Spagna-Marocco e cyberwar

Attacchi di cracker sulla vicenda dell'isola


Roma – Se la questione della gestione e dell’appartenenza dell’isolotto di Perejil a largo delle coste marocchine è ora al vaglio della diplomazia spagnola e marocchina dopo due settimane di tensioni tra i paesi, a quanto pare non tutti vogliono sotterrare l’ascia di guerra.

Due giorni fa è infatti stato aggredito il sito dell’Ufficio nazionale del Turismo del marocco, dove un cracker di origine probabilmente spagnola ha piazzato una bandiera del proprio paese e un annuncio: “voi tenetevi Perejil, noi ci teniamo i vostri siti”.

Il giorno dopo, un cracker che si fa chiamare BreaKice e dice di essere marocchino ha iniziato a modificare le pagine di alcuni siti spagnoli, come quello del porto di Barcellona, inserendo dichiarazioni minacciose, come “la guerra che la Spagna ha dichiarato avrà pesanti conseguenze per tutti”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti