SQL o NoSQL? La risposta di Oracle e una novità

Oracle ha organizzato tre webinar, l'ultimo dei quali si terrà venerdì 8 ottobre e vi si potrà partecipare previa iscrizione, sul dilemma tra SQL e NoSQL.
Oracle ha organizzato tre webinar, l'ultimo dei quali si terrà venerdì 8 ottobre e vi si potrà partecipare previa iscrizione, sul dilemma tra SQL e NoSQL.

Il nuovo ciclo di webinar online organizzato da Oracle per illustrare le proprie soluzioni ha un fil rouge chiaro, legato al dualismo tra il mondo SQL e quello NoSQL. Tre appuntamenti legati da un dilemma iniziale e focalizzati sulla risposta finale, per un lieto fine nel quale non manca la sorpresa legata alla presentazione di una novità assoluta per il mondo Oracle.

L'ultimo appuntamento è previsto per l'8 ottobre (accesso gratuito, registrazione necessaria), mentre i precedenti sono già disponibili on-demand per chi non avesse potuto partecipare in presa diretta.

Webinar 1: SQL o NoSQL? Questo è il problema

Su questi binari è infatti iniziato il percorso nel primo appuntamento del 24 settembre, quando è stato dipanato proprio il dilemma fondamentale tra un approccio relazionale ed uno schemaless. La risposta offerta da Oracle è tranquillizzante poiché, a differenza di quanto succedeva in passato, è ora possibile andare oltre la scelta iniziale e poter procedere facendo coesistere i due mondi. Così ci aveva anticipato infatti Luca Bindi, Principal Technology Architect Oracle:

Le moderne implementazioni di applicazioni richiedono flessibilità, agilità e semplicità d'uso. Questo è il motivo per cui sempre più sviluppatori scelgono i database JSON. Tuttavia, per i database in JSON bisogna usare alcuni accorgimenti – che spesso passano inosservati all'inizio dei progetti – come la necessità di implementare manualmente delle funzionalità, la mancanza di funzioni “di base”, alcune restrizioni di scalabilità o la difficile gestione di grandi volumi di dati, l'alta affidabilità, il backup. Oracle è la scelta migliore per gestire JSON, perché unisce il meglio dei database NoSQL ad altre funzionalità che solo Oracle può offrire, per garantire il successo negli ambienti di produzione.

Chi si fosse perso questo primo appuntamento può visionarlo sulla piattaforma Oracle (registrati qui), facendo proprio il primo anello di questa catena di webinar focalizzata su un tema tanto attuale quanto fondamentale per la programmazione del futuro.

Webinar 2: Applicazione Web sfruttando JSON

Il secondo appuntamento si è invece concluso venerdì 1 ottobre ed ha portato avanti il discorso introdotto con il primo incontro. Nella fattispecie i partecipanti hanno potuto sondare i vantaggi di JSON nello sviluppo di applicazioni, mettendo le mani in un esempio pratico che potesse esprimere le varie potenzialità (con analisi spaziali e a grafo) disponibili.

Creazione Collection Point of Interest

Come per il primo webinar, anche in questo caso chi non avesse potuto partecipare ha la possibilità di recuperare on-demand i contenuti di questo appuntamento nel quale si è entrati nella materia dal punto di vista tecnico, toccando con mano la programmazione per affrontare i problemi dello sviluppo ed i vantaggi che JSON è in grado di offrire.

Oracle Converged Database

Una vera e propria demo basata sulle complessità del mondo universitario (studenti, corsi, informazioni geospaziali e altro ancora) ha consentito di affrontare le problematiche di un caso reale, dal quale è emerso come Oracle – tramite JSON – possa offrire valore aggiunto alle proprie soluzioni ed alle performance complessive che il proprio progetto va cercando.

Webinar 3: da MongoDB a Oracle

Il terzo e ultimo webinar della serie tratta una vera e propria novità, trapelata soltanto in questi giorni dal mondo Oracle ed ora pronta ad una presentazione più completa per tutti coloro i quali si registreranno per assistere a questo appuntamento previsto per venerdì 8 ottobre alle ore 10 (durata 60 minuti).

La grande novità sta nella possibilità di fare un porting automatico e semplificato di una applicazione esistente, passando in pochi step da un altro noSQL al database Oracle. Nello specifico sarà approfondita la possibilità di un passaggio rapido da MongoDB a Oracle senza dover giocoforza riscrivere parte del codice. Con questo elemento, infatti, Oracle chiude il cerchio e risolve nel migliore dei modi il dilemma di partenza: SQL o NoSQL? Questo non è più un problema ed il perché è nei tre webinar a disposizione di ogni developer interessato ad approfondire questa nuova importante frontiera.

In collaborazione con Oracle
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 10 2021
Link copiato negli appunti