Sony abbandona le suite Microsoft

Per alcune linee di PC consumer, Sony segue le tracce di altri produttori e decide di sostituire con StarOffice la suite per l'ufficio di Microsoft


Roma – Con una mossa a sorpresa Sony ha deciso, a partire dalla fine dell’anno, di installare StarOffice 6.0 su un gran numero di PC consumer venduti in Europa. Il software di Sun rimpiazzerà, nella maggior parte dei casi, Works, la suite per l’ufficio di Microsoft dedicata al mercato home.

Sebbene Sony sia il primo grosso produttore di PC ad aver adottato StarOffice, non fa che seguire le orme di altri colossi del settore che hanno già scelto di installare sui propri computer desktop una suite per l’ufficio alternativa a quelle di Microsoft. E’ ad esempio il caso di HP e Dell che, durante l’anno, hanno annunciato di aver scelto rimpiazzato, su alcune linee di PC, MS Work e MS Office con la suite WordPerfect Office 10 di Corel.

La mossa di Sony aggrava l’erosione della quota con cui Microsoft domina da molti anni il mercato delle suite per l’ufficio. Appare sempre più chiaro, sostengono gli analisti, che anche in questo campo, come in quello dei sistemi operativi, Microsoft dovrà in futuro perseguire politiche più concorrenziali e varare strategie atte a contrastare l’avanzata di software a basso costo, come per l’appunto StarOffice e Corel Office, o addirittura totalmente gratuiti, come OpenOffice.

StarOffice 6.0 include tutte le più comuni applicazioni di produttività, fra cui un elaboratore di testi (Writer), un foglio elettronico (Calc), un generatore di presentazioni (Impress), un programma di disegno (Draw) e un database. La suite gira su una certa varietà di piattaforme, comprese Solaris, Linux e Windows.

Fra le armi di StarOffice 6.0 vi sono un’interfaccia grafica molto simile a quella di MS Office, una stretta compatibilità di formati con la suite di Microsoft e la possibilità, grazie al supporto verso XML, di scambiare documenti con una grande varietà di applicazioni, incluso Office XP.

Proprio di recente Sun e Corel si sono accordate sullo sviluppo di uno standard per il formati dei file che migliori l’interoperabilità fra gli applicativi per l’ufficio prodotti da aziende diverse.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Giudizi
    Com'e' questo solaris?io ho da tempo 4 cd di solaris 8 x86 ma non l'ho mai installato, soprattutto perche' ho sentito che solo un'architettura sparc gli rende giustizia.Qualcuno che l'ha provato mi dice le sue impressioni?
    • KerNivore scrive:
      Re: La Teoria del Rospo
      - Scritto da: Anonimo
      Com'e' questo solaris?
      io ho da tempo 4 cd di solaris 8 x86 ma non
      l'ho mai installato, soprattutto perche' ho
      sentito che solo un'architettura sparc gli
      rende giustizia.
      Qualcuno che l'ha provato mi dice le sue
      impressioni?Beh, di sicuro merita di essere provato.E' vero, da il meglio su Sparc ma anche su intel si fa valere.Ha un modo tutto suo di reagire al "carico" molto "soft" (ok, lo so, e' difficile descrivere il "carattere" di un sistema operativo...!!!).A me piace molto lavorarci. Ti consiglio caldamente di provarlo (magari con Gnome per non impazzire con CDE)...PS: E' vero quello che dice un post precedente : l'hardware supportato e' pochino, ma se non hai nessuna periferica strana dovrebbe andare... Ciao !
Chiudi i commenti