Steve Jobs, falso d'antenna?

Sarebbe un fake l'acceso carteggio tra un fan chiamato Tom e il CEO della Mela. Che gli avrebbe suggerito di darsi una calmata. Oggetto del contendere: l'antenna di iPhone 4

Roma – È stata pubblicata in esclusiva sul sito di Boy Genius Report , per poi fare il giro ai quattro angoli del web. Una conversazione dai toni decisamente accesi, inizialmente ritenuta autentica, al cento per cento. Dal momento che la redazione di Boy Genius pare aver provveduto alla verifica delle intestazioni di alcune email inviate dal CEO di Apple Steve Jobs.

Messaggi spediti in risposta alle furiose lamentele di un cliente soprannominato Tom, circa i recenti problemi riscontrati da iPhone 4 . Tom aveva infatti caricato un video su YouTube, mostrando a tutti i difetti di ricezione che negli ultimi tempi hanno tormentato il nuovo Melafonino.

Un video che pare – sempre secondo l’articolo di Boy Genius – non essere piaciuto alla Mela. Un rappresentante dell’azienda di Cupertino avrebbe infatti chiesto a Tom di non caricare altri video. La questione antenna farebbe parte di una vera e propria isteria da indiscrezioni .

Ricevuto l’avviso, Tom avrebbe quindi deciso di contattare Steve Jobs in persona. “Ho comprato qualsiasi prodotto Apple in venti anni – si legge nel primo messaggio – e questa è la prima volta che mi vergogno di essere un fan Mac”. La risposta del CEO della Mela? Tutta colpa dei rumor , bisogna calmarsi .

Da qui, l’indignazione di Tom, che è tornato a parlare dei problemi col segnale. Steve Jobs: “Probabilmente sei in una zona dove la potenza è molto bassa”. Il Mac fan chiamato Tom a questo punto è esploso, annunciando la sua fuoriuscita dal mondo della Mela. Una minaccia che Jobs pare aver preso con filosofia zen: “Rilassati, goditi la famiglia. È solo un telefono, non ne vale la pena”.

Una chiacchierata quasi surreale, proprio recentemente smentita da un portavoce di Apple . Quei consigli zen non proverrebbero dalla mente di Steve Jobs, così come tutte le risposte inviate a Tom, frutto evidente di un fake . E c’è un ulteriore dettaglio che ha contribuito a rendere la faccenda ancora più oscura.

Secondo un articolo apparso sul sito AppleInsider , il fantomatico Tom sarebbe in realtà Jason Burford, cittadino della Virginia nonché capo della piccola azienda Burford Advertising , specializzata in spot da rivendere al business. Burdford avrebbe contattato proprio lo staff di AppleInsider , nel tentativo di vendere una chiacchierata esclusiva con un troppo filosofico Steve Jobs .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • V67 scrive:
    dopo la compagnia aerea Virgin .....
    Adesso o in futuro vedremo volare anche google?Pensateci, foto aree per google map aggiornate in tempo reale sotto i voli di linea, il mattino vi alzerete accenderete la vostra tv "via cavo" e la vostra home page sarà google, indicizzate le notizie i programmi le mappe, tutto!!!Prenotare un volo, un taxy o un albergo tutto con google earth, i futuri acquisti saranno francorosso o valtour? bo...Comunque in futuro google sarà tutto, facogiterà pian piano ogni compagnia che valga una fetta di settore, poi quando l'antitrust si metterà in contrasto avrà il potere di ricattarli con la frase "adesso spengp tutto e il mondo... puff".Fantascienza o futurismo? o demenza senile mia?dite la Vostra pls!!!!
  • MeX scrive:
    Google...
    alla fine il grande fratello era open source :D
  • kmtnck scrive:
    un film già visto
    google stà intraprendendo ormai da tempo la strada che la stessa microsoft fece ai tempi (cito microsoft per rimanere in stretto tema informatico)acquisire una dietro l'altra tutte le aziende e società che possano aumentare il giro d'affari allargandosi su ogni settore di mercato che porta introiti.A google le mancava il settore dei viaggi online e ora stà rimediando, presto cercherà di affondare le lame sui social network, ma non potendo comprarsi un colosso come facebook tenterà quanto meno di farli concorrenza e cosi via...non cè nulla di nuovo, nè google stà applicando particolari teoremi di innovazione.... stà facendo quello che ogni colosso potente e nuovo fà...allargarsi e accumulare fettone di mercato su cui imporre il proprio servizio.per ora google sta offrendo buoni servizi e finchè la qualità è cosi elevata ben venga.... bisogna vedere se tra qualche anno subirà il supertracollo o la consacrazione definitiva!... io stò aspettando chrome os e vedere cosa verrà fuori..ciao
    • Ubunto scrive:
      Re: un film già visto
      Se vai a vedere Midori, il futuro (?) OS di Microsoft non è molto diverso da Chrome OS.Ci aspetta un futuro di sistemi operativi di rete?
      • Alessandro Modica scrive:
        Re: un film già visto
        - Scritto da: Ubunto
        Se vai a vedere Midori, il futuro (?) OS di
        Microsoft non è molto diverso da Chrome
        OS.
        Ci aspetta un futuro di sistemi operativi di rete?beh microsoft sicuro stà inseguendo google e molto probabilmente il futuro potrebbe presentare uno scenario in cui il concetto di applicativo stand alone diventi sempre più "spezzato" da una parte client (leggerissima) e server (computazionalmente piu corposa).Credo che questo sia la logica conseguenza dello sviluppo di applicazioni distribuite su piattaforme hardware multi proXXXXXre con tecnologia a 64 bit.Di fatto anche un semplice netbook senza troppe pretese hardware possa essere in grado di effettuare un gran numero di operazioni al pari di un computer piu dotato dato che il maggior carico di lavoro sarà a lato server... google chrome os punta verso questa direzione.in tutto ciò potranno fare la loro parte anche dispositivi che non siano per forza computer, vedi ad esempio televisori come frigoriferi touch, automobili e quant'altro chissà... l'informatica potrebbe prendere una piega del tutto nuova!staremo a vedere!
  • Franky scrive:
    E di che vi meravigliate?
    Google da sempre porta nel proprio staff le persone e le aziende piu' innovative...nei settori in cui non arriva a fare innovazione direttamente.... e' un po' l'esatto opposto della mentalita' italiana comune soprattutto quella dei politici...che guardano ad innovatori, ricercatori ed aziende nuove con sospetto... per esempio in Italia c'e' una piccola azienda...che ha costruito una macchina per separare l'acqua dal petrolio... gli statunitensi dopo i disastri che sono avvenuti da loro in mare si sono subito precipitati da noi per vedere come funzionava questa macchina... mentre qui da noi... a nessuno importava niente di tale azienda...da noi la cosa fondamentale e' lamentarsi degli ogm delle staminali...delle Universita'... e tassare le aziende fino a costringerle a chiudere...salvo poi usare i soldi pubblici della tasse per salvare vecchie aziende in declino e altrimenti destinate al fallimento...ci si vanta del fatto che le banche non danno prestiti se non hanno sufficienti garanzie...(mentre e' proprio questo il problema!!!)insomma che google crei il monopolio della innovazione... non mi spiace piu' di tanto.... meglio il monopolio della innovazione... che il tradizionalismo che aleggia in Italia...
    • Franky scrive:
      Re: E di che vi meravigliate?
      PS: ho scritto una grande cavolata parlando di "monopolio della innovazione"... in realta' gli USA sono pieni di Istituti di ricerca e di aziende ad alto contenuto tecnologico...quindi google e' una azienda fra le tante...leader sicuramente nel suo campo... se si compra qualcosina... beh libera di farlo... del resto se una azienda e' rilevata e perche' vuole esserlo...
  • mi preoccupo scrive:
    inizio a preoccuparmi
    ma tra dieci anni non potro' fare nulla se google non mi darà il consenso di farlo???inizio seriamente ad preoccuparmi!!ci vuole un po' di concorrenza che sia almeno quasi al livello di Google!!
    • Buy me. scrive:
      Re: inizio a preoccuparmi
      Fanno quello che gli altri dovrebbero fare,sondano il mercato,scelgono un obiettivo e lo incorporano in una strategia a medio lungo termine.Chi oggi fa questo? Forse Apple,il gruppo Wolkswagen,AT&T,Emirates,Nokia.Gli altri arrancano e vivono del passato.
      • nomi e cognomi scrive:
        Re: inizio a preoccuparmi
        Volkswagen... concordo sta innovando, qualcosina di utile l' ha messo in produzione effettivamente.Apple è un bel po che cerca solo il design e in quanto a funzionalità offerte dai suoi device è oltre il passato remoto ma questa è altra storia.AT&T cosa ha a che fare con innovazione, tecnologia e web? rispondo io: Nulla!.Emirates? sicuro che vuoi paragonare Google a Emirates? cosa ha innovato recentemente Emirates? ha già sta usando sapone a base oleosa per i suoi velivoli in modo da ridurre l'attrito dell'aria...ma non è innovazione ma sfruttamento di idee innovative.Nokia invece sta supportando l'innovazione guardacaso offerta da Google Froyo...Sei convinto di aver capito il concetto di innovazione?
    • RealENNECI scrive:
      Re: inizio a preoccuparmi
      - Scritto da: mi preoccupo
      ma tra dieci anni non potro' fare nulla se google
      non mi darà il consenso di
      farlo???
      inizio seriamente ad preoccuparmi!!

      ci vuole un po' di concorrenza che sia almeno
      quasi al livello di
      Google!!Sinceramente è MOLTO più preoccupante il monopolio forzato Minkiasoft...
Chiudi i commenti