Spam, da oggi fatto in casa

Non solo algoritmi dietro i messaggi spazzatura: lavoratori sottopagati postano nel tentativo di aggirare i filtri

Roma – Sistemi per controllare commenti, email indesiderate e altre forme di spam ce ne sono, ma gli spammer sembrano essersi evoluti: oggi accanto ai mezzi classici che fanno affidamento su sistemi automatizzati di produzione di messaggi (e proprio per questo distinguibili e presto resi inoffensivi dallo sviluppo di altrettanto automatizzate contromosse), sembra siano sempre di più i lavoratori indiani, turchi e del sud est asiatico sottopagati per disseminare messaggi spazzatura. La grammatica, consola riflettere, resterà inconfondibile.

A riferirlo è lo studio effettuato dall’ anti-spammer Akismet : la principale conseguenza di una produzione dietro cui non vi è un computer ma un uomo è che lo spam così creato aggira un primo filtro che si limita a verificare una più o meno diretta corrispondenza al contenuto commentato.

Grande sviluppo stanno avendo pingback a blog costruiti ad hoc – spesso anche con sistemi automatizzati – per attirare traffico e che utilizzano plugin specifici per inviare le notifiche ad altri blog e puntare alla reciprocità della citazione: tanto che molti blogger tendono oggi a rifiutare qualsiasi tipo di pingback.

Accanto agli argomenti classici “pornografia, pillole e malware” che continuano a proliferare grazie a botnet e server infetti situati ancora per la maggior parte nell’est Europa e in Russia, nuovi argomenti stanno prendendo piede: pubblicità di “dentisti e mangime per animali”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Kimp scrive:
    E il wi-fi ? E il bluetooth ?
    Studio deficitarioPerchè solo quelle patologie ? Sarebbe più interessante studiare anche altri danni al cervello in varie forme, lo sviluppo ad esempio di cefalee croniche o similari sensibilità alla luce etc...E perchè solo i cellulari ? E chi abita nei pressi di un'antenna ripetitrice ? quella che fanno funzionare i cellulariE chi s'è riempito la casa di centraline wi-fi ? E i vicini di tale XXXXXne, che li subiscono loro malgrado ? E chi usa molto il bluetooth ad es.in macchina, mouse, tastiere wireless etc... ?Occorrerebbe uno studio più serio sulle onde elettromagnetiche e inquinamento relativoE cmq il mondo sta diventando un luogo sempre più inospitale alla vita biologica
  • Ahi ahi scrive:
    Purtroppo uno lo conosco davvero...
    Lo vedevo sempre col cellulare all'orecchio, da anni, mi chiedevo come facesse a non aver ancora avuto un cancro.Con gli amici dicevamo ridendo "se non gli viene a lui, non viene a nessuno"Ebbene, ora gli è venuto davvero.... vi risparmio i dettagli per ovvie ragioni...
    • Nulert scrive:
      Re: Purtroppo uno lo conosco davvero...
      - Scritto da: Ahi ahi
      Ebbene, ora gli è venuto davvero.... vi risparmio
      i dettagli per ovvie ragioni...peccato perchè sarebbe stato interessante DOVE gli è venuto, perchè se al fegato importa pocox non parlare del tipo, se maligno o benigno
      • Ahi ahi scrive:
        Re: Purtroppo uno lo conosco davvero...
        - Scritto da: Nulert
        - Scritto da: Ahi ahi

        Ebbene, ora gli è venuto davvero.... vi
        risparmio

        i dettagli per ovvie ragioni...

        peccato perchè sarebbe stato interessante DOVE
        gli è venuto, perchè se al fegato importa
        poco
        x non parlare del tipo, se maligno o benignoVisto il tuo tono, posso dirti di usare il cellulare tranquillamente e il più possibile.
  • Enzo4510 scrive:
    30 anni....
    Per stabilire che l' automobile fa male non è servita nessuna ricerca. E' bastato guardare in 30 anni l' aumento del numero di reparti traumatologici negli ospedali.
    • dalai scrive:
      Re: 30 anni....
      e per valutare il danno prodotto dal fatto che (anche) le auto bruciano idrocarburi, quanti anni sono serviti?ricordo a te e a tutti gli scettici qui presenti che sono circa 110 anni che stiamo bruciando petrolio e che sono pochi anni che si parla di riscaldamento globale
    • MeX scrive:
      Re: 30 anni....
      giá... inoltre spero che tra 30 anni il GSM sia un lontano ricordo :)
      • ullala scrive:
        Re: 30 anni....
        - Scritto da: MeX
        giá... inoltre spero che tra 30 anni il GSM sia
        un lontano ricordo
        :)Nella forma in cui lo conosciamo oggi di sicuro!
  • Joliet Jake scrive:
    Ricerche a lungo termine
    Finalmente per la prima volta si effettueranno delle vere ricerche a lungo termine e su campioni molto numerosi di popolazione!Qualcosa del genere andrebbe fatto non solo per le radiazioni dei telefonini ma soprattutto ad esempio per i cibi OGM.Le compagnie minimizzano o nascondono i risultati e la ricerca pubblica non hai i fondi e il tempo per queste ricerche a così lungo termine.Il problema non è tanto se io mi friggo il cervello dopo 10 minuti di telefonata ma se mio figlio crescerà o no con i tentacoli verdi fra 30 anni! :-)Visto che qua (Finlandia) è la patria del telefonino, ovviamente è stata scelta come uno dei paesi per il test (in base al fatto che è un paese di heavy users).Gli altri paesi, oltre all'Inghilterra, sono Olanda, Svezia e Danimarca.Ovviamente la cosa ha fatto scalpore e se ne è parlato.Un paio di note: l'istituto è in prevalenza pubblico (85%) con una quota di privati (compagnie telefoniche e produttori, 15%)I soggetti saranno monitorati nel senso che verranno registrati il numero e la durata delle conversazioni e saranno seguiti dal lato medico. E' su base volontaria.Qui un'ottimo articolo di approfondimento del principale giornale finlandese (in inglese):http://www.hs.fi/english/article/The+worlds+largest-ever+human+experiment/1135255883392
  • Sandro Staiano scrive:
    Traccheggiare
    Apprendo che la comunità scientifica non avendo 'saputo' rispondere agli utenti circa il pericolo o no dei telefonini, voglia ora fare una ricerca della durata di trentanni per appurare la verità una volta per tutte.Trent'anni? Secondo me si tratta di una bella presa per i fondelli, proprio così, poiché penso che si traccheggi a favore del mastodontico mercato dei telefonini. E'il profitto a muovere i cardini di tutto ciò. Sono del parere che la comunità scientifica se fosse veramente interessata alla pubblica salute non impiegherebbe tutto questo tempo per studiare la cosa. D'altra parte pochi medici onesti, in paragone alla maggioranza, hanno appurato, al di là di ogni dubbio, che i ripetitori, talvolta abilmente mimetizzati, e il troppo tempo passato a comunicare al cellulare, faccia un gran male alla salute, ma questo è proprio ciò che le multinazionali non vogliono che si sappia, altrettanto dicasi per i forni a microonde (un'altra storia). Ma a chi vogliono prendere in giro? Il guaio è che fin'ora ci stanno riuscendo!!!
    • Gianni scrive:
      Re: Traccheggiare
      Che esperienza hai di:- ricerca scientifica- sampling- analisi statistica?
      • Rotolo scrive:
        Re: Traccheggiare
        Mi sa niente. Un'altra vittima di Voyager e Mistero.
        • ullala scrive:
          Re: Traccheggiare
          - Scritto da: Rotolo
          Mi sa niente. Un'altra vittima di Voyager e
          Mistero.e le scie chimiche?vuoi mettere?Che prove hai che non sono pericolose?Anzi che prove hai che non esistono? :D @^Poracci!
        • Ricercatore scrive:
          Re: Traccheggiare
          - Scritto da: Rotolo
          Mi sa niente. Un'altra vittima di Voyager e
          Mistero.vedi, se restassero nella loro ignoranza senza avere peso politico, non sarebbe un problema. Il problema sorge quando vengono ascoltati e creduti. Questa gente che crede di sapere senza mai avere fatto ricerca di persona sono un danno per la comunita'. Dovrebbero rendersene conto e imparare che prima di parlare, dovrebbero mettere il naso in qualche quintale di libri e paper scientifici.
    • il ragno scrive:
      Re: Traccheggiare
      altrettanto dicasi per i forni a microonde (un'altra storia). Qui dimostri la tua ignoranza.In 20 anni non ci sono stati aumenti significativi di cancro da quando è uscito il microonde.Lo sapevi che se usi il fornellino classico, hai radiazioni? (infrarosse eh, non si vedono ad occhio).Certo che se smonti il magnetron del microonde e lo accendi, te la sei cercata...La prossima volta informati meglio prima di sparare teorie senza fondamento.
      • Iii scrive:
        Re: Traccheggiare
        Vorrei aggiungere il fatto che la tecnologia alla base del microonde è di origine aliena, è rimasta a lungo nelle basi segrete americane (da quando è atterrato l'ufo a Canicatti) finchè non si sono decisi a usarli commercialmente
    • Funz scrive:
      Re: Traccheggiare
      - Scritto da: Sandro Staiano
      Apprendo che la comunità scientifica non avendo
      'saputo' rispondere agli utenti circa il pericolo
      o no dei telefonini, voglia ora fare una ricerca
      della durata di trentanni per appurare la verità
      una volta per
      tutte.
      Trent'anni? Secondo me si tratta di una bella
      presa per i fondelli, proprio così, poiché penso
      che si traccheggi a favore del mastodontico
      mercato dei telefonini. E'il profitto a muovere i
      cardini di tutto ciò.E tu una ricerca sugli effetti a lungo termine, la faresti durare un mese?[bla bla bla complottista]Per parlare di scienza, bisognerebbe avere un minimo di cognizione di causa.Invece si blatera tanto, si accusa la comunità scientifica di colpe assurde, e si crede alle baggianate più colossali. E non solo in Italia, anche se qui da noi l'anti-razionalità ha terreno molto fertile.
  • Anonimo scrive:
    mi pare evidente...
    che di danni non ce ne sono, altrimenti saremmo già tutti morti dopo 2 telefonate o 4 sms.Già il fatto che ci siano miriadi di studi a riguardo che si contraddicono a vicenda la dice lunga, e anche questa 'nuova ricerca' dell'articolo impiegherà 30 anni per dirci qualcosa, se mai qualcosa da dire ci sarà.Tutto questo significa che di danni immediati e letali NON ce ne sono.se poi dopo 30 anni verrà fuori che l'uso intensivo del cellulare provoca una lieve deformazione dell'orecchio (nell'ordine dei nm), beh sinceramente chissene...è la stessa storia di quelli che hanno paura a viaggiare in aereo perché credono sia pericoloso, quando è ampiamente dimostrato che è statisticamente molto più probabile che qualcuno muoia in un incidente stradale in macchina piuttosto che su un aereo, vista la mole di controlli e sistemi di sicurezza che ci sono proprio per evitare che l'aereo precipiti o altri disastri.bah, è tutto hype mediatico 'sta roba dei cell. pericolosi.
    • guast scrive:
      Re: mi pare evidente...
      Va bene abbiamo appurato che non ci sono danni dopo dieci anni di uso intensivo.Per trarre conclusioni su periodi più lunghi è ancora presto.Aspettiamo 5 o 6 anni per vedere come va il grande esperimento a livello mondiale-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 aprile 2010 19.03-----------------------------------------------------------
      • ephestione scrive:
        Re: mi pare evidente...
        se pensi che è dagli albori della civilizzazione che siamo investiti dalle radiazioni cosmiche... ;)
        • Rotolo scrive:
          Re: mi pare evidente...
          - Scritto da: ephestione
          se pensi che è dagli albori della civilizzazione
          che siamo investiti dalle radiazioni cosmiche...
          ;)Puoi sempre mettere la testa dentro un forno a microonde, tanto siamo investiti dalle radiazioni cosmiche fin dagli albori della civilizzazione. ;)
          • ephestione scrive:
            Re: mi pare evidente...
            vero, è dalla nascita del sistema solare che siamo sotto ai raggi del sole, entra in una fornace industriale :pplease!
          • ullala scrive:
            Re: mi pare evidente...
            - Scritto da: ephestione
            vero, è dalla nascita del sistema solare che
            siamo sotto ai raggi del sole, entra in una
            fornace industriale
            :p
            please!Non sarà che è una questione di QUANTITÀ ? Anche l'ossigeno è tossico se respirato ad una pressione relativa di oltre 2 bar!Anche l'acqua fa maluccio se ci affoghi dentro!Mi pare che sia fuori di dubbio che le radiofrequenze fanno male (come qualunque cosa al mondo quando è in ecXXXXX) il punto è determinare entro quali valori di soglia e concentrazione/densità sono dannose e limitare le emissioni sotto tale valore!Il resto è trolling a perdere!
          • ephestione scrive:
            Re: mi pare evidente...
            e secondo te qual era il punto del mio intervento? :)Radiazioni cosmiche così come segnale delle stazioni radio, stazioni televisive, radio private, AP wifi, wimax un domani, satelliti GPS, sono tutte sorgenti elettromagnetiche nel cui campo siamo immersi dovunque e comunque, invece a contatto con un cellulare stiamo quella quantità di tempo necessaria per tenerlo all'orecchio mentre si parla, o in tasca.In quanto a quantità di "radiazioni assorbite giornalmente", il cellulare è solo una parte di tutto il resto...
          • ullala scrive:
            Re: mi pare evidente...
            - Scritto da: ephestione
            e secondo te qual era il punto del mio
            intervento?
            :)
            Radiazioni cosmiche così come segnale delle
            stazioni radio, stazioni televisive, radio
            private, AP wifi, wimax un domani, satelliti GPS,
            sono tutte sorgenti elettromagnetiche nel cui
            campo siamo immersi dovunque e comunque, invece a
            contatto con un cellulare stiamo quella quantità
            di tempo necessaria per tenerlo all'orecchio
            mentre si parla, o in
            tasca.
            In quanto a quantità di "radiazioni assorbite
            giornalmente", il cellulare è solo una parte di
            tutto il
            resto...Appunto!Lo stesso che ho detto io!
  • umby scrive:
    Mi basta il titolo...
    ..Tra 30 anni (se esisteremo ancora) si sapra' qualcosa, se ce lo diranno, ovvio.30 anni di persone nate e vissute, con il dubbio.30 anni sono tanti.Se risultasse che i cellulari sono cancerogeni (o che influenzano significatamente la patologia), a chi lo dice a quelle "cavie legalizzate"?
    • panda rossa scrive:
      Re: Mi basta il titolo...
      - Scritto da: umby
      ..Tra 30 anni (se esisteremo ancora) si sapra'
      qualcosa, se ce lo diranno,
      ovvio.
      30 anni di persone nate e vissute, con il dubbio.
      30 anni sono tanti.
      Se risultasse che i cellulari sono cancerogeni (o
      che influenzano significatamente la patologia), a
      chi lo dice a quelle "cavie
      legalizzate"?Ma soprattutto 30 anni sono una enormita': ci saranno ancora i cellulari tre 30 anni? Ci sara' ancora la rete GSM?Io mi aspetto che tra 30 anni sara' tutto wi-fi e avremo tutti un computer da polso.
      • ullala scrive:
        Re: Mi basta il titolo...
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: umby

        ..Tra 30 anni (se esisteremo ancora) si sapra'

        qualcosa, se ce lo diranno,

        ovvio.

        30 anni di persone nate e vissute, con il
        dubbio.

        30 anni sono tanti.

        Se risultasse che i cellulari sono cancerogeni
        (o

        che influenzano significatamente la patologia),
        a

        chi lo dice a quelle "cavie

        legalizzate"?

        Ma soprattutto 30 anni sono una enormita': ci
        saranno ancora i cellulari tre 30 anni? Ci sara'
        ancora la rete
        GSM?
        Io mi aspetto che tra 30 anni sara' tutto wi-fi e
        avremo tutti un computer da
        polso.calm down... siamo in italia!
        • panda rossa scrive:
          Re: Mi basta il titolo...
          - Scritto da: ullala
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: umby


          ..Tra 30 anni (se esisteremo ancora) si sapra'


          qualcosa, se ce lo diranno,


          ovvio.


          30 anni di persone nate e vissute, con il

          dubbio.


          30 anni sono tanti.


          Se risultasse che i cellulari sono cancerogeni

          (o


          che influenzano significatamente la
          patologia),

          a


          chi lo dice a quelle "cavie


          legalizzate"?



          Ma soprattutto 30 anni sono una enormita': ci

          saranno ancora i cellulari tre 30 anni? Ci sara'

          ancora la rete

          GSM?

          Io mi aspetto che tra 30 anni sara' tutto wi-fi
          e

          avremo tutti un computer da

          polso.
          calm down... siamo in italia!Tra 30 anni non ci scommetterei mica che ci sara' ancora qualcosa chiamato Repubblica Italiana.
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Mi basta il titolo...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ullala

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: umby



            ..Tra 30 anni (se esisteremo ancora) si
            sapra'



            qualcosa, se ce lo diranno,



            ovvio.



            30 anni di persone nate e vissute, con il


            dubbio.



            30 anni sono tanti.



            Se risultasse che i cellulari sono
            cancerogeni


            (o



            che influenzano significatamente la

            patologia),


            a



            chi lo dice a quelle "cavie



            legalizzate"?





            Ma soprattutto 30 anni sono una enormita': ci


            saranno ancora i cellulari tre 30 anni? Ci
            sara'


            ancora la rete


            GSM?


            Io mi aspetto che tra 30 anni sara' tutto
            wi-fi

            e


            avremo tutti un computer da


            polso.

            calm down... siamo in italia!

            Tra 30 anni non ci scommetterei mica che ci sara'
            ancora qualcosa chiamato Repubblica
            Italiana.Perché, adesso forse esiste?
          • Rotolo scrive:
            Re: Mi basta il titolo...
            - Scritto da: Nome e cognome

            Tra 30 anni non ci scommetterei mica che ci
            sara'

            ancora qualcosa chiamato Repubblica

            Italiana.

            Perché, adesso forse esiste?Certamente, è il nome ufficioso con cui viene chiamato il paese (minuscolo) di Berlusconia.
          • Berst scrive:
            Re: Mi basta il titolo...
            - Scritto da: panda rossa
            Tra 30 anni non ci scommetterei mica che ci sara'
            ancora qualcosa chiamato Repubblica Italiana.tra 30 anni, anche meno, ci sarà un Califfato Italia con tanto di governo isalmico però moderatoe sarà la volta buona che ci togliamo il vaticano fuori dai .....
    • guast scrive:
      Re: Mi basta il titolo...

      30 anni di persone nate e vissute, con il dubbio.
      30 anni sono tanti.
      Se risultasse che i cellulari sono cancerogeni (o
      che influenzano significatamente la patologia), a
      chi lo dice a quelle "cavie
      legalizzate"?Se hai dei dubbi non ti fidi e cerchi di limitare l'uso dei telefonini.Tanto ci sono milioni di volontari che stanno facendo da cavie per l'uso intensivo.Se poi dovesse saltare fuori che qualche danno lo fanno anche queste cavie hanno la loro parte di responsabilità. L'idiozia non è una scusante
    • Rotolo scrive:
      Re: Mi basta il titolo...
      - Scritto da: umby
      30 anni di persone nate e vissute, con il dubbio.
      30 anni sono tanti.L'alternativa è tenersi il dubbio per sempre.
    • Funz scrive:
      Re: Mi basta il titolo...
      - Scritto da: umby
      ..Tra 30 anni (se esisteremo ancora) si sapra'
      qualcosa, se ce lo diranno,
      ovvio.
      30 anni di persone nate e vissute, con il dubbio.
      30 anni sono tanti.
      Se risultasse che i cellulari sono cancerogeni (o
      che influenzano significatamente la patologia), a
      chi lo dice a quelle "cavie
      legalizzate"?Siamo cavie, siAlmeno il nostro sacrificio non sarà vano :pSecondo me gli storici del futuro ci ricorderanno come la civiltà più cretina di tutti i tempi e di tutti i luoghi della Galassia :p
Chiudi i commenti