Su Java Microsoft va in appello

Il colosso di Redmond non ci sta e spera ancora di ribaltare la sentenza che la costringe a introdurre in Windows la tecnologia Java. In tempi brevi si avrà una decisione sul ricorso


Richmond (USA) – Come previsto, Microsoft si appella contro la recente sentenza del giudice J. Frederick Motz che la obbliga, entro quattro mesi , ad includere Java in Windows.

Il colosso di Redmond ha presentato richiesta per un’istanza d’urgenza alla Corte d’Appello di Richmond, in Virginia, con la speranza di ottenere una rapida cancellazione dell’ingiunzione preliminare che, nelle modalità accordate con Sun pochi giorni fa, inizierà il suo corso temporale a partire dal 4 febbraio.

Come si ricorderà, l’ordinanza è arrivata dopo che lo scorso dicembre Motz aveva sentenziato l’obbligo, per Microsoft, di includere la versione di Java sviluppata da Sun in ogni futura copia di Windows XP ed Internet Explorer e nel prossimo Service Pack 2.

Nella mozione presentata ora presso il tribunale i legali del gigante del software hanno chiesto di poter ottenere un’udienza in tempi brevissimi: a loro dire, infatti, la sentenza di Motz è “estrema e senza precedenti”.

“L’ingiunzione recherà un serio danno a Microsoft e a Windows, il prodotto di punta di Microsoft che è stato distribuito a diversi milioni di clienti di tutto il mondo”, hanno scritto gli avvocati di Microsoft nella richiesta d’appello.

Lo scorso dicembre Motz dichiarò che la reintroduzione di una versione aggiornata di Java in Windows era necessaria per rimediare alle passate violazioni dell’antitrust da parte del big di Redmond e per ristabilire un’equa competitività fra le tecnologie Java e Microsoft.NET.

Sebbene quella di Motz sia per il momento solo un’ingiunzione di carattere preliminare, il giudice distrettuale non ha nascosto di essere a favore di un’ordinanza permanente.

I legali di Microsoft sostengono che la sentenza di Motz è “esagerata e del tutto fuori luogo” perché non sarebbe dimostrato come l’assenza di Java da Windows arrechi a Sun un danno “immediato e irreparabile”.

Per saperne di più non resta che attendere l’esito della domanda di appello. Appuntamento, quindi, alla prossima puntata.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • AAAAAAAA scrive:
    CODICE AMICI
    IL MIO KODICE AMICI è 017459905840 ;)
  • Vaira scrive:
    Anche io non capisco una cosa

    Secondo quanto riportato da Reuters, la storica casa ha
    infatti già pianificato il lancio, per il 2005 o il 2006, di una
    console da gioco di nuova generazione che possa
    competere testa a testa con le future versioni di Xbox e
    PlayStation.Perchè nel 2000 non ha pianificato lo stesso per il 2002 o il 2003?
    "La PlayStation 2 - ha affermato il boss di Nintendo - ha
    debuttato con un anticipo di un anno e mezzo rispetto al
    GameCube. Se avessimo lanciato il GameCube nello
    stesso periodo della PlayStation 2, il risultato sarebbe
    potuto essere differente".E perchè mai uno se ha li un prodotto da vendere dovrebbe aspettare un anno e mezzo a buttarlo fuori? Per avere una console con dell' hardware vecchio di un anno e mezzo?
  • Anonimo scrive:
    Ma cosa dicono?
    "La PlayStation 2 - ha affermato il boss di Nintendo - ha debuttato con un anticipo di un anno e mezzo rispetto al GameCube. Se avessimo lanciato il GameCube nello stesso periodo della PlayStation 2, il risultato sarebbe potuto essere differente".Non è assolutamente vero, basti guardare il dreamcast.Console perfetta.. ma non alla moda come la playstation 2.W il popolo BUE!
  • FDG scrive:
    Non capisco una cosa
    A natale è andata male ma in Europa ha venduto più di XBox. Diciamo pure che è andata così così perché le novità Nintendo le ha tirate molto prima di Natale e che le prossime sono previste in primavera. Ma come mai sembra che Nintendo reciti il mea culpa e tutte le volte che si citano i commenti di Microsoft a proposito di XBox sembrano tutt'altro che negativi? O l'articolo è pessimista, o lo sono alla Nintendo, oppure alla Nintendo fanno considerazioni realistiche e in Microsoft sono dei poveri illusi? Boh!
    • Anonimo scrive:
      Re: Non capisco una cosa
      No, è che sono commenti "differenziali", sono relativi al trend di vendite, non alle vendite assolute.Nintendo parte da una penetrazione di mercato molto alta, Microsoft dallo 0%. Se Nintendo perde il 2% del mercato passando (ipotizziamo) dal 38% al 36% è una grossa perdita, se MS guadagna il 2% del mercato passando dallo 0% al 2% è un grosso guadagno. CiaoLuigi Torino
      in Europa [GameCube] ha
      venduto più di XBox.
      come mai sembra che Nintendo reciti il mea culpa
      e tutte le volte che si citano i commenti di
      Microsoft a proposito di XBox sembrano
      tutt'altro che negativi?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non capisco una cosa
      Nintendo sotto Natale e' andata bene solo in Giappone.Nel resto del mondo e' andata male ovunque. Questo per delle scelte discutibili, soprattutto in Europa.Inoltre non vi sono stati tagli di prezzo ne' bundle, come per l'X-box. Nintendo corre i ripari da Febbraio, offrendo un gioco gratis (e di qualità) con l'acquisto della consolle. Forse dovevano anche qui svegliarsi prima ;-)Intanto pero' il Gameboy advance vende molto bene, il gioco dei Pokemnon arrivera' in un paio di mesi a 4.000.000 di copie vendute solo in Giappone.In piu' vi e' il lancio del nuovo gameboy.In Europa questa primavera usciranno i titoli di punta, ma non penso solleveranno le vednite del Cubo. Quello che tuttavia e' certo e' che coloro che hanno la consolle di certo non hanno da fare pentimenti sulla scelta fatta, di titoli ottimi ce ne sono e ne devono ancora scire parecchi.Quindi il pessimismo e' giustificato, ma esagerato ;-)Ciao!Tacchan
    • Anonimo scrive:
      Nintendo e scelte errate
      - Scritto da: FDG
      A natale è andata male ma in Europa ha
      venduto più di XBox. Diciamo pure che è
      andata così così perché le novità Nintendo
      le ha tirate molto prima di Natale e che le
      prossime sono previste in primavera. I commenti sono negativi perchè per Nintendo si profila nuovamente l'ipotesi di un mezzo flop, come il Nintendo 64, nonché la possibilità di essere relegata nientemeno che al terzo posto del mercato videoludico, dietro Xbox, mentre negli anni d'oro si occupava il primo ex-equo con Sega. Insomma, esiste la probabilità concreta di finire in un mercato di nicchia (solo Giappone, solo dopo PS2) che non è esattamente il posto cui aspirava Nintendo. D'altraparte i tempi sono cambiati e anche il pubblico lo e', adesso la maggior parte dei giocatori sono giovani fra i 15 e i 25 anni, e non più bambini fra i 7 e i 15, quindi il mercato di Nintendo si è progressivamente assottigliato. Certo, esistono anche giochi che non sono nè Mario nè Yoshi, ma è innegabile che la console, con il suo stesso aspetto, le sue speficihe e la sua classe di prezzo, vuole attrarre soprattutto i giovanissimi, altrimenti non avrebbe senso lanciare una macchina con le caratteristiche tecniche del Cubo nel 2002. A ogni modo Nintendo non si deve preoccupare, alla fine le saghe famose come i Pokemon, le royalties altissime che impone alle terze parti e i cartelli per tenere alti i prezzi dei giochi per cui è già stata condannata gli salveranno i bilanci, ma la popolarità mainstream, a quella forse deve dire addio fin da adesso.Alberto Scala
    • Anonimo scrive:
      Re: Non capisco una cosa
      - Scritto da: FDG
      O l'articolo è
      pessimista, o lo sono alla Nintendo, oppure
      alla Nintendo fanno considerazioni
      realistiche e in Microsoft sono dei poveri
      illusi? Boh!Garantendoti piena ragione sulle considerazioni fatte da MS e da Nintendo, rimango comunque della mia personale idea, dubbioso sul punto in cui Nintendo cercherebbe di conquistare il mercato, come riportato nell'articolo (e come in effetti succede) puntanto su un'accurata selezione dei giochi. Secondo me e` proprio quella selezione, l'errore palese. Come ho detto in altri thread, Nintendo: se vuoi avere gran bei giochi nel tuo parco software, forse dovresti accettare anche un po' di spazzatura... in favore della varieta`. Non tutti hanno gli stessi gusti, e diversi ormai si saranno annoiati di Mario e di Yoshi...
Chiudi i commenti