Sony BMG ci riprova, con un nuovo store

La major musicale annuncia l'avvio del nuovo sito web pensato per offrire il catalogo dell'azienda, sotto forma di brani o suonerie per cellulari. Un software garantirà la fruizione in streaming

Roma – Basta recarsi su www.sonybmg.it per cogliere come la multinazionale della musica industriale Sony BMG abbia intenzione di proporsi al pubblico italiano. Il sito è stato infatti rivisto e ampliato da Neo Network per proporre un ampio catalogo di musica che – assicura l’azienda – sarà via via aggiornato.

I file audio e video oggi disponibili online, dunque, sono solo una parte di quell’archivio che si troverà sul sito nei prossimi mesi. Oltre alla possibilità di ricercare brani di singoli artisti o di “navigare” all’interno di un dato genere, è possibile “esplorare” ogni singolo file, ascoltarne una breve clip e procedere, se si ritiene, all’acquisto. Del brano di interesse è anche possibile ottenere una suoneria per cellulare.

All’interno del negozio con cui l’azienda tenterà di convincere il pubblico della rete a darle fiducia, anche la suddivisione dei servizi in due store. Il primo è il “Music Store” gestito con la piattaforma tecnologica di Messaggerie Musicali , il secondo “Mobile Store”, dedicato appunto ai telefonini, gestito direttamente da Neo Network .

Servizio su cui la major sembra puntare è anche un software costituito da un player multimediale che offre videoclip e brani in streaming. “Play Music”, questo il nome del player, spiega una nota, “è stato realizzato con l’elasticità necessaria per gestire differenti playlist a seconda del link di lancio: in tal modo può ospitare una selezione dedicata ad uno specifico artista (se lanciato dalla pagina del sito dedicata all’artista stesso), ma potrà anche essere richiamato da siti web esterni dedicati ad iniziative speciali realizzate con brand partner o dai portali di informazione che pubblichino le news relative agli artisti Sony BMG, semplicemente attraverso un link di richiamo del player di volta in volta dedicato all’occasione”.

Come noto, molti dei prodotti Sony BMG sono venduti anche sui maggiori jukebox musicali internazionali, nonché scambiati illegalmente sulle più diffuse piattaforme di peer-to-peer.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • serena scrive:
    giornata del risparmio energetico
    anke noi a scuola abbiamo fatto la giornata del risparmio energetico...abbiamo spento tutto e per 1 minuto abbiamo fatto ciò noi a scuola alle 12.00 invece per tutti a csa alle 18.00...si spera che tutti abbiuan o a derito a ciò..com3 gli anni scorsi...
  • Anonimo scrive:
    Spegniamo il televisore !!!
    ... 1 volta alla settimana: meno reality show, meno telequiz nauseanti, etc. Non credo cha farà male a qualcuno.Un occasione per disintossicarci da questa TV spazzatura.
  • Anonimo scrive:
    Re: Qualche chiarimento

    Non e' colpa nostra e' colpa loro.Ricominciamo con le teorie sui complotti? Loro chi: gli alieni, il papa, i petrolieri, il povero silvio? :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualche chiarimento
      - Scritto da:

      Non e' colpa nostra e' colpa loro.
      Ricominciamo con le teorie sui complotti? Loro
      chi: gli alieni, il papa, i petrolieri, il povero
      silvio?
      :@Io i complotti? Mai tirati fuori.Io denuncio un modo di pensare e di agire che in questo paese ha preso il sopravvento da qualche decina d'anni a questa parte...cosa credi,che le situazioni difficili si creano da sole o per intercessioni divine? Se oggi siamo con le pezze nel sedere e' perche' qualcuno deve aver preso delle decisioni sbagliate.Punto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Qualche chiarimento



        Non e' colpa nostra e' colpa loro.

        Ricominciamo con le teorie sui complotti? Loro

        chi: gli alieni, il papa, i petrolieri, il
        povero

        silvio?

        :@
        Io i complotti? Mai tirati fuori.Io denuncio un
        modo di pensare e di agire che in questo paese ha
        preso il sopravvento da qualche decina d'anni a
        questa parte...cosa credi,che le situazioni
        difficili si creano da sole o per intercessioni
        divine? Se oggi siamo con le pezze nel sedere e'
        perche' qualcuno deve aver preso delle decisioni
        sbagliate.Punto.Se questo qualcuno non ha un nome; resta sempre una bella teoria sui complotti/mania di persecuzione/paranoia scegli la tua :D
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Qualche chiarimento
          Guarda che lo stesso reattore ha un numero di anni di operatività limitata 30 - 50, dopo va smantellato e tutte le strutture irradiate, fortemente radioattive per svariate migliaia di anni (e si parla di migliaia di tonnellate x reattore) dove le metti?L'Italia è piccola e densamente popolata, assolutamente non in grado di reggere ad una catastrofe nucleare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Qualche chiarimento
            - Scritto da: Enjoy with Us
            Guarda che lo stesso reattore ha un numero di
            anni di operatività limitata 30 - 50, dopo va
            smantellato e tutte le strutture irradiate,
            fortemente radioattive per svariate migliaia di
            anni (e si parla di migliaia di tonnellate x
            reattore) dove le
            metti?
            L'Italia è piccola e densamente popolata,
            assolutamente non in grado di reggere ad una
            catastrofe
            nucleare.L'unica cosa di contaminato pericolosamente e' il nocciolo del reattore.Oggi lo si fa' a fette e si cementa.In quelle a LBE e' ancora piu' semplice:raffreddi il piombo contenuto e il gioco e' fatto.Tutto il resto presente nell'isola nucleare,non e' ne piu' ne meno radioattivo dei rifiuti di origine ospedaliera.Niente paura.Le dimensioni dei rifiuti pericolosi nei reattori di tipo III+ e sopratutto IV e' molto bassa.Le migliaia di tonnellate che citi sono probabilemente riferibili alle scorie (dal combustibile..) ma quelle si bruciano e non sono un piu' un problema.
  • Mazinga@ scrive:
    Re: Si puo' fare una cosa piu' fattibile
    - Scritto da:


    Ma lo sai quanto consuma Mazinga???!!! :'(Dovro' sentire col professor kabuto, anche per chiedergli se ha finito i suoi studi con l'energia fotoatomica...:DCmq, a parte la mia euro 0 15 chilometri con un litro, i consumi non sono bassi:sono risultate installate 'solo' nel mio studio 6 ciabatte con 19 spine (idea) (idea) (idea)Senza contare che 4-5 alimentatori sono scollegati perche' non ci starebbero tutti...--------------Un saluto da Mazinga.
  • Anonimo scrive:
    non spengo
    mi spiace, per motivi di sicurezza e perche' ho servizi da testare per lavoro. Che si cominci a implementare fonti energetiche alternative e realizzare macchine a basso consumo, piuttosto.
  • Anonimo scrive:
    Predicare bene...
    Mi sono arrivate da parte di un grosso cliente, parte di un grosso gruppo, istruzioni per mettere sul loro sito un banner per sensibilizzare proprio su questo problema.Tralascio le peripezie tecniche per fare la cosa (dimensioni sbagliate, conflitti tra script e altre animazioni flash già presenti...), che tanto sono la norma.Mi soffermo solo su una cosa, la società in questione dispone di un server presso un datacenter a Milano, che da circa un anno è acceso senza fare nulla di nulla.Nulla vuol dire nulla, sta li acceso e basta.I dischi girano, i processori scaldano, e una decina di ventole li raffreddano.Il tutto senza che mai un browser gli abbia richiesto neanche una volta una pagina web.Del resto non ne avrebbe altre che la pagina test di Apache.Il sito che avrebbe dovuto girarci sopra, non è mai andato in produzione (e già quello sarebbe stato uno spreco), per cui da allora il server è li acceso.Questo, nonostante abbia suggerito di metterci il loro sito istituzionale e risolvere in una volta sola decine di problemi, che invece sono stati aggirati con soluzioni che di problemi ne hanno portati altri.Da notare che il gruppo del cliente in questione, si occupa proprio di energia.A quanto pare però gli sprechi riguardano solo gli altri.
    • Anonimo scrive:
      Re: Predicare bene...
      ahahahaha hai perfettamente ragione e vediamo se i server dove trova spazio il sito radio 2 saranno spentihttp://www.radio.rai.it/radio2/
  • Anonimo scrive:
    una tantum non basta
    considerando che ci saranno sempre i pc che dovranno restare accesi per svolgere i servizi più vari: banking, server web, di posta.. che ci dicono a noi di spegnere i pc.. ma che beneficio si può avere? semmai si sensibilizzasse la gente a ridurre gli sprechi ma sempre, non un giorno solamente in un anno.. mi sembra una di quelle stupidate tipo domenica senza auto di alcune città...quando il vero problema è la mobilità eccessiva di alcuni
    • Anonimo scrive:
      Re: una tantum non basta
      giusto! andare tutti a piedi nelle ore di punta...dalle 8 alle 930 di mattinadalle 12 alle 14 e dalle 19.30 alle 20 21sono vietate tutti i tipi di veicoli nei orari sopra indicati senza eccezioni e senza privilegisospensione patente a privati, vigili, polizia, camion, furgoni, bus emergenze varie....ricordate! la legge è unica per tutti!
  • Anonimo scrive:
    ok!
    iniziamo a spegnere tutti i pc (server) di microsoft, libero, tele2, tiscali, netscape, mozilla, yahoo, msn.it, google, ed altri 100 mila pc ( server) senza rompere le palle ai utenti privati...dopo si potrà parlare di risparmio energetico.
  • Anonimo scrive:
    Iniziativa psicologicamente sbagliata
    1. Fa passare l'idea che con un'azione una tantum ci si possa ripulire la coscienza ecologica, quando invece sarebbe necessario tenere un diverso atteggiamento verso gli sprechi quotidianamente.2. Fa passare l'idea che per diminuire i consumi sia necessario un sacrificio (e si sa che quello piace a pochi), mentre basta un po' di cervello e di attenzione, per ricordarsi di spegnere le lampadine in stanze vuote, o il computer quando è inutilizzato , o spegnere dallo stand-by televisori e affini quando si va in vacanza, e molte altre buone azioni quotidiane .
    • Anonimo scrive:
      Re: Iniziativa psicologicamente sbagliat
      - Scritto da:
      1. Fa passare l'idea che con un'azione una tantum
      ci si possa ripulire la coscienza ecologica,
      quando invece sarebbe necessario tenere un
      diverso atteggiamento verso gli sprechi
      quotidianamente.
      Mi pare che sia proprio questo il senso della cosa eh
      2. Ma dici quello che dicono quelli di caterpillar eh
      • Anonimo scrive:
        Re: Iniziativa psicologicamente sbagliat
        Caterpillar: venerdì spegnere i computer Io: le iniziative di un solo giorno, ora o minuto sono sbagliate, perfino controproducenti. Caterpillar: bisogna fare questo sacrificio e spegnere comunque il computer. Io: non bisogna fare alcun sacrificio. Se si sta giocando o scaricando un pornazzo, questi sono motivi più che validi per tenerlo acceso, e non solo venerdì. Bisogna però spegnerlo tutte le volte che esso non sia utilizzato.Se per te ancora sembra che io dica le stesse cose...(troll)
        • Anonimo scrive:
          Re: Iniziativa psicologicamente sbagliat
          - Scritto da:
          Caterpillar: venerdì spegnere i computer
          Io: le iniziative di un solo giorno, ora o
          minuto sono sbagliate, perfino
          controproducenti.

          Caterpillar: bisogna fare questo
          sacrificio e spegnere comunque il
          computer.
          Io: non bisogna fare alcun sacrificio. Se
          si sta giocando o scaricando un pornazzo, questi
          sono motivi più che validi per tenerlo acceso, e
          non solo venerdì. Bisogna però spegnerlo tutte le
          volte che esso non sia
          utilizzato.

          Se per te ancora sembra che io dica le stesse
          cose...(troll)Massi' ti quoto questo e' il miglior posto letto!! (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Iniziativa psicologicamente sbagliat
      - Scritto da:
      1. Fa passare l'idea che con un'azione una tantum
      ci si possa ripulire la coscienza ecologica,
      quando invece sarebbe necessario tenere un
      diverso atteggiamento verso gli sprechi
      quotidianamente.

      2. Fa passare l'idea che per diminuire i consumi
      sia necessario un sacrificio (e si sa che quello
      piace a pochi), mentre basta un po' di cervello e
      di attenzione, per ricordarsi di spegnere le
      lampadine in stanze vuote, o il computer
      quando è inutilizzato , o spegnere dallo
      stand-by televisori e affini quando si va in
      vacanza, e molte altre buone azioni
      quotidiane .Che potrebbero essere supportate da banali sistemi di autoritenuta elettrica; peccato che questi sistemi non vengano usati.
  • Anonimo scrive:
    il frigo no ?
    è una provocazione ma in casa sono ben altre le apparecchiature che consumano energiauna lampadina vecchio stile può consumare da sola ben + di un computer in idle (usato come server o che scarica a monitor spento)il frigo, il phon, il microonde, il condizionatore, anche le tv da spente consumano...bisognerebbe dotare ogni presa in casa di un circuito che stacchi effettivamente la corrente quando non servepensa a quanta corrente viene consumata in tutto il mondo solo per tenere acceso il led rosso della tv quando la gente non la usa....
    • Fulmy(nato) scrive:
      Re: il frigo no ?
      - Scritto da:
      è una provocazione ma in casa sono ben altre le
      apparecchiature che consumano
      energia

      una lampadina vecchio stile può consumare da sola
      ben + di un computer in idle (usato come server o
      che scarica a monitor
      spento)vorresti farmi credere che un computer che scarica consuma meno di 100W?Forse non te ne sei accorto, ma a parte il monitor ci sono altri componenti che consumano, a partire dal processore, poi i dischi, la scheda video superaccellerata...A meno che non fai come me, che un serverino che deve svolgere solo alcune operazioni l'ho assemblato togliendo tutti i dischi tranne un floppy (che gira solo all'avvio), una vecchia scheda video senza accelerazione o altro, un pentium che neppure ha bisogno della ventolina, e un alimentatore AT che quando è spento lo è davvero (interruttore mecanico sul case che stacca fase e neutro).
      il frigo, il phon, il microonde, il
      condizionatore, anche le tv da spente
      consumano...Perché il phon tu lo usi 24h al giorno?Io più di una decina di minuti per volta non lo uso, ed ho pure i capelli lunghi.
      bisognerebbe dotare ogni presa in casa di un
      circuito che stacchi effettivamente la corrente
      quando non
      serveGeniale!E in base a cosa il circuito dovrebbe decidere se la corrente serve o meno?Misura l'assorbimento forse?Se è a zero, sicuramente non serve, ma in quel caso a che serve staccare ulteriormente?E se invece è di 0.3W, come farebbe a sapere se si tratta del LED della TV e non di un caricabatteria di un telefonino?

      pensa a quanta corrente viene consumata in tutto
      il mondo solo per tenere acceso il led rosso
      della tv quando la gente non la
      usa....E secondo te un circuito del genere non consumerebbe altra energia?
      • Anonimo scrive:
        Re: il frigo no ?
        - Scritto da: Fulmy(nato)

        - Scritto da:

        è una provocazione ma in casa sono ben altre le

        apparecchiature che consumano

        energia



        una lampadina vecchio stile può consumare da
        sola

        ben + di un computer in idle (usato come server
        o

        che scarica a monitor

        spento)

        vorresti farmi credere che un computer che
        scarica consuma meno di
        100W?

        Forse non te ne sei accorto, ma a parte il
        monitor ci sono altri componenti che consumano, a
        partire dal processore, poi i dischi, la scheda
        video
        superaccellerata...


        A meno che non fai come me, che un serverino che
        deve svolgere solo alcune operazioni l'ho
        assemblato togliendo tutti i dischi tranne un
        floppy (che gira solo all'avvio), una vecchia
        scheda video senza accelerazione o altro, un
        pentium che neppure ha bisogno della ventolina, e
        un alimentatore AT che quando è spento lo è
        davvero (interruttore mecanico sul case che
        stacca fase e
        neutro).




        il frigo, il phon, il microonde, il

        condizionatore, anche le tv da spente

        consumano...

        Perché il phon tu lo usi 24h al giorno?
        Io più di una decina di minuti per volta non lo
        uso, ed ho pure i capelli
        lunghi.



        bisognerebbe dotare ogni presa in casa di un

        circuito che stacchi effettivamente la corrente

        quando non

        serve

        Geniale!

        E in base a cosa il circuito dovrebbe decidere se
        la corrente serve o
        meno?
        Misura l'assorbimento forse?
        Se è a zero, sicuramente non serve, ma in quel
        caso a che serve staccare
        ulteriormente?
        E se invece è di 0.3W, come farebbe a sapere se
        si tratta del LED della TV e non di un
        caricabatteria di un
        telefonino?




        pensa a quanta corrente viene consumata in tutto

        il mondo solo per tenere acceso il led rosso

        della tv quando la gente non la

        usa....

        E secondo te un circuito del genere non
        consumerebbe altra
        energia?
        Il mio computer in idle (download) col monitor spento consuma 170-180W.... Prima erano 190-200, provate CPUIDLE, sul mio amd mi ha tolto 20W di consumo.... che per 24 ore al giorno...
  • Anonimo scrive:
    prima di spegnere il pc...
    per favore accendete il cervello...- meno riscaldamenti- traffico piu' scorrevole- gasolio per riscaldamenti piu' pulito- non usare scisti bituminosi per produrre elettricita' - raccolta differenziata- comprare merci con poco imballo - evitare confezioni mignon- evitare l'ascensore (il vs cuore vi ringraziera')e chi piu' ne ha piu' ne metta!
  • ryoga scrive:
    Energie alternative?
    Perche' non sensibilizzare lo Stato o chi ne è preposto?Esistono altri sistemi di energie alternative a inquinamento 0 e in grado di rendere quindi il nostro pianeta migliore.Ma costa soldi.E questo a qualsiasi Stato o ente, il fatto di costar soldi è il male.Avete presente i pannelli solari o le energie eoliche?Inquinano o consumano qualche risorsa?Perche' lo Stato non si ingegna e obbliga le nostre centrali a fornire tali energie invece di acquistarla dall'estero?Perche' non utilizziamo il nucleare e permettiamo invece ai nostri cugini francesi di utilizzarlo costruendo centrali ai nostri confini?
    • Anonimo scrive:
      Re: Energie alternative?
      - Scritto da: ryoga
      Perche' non sensibilizzare lo Stato o chi ne è
      preposto?Con interrogazioni parlamentari?Manifestazioni di piazza?Con...?
      Esistono altri sistemi di energie alternative a
      inquinamento 0 e in grado di rendere quindi il
      nostro pianeta
      migliore.

      Ma costa soldi.Già :(
      Avete presente i pannelli solari o le energie
      eoliche?Sì
      Inquinano Non so quanto inquini il processo di fabbricazione di centrali eoliche e solari, né quanto lo smaltimento dei pannelli vecchi. Penso siano valori relativamente piccoli, ma non trascurabili, visto il grande rapporto "materiale impiegato"/"energia prodotta"È necessario anche costruire dei grossi bacini idroelettrici da usare come batterie tampone, senza le quali il rendimento delle 2 precedenti fonti sarebbe risibile.
      o consumano qualche risorsa?Il terreno (tanto) che occupano. Per il solare la cosa è mitigata dal fatto che possono essere installati sui tetti, ma allora si parla solo di cogenerazione, non di centrali vere e proprie.
      Perche' lo Stato non si ingegna e obbliga le
      nostre centrali a fornire tali energie invece di
      acquistarla
      dall'estero?Perché la popolazione potrebbe rivoltarsi al vedere la propria bolletta raddoppiata.
      Perche' non utilizziamo il nucleare e permettiamo
      invece ai nostri cugini francesi di utilizzarlo
      costruendo centrali ai nostri
      confini?Demagogia, slogan fuori moda, errori del passato, alibi, ecc.
      • Anonimo scrive:
        Re: Energie alternative?
        - Scritto da:

        - Scritto da: ryoga

        Perche' non sensibilizzare lo Stato o chi ne è

        preposto?

        Con interrogazioni parlamentari?
        Manifestazioni di piazza?
        Con...?


        Esistono altri sistemi di energie alternative a

        inquinamento 0 e in grado di rendere quindi il

        nostro pianeta

        migliore.



        Ma costa soldi.

        Già :(


        Avete presente i pannelli solari o le energie

        eoliche?




        Inquinano

        Non so quanto inquini il processo di
        fabbricazione di centrali eoliche e solari, né
        quanto lo smaltimento dei pannelli vecchi. Penso
        siano valori relativamente piccoli, ma non
        trascurabili, visto il grande rapporto "materiale
        impiegato"/"energia
        prodotta"
        È necessario anche costruire dei grossi bacini
        idroelettrici da usare come batterie tampone,
        senza le quali il rendimento delle 2 precedenti
        fonti sarebbe
        risibile.


        o consumano qualche risorsa?
        Il terreno (tanto) che occupano. Per il solare la
        cosa è mitigata dal fatto che possono essere
        installati sui tetti, ma allora si parla solo di
        cogenerazione, non di centrali vere e
        proprie.


        Perche' lo Stato non si ingegna e obbliga le

        nostre centrali a fornire tali energie invece di

        acquistarla

        dall'estero?

        Perché la popolazione potrebbe rivoltarsi al
        vedere la propria bolletta
        raddoppiata.


        Perche' non utilizziamo il nucleare e
        permettiamo

        invece ai nostri cugini francesi di utilizzarlo

        costruendo centrali ai nostri

        confini?

        Demagogia, slogan fuori moda, errori del passato,
        alibi,
        ecc.Sapete come si smuove la situazione? Esattamente come han sempre fatto i fondamentalisti verdi:con il ricatto.
  • Anonimo scrive:
    Non male, ma meglio il Frigo-FREE !!!!!!
    L'iniziativa del programma è del tutto simbolica, molto meglio quella Frigo-FREE:http://www.retelilliput.org/cremona/notizia.php?subaction=showfull&id=1169247410Io sto da 1 anno e mezzo senza frigo e devo dire che non ho nessun problema.Marco Ravich
    • Anonimo scrive:
      Re: Non male, ma meglio il Frigo-FREE !!
      http://www.retelilliput.org/cremona/notizia.php?su

      Io sto da 1 anno e mezzo senza frigo e devo dire
      che non ho nessun
      problema.

      Marco RavichProva senza cervello, ancora meglio :@
  • Anonimo scrive:
    spegnete la rai
    e per un bel po'
  • Anonimo scrive:
    Spegnere la luce?
    Ma che stronzata è questa?se non ce ne siamo accorti simao nel duemila...Lume di candela?ma scusate ma date i numeri?e dopo sta roba cosa dovrebbero fare i governi?chiudere le centrali e vendere candele?Ma fate piuttosto una campagna contro il reoppo ricarico sui prodotti fatto da chi ci guadagna e basta!! RAGA ma siamo proprio convinti che un pannello solare da 55 watt costi 400 euri?o forse non vogliono venderelo!!1cosa fare allora?MANIFESTARE ORDINATAMMENTE DAVANTI ALLE SEDI DEI GOVERNI!!!SI VA LI IN 100000PERSONE E SI BLOCCA TUTTI STANDO SEDUTI DAVANTI ALLA SEDE E NELLE STRADE DI ACCESSO.FINE!
  • Anonimo scrive:
    Accendiamole!
    Macche' spegnere i PC, accendiamo le nostre centrali nucleari e diamo piu' corrente ai cittadini cosi' che si possano accendere almeno 10 PC per abitante, tutte le luci accese e anche che so' io... qualche stufa elettrica.
    • AranBanjo scrive:
      Re: Accendiamole!
      Beh, accese sono accese. Solo che girano al minimo e danno potenza solo in rari casi....che poi è ridicolo... subito dopo i vari confini ci sono centrali nucleari, per cui tanto vale averle anche noi... che acquistiamo corrente prodotta da queste centrali.Grande idea fare il referendum l'anno dopo Chernobyl...
      • Anonimo scrive:
        Re: Accendiamole!
        - Scritto da: AranBanjo
        Beh, accese sono accese. Solo che girano al
        minimo e danno potenza solo in rari
        casi.
        ...che poi è ridicolo... subito dopo i vari
        confini ci sono centrali nucleari, per cui tanto
        vale averle anche noi... che acquistiamo corrente
        prodotta da queste
        centrali.Scusa, ma perchè non usi il Daitarn per accumulare un pò di energia solare e ditribuirla a chi ne ha bisogno?
      • Anonimo scrive:
        Re: Accendiamole!
        - Scritto da: AranBanjo
        Beh, accese sono accese. Solo che girano al
        minimo e danno potenza solo in rari
        casi.Che cavolate spari?1_Garigliano dismessa nel 1979.In decommissioning2_Latina dismessa nel 1986.In decommissioning3_Trino dismessa nel 1987.In decommissioning (han tolto perfino la turbina..di recente)4_Caorso dismessa nel 1990.In decomissioningPer decommissioning intendo ovviamente che sono spente.
        ...che poi è ridicolo... subito dopo i vari
        confini ci sono centrali nucleari, per cui tanto
        vale averle anche noi... che acquistiamo corrente
        prodotta da queste
        centrali.
        Grande idea fare il referendum l'anno dopo
        Chernobyl...Non e' che tanto vale.....ci conviene.punto.Anche perche' di Uranio ne abbiamo.
        • AranBanjo scrive:
          Re: Accendiamole!
          Mmm, da quel che sapevo, stavano girando al minimo, in attesa di essere spente e successivamente smantellate o riconvertite (entro il 2018).Avendo toppato, chiedo scusa.:D
          • Anonimo scrive:
            Re: Accendiamole!
            - Scritto da: AranBanjo
            Mmm, da quel che sapevo, stavano girando al
            minimo, in attesa di essere spente e
            successivamente smantellate o riconvertite (entro
            il
            2018).

            Avendo toppato, chiedo scusa.

            :DNo,in realta' verranno smantellate.Il decomissioning e' la procedura di disattivazione dell'impianto dallo spegnimento del reattore fino al rilascio del terreno a "prato verde".Cio' avverra' in teoria intorno al 2020.In sostituzione ci saranno altre centrali atomiche.
  • Anonimo scrive:
    ...e via software ?
    L'ho già proposto sul forum della trasmissione:http://www.localcooling.com/Ho anche proposto (nei relativi forum) dei sistemi operativi alternativi emergenti (ReactOS ed Haiku) di integrarne una versione open.Marco Ravichnota: potrebbe servire anche all'università...
  • Anonimo scrive:
    Cavolata galattica
    Come le targhe alterne e le giornate a traffico limitato. Ma per piacere! Son cose fatte per prendere la gente per il naso... Se questi signori hanno così tanto tempo da perdere non lo facciano perdere anche agli altri e si dedichino allo studio di fonti energetiche alternative, seriamente!
  • Anonimo scrive:
    Un paio di conti
    Se l'energia non è accumulabile, significa che le centrali, indipendentemente da chi la usa, ls producono.Cambia il carico certo, ma non credo che spengano qualche centrale perchè uttilizzatori domestici, vengon spenti. O veramente devo redere che aziende, uffici e scuole, aderiranno all'iniziativa?Da quanto sopra, l'energia risparmiata dove va? In prima istanza il consumatore vede la boletta più magra. Ma l'energia che non consuma viene convogliata verso altri lidi. E questi sono di solito più renumerativi per chi la produce.Un po' come per il gas che bisognava economizzare noi piccoli utenti (giacché chi lo forniva ci strozzava il rubinetto, pare) ma, che l'industria consumava per produrre energia elettrica molto iù renumerativa che la rivendita del gas stesso.In pratica:"Risparmiate energia !"[che io la vendo meglio da un'altra parte...]...a pensar male...
  • Anonimo scrive:
    Caterpillar di Radio2 e gli informatici
    Caterpillar di Radio2. Anche gli utenti informatici possono contribuire.gli informatici chiedono a Radio2 di fare luce sulla nostra condizione di schiavi sottopagati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Caterpillar di Radio2 e gli informat
      - Scritto da:
      Caterpillar di Radio2. Anche gli utenti
      informatici possono
      contribuire.

      gli informatici chiedono a Radio2 di fare luce
      sulla nostra condizione di schiavi
      sottopagati.ahahahaha ma sei un mitoooooo!(rotfl) @^(rotfl) @^(rotfl) @^(rotfl) @^(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Caterpillar di Radio2 e gli informat
      - Scritto da:
      Caterpillar di Radio2. Anche gli utenti
      informatici possono
      contribuire.

      gli informatici chiedono a Radio2 di fare luce
      sulla nostra condizione di schiavi
      sottopagati.Si fanno spedire torce elettriche?
  • Anonimo scrive:
    Non voglio consumare meno ma meglio.....
    ..che si traduce in un consumo inferiore nei fatti.Basta con questa ventannale politica di pauperismo energetico dove l'unica regola e' risparmiare.Tirate fuori la tecnologia ad impatto 0 (nucleare,solare,eolico,idrogeno) ed usufruiamone a piene mani.Mi sono rotto gli attributi di sentire i verdi che predicano il risparmio energetico senza proporre una politica energetica alternativa di lungo termine.Sono collusi con i petrolieri perche' di fatto continuano a fare il loro gioco.Vergogna!!!Utente registrato
  • Anonimo scrive:
    spegnete tutto
    ma proprio tutto ,staccate tutto ciò che ha bisogno di energia eletrtica anche gli allarmi ai negozi così ci faccio un salto io che avrei bisogno di un bel tv hd full, ed un pc nuovo nuovo, magari anche in concessionaria a prendermi una bella jaguar, e eprchè no in gioielleria, vorrei fare qualch eregalo a san valentino sapete??? (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Se spegnessero i PC solo i trolls su PI
    ...allora si genererebbe uno sbalzo di tensione tale da fare impazzire i tostapane di tutto il mondo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Se spegnessero i PC solo i trolls su
      - Scritto da:
      ...allora si genererebbe uno sbalzo di tensione
      tale da fare impazzire i tostapane di tutto il
      mondo!Pero' almeno saresti zitto.(troll3)
      • Anonimo scrive:
        Re: Se spegnessero i PC solo i trolls su
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...allora si genererebbe uno sbalzo di tensione

        tale da fare impazzire i tostapane di tutto il

        mondo!


        Pero' almeno saresti zitto.

        (troll3)Seeeeeeeti piacerebbe @^
  • Anonimo scrive:
    Re: Tante chiacchiere ma le fonti altern
    Ma torniamo al nucleare che le centrali di IV generazione al piombo-bismuto bruciano pure le scorie......Ma quante troiate sparano i verdi del pecorone-ascanio?
    • Anonimo scrive:
      Re: Tante chiacchiere ma le fonti altern
      - Scritto da:
      Ma torniamo al nucleare che le centrali di IV
      generazione al piombo-bismuto bruciano pure
      le scorie...Dove posso trovare maggiori informazioni?
      • Anonimo scrive:
        Re: Tante chiacchiere ma le fonti altern
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Ma torniamo al nucleare che le centrali di IV

        generazione al piombo-bismuto bruciano pure

        le scorie...

        Dove posso trovare maggiori informazioni?http://www.torinoscienza.it/dossier/apri?obj_id=8906(funzionamento reattore LBE)http://gif.inel.gov/(tipologia LFR)http://en.wikipedia.org/wiki/Generation_IV_reactor(tipologia LFR)http://en.wikipedia.org/wiki/Lead_cooled_fast_reactorhttp://academic.brooklyn.cuny.edu/physics/sobel/Nucphys/breed.html(verso la fine pagina "burning nuclear waste")http://www.archivionucleare.com/http://www.ecolo.org/base/baseit.htm(verdi per il nucleare)Ecco se non ti dovesse bastare fammi un fischio! :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Tante chiacchiere ma le fonti altern
      - Scritto da:
      Ma torniamo al nucleare che le centrali di IV
      generazione al piombo-bismuto bruciano pure le
      scorie......Ma quante troiate sparano i verdi del
      pecorone-ascanio?Da wikipeda: Generation IV reactors (Gen IV) are a set of theoretical nuclear reactor designs currently being researched.Cioè, non esistono (ancora).Punto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tante chiacchiere ma le fonti altern
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Ma torniamo al nucleare che le centrali di IV

        generazione al piombo-bismuto bruciano pure le

        scorie......Ma quante troiate sparano i verdi
        del

        pecorone-ascanio?

        Da wikipeda: Generation IV reactors (Gen IV) are
        a set of theoretical nuclear reactor designs
        currently being
        researched.

        Cioè, non esistono (ancora).
        Punto."wipedia" semmai.....comunque devono essere prodotte commercialemte ma i prototipi funzionano.Ti basta?
  • Anonimo scrive:
    spegneteli, cosi che si naviga meglio
    tanto..
  • Anonimo scrive:
    Le solite demagogiche campagne ...
    Ormai in Italia sappiamo fare solo e sempre demagogia!Ma ricerca sui carburanti puliti ?Maggior utilizzo dell'eolico , il solare ,costruire degli elettrodomestici e pc ad alta efficienza energetica no eh ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Le solite demagogiche campagne ...
      - Scritto da:
      Ormai in Italia sappiamo fare solo e sempre
      demagogia!
      Ma ricerca sui carburanti puliti ?
      Maggior utilizzo dell'eolico , il solare
      ,costruire degli elettrodomestici e pc ad alta
      efficienza energetica no eh
      ?E sempre qualcun altro a dover far ricerca, ad innovare, ad inquinare meno.Invece di blaterare al vento, cerca di fare meno immondizia, usare meno acqua, gas, prodotti chimici e corrente elettrica.Già che ci sei usa di meno l'auto, anzi vai in bici o col pulman (o tram o metro o altro mezzo pubblico che serve la tua zona).SUVvia, basta lagnarsi sempre :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Le solite demagogiche campagne ...
      - Scritto da:
      Ormai in Italia sappiamo fare solo e sempre
      demagogia!
      Ma ricerca sui carburanti puliti ?
      Maggior utilizzo dell'eolico , il solare
      ,costruire degli elettrodomestici e pc ad alta
      efficienza energetica no eh
      ?Straordinario, critichi cio' che fai.
      Ormai in Italia sappiamo fare solo e sempre
      demagogia! Appunto, e questa che cos'e'? La solita demagogia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Le solite demagogiche campagne ...
      a che serve continuare nella ricerca di energia sempre maggiore e sempre più inefficientemente utilizzata? Trovare nuovi modi di produrre energia va bene, ma in questo momento stiamo cercando di riempire uno scolapasta, sarebbe il caso di tappare i buchi, ovvero gli sprechi, e poi lo scolapasta si riempe anche con la pioggia, senza il bisogno di metterlo sotto una cascata...non so se l'allegoria rende l'idea...Spero di sì.
  • Anonimo scrive:
    Sciocchezze
    Questa iniziativa è una sublime sciocchezza. Non casco in queste trappole propagandistiche ideologiche da quattro soldi, e rimango sconcertato nel leggere che PI appoggia queste discutibili tesi. Così non spegnerò affatto il mio pc, a meno che tutti i redattori di PI non rinuncino al pranzo e alla cena di venerdì, perché si sa che l'opulento occidente consuma i due terzi delle risorse mondiali, e la loro rinuncia permetterebbe ai bimbi che muoiono di fame di consumare due pasti in più. (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • gerry scrive:
      Re: Sciocchezze
      - Scritto da:
      Questa iniziativa è una sublime sciocchezza. Se ti serve lo tieni acceso, se non ti serve spegnilo.E' talmente ovvio che non andrebbe nemmeno spiegato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sciocchezze
        allora voi geniacci che criticate iniziative come questa... proponete qlcs di utile invece di stare a dire quanto siano ridicole questa o quella iniziativa...Una cosa del genere non ha un effetto pratico sull'abbassamento dei consumi ma è senz'altro fondamentale per sensibilizzare la cultura comune riguardo al tema.Se qualche anno fa lasciavo accese tutte le luci di casa o la tv anche mentre dormo perchè "mi fa compagnia" ora non lo faccio più... se tutti cominciassero a seguire questo ragionamento si potrebbero abbassare i consumi non di molto magari, ma anche un 10% qualcosa fa.cya
    • Anonimo scrive:
      Re: Sciocchezze
      - Scritto da:

      - Scritto da:


      Questa iniziativa è una sublime sciocchezza.



      Concordo.




      l'opulento occidente consuma i


      due terzi delle risorse mondiali



      E produce i due terzi dei prodotti mondiali.

      Questo si dimentica perche' si crede che gli

      occidentali mangino e consumino il triplo.per iniziare con gli insulti (da Ecologista, col faccino come il culo) potreste andare a cagare. cosi' per simpatiapoi vai in un qualsiasi centro di citta' ad inspirare profondamente e magari ti becchi un cancro e saluti tuttiinizia a consumare di meno e magari, ma bisogna essere molto bravi e non so se ci riuscite (io fatico, ma ci provo), forse consumerete anche meglio

      all'eresia "Vuoi dstruggere la

      terra?!?".la terra non si distrugge, idioti! (mi ripeto) distruggete voi stessi e le generazioni future (potrebbe non fregarvene). se odiate questo terra non e' colpa mia, me ne frego... diceva uno. io non la odio. se la terra sta male io muoio e non essendo sicuro della rinascita (mia, sono un egoista) mi girano i coglioni. la terra magari soffre ma e' immensa e finche' c'e' il sole essa vivra'. noi no e mi rigirano i coglioni
      Bravissimo ti quoto.E' proprio questo il punto.
      Se hai voglia fatti un giro anche qui:

      http://www.archivionucleare.comfatevi un giro su un sentiero di montagna o una spiaggia o un parco cittadino che e' megliocon affetto
    • Anonimo scrive:
      Re: Sciocchezze
      A parte il discorso PC (ormai è appurato: se li spegni, si rompono; altrimenti vanno avanti all'infinito! Io in azienda non li spengo da 3 anni), non sta scritto da nessuna parte che la specie umana debba campare per forza.Se si estinguesse, la Terra ci metterebbe poco a tirarsi su e a dimenticarsene presto. Vorrà dire semplicemente che "la specie non era adatta" e l'evoluzione avrebbe fatto il suo dovere. Non sarebbe ne' la prima ne' l'ultima. Solo i batteri vanno avanti dall'inizio dei tempi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sciocchezze

      "Vuoi dstruggere la
      terra?!?".
      Eccome! Dov'è il pulsante rosso?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sciocchezze
      - Scritto da:
      Questa iniziativa è una sublime sciocchezza. dillo ai tuoi figli tra 30 anni.se il fallout e la sindrome postderna non ti avranno reso sterile, ovviamente...comperati una bicicletta, fai ancora in tempo
    • Anonimo scrive:
      Re: Sciocchezze
      - Scritto da:
      Questa iniziativa è una sublime sciocchezza. Non
      casco in queste trappole propagandistiche
      ideologiche da quattro soldi, e rimango
      sconcertato nel leggere che PI appoggia queste
      discutibili tesi. Così non spegnerò affatto il
      mio pc, a meno che tutti i redattori di PI non
      rinuncino al pranzo e alla cena di venerdì,
      perché si sa che l'opulento occidente consuma i
      due terzi delle risorse mondiali, e la loro
      rinuncia permetterebbe ai bimbi che muoiono di
      fame di consumare due pasti in più. LOL!Siete cosi' tanti ad essere imbecilli. E' bellissimo. Io ho dimezzato i costi da quando consumo meno. A volte sono anche di un terzo piu' bassi rispetto a tre anni fa. E i soldi che mi avanzano sono spesi eticamente assieme a due donne invece che una. Consapevoli l'una dell'altra ovviamente. consapevolezza e' la parola chiave. Tutti gli imperativi di questa societa' e del tuo modo di pensare sono obsoleti. Tromba di piu'.
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Ecco bravo ridi. eheh.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sciocchezze
      - Scritto da:
      Questa iniziativa è una sublime sciocchezza. Non
      casco in queste trappole propagandistiche
      ideologiche da quattro soldi, e rimango
      sconcertato nel leggere che PI appoggia queste
      discutibili tesi. Così non spegnerò affatto il
      mio pc, a meno che tutti i redattori di PI non
      rinuncino al pranzo e alla cena di venerdì,
      perché si sa che l'opulento occidente consuma i
      due terzi delle risorse mondiali, e la loro
      rinuncia permetterebbe ai bimbi che muoiono di
      fame di consumare due pasti in più. LOL. Quanti sono quelli che fanno ragionamenti cosi poco furbi. E' anche e soprattutto una questione di costi. I miei si sono dimezzati, o certi mesi scesi di un terzo, rispetto a tre anni fa. La qualita' della vita, abbandonati certe idee e modelli di consumo obsoleti, migliora di brutto. Con la coscienza pulita la vita sorride. E anche le due fidanzate, consapevoli l'una dell'altra ovvio.
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) Ridi ridi. eheh. io pure
    • Anonimo scrive:
      Re: Sciocchezze
      Messa così, la soluzione è facile. Basta eliminare dalla produzione tutti i prodotti di cui non sia dimostrata scientificamente l'utilità.Mi sa che arriviamo al 90% di quei 2/3...
  • Anonimo scrive:
    Spegnete sta cippa!!
    :p :p :p :p :p :p:D
  • carobeppe scrive:
    Che palle...
    Io chiudo il rubinetto quando mi lavo i denti, chiudo la doccia quando mi insapono, spengo la luce quando non serve, regolo il termosifone in funzione di quanto e quando mi serve il caldo in casa, guido un'auto a metano. Che devo fare di più, devo pure cenare al buio? Perché invece non andiamo a vedere i quintali di PC che restano accesi anche di notte nelle università (andate ad Informatica a Pisa ad esempio), perché non andate nelle scuole ad aprile con i termosifoni accesi e le finestre aperte? Perché non guardate che in città ci sono tante macchine quante persone, con una persona sola a bordo ed i bus deserti?
    • Anonimo scrive:
      Re: Che palle...



      guarda,sono di sinistra e,purtroppo, devo darti
      ragione,A noi sembri semplicemente un ritardato
      • Anonimo scrive:
        Re: Che palle...
        - Scritto da:





        guarda,sono di sinistra e,purtroppo, devo darti

        ragione,

        A noi sembri semplicemente un ritardatosi,hai ragione...mi sono accorto in ritardo quanto seicog***e
    • Anonimo scrive:
      Re: Che palle...
      si certo, iniziamo a costruire centrali nucleari vecchie... propondo di creare un deposito delle scorie vicino casa tua... sei daccordo?piuttosto si investa nella ricerca sulla fusione nucleare e sul solare di nuova generazione... è incredibile che in germania che hanno molto meno sole di noi, producano 40 volte l'energia che produciamo noi dal solare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che palle...
        mikia quanta ingoranza... il nucleare che brucia le scorie (rotfl)(rotfl)(rotfl)ma da dove vieni dal paleolitico... informati prima di dire vaccate.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che palle...
          - Scritto da:
          mikia quanta ingoranza... il nucleare che brucia
          le scorie
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)

          ma da dove vieni dal paleolitico... informati
          prima di dire
          vaccate.quale ignoranza? quali vaccate? centrali di IV generazione signorino,quelle a metallo pesante.Informati prima di parlare.Adesso capisco perche' questo paese non cambiera' mai.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...

            quale ignoranza? quali vaccate? centrali di IV
            generazione signorino,quelle a metallo
            pesante.Informati prima di parlare.Adesso capisco
            perche' questo paese non cambiera'
            mai.Che vuoi fare, qua in italia si va avanti fra quelli del grande fratello e i no global del centro sociale okkupato, gli ultras imbecilli e gli intrallazzatori statali e parastatali (dai politici in giù), i telegiornali che si occupano di gossip e gli altri idioti che vanno a litigare in tv....Che vuoi pretendere?Ci credo che Rubbia è andato a sviluppare uno dei più avanzati ed efficienti sistemi ad energia solare in spagna (manda avanti un paese di 10 mila persone a costo zero!!!!!). E noi qua a comprare la corrente all'estero e bruciare le bandiere in piazza.Ma ci sta bene e basta... la società non si può cambiare se alla base c'è un certo modo di pensare e di agire...Più passa il tempo e meno mi sento italiano, anzi, stare qui è per certi versi come portare un cappotto scomodo e pesante in agosto. Se solo non avessi certi legami sarei emigrato certamente nel nord europa, ma sto ancora in tempo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            già l'itaGliacmq ti annuncio (notizia di ieri) che Rubia ha stretto un accordo con il nuovo governo ed è tornato in Italia e lavorare sul solare di nuova generazione.Si stanno facendo grossi passi in avanti dal punto di vista energie rinnovabili in italia, e speriamo sia la volta buona.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...

            cmq ti annuncio (notizia di ieri) che Rubia ha
            stretto un accordo con il nuovo governo ed è
            tornato in Italia e lavorare sul solare di nuova
            generazione.Ottimo! Dopo lo schiaffo morale della spagna forse sti politi si sono svegliati finalmente.
            Si stanno facendo grossi passi in avanti dal
            punto di vista energie rinnovabili in italia, e
            speriamo sia la volta
            buona.Speriamo bene! Pensa che volevo accedere ai finanziamenti agevolati per mettere i pannelli solari, purtroppo da un lato sbandierano questo e quello, ma all'atto pratico non c'erano i fondi ed è di fatto tutto bloccato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:


            cmq ti annuncio (notizia di ieri) che Rubia ha

            stretto un accordo con il nuovo governo ed è

            tornato in Italia e lavorare sul solare di nuova

            generazione.

            Ottimo! Dopo lo schiaffo morale della spagna
            forse sti politi si sono svegliati
            finalmente.


            Si stanno facendo grossi passi in avanti dal

            punto di vista energie rinnovabili in italia, e

            speriamo sia la volta

            buona.

            Speriamo bene! Pensa che volevo accedere ai
            finanziamenti agevolati per mettere i pannelli
            solari, purtroppo da un lato sbandierano questo e
            quello, ma all'atto pratico non c'erano i fondi
            ed è di fatto tutto
            bloccato.Qunando costruiranno centrali da 1000MW avvertitemi che allora cambio politica.Al momento sono solo panzane.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...

            Qunando costruiranno centrali da 1000MW
            avvertitemi che allora cambio politica.Al momento
            sono solo
            panzane.Che razza di pc hai? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:
            già l'itaGlia

            cmq ti annuncio (notizia di ieri) che Rubia ha
            stretto un accordo con il nuovo governo ed è
            tornato in Italia e lavorare sul solare di nuova
            generazione.

            Si stanno facendo grossi passi in avanti dal
            punto di vista energie rinnovabili in italia, e
            speriamo sia la volta
            buona.Rubia chi, quel giullare di sinistra che si spaccia per scienziato, come tutti gli altri scagnozzi militanti di sinistra, che aveva scopiazzato articoli di ricerche di altri paesi qualche anno fa sulla fusione nucleare a freddo ed aveva annunciato di esserci arrivato ed aver risolto il problema ? Ehhh! :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            si, Carlo Rubbia... quello che ha vinto il Nobel...quello che insegna ad Harvard...quello che sta lavorando alle centrali solari termiche... insomma quello che è stato cacciato dal mitico governo che invece di finanziare la ricerca, pensava alle leggi ad-personam.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            che palle... non sai neanche di che parli.Le centrali di IV generazione producono meno scorie rispetto alle attuali, ma cmq ne producono... e non poche.Inoltre queste centrali non saranno operative prima del 2030.Per quell'anno però saranno già "disponibili" le centrali a fusione nucleare che - queste si - producono realmente 0 scorie radiattive.Le centrali a fusione invece di materiale radiattivo producono elio 4 che è un gas inerte, e non inquina qindi né l'atmosfera, né c'è il problema dello smaltimento.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:
            che palle... non sai neanche di che parli.

            Le centrali di IV generazione producono meno
            scorie rispetto alle attuali, ma cmq ne
            producono... e non
            poche.
            Inoltre queste centrali non saranno operative
            prima del
            2030.Prego documentare tali affermazioni.

            Per quell'anno però saranno già "disponibili" le
            centrali a fusione nucleare che - queste si -
            producono realmente 0 scorie
            radiattive.
            Le centrali a fusione invece di materiale
            radiattivo producono elio 4 che è un gas inerte,
            e non inquina qindi né l'atmosfera, né c'è il
            problema dello
            smaltimento.A maggior ragione documentare anche queste.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            che ti devo documentare?basta che vai su google e scrivi:"nucleare quarta generazione""fusione nucleare"e trovi una gran quantità di documenti scientifici, soprattutto sulla fusione... ci stiamo lavorando con l'università per migliorare il contenimento dei plasmi e quindi le prestazioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:
            che ti devo documentare?
            basta che vai su google e scrivi:
            "nucleare quarta generazione"
            "fusione nucleare"

            e trovi una gran quantità di documenti
            scientifici, soprattutto sulla fusione... ci
            stiamo lavorando con l'università per migliorare
            il contenimento dei plasmi e quindi le
            prestazioni.Che studiate all'università ? La fusione che non esiste ? Magari volevi dire fissione, eh ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...

            Che studiate all'università ? La fusione che non
            esiste ? Magari volevi dire fissione, ehNo, la tramutazione dell'oro delle tasse in stipedi :@ pura alchimia
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            ma che stai a dì... dovete sempre parlare ad muzzum
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:
            che ti devo documentare?
            basta che vai su google e scrivi:
            "nucleare quarta generazione"
            "fusione nucleare"

            e trovi una gran quantità di documenti
            scientifici, soprattutto sulla fusione... ci
            stiamo lavorando con l'università per migliorare
            il contenimento dei plasmi e quindi le
            prestazioni.appunto allora dovresti sapere molto bene quanta difficolta' esiste nel mantenere il plasma stabile per parecchio tempo nonostante i cambiamenti delle geometria della camera nel toro.Dovresti quindi sapere anche che Iter sara' l'ultimo prototipo e quindi decisivo per capire la fattibilita' tecnologica della fusione controllata usabile per produrre energia elettrica.Ora e' stato,come saprai,reperito il sito a CADARACHE in Francia.Qundi prima ITER va' costruito,vanno poi fatte le sperimentazioni e se tutti gli inghippi sono superabili si passa alla definizione della filiera commerciale.Io dico con cautela il 2050.Guardando in giro gente come Rubbia che,e' leggermente piu' preparato ed informato di noi dice la stessa cosa.Se permetti qundi dire che sono gia' pronti e' una gran panzanata degna del peggior disinformatore.Ti pare che se fosse vero la gente romperebbe ancora con la fissione? Dai ingenuo!
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...

            appunto allora dovresti sapere molto bene quanta
            difficolta' esiste nel mantenere il plasma
            stabile per parecchio tempo nonostante i
            cambiamenti delle geometria della camera nel
            toro.Dovresti quindi sapere anche che Iter sara'
            l'ultimo prototipo e quindi decisivo per capire
            la fattibilita' tecnologica della fusione
            controllata usabile per produrre energia
            elettrica.Ora e' stato,come saprai,reperito il
            sito a CADARACHE in Francia.Qundi prima ITER va'
            costruito,vanno poi fatte le sperimentazioni e se
            tutti gli inghippi sono superabili si passa alla
            definizione della filiera commerciale.Io dico con
            cautela il 2050.Guardando in giro gente come
            Rubbia che,e' leggermente piu' preparato ed
            informato di noi dice la stessa cosa.Se permetti
            qundi dire che sono gia' pronti e' una gran
            panzanata degna del peggior disinformatore.Ti
            pare che se fosse vero la gente romperebbe ancora
            con la fissione? Dai
            ingenuo!scusa dovrei avrei detto che sono già pronte?mi sembra di aver detto abbastanza chiaramente che, visto che le centrali a fissione di quarta generazione saranno pronte nel 2030, e visti i vantaggi della fusione, bastera aspettare ancora qualche anno e poter sfruttare energia molto più pulita.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:

            appunto allora dovresti sapere molto bene quanta

            difficolta' esiste nel mantenere il plasma

            stabile per parecchio tempo nonostante i

            cambiamenti delle geometria della camera nel

            toro.Dovresti quindi sapere anche che Iter sara'

            l'ultimo prototipo e quindi decisivo per capire

            la fattibilita' tecnologica della fusione

            controllata usabile per produrre energia

            elettrica.Ora e' stato,come saprai,reperito il

            sito a CADARACHE in Francia.Qundi prima ITER va'

            costruito,vanno poi fatte le sperimentazioni e
            se

            tutti gli inghippi sono superabili si passa alla

            definizione della filiera commerciale.Io dico
            con

            cautela il 2050.Guardando in giro gente come

            Rubbia che,e' leggermente piu' preparato ed

            informato di noi dice la stessa cosa.Se permetti

            qundi dire che sono gia' pronti e' una gran

            panzanata degna del peggior disinformatore.Ti

            pare che se fosse vero la gente romperebbe
            ancora

            con la fissione? Dai

            ingenuo!

            scusa dovrei avrei detto che sono già pronte?
            mi sembra di aver detto abbastanza chiaramente
            che, visto che le centrali a fissione di quarta
            generazione saranno pronte nel 2030, e visti i
            vantaggi della fusione, bastera aspettare ancora
            qualche anno e poter sfruttare energia molto più
            pulita.Qualche anno?!? Non si conosce ancora la fattibilita' tecnica e tu parli di qualche anno....fra l'altro posticipando una tecnologia che invece esiste e' provata e deve essere approvata.Mi sembra abbastanza francamente....Che sia chiaro non sono contro la fusione anzi.Se ci fosse la certezza credo che il discorso della fissione varrebbe 0.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            non è la che fusione che una cosa teorica, ci sono già reattori funzionanti, e prossimamente si inizieranno le prove serie per la produzione di energia, quindi non è una cosa così remota come vuoi far credere... la fissione ha sempre il problema dello stoccaggio, quindi secondo me vale la pena aspettare altri 10 anni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:
            che palle... non sai neanche di che parli.Vedo che invece tu sei molto preparato.

            Le centrali di IV generazione producono meno
            scorie rispetto alle attuali, ma cmq ne
            producono... e non
            poche.Falso.Le centrali di IV generazioni massimizzano il consumo di comstibile bruciando TUTTO l'uranio disponibile nelle barre compresi i prodotti di fissione cioe' le scorie.
            Inoltre queste centrali non saranno operative
            prima del
            2030.Falso.La russia ha gia' una centrale attiva.E' una questione politica non tecnica.

            Per quell'anno però saranno già "disponibili" le
            centrali a fusione nucleare che - queste si -
            producono realmente 0 scorie
            radiattive.
            Le centrali a fusione invece di materiale
            radiattivo producono elio 4 che è un gas inerte,
            e non inquina qindi né l'atmosfera, né c'è il
            problema dello
            smaltimento.Falso.La fusione nucleare e' in ultima fase sperimentativa.Il reattore ITER che verra' costruito a CADARACHE in Francia e' l'ultimo prototipo che stabilira' la fattibilita' tecnica della fusione nucleare.Non esiste al momento nulla di certo neppure dal punto di vista tecnologico.Se tutto filasse liscio (mi auguro) non vedremo nulla prima del 2050 o forse piu' tardi.Continuamo a parlare senza sapere le cose?
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...

            Falso.Le centrali di IV generazioni massimizzano
            il consumo di comstibile bruciando TUTTO l'uranio
            disponibile nelle barre compresi i prodotti di
            fissione cioe' le
            scorie.Compresi i neuroni che ti sono rimasti :D
            Falso.La russia ha gia' una centrale attiva.E'
            una questione politica non
            tecnica.Gli stessi tecnici di chernobyl? Siamo in una botte di piombo :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:

            Falso.Le centrali di IV generazioni
            massimizzano


            il consumo di comstibile bruciando TUTTO
            l'uranio

            disponibile nelle barre compresi i prodotti di

            fissione cioe' le

            scorie.

            Compresi i neuroni che ti sono rimasti :D


            Falso.La russia ha gia' una centrale attiva.E'

            una questione politica non

            tecnica.

            Gli stessi tecnici di chernobyl? Siamo in una
            botte di piombo
            :D
            a te invece il piombo circola in testa visto che che non hai altre argomentazioni
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...

            Falso.Le centrali di IV generazioni massimizzano
            il consumo di comstibile bruciando TUTTO l'uranio
            disponibile nelle barre compresi i prodotti di
            fissione cioe' le
            scorie.quindi mi stai dicendo che le centrali di 4° generazione non producono scorie? sei sicuro, l'accendiamo?la fonte qual'è?
            Falso.La russia ha gia' una centrale attiva.E'
            una questione politica non
            tecnica.dove sarebbe dislocata questa fantasmagorica centrale russa?
            Falso.La fusione nucleare e' in ultima fase
            sperimentativa.Il reattore ITER che verra'
            costruito a CADARACHE in Francia e' l'ultimo
            prototipo che stabilira' la fattibilita' tecnica
            della fusione nucleare.Non esiste al momento
            nulla di certo neppure dal punto di vista
            tecnologico.Se tutto filasse liscio (mi auguro)
            non vedremo nulla prima del 2050 o forse piu'
            tardi.
            Continuamo a parlare senza sapere le cose?Assolutamente no, il 2050 è un data fin troppo pessimistica se si tiene conto che i vari esperimenti fin'ora hanno dato tutti risultati migliori delle previsioni... il 2040 penso sia già una data più realistica, visto che la ricerca in questo campo procede a ritmo spedito.Cmq ti ripeto che le prime centrali di 4 generazione sono preveste per il 2030. Tu probabilmente stai parlando delle generazione III+, che non è una via di mezzo, e le prime centrali sono già in realizzazione, ma non mi pare ce ne siano già in funzione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:

            Falso.Le centrali di IV generazioni
            massimizzano


            il consumo di comstibile bruciando TUTTO
            l'uranio

            disponibile nelle barre compresi i prodotti di

            fissione cioe' le

            scorie.

            quindi mi stai dicendo che le centrali di 4°
            generazione non producono scorie?

            sei sicuro, l'accendiamo?

            la fonte qual'è?Una marea di documentazione che trovi su Internet,libri e qualche articolo su stampa specializzata.Se vuoi che ti precisi al 100% la IV generazione a metallo pesante brucia tutti i transuranici con emivite da migliaia di anni.Rimangono solo scorie ad alta attivita' (meno in volume) con emivite fra i 30-50 anni.Dici che sia sufficiente come moneta di scambio per emissioni nulle?


            Falso.La russia ha gia' una centrale attiva.E'

            una questione politica non

            tecnica.

            dove sarebbe dislocata questa fantasmagorica
            centrale
            russa?Ma prendi in giro? Fantasmagorica te lo tieni per le tue idee.Te la trovi su Internet.Esiste.


            Falso.La fusione nucleare e' in ultima fase

            sperimentativa.Il reattore ITER che verra'

            costruito a CADARACHE in Francia e' l'ultimo

            prototipo che stabilira' la fattibilita' tecnica

            della fusione nucleare.Non esiste al momento

            nulla di certo neppure dal punto di vista

            tecnologico.Se tutto filasse liscio (mi auguro)

            non vedremo nulla prima del 2050 o forse piu'

            tardi.

            Continuamo a parlare senza sapere le cose?

            Assolutamente no, il 2050 è un data fin troppo
            pessimistica se si tiene conto che i vari
            esperimenti fin'ora hanno dato tutti risultati
            migliori delle previsioni... il 2040 penso sia
            già una data più realistica, visto che la ricerca
            in questo campo procede a ritmo
            spedito.Ma guarda vuol dire poco perche' ITER deve essere ancora costruito e i problemi per la stabilita' del plasma continuano a sussistere.Tanto che gli stati uniti per un certo periodo sono usciti dal consorzio per percorrere strade alternative.E' una promessa non una realta'.Questa e' la differenza.

            Cmq ti ripeto che le prime centrali di 4
            generazione sono preveste per il 2030. Tu
            probabilmente stai parlando delle generazione
            III+, che non è una via di mezzo, e le prime
            centrali sono già in realizzazione, ma non mi
            pare ce ne siano già in
            funzione.No la III+ esiste gia' e sono i reattori tipo EPR,AP600/1000,ABWR,ecc.Casomai facendola piu' lunga ma ho dubbi potrebbe essere il 2020.Comunque in Giappone ci sono ABWR funzionanti.Credo sinceramente sia piu' credibile cio' che esiste gia' ed e' provato a livello tecnologico rispetto a quello che non ha la fattibilia' tecnologica concreta anche in termini temporali.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...

            Una marea di documentazione che trovi su
            Internet,libri e qualche articolo su stampa
            specializzata.
            Se vuoi che ti precisi al 100% la IV generazione
            a metallo pesante brucia tutti i transuranici con
            emivite da migliaia di anni.Rimangono solo scorie
            ad alta attivita' (meno in volume) con emivite
            fra i 30-50 anni.Dici che sia sufficiente come
            moneta di scambio per emissioni nulle?

            Ma prendi in giro? Fantasmagorica te lo tieni per
            le tue idee.Te la trovi su
            Internet.Esiste.
            se permetti, se sostieni una cosa e visto che conosci queste centrali, potresti postare facilmente e velocemente i link di queste tecnologie e soprattutto della centrale russa... sono in attesa, su google non riesco a trovare centrali nucleari di 4 generazione funzionanti in nessuna parte del mondo.

            Ma guarda vuol dire poco perche' ITER deve essere
            ancora costruito e i problemi per la stabilita'
            del plasma continuano a
            sussistere.
            Tanto che gli stati uniti per un certo periodo
            sono usciti dal consorzio per percorrere strade alternative.E' una promessa non una
            realta'.Questa e' la
            differenza.Gli Stati Uniti sono usciti dal consorzio per ben altri motivi.Anche noi in Italia siamo stati degli idioti a lasciarci sfuggire l'occasione di avere ITER in Italia...
            No la III+ esiste gia' e sono i reattori tipo
            EPR,AP600/1000,ABWR,ecc.Casomai facendola piu'
            lunga ma ho dubbi potrebbe essere il
            2020.Comunque in Giappone ci sono ABWR
            funzionanti.


            Credo sinceramente sia piu' credibile cio' che
            esiste gia' ed e' provato a livello tecnologico
            rispetto a quello che non ha la fattibilia'
            tecnologica concreta anche in termini
            temporali.Appunto ma non sono di quarta generazione, purtroppo non riesco a trovare una sola fonte che indichi in prima del 2030 l'operatività di queste centrali, a parte qualche "prototipo".
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:


            Una marea di documentazione che trovi su

            Internet,libri e qualche articolo su stampa

            specializzata.

            Se vuoi che ti precisi al 100% la IV generazione

            a metallo pesante brucia tutti i transuranici
            con

            emivite da migliaia di anni.Rimangono solo
            scorie

            ad alta attivita' (meno in volume) con emivite

            fra i 30-50 anni.Dici che sia sufficiente come

            moneta di scambio per emissioni nulle?



            Ma prendi in giro? Fantasmagorica te lo tieni
            per

            le tue idee.Te la trovi su

            Internet.Esiste.



            se permetti, se sostieni una cosa e visto che
            conosci queste centrali, potresti postare
            facilmente e velocemente i link di queste
            tecnologie e soprattutto della centrale russa...
            sono in attesa, su google non riesco a trovare
            centrali nucleari di 4 generazione funzionanti in
            nessuna parte del
            mondo.Cerca info sul Brest.




            Ma guarda vuol dire poco perche' ITER deve
            essere

            ancora costruito e i problemi per la stabilita'

            del plasma continuano a

            sussistere.

            Tanto che gli stati uniti per un certo periodo

            sono usciti dal consorzio per percorrere strade
            alternative.E' una promessa non
            una

            realta'.Questa e' la

            differenza.

            Gli Stati Uniti sono usciti dal consorzio per ben
            altri
            motivi.Per fare tipo la macchina Z oppure per esplorare altre vie visto che si e' nell'incertezza....?
            Anche noi in Italia siamo stati degli idioti a
            lasciarci sfuggire l'occasione di avere ITER in
            Italia...Beh l'Italia non va' nemmeno considerata.Gli imprenditori anziche' investire in ricerca si comprano le squadre di calcio...se e' questa la serieta'......



            No la III+ esiste gia' e sono i reattori tipo

            EPR,AP600/1000,ABWR,ecc.Casomai facendola piu'

            lunga ma ho dubbi potrebbe essere il

            2020.Comunque in Giappone ci sono ABWR

            funzionanti.





            Credo sinceramente sia piu' credibile cio' che

            esiste gia' ed e' provato a livello tecnologico

            rispetto a quello che non ha la fattibilia'

            tecnologica concreta anche in termini

            temporali.

            Appunto ma non sono di quarta generazione,
            purtroppo non riesco a trovare una sola fonte che
            indichi in prima del 2030 l'operatività di queste
            centrali, a parte qualche
            "prototipo".http://gif.inel.gov/roadmap/pdfs/gen_iv_roadmap.pdfLe Filiere le danno pronte per il 2020,al max 2025.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...

            Cerca info sul Brest.Trovato, ha molte cose in comune con la 4° generazione propota dal GIF, ma da quello che ho visto non è stato ancora realizzato ma in fase di progettazione.
            http://gif.inel.gov/roadmap/pdfs/gen_iv_roadmap.pd

            Le Filiere le danno pronte per il 2020,al max
            2025.Secondo il documento, solo il VHTR è previsto per il 2020, il resto tra il 2025/2030
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...



            Falso.La russia ha gia' una centrale attiva.E'


            una questione politica non


            tecnica.



            dove sarebbe dislocata questa fantasmagorica

            centrale

            russa?

            Ma prendi in giro? Fantasmagorica te lo tieni per
            le tue idee.Te la trovi su
            Internet.Esiste.AS SEEN ON INTERNET (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            che palle... non sai neanche di che parli.

            Vedo che invece tu sei molto preparato.



            Le centrali di IV generazione producono meno

            scorie rispetto alle attuali, ma cmq ne

            producono... e non

            poche.

            Falso.Le centrali di IV generazioni massimizzano
            il consumo di comstibile bruciando TUTTO l'uranio
            disponibile nelle barre compresi i prodotti di
            fissione cioe' le
            scorie.


            Inoltre queste centrali non saranno operative

            prima del

            2030.

            Falso.La russia ha gia' una centrale attiva.E'
            una questione politica non
            tecnica.




            Per quell'anno però saranno già "disponibili" le

            centrali a fusione nucleare che - queste si -

            producono realmente 0 scorie

            radiattive.

            Le centrali a fusione invece di materiale

            radiattivo producono elio 4 che è un gas inerte,

            e non inquina qindi né l'atmosfera, né c'è il

            problema dello

            smaltimento.

            Falso.La fusione nucleare e' in ultima fase
            sperimentativa.Il reattore ITER che verra'
            costruito a CADARACHE in Francia e' l'ultimo
            prototipo che stabilira' la fattibilita' tecnica
            della fusione nucleare.Non esiste al momento
            nulla di certo neppure dal punto di vista
            tecnologico.Se tutto filasse liscio (mi auguro)
            non vedremo nulla prima del 2050 o forse piu'
            tardi.
            Continuamo a parlare senza sapere le cose?Non prima del 2050 ? Se la fusione diventasse di massa nel giro di 5 anni i paesi industrializzati come gli USA avrebbero decine di centrali funzionanti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            che palle... non sai neanche di che parli.



            Vedo che invece tu sei molto preparato.





            Le centrali di IV generazione producono meno


            scorie rispetto alle attuali, ma cmq ne


            producono... e non


            poche.



            Falso.Le centrali di IV generazioni
            massimizzano


            il consumo di comstibile bruciando TUTTO
            l'uranio

            disponibile nelle barre compresi i prodotti di

            fissione cioe' le

            scorie.




            Inoltre queste centrali non saranno operative


            prima del


            2030.



            Falso.La russia ha gia' una centrale attiva.E'

            una questione politica non

            tecnica.







            Per quell'anno però saranno già "disponibili"
            le


            centrali a fusione nucleare che - queste si -


            producono realmente 0 scorie


            radiattive.


            Le centrali a fusione invece di materiale


            radiattivo producono elio 4 che è un gas
            inerte,


            e non inquina qindi né l'atmosfera, né c'è il


            problema dello


            smaltimento.



            Falso.La fusione nucleare e' in ultima fase

            sperimentativa.Il reattore ITER che verra'

            costruito a CADARACHE in Francia e' l'ultimo

            prototipo che stabilira' la fattibilita' tecnica

            della fusione nucleare.Non esiste al momento

            nulla di certo neppure dal punto di vista

            tecnologico.Se tutto filasse liscio (mi auguro)

            non vedremo nulla prima del 2050 o forse piu'

            tardi.

            Continuamo a parlare senza sapere le cose?

            Non prima del 2050 ? Se la fusione diventasse di
            massa nel giro di 5 anni i paesi industrializzati
            come gli USA avrebbero decine di centrali
            funzionanti.Ma hai letto quello che ho scritto? Non si tratta di una questione politica ma tecnica.Perche' devi alimentare la cultura del sospetto e il dubbio dove non esiste.Ti suggerisco di rivederti la fisica dei plasmi nel in fase di confinamento magnetico.Vedrai quali problemi complessi ci sono.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che palle...
          - Scritto da:
          mikia quanta ingoranza... il nucleare che brucia
          le scorie
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)

          ma da dove vieni dal paleolitico... informati
          prima di dire
          vaccate.Ma che ci fate con internet ? Ma svegliatevi, Google usatelo per cercare le notizie, non solo quello che vi viene inculcato da giornalisti o esponenti di questo o quel partito! : --------http://f40.iaea.org/worldatom/Periodicals/Bulletin/Bull392/arkhipov.html Future nuclear energy systems:Generating electricity, burning wastesMerging the technology of accelerators with reactors holds the promise of producing energy, and incinerating plutonium and radioactive wastesby Viktor ArkhipovOne of the greatest challenges in the use of nuclear energy is the highly radioactive waste which is generated during power production. It must be dealt with safely and effectively. While technical solutions exist, including deep geological repositories, progress in the disposal of radioactive waste has been influenced, and in many cases delayed, by public perceptions about the safety of the technology. One of the primary reasons for this is the long life of many of the radioisotopes generated from fission, with half-lives on the order of 100,000 to a million years. Problems of perception could be reduced to an essential degree if there were a way to burn or destroy the most toxic long-lived radioactive wastes during the production of energy.A new technological option, or rather a viable development of earlier ideas, has been introduced recently. It merges accelerator and fission reactor technologies into a single system that has the potential to efficiently generate electricity from nuclear fission and/or transmute the long-lived radioactive wastes. In its simplest form, this accelerator-driven energy production concept uses neutrons produced by a high-energy proton beam to drive a blanket assembly containing fissionable fuel and radioactive wastes. The blanket assembly is like a reactor in that fission is the source of power. Unlike a conventional reactor, however, it is sub-critical and without the accelerator cannot sustain a chain-reaction. The fuel for this system could be uranium, plutonium, or thorium.Even as it destroys highly radioactive wastes, the accelerator-driven system would help to meet rising energy needs by producing electricity, the most convenient and versatile form of energy. Demand for all energy sources is going to increase over the next two decades, if only to meet the needs of the world's growing population, which the United Nations estimates will approach 8.5 billion people by the year 2025. [...]Challenges and opportunitiesMany technical and engineering questions remain to be explored and answered before the potential of the ADS concept can be demonstrated. The work ahead will require greater international co-operation to pool expertise and resources.In many respects, accelerator-driven systems are worth pursuing. By producing electricity, they can contribute to the world's growing energy needs, and by incinerating plutonium and highly radioactive wastes, they can contribute to the goals of environmental protection and safe waste management. Some types of ADS being developed can produce energy from the abundant element thorium in a safe, sub-critical blanket assembly with a minimal nuclear waste stream. Beyond this, there is the promise of systems with the goal to burn weapons plutonium and to incinerate spent nuclear fuel, including its major fission products, from commercial nuclear power plants.Presently a number of national and regional scientific institutes and laboratories around the world are engaged in research and development of accelerator-driven systems. At the global level, the IAEA's programmes in this field are helping to promote the exchange of information and co-operative research on specific topics. The work is indicative of the heightened interest in ADS technology as a practical tool for contributing to international energy and environmental goals.Mr. Arkhipov is a consultant in the IAEA Division of Nuclear Power and the Fuel Cycle, Nuclear Power Technology Development Section. ---------
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...

            http://f40.iaea.org/worldatom/Periodicals/Bulletin
            Oste com'è il vino?Buono! Che ti devono dire questi qua? :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            si, ma le scorie rimangono... un conto è un ciclo chiuso dove smaltire le scorie... un conto è lo stoccaggio, cosa ben differente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:
            si, ma le scorie rimangono... un conto è un ciclo
            chiuso dove smaltire le scorie... un conto è lo
            stoccaggio, cosa ben
            differente.Infatti per il ciclo chiuso esistono gia' le tecnologie per impedire il processo Purex.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...


            si, ma le scorie rimangono... un conto è un
            ciclo

            chiuso dove smaltire le scorie... un conto è lo

            stoccaggio, cosa ben

            differente.

            Infatti per il ciclo chiuso esistono gia' le
            tecnologie per impedire il processo
            Purex.Si il giardino di casa tua :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:


            si, ma le scorie rimangono... un conto è un

            ciclo


            chiuso dove smaltire le scorie... un conto è
            lo


            stoccaggio, cosa ben


            differente.



            Infatti per il ciclo chiuso esistono gia' le

            tecnologie per impedire il processo

            Purex.
            Si il giardino di casa tua :@ E' meglio che ti documenti invece di far tanto l'oscurantista......
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...



            Infatti per il ciclo chiuso esistono gia' le


            tecnologie per impedire il processo


            Purex.

            Si il giardino di casa tua :@

            E' meglio che ti documenti invece di far tanto
            l'oscurantista......Già, è vero, se la tecnologia in questione è in iran, ci pensano i marines :@ Sempre meglio il giardino di casa...
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:



            Infatti per il ciclo chiuso esistono gia' le



            tecnologie per impedire il processo



            Purex.


            Si il giardino di casa tua :@



            E' meglio che ti documenti invece di far tanto

            l'oscurantista......
            Già, è vero, se la tecnologia in questione è in
            iran, ci pensano i marines :@

            Sempre meglio il giardino di casa...Io sto parlando di nucleare riconosciuto dall'IAEA.Se l'Iran non permette le visite degli ispettori come subisce OGNI paese che ha impianti nucleari per uso civile con in piu' l'opzione di arricchimento e riprocessamento,permetti che ci sia un poco di allarsmismo? Le dichiarazioni del presidente iraniano oltrettutto non sono delle piu' tranquillizzanti.Ad ogni modo si nota come la tua opposizione al nucleare sia squisitamente dettata da ragioni politiche e non tecniche,quindi e' inutile aprire un dibattito con qui e' prevenuto in partenza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...

            Io sto parlando di nucleare riconosciuto
            dall'IAEA.Se l'Iran non permette le visite degli
            ispettori come subisce OGNI paese che ha impianti
            nucleari per uso civile con in piu' l'opzione di
            arricchimento e riprocessamento,permetti che ci
            sia un poco di allarsmismo? Le dichiarazioni del
            presidente iraniano oltrettutto non sono delle
            piu'
            tranquillizzanti.Già meglio il presidente usa, che impedisce le visite a casa sua, e di armi di distruzione di massa lui ne hanno parecchie!L'impiccato non ne aveva neanche una, ma si sa la storia la scrivono i VINCITORI!
            Ad ogni modo si nota come la tua opposizione al
            nucleare sia squisitamente dettata da ragioni
            politiche e non tecniche,quindi e' inutile aprire
            un dibattito con qui e' prevenuto in
            partenza.NO, la mia posizione è dovuta al fatto che è una tecnologia INTRINSICAMENTE INSICURA!Oltre che naturalmente con lo stesso limite del petrolio: L'URANIO NON DURA IN ETERNO!Ti sei mai chiesto quanti anni durerebbe?L'unica soluzione DEFINITIVA sono le energie RINNOVABILI e partono tutte dal reattore nucleare che abbiamo in cielo!Se NON la capisci che te lo spiego a fare :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            Ultimo tentativo, radiazioni == pericolo punto. che te lo spiego a fare...
            Dunque mai sentito parlare del fatto che i
            reattori termici bruciano il 3% del combustibile
            presente nelle barre? Mai sentito parlare del
            fatto che si puo' bruciare il 100% + le scorie?
            Se fai due conti matematici vedrai che le riserve
            di uranio si moltiplicheranno a migliaia di anni
            addirittura quando forse noi non ci saremi
            piu'.Spostare il problema di un anno o un migliaio non lo risolve punto. che te lo spiego a fare
            Allora le energie rinnovabili sono (purtroppo) a
            bassa efficienza nella conversione elettrica,non
            continuative per erogazione di energia e a
            bassissima densita' di potenza.Premesso che la
            situazione puo' migliorare nel corso dei decenni
            rimangono purtroppo dei difetti strutturali gravi
            ed incolmabili.Tali fonti non possono sostituire
            le fonti tradizionali per questi motivi di
            carattere tecnico e non politico come invece lo
            e' per il
            nucleare.

            Se domani saltasse fuori una tecnologia che mi
            permette di costruire una centrale solare delle
            stesse dimensioni di una tradizionale con potenze
            da 1500MWe e con continuita'di servizio a 24x7
            allora non vedrei problemi per abbandonare
            definitivamente la fonte nucleare.In trent'anni
            tuttavia non ci si mai nemmeno avvicinati ad
            ipotizzare tale traguardo nell'ambito
            scientifico.Che questo modello di produzione e distribuzione dell'energia potrebbe essere superato non ti sfiora minimamente? :D Continuare a sprecare tempo e denaro su tecnologie superate e dannose è inutile, ma che te lo spiego a fare :D
            Che dici,ascoltiamo la piazza,le
            bandiere e gli slogan oppure la
            scienza?
            O magari provi ad accendere i neuroni non bruciati dalle radiazioni? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:
            Ultimo tentativo, radiazioni == pericolo punto.Ci sarebbe un lunghissimo discorso tecnico,non te la cavi con 2 parole.Non e' cosi' che si risolvono i problemi.Ultimo tentativo = non abbiamo energia che facciamo? la produci te?
            che te lo spiego a
            fare...


            Dunque mai sentito parlare del fatto che i

            reattori termici bruciano il 3% del combustibile

            presente nelle barre? Mai sentito parlare del

            fatto che si puo' bruciare il 100% + le scorie?

            Se fai due conti matematici vedrai che le
            riserve

            di uranio si moltiplicheranno a migliaia di anni

            addirittura quando forse noi non ci saremi

            piu'.

            Spostare il problema di un anno o un migliaio non
            lo risolve punto. che te lo spiego a
            fareAh bel modo di ragionare.In questi termini anche il solare non e' rinnovabile....Ti rendi conto che il tuo discorso non regge?


            Allora le energie rinnovabili sono (purtroppo) a

            bassa efficienza nella conversione elettrica,non

            continuative per erogazione di energia e a

            bassissima densita' di potenza.Premesso che la

            situazione puo' migliorare nel corso dei decenni

            rimangono purtroppo dei difetti strutturali
            gravi

            ed incolmabili.Tali fonti non possono sostituire

            le fonti tradizionali per questi motivi di

            carattere tecnico e non politico come invece lo

            e' per il

            nucleare.



            Se domani saltasse fuori una tecnologia che mi

            permette di costruire una centrale solare delle

            stesse dimensioni di una tradizionale con
            potenze

            da 1500MWe e con continuita'di servizio a 24x7

            allora non vedrei problemi per abbandonare

            definitivamente la fonte nucleare.In trent'anni

            tuttavia non ci si mai nemmeno avvicinati ad

            ipotizzare tale traguardo nell'ambito

            scientifico.

            Che questo modello di produzione e distribuzione
            dell'energia potrebbe essere superato non ti
            sfiora minimamente? :DMi sfiora da sempre,l'unica cosa che non mi sfiora ma mi irrita e' sentire persone che credeono a cio' che e' irrealizzabile scientificamente perche' politicamente si puo' tutto.Nessun vecchio modello,piu' attuale che mai perche' non esiste alternativa SOSTENIBILE.Difficile da accettare vero?

            Continuare a sprecare tempo e denaro su
            tecnologie superate e dannose è inutile, ma che
            te lo spiego a fare :DBene allora lo faccio io come il resto del mondo.Se non ti sei reso conto siamo gli unici a credere all'irrealizzabile.Mai sfiorato che forse stiamo sbagliando? Sia alla verita' rivelata...eh?



            Che dici,ascoltiamo la piazza,le

            bandiere e gli slogan oppure la

            scienza?


            O magari provi ad accendere i neuroni non
            bruciati dalle radiazioni?
            :DOh ma che simpatico!Peccato che tu non mi abbia ancora fornito uno straccio di difesa tecnica a vantaggio delle tue tesi (come del resto tutti quelli che la pensano come te...).Bravi continuate a fare gli struzzi e a non affrontare i problemi.L'unica differenza e' che noi non pagheremo per le vostre personalissime decisioni senza nessun fondamente scientifico e basate sull'irrazionalismo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            se come modello di distribuzione e di produzione ti riferisci alla classica decentralizzaione ti fermo subito.Non basta per colmare il gap dei fossili.Bisogna per forza ricorrere a qualche altra fonte che produca tanta energia continuativamente.Come ve lo devo far capire? Non e' un problema politico e' TECNOLOGICO!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che palle...
      Le centrali nucleari gestite da IMPRENDITORI ITALIANI come Tronchetti Provera !!?!?!?! :|Dopo un mese di attivita' scopriremmo che :-I rifiuti vengono rilasciati nel canale di scolo sotto casa di qualche contadino ignorante, che ha firmato per la responsabilita'.-Le norme di sicurezza non sono rispettate, e gli impiegati andrebbero ad ammalarsi.-L'energia rimarrebbe ai prezzi di sempre, ma in compenso ci becchiamo i rischi di un incidente.-Al momento di dover smantellare tutto, i nostri figli si troverebbero a dover lottare per non farsi interrare, sotto casa, tonnellate di sbobba radioattiva, mal cementata e con qualche pentito infilato nell'impasto.Se non fossimo in Italia, sarei daccordo per le centrali nucleari, ma visto che il nostro belpaese e' quello che e'.... meglio non mettersi strane idee in testa.La targa di benvenuto del mio Comune recita :-Comune Denuclearizzato.-Questo Comune e' contrario ad ogni forma di guerra.-Benvenuti (in 4 lingue).Mi piace cosi', nulla da togliere.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che palle...
        - Scritto da:
        Le centrali nucleari gestite da IMPRENDITORI
        ITALIANI come Tronchetti Provera !!?!?!?!
        :|

        Dopo un mese di attivita' scopriremmo che :

        -I rifiuti vengono rilasciati nel canale di scolo
        sotto casa di qualche contadino ignorante, che ha
        firmato per la
        responsabilita'.

        -Le norme di sicurezza non sono rispettate, e gli
        impiegati andrebbero ad
        ammalarsi.

        -L'energia rimarrebbe ai prezzi di sempre, ma in
        compenso ci becchiamo i rischi di un
        incidente.

        -Al momento di dover smantellare tutto, i nostri
        figli si troverebbero a dover lottare per non
        farsi interrare, sotto casa, tonnellate di sbobba
        radioattiva, mal cementata e con qualche pentito
        infilato
        nell'impasto.

        Se non fossimo in Italia, sarei daccordo per le
        centrali nucleari, ma visto che il nostro
        belpaese e' quello che e'.... meglio non mettersi
        strane idee in
        testa.

        La targa di benvenuto del mio Comune recita :

        -Comune Denuclearizzato.
        -Questo Comune e' contrario ad ogni forma di
        guerra.
        -Benvenuti (in 4 lingue).

        Mi piace cosi', nulla da togliere.Ti rimando ad una sana lettura sulla documentazione relativa alle centrali nucleari di IV generazione.Ti suggerisco se e' troppo lunga la storia di visitare http://www.archivionucleare.com dove li trovi persone (italiane) che di nucleare ne sanno qualcosa perche' ci lavorano.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che palle...

        Se non fossimo in Italia, sarei daccordo per le
        centrali nucleari, ma visto che il nostro
        belpaese e' quello che e'.... meglio non mettersi
        strane idee in
        testa.

        La targa di benvenuto del mio Comune recita :

        -Comune Denuclearizzato.
        -Questo Comune e' contrario ad ogni forma di
        guerra.
        -Benvenuti (in 4 lingue).

        Mi piace cosi', nulla da togliere.Il nucleare in Italia, fino a quando c'e' stato, era ai massimi livelli di ricerca, posa in opera e gestione.Ma tu va pure fiero del tuo comune che vive di energia nucleare elettrica francese, sulla quale non hai alcun controllo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che palle...

          Che le cause dei tumori non sono ancora chiare e
          che la gente muore di tumore anche senza
          rigassificatore.I casi sono due o lavori per l'industria nucleare, o lavori per quella del tabacco "thank you for smoking" :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:

            Che le cause dei tumori non sono ancora chiare e

            che la gente muore di tumore anche senza

            rigassificatore.
            I casi sono due o lavori per l'industria
            nucleare, o lavori per quella del tabacco "thank
            you for smoking" :DInvece il tuo caso e' uno solo, non hai argomenti e non ti resta che aggredire me invece di quello che dico...
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...


            I casi sono due o lavori per l'industria

            nucleare, o lavori per quella del tabacco "thank

            you for smoking" :D

            Invece il tuo caso e' uno solo, non hai argomenti
            e non ti resta che aggredire me invece di quello
            che
            dico...... O non ho trovato traccia di argomenti nella tua dotta esposizione :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:


            I casi sono due o lavori per l'industria


            nucleare, o lavori per quella del tabacco
            "thank


            you for smoking" :D



            Invece il tuo caso e' uno solo, non hai
            argomenti

            e non ti resta che aggredire me invece di quello

            che

            dico...
            ... O non ho trovato traccia di argomenti nella
            tua dotta esposizione :@Suona falso, ne hai trovati a sufficienza per darmi del venduto. Cio' nonostante anche qui continui ad attaccare ad personam. Forza, vediamo se hai da dire, replica al fatto che le cause dei tumori non sono ancora chiare e che la gente muore di tumore anche senza rigassificatore.O vuoi giocare a fare il superiore senza dire nulla? Comodo eh?
        • Anonimo scrive:
          Re: Che palle...
          - Scritto da:
          Concludo :
          Dalle mie parti c'e' un "Rigassificatore".
          La gente sta morendo di tumore.
          La percentuale di gente colta da tumore aumenta,
          e i responsabili non hanno nemmeno un
          nome.
          perdona la mia ignoranza,ma non capisco il collegamentotra rigassificatore e tumore.il gas viene portato a bassissimetemperature per diventare liquido,caricato sulle navi e portatoai rigassificatori che non fanno altro che scaldarlo per riportarloin fase gas....non riesco a capire,ti puoi spiegare meglio?
    • Anonimo scrive:
      Re: Che palle...
      Qui la destra o la sinistra non c'entrano una minchia: c'entra il buon senso.Con le fonti rinnovabili non si riesce a coprire il fabbisogno di energia. O importi gas e petrolio per bruciralo nelle centrali elettriche, o ti costruisci le tue centrali nucleari e oltre ad essere indipendente dall'estero ne vendi pure.Non oso pero' immaginare come possa venire gestita una centrale nucleare in Italia.Forse e' meglio restare sul petrolio ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Che palle...

        Con le fonti rinnovabili non si riesce a coprire
        il fabbisogno di energia. O importi gas e
        petrolio per bruciralo nelle centrali elettriche,
        o ti costruisci le tue centrali nucleari e oltre
        ad essere indipendente dall'estero ne vendi
        pure.Già perchè l'uranio cresce sugli alberi :DQuanta ingnoranza!
    • Anonimo scrive:
      Che sei il santo marziano ?
      Sembreresti la vittima dell'universo, possibile che solo tu ??? Non ci credo
      • Anonimo scrive:
        Re: Che sei il santo marziano ?
        - Scritto da:
        Sembreresti la vittima dell'universo, possibile
        che solo tu ??? Non ci
        credoCome preferisci.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che palle...

      Io chiudo il rubinetto quando mi lavo i denti,
      chiudo la doccia quando mi insapono, spengo la
      luce quando non serve, regolo il termosifone in
      funzione di quanto e quando mi serve il caldo in
      casa, guido un'auto a metano. Che devo fare di
      più, devo pure cenare al buio?Perchè tanti hanno già dato il loro contributo spegnendo il CERVELLO, consumava troppo... :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Che palle...

      CONCORDO RAGAZZO concordo!!!!!! quando ne abbiamo
      una decina al confine con la Francia che in caso
      di problemi ci devasterebbero
      comunque!!Già, visto che abbiamo tanti mafiosi, giriamo tutti con la coppola, grande genio torna a giocare con l'uranio, vai, quando vedi una luce azzurrina chiamaci :@
      • Anonimo scrive:
        Re: Che palle...
        - Scritto da:

        CONCORDO RAGAZZO concordo!!!!!! quando ne
        abbiamo

        una decina al confine con la Francia che in
        caso

        di problemi ci devasterebbero

        comunque!!
        Già, visto che abbiamo tanti mafiosi, giriamo
        tutti con la coppolaSe ti piace, fai pure, purche' non ci disturbi ancora con paragoni insulsi, ok?
        • Anonimo scrive:
          Re: Che palle...



          CONCORDO RAGAZZO concordo!!!!!! quando ne

          abbiamo


          una decina al confine con la Francia che in

          caso


          di problemi ci devasterebbero


          comunque!!

          Già, visto che abbiamo tanti mafiosi, giriamo

          tutti con la coppola

          Se ti piace, fai pure, purche' non ci disturbi
          ancora con paragoni insulsi,
          ok?OK prova questo: "il sonno della ragione genera mostri", continua pure a dormire :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...
            - Scritto da:



            CONCORDO RAGAZZO concordo!!!!!! quando ne


            abbiamo



            una decina al confine con la Francia che in


            caso



            di problemi ci devasterebbero



            comunque!!


            Già, visto che abbiamo tanti mafiosi, giriamo


            tutti con la coppola



            Se ti piace, fai pure, purche' non ci disturbi

            ancora con paragoni insulsi,

            ok?
            OK prova questo: "il sonno della ragione genera
            mostri", continua pure a dormire
            :DTi ho detto di andartene, non sei utile alla conversazione. Si ho capito i tuoi messaggi sin dal primo sciocco invadente. No non me ne frega nulla che ti senti piu' intelligente con i detti (+ fantasia ragazzo), non sei abbastanza furbo da capire che ti snobbo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che palle...

      INFATTI IL NUCLEARE Inquina meno di tutti!! se ci
      levi le scorie
      :DSolo questo piccolissimo dettaglio, lasciare in eredità ai nostri figli una pattumiera riscaldata dall'effetto serra, o una nucleare!Tutto per non rinunciare al comodissimo SUV per fare la spesa :@
      • Anonimo scrive:
        Re: Che palle...
        - Scritto da:

        INFATTI IL NUCLEARE Inquina meno di tutti!! se
        ci

        levi le scorie

        :D
        Solo questo piccolissimo dettaglio, lasciare in
        eredità ai nostri figli una pattumiera riscaldata
        dall'effetto serraL'immissione di gas nocivi all'ozono da parte dell'uomo e' di 1 su 160. Ma illuditi che sia colpa nostra, fa trendy e ti da qualcosa per cui lottare, e poi cosi' ti fanno votare dove vogliono.
        o una nucleare!Attualmente dato che ci sono moltissime centrali in moltissimi paesi, direi che la scelta e' stata gia' fatta e l'Italia non puo' nemmeno sapere dove sono le scorie, magari ai nostri confini, o nel mare dove peschiamo.
        Tutto per non rinunciare al comodissimo SUV per
        fare la spesa :@O che palle!!! Non abbiamo tutti il suv, ok? Abbiamo in gran parte tutti delle macchine qualunque.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che palle...


          Solo questo piccolissimo dettaglio, lasciare in

          eredità ai nostri figli una pattumiera
          riscaldata

          dall'effetto serra

          L'immissione di gas nocivi all'ozono da parte
          dell'uomo e' di 1 su 160. Ma illuditi che sia
          colpa nostra, fa trendy e ti da qualcosa per cui
          lottare, e poi cosi' ti fanno votare dove
          vogliono.ozono != effetto serra, ciao genio riprova :@
      • Anonimo scrive:
        Re: Che palle...
        - Scritto da:
        Solo questo piccolissimo dettaglio, lasciare in
        eredità ai nostri figli una pattumiera riscaldata
        dall'effetto serra, o una
        nucleare!
        Tutto per non rinunciare al comodissimo SUV per
        fare la spesa :@In realtà servirebbe per non farsi superare dal burkina faso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che palle...


          Solo questo piccolissimo dettaglio, lasciare in

          eredità ai nostri figli una pattumiera
          riscaldata

          dall'effetto serra, o una

          nucleare!

          Tutto per non rinunciare al comodissimo SUV per

          fare la spesa :@

          In realtà servirebbe per non farsi superare dal
          burkina
          faso.Vuoi dire che ci sono più Marco Ranzani in africa? :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Che palle...

      Vogliamo parlare della tecnologia
      che brucia le scorie? Si quella per cui vi
      spaventate molto? beh finche' noi abbiamo Scanio
      che dice le sue idiozie loro hanno gli scienziati
      che hanno trovato il modo per bruciarle e gli
      italiani non ne sanno nulla perche' ancora,
      l'informazione di un certo tipo non deve
      circolare. Vuoi dire l'informazione che trovo su "le scienze" all'edicola sotto casa?Miiii come lavorano male sti servizi segreti italiani :D
    • gerry scrive:
      Re: Che palle...
      - Scritto da:

      CONCORDO RAGAZZO concordo!!!!!! quando ne
      abbiamo

      una decina al confine con la Francia che in
      caso

      di problemi ci devasterebbero

      comunque!!

      Anche in Slovenia ce n'e' almeno una molto vicina
      all'Italia.Ma il problema non sono le centrali, il problema è trovare un posto dove buttare le scorie poi visto che nemmeno il più remoto paesino sardo le vuole tenere
      • Anonimo scrive:
        Re: Che palle...

        Ma il problema non sono le centrali, il problema
        è trovare un posto dove buttare le scorie poi
        visto che nemmeno il più remoto paesino sardo le
        vuole
        tenerebasta trovare una miniera abbadonata in un posto deserto, o costruire un sito di stoccaggio ad hoc in un posto dove non dafastidio a nessuno
        • gerry scrive:
          Re: Che palle...
          - Scritto da:
          basta trovare una miniera abbadonata in un posto
          deserto, o costruire un sito di stoccaggio ad hoc
          in un posto dove non dafastidio a
          nessunoFaccio notare che l'ultima volta che l'hanno fatto una paese intero si è sdraiato sui binari del treno per impedirlo.E questi non sono nemmeno "rifiuti previsti", ma scorie materialmente esistenti che nel bene e nel male dobbiamo gestire.Faccio notare anche che siamo in un paese che dette scorie ce le ha sulle balle da 20 anni (quest'anno il ventennale) e ancora stiamo decidendo dove metterle.Non fa un po' paura pensare di riaprire centrali nucleari quando nemmeno abbiamoa vuto il coraggio di affrontare questa questione?
    • Anonimo scrive:
      Re: Che palle...
      Per non parlare dei centri commerciali dove d'inverno ci potresti andare a maniche corte e d'estate l'aria condizionata è talmente forte che ti devi portare il maglioncino.Oppure il frigorifero, d'inverno prima lo riscaldiamo bene bene a 20C poi lui raffredda a 4C, quando magari di fuori fa 0C, ma non l'hanno inventata ancora una tecnologia che sfrutta la normale temperatura esterna?Ma ci sarebbero altri 100 esempi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Che palle...

        Oppure il frigorifero, d'inverno prima lo
        riscaldiamo bene bene a 20C poi lui raffredda a
        4C, quando magari di fuori fa 0C, ma non l'hanno
        inventata ancora una tecnologia che sfrutta la
        normale temperatura
        esterna?La normale temperatura esterna e' normalmente variabile e poco pratica da sfruttare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che palle...
          - Scritto da:


          Oppure il frigorifero, d'inverno prima lo

          riscaldiamo bene bene a 20C poi lui raffredda a

          4C, quando magari di fuori fa 0C, ma non l'hanno

          inventata ancora una tecnologia che sfrutta la

          normale temperatura

          esterna?

          La normale temperatura esterna e' normalmente
          variabile e poco pratica da
          sfruttare.In tanti paesi non esistono i termosifoni perchè non ne hanno bisogno, in altri paesi non esistono i frigoriferi perchè basta mettere la roba in una cassetta fuori dalla finestra.Se il clima è sotto i 4-5 gradi per buona parte dell'anno, (o magari anche solo la notte) potrebbe essere possibile sfruttare la temperatura esterna (in qualche modo) e far attivare il frigo son un normale termostato.Certo qui in italia sarebbe poco praticabile, ma in paesi come l'alaska, canada, nord europa, ecc, potrebbe essere un grande risparmio energetico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che palle...
      - Scritto da: carobeppe
      Perché non guardate che in
      città ci sono tante macchine quante persone, con
      una persona sola a bordo ed i bus
      deserti ?ok. non sei mai stato in città :-o
    • Anonimo scrive:
      Re: Che palle...

      Per fortuna ci sono loro, fossero tutti come te e
      ragionassero come te....faremmo la fine degli
      stati uniti d'america primi 'produttori
      d'inquinamento al
      mondo'!guarda che il nucleare è energia pulita, informati, non produce inquinamento atmosferico, l'unico problema è lo stoccaggio delle scorie radioattive, ma basta portarle sotto terra in qualche miniera abbandonata e non danno fastidio a nessuno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che palle...

        guarda che il nucleare è energia pulita,
        informati, non produce inquinamento atmosferico,
        l'unico problema è lo stoccaggio delle scorie
        radioattive, ma basta portarle sotto terra in
        qualche miniera abbandonata e non danno fastidio
        a nessuno."piccolo problema" ? Un maestro di understatment o lavori per loro?P.S. se nel frattempo le mettiamo nella cantina di casa TUA? :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Che palle...
          mi spiace, ritenta, non hai capito una cippa
          • Anonimo scrive:
            Re: Che palle...

            mi spiace, ritenta, non hai capito una cippaSorry, rule #1 don't feed the:(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
        • Anonimo scrive:
          Re: Che palle...
          - Scritto da:

          guarda che il nucleare è energia pulita,

          informati, non produce inquinamento atmosferico,

          l'unico problema è lo stoccaggio delle scorie

          radioattive, ma basta portarle sotto terra in

          qualche miniera abbandonata e non danno fastidio

          a nessuno.
          "piccolo problema" ? Un maestro di understatment
          o lavori per
          loro?
          P.S. se nel frattempo le mettiamo nella cantina
          di casa TUA? :Dma LOL.... se scavi abbastanza in profondità e paghi bene, che dire.... quando cominciano i lavori??
      • Anonimo scrive:
        Re: Che palle...
        - Scritto da:

        Per fortuna ci sono loro, fossero tutti come te
        e

        ragionassero come te....faremmo la fine degli

        stati uniti d'america primi 'produttori

        d'inquinamento al

        mondo'!


        guarda che il nucleare è energia pulita,
        informati, non produce inquinamento atmosferico,
        l'unico problema è lo stoccaggio delle scorie
        radioattive, ma basta portarle sotto terra in
        qualche miniera abbandonata e non danno fastidio
        a nessuno.
        No,adesso finche' noi parliamo da vent'anni sono quasi pronte le centrali che bruciano le scorie.Come vedi noi parliamo gli altri investono,producono e lavorano.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che palle...

          No,adesso finche' noi parliamo da vent'anni sono
          quasi pronte le centrali che bruciano le
          scorie.Che parola grossa "QUASI", quando saranno pronte, facci un fischio :@Nel frattempo queste tonnellate di scorie, le parcheggiamo nel giardino di casa tua, tanto sono innocue, vero? :@
Chiudi i commenti