Sarà un 2019 di scossoni e profondi cambiamenti per gli equilibri che regolano il mercato dello streaming, in particolare per quanto concerne l’ambito video e i servizi premium. L’attuale dominio di Netflix rischia di essere messo in discussione dalla crescita dei competitor già operativi (Amazon con il suo Prime Video su tutti) e dall’avvento di nuovi concorrenti tra i quali citiamo una ancora misteriosa piattaforma a marchio Apple (forse online già dalla primavera) e Disney+, servizio annunciato ormai quasi due anni fa e che debutterà entro l’anno.

Lo streaming di Disney+

Pixar, Marvel, Star Wars, National Gepgraphic. Questi alcuni degli studi e dei brand che saranno resi accessibili agli utenti. Il CEO Bob Iger è tornato sull’argomento nei giorni scorsi, rivolgendosi alla platea degli investitori per commentare i risultati finanziari raccolti nell’ultima trimestrale. Tra i dettagli emersi uno riguarda direttamente i contenuti: la pellicola Captain Marvel (la locandina è nell’immagine di apertura) sarà la prima ad essere sottratta dal catalogo delle altre piattaforme per diventare un’esclusiva offerta a coloro che sceglieranno di abbonarsi a Disney+.

L’importanza delle esclusive nella strategia di lancio e crescita del progetto è centrale, come si evince dalle parole di Iger riportate in forma tradotta di seguito, nonostante qualcuno abbia avvertito che un’eccessiva frammentazione dell’offerta messa sul piatto dai vari servizi potrebbe quasi paradossalmente riportare in auge il problema della pirateria multimediale.

Disponiamo di un buon numero di motori creativi nella nostra compagnia, parecchi dei quali stanno dedicando il loro tempo e i loro talenti a realizzare contenuti per la piattaforma Disney+. Molti sono gli stessi innovatori che hanno spinto l’enorme successo di Disney, Pixar, Lucasfilm e Marvel. Guardiamo anche al potenziale di National Geographic per portare ancora più contenuti su Disney+.

Nel catalogo, al debutto, ci saranno almeno quattro show originali basati su altrettanti franchise: Star Wars, Marvel, High School Musical e Monsters. All’elenco se ne aggiungeranno di certo altri più avanti.

Lancio e prezzo dell’abbonamento

Al momento non è dato a sapere con precisione quando la piattaforma Disney+ farà il suo debutto ufficiale. Sicuramente avverrà entro l’anno, anche in Italia stando a quanto si apprende dalla pagina ufficiale del servizio che ne anticipa l’arrivo, localizzata nella nostra lingua e con la possibilità di iscriversi alla newsletter per ricevere aggiornamenti. Nessuna certezza nemmeno sul prezzo dell’abbonamento, che dovrebbe comunque essere in linea con quello dei concorrenti. Ulteriori informazioni saranno rese note con tutta probabilità in occasione dell’Investor Day che il gruppo ha fissato per l’11 aprile.

Fonte: The Verge

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti