine del discorso, la tesi è:i social network come twitter sono anche capaci di instaurare "collegamenti culturali" secondo percorsi altrimenti impraticabili, e questa è una buona cosama questa tesi è del tutto contraddittoria e inconsistenteprima si dice che i social network come twitter producono relazioni fittizie contribuendo quindi a costruire un simulacro di realtà in cui muoverci, poi si dice tutto il contrario: che è lo stesso twitter che ci ricorda la caducità del mondo e la distanza fra noi ed il resto delle persone che lo abitano ...poi si dice: io, grazie ai trending topics di Twitter, so chi sono gli One Direction e Justin Bieber , il che implica spacciare come universale, dandolo per buono, un certo metro di giudizio che è personale... con altrettanto valore argomentativo si sarebbe potuto dire: "io, grazie al fatto che non uso twitter e non perdo tempo a leggere e scrivere fesserie, vado spesso in biblioteca e per questo so chi sono Deleuze e Baudrillard"...la "chiusura" secondo cui ogni piccolo percorso che riunisce XXXXXX e Bieber [...] dovrebbe essere il benvenuto finisce quindi per essere buttata lì, senza alcuna valida argomentazione...tant'è che con altrettanto valore argomentativo si potrebbe criticare radicalmente twitter quando instaura "ogni piccolo percorso che accosta acriticamente XXXXXX al femminismo e all'antisessismo"il mantellini di qualche anno fa scriveva decisamente meglio e, soprattutto, era capace di trattare e argomentare in modo più intelligente... ho come il sospetto che sia stata tutta questa sua vicinanza ai (cosiddetti) social network a trasformarlo nel mantellini di oggi...salutiA
    • a campione scrive:
      Re: pessimo articolo
      - Scritto da: poco convinto
      poi si dice: io, grazie ai trending topics di
      Twitter, so chi sono gli One Direction e Justin
      Bieber , il che implica spacciare come
      universale, dandolo per buono, un certo metro di
      giudizio che è personale... con altrettanto
      valore argomentativo si sarebbe potuto dire: "io,
      grazie al fatto che non uso twitter e non perdo
      tempo a leggere e scrivere fesserie, vado spesso
      in biblioteca e per questo so chi sono Deleuze e
      Baudrillard"...Ma ti prego, ancora la contrapposizione "Internet/biblioteca" Dio mio... pazzesco. E hai il coraggio di dire che non dici fesserie.
      • poco convinto scrive:
        Re: pessimo articolo
        - Scritto da: a campione
        - Scritto da: poco convinto


        poi si dice: <i
        io, grazie ai trending topics di

        Twitter, so chi sono gli One Direction e Justin

        Bieber </i
        , il che implica spacciare come

        universale, dandolo per buono, un certo metro di

        giudizio che è personale... con altrettanto

        valore argomentativo si sarebbe potuto dire:
        "io,

        grazie al fatto che non uso twitter e non perdo

        tempo a leggere e scrivere fesserie, vado spesso

        in biblioteca e per questo so chi sono Deleuze e

        Baudrillard"...

        Ma ti prego, ancora la contrapposizione
        "Internet/biblioteca" Dio mio... pazzesco. ehm... magari ti sfugge, magari non hai colto bene, magari non hai capito nulla del mio commento.... ma la contrapposizione era evidentemente un'altra: "gli One Direction e Justin Bieber" vs. "Deleuze e Baudrillard", e di questi sia il web che le biblioteche sono piene di pagine e pagine: quindi nessuna contrapposizione internet/biblioteca... (ma non sarà che hai la coda di paglia?)
        E hai
        il coraggio di dire che non dici fesserie.mi sai dire dove e quando lo avrei detto?
  • ... scrive:
    Pierferdinando XXXXXX
    L'inutilità personificata.
  • mr_caos scrive:
    A ulteriore dimostrazione.....
    Non passa giorno che non apra il giornale e... Twitter di qua, Twitter di la. I (non) commenti all'articolo sono un'ulteriore prova che Twitter interessa solo ai giornalisti.
    • Joliet Jake scrive:
      Re: A ulteriore dimostrazione.....
      - Scritto da: mr_caos
      Non passa giorno che non apra il giornale e...
      Twitter di qua, Twitter di la.

      I (non) commenti all'articolo sono un'ulteriore
      prova che Twitter interessa solo ai
      giornalisti.+1
  • Gennarino B scrive:
    In ogni post di Mante
    C'é un non so che di democristiano..Prima cita Avvenire..ora XXXXXX come esempio..a quando la cronaca in tempo reale della santa messa?
  • Sgabbio scrive:
    Fiorello
    Fiorello e quello che ha contribuito al boom di twitter, portando dietro di se un mare di XXXXX, fatte da persone teledipendenti con poco spirito critico.Del resto Fiorello e stato uno dei primi che si è defilato cancellando il suo accunt direttamente, sopratutto dopo le figure magre che fece ai tempi della morte di Simoncelli.
    • Ti segnalo come abuso scrive:
      Re: Fiorello
      - Scritto da: Sgabbio
      Fiorello e quello che ha contribuito al boom di
      twitterAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHNo ti prego dai non ci posso credere... Fiorello "quello che ha contribuito al boom di Twitter"!!!!AHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHNe avevo sentite di cose assurde ma questa le batte tutte.
  • bertuccia scrive:
    Massimo Hipstellini
    [img]http://diaryofarambler.com/wp-content/uploads/2012/07/tumblr_lr7lut3syh1qanb21o1_500.jpeg[/img]
Chiudi i commenti