SpaceX con Vodafone per portare Starlink nel Regno Unito?

SpaceX con Vodafone per portare Starlink in UK?

Il Telegraph ipotizza una stretta di mano ufficializzata a breve per consentire al progetto di Elon Musk un'espansione sul territorio del Regno Unito.
Il Telegraph ipotizza una stretta di mano ufficializzata a breve per consentire al progetto di Elon Musk un'espansione sul territorio del Regno Unito.

Il team al lavoro sul progetto Starlink sarebbe impegnato in una trattativa con il gruppo Vodafone, al fine di poter estendere in modo importante il raggio d'azione del proprio servizio sul territorio britannico. È quanto riportato dal Telegraph, in riferimento alle ambizioni più volte manifestate da Elon Musk con l'iniziativa messa in campo per offrire a tutti un accesso a Internet dallo spazio.

Possibile accordo tra Starlink e Vodafone per il Regno Unito

Un portavoce della telco interpellato dalla testata non ha smentito l'indiscrezione, confermando anzi le discussioni intavolate con diverse realtà al fine di stipulare un contratto riguardante la connettività via satellite, senza però citare in modo diretto le società coinvolte o altri dettagli.

L'eventuale stretta di mano tra le parti potrebbe prevedere l'impiego, da parte di Starlink, sia delle infrastrutture gestite da Vodafone collocate al suolo sia di parte delle frequenze (nella banda dei 28 GHz) assegnate in licenza all'operatore.

Nel territorio UK, Elon Musk e i suoi dovranno fare i conti con OneWeb, con sede proprio nella capitale inglese e anch'essa al lavoro ormai da tempo con il medesimo obiettivo, impegnata nel realizzare una costellazione di satelliti attraverso la quale fornire connettività a partire dalle zone ancora colpite dalla piaga del divario digitale. Il progetto è sostenuto, tra gli altri, dal governo britannico che detiene circa un quinto della quota complessiva.

Questa la velocità di Starlink nell'attuale fase beta, secondo un test condotto di recente da Speedcheck: 50 Mbps in download, 13 Mbps in upload e latenza pari a 57 ms (i valori promessi sono tra i 50 e i 150 Mbps di banda e latenza compresa tra 20 e 40 ms). Si tratta ovviamente di valori medi, rilevati negli Stati Uniti e in Canada, con la situazione destinata a migliorare nel tempo. La copertura è prevista anche in Italia, dove è già disponibile l'offerta concorrente di TIM SUPER SAT lanciata dalla telco in collaborazione con Eutelsat.

Fonte: The Telegraph
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti