Telecom Italia: nessun limite per il VoIP

Chiariti alcuni dubbi circa le misure di limitazione del P2P adottate a partire da oggi. Ad essere colpite saranno le applicazioni e non gli utenti. E nessuno toccherà quelle legate alla trasmissione voce su Internet

Roma – Quattro “semplici domande”, poste dall’esperto blogger Stefano Quintarelli ai vertici di Telecom Italia. Quattro interrogativi partoriti in seguito alla comunicazione con cui la telco del Belpaese aveva annunciato significative “novità per la gestione dei servizi ADSL”.

“L’operatore si riserverà la facoltà di introdurre, per tutte le offerte e/o i profili commerciali che prevedono traffico dati su tecnologia ADSL, meccanismi temporanei e non discriminatori di limitazione all’uso delle risorse di rete disponibili”. Così parlava quel comunicato pubblicato da Telecom Italia, annunciando l’imminente implementazione di misure volte “allo scopo di garantire l’integrità della rete e il diritto da parte della generalità degli utenti di accedere ai servizi di connettività ad Internet anche nelle fasce orarie in cui il traffico dati è particolarmente elevato”.

L’annuncio di Telecom aveva in sostanza sottolineato come dagli inizi di questo mese possa essere limitata la velocità di connessione ad Internet, intervenendo su quelle specifiche applicazioni che determinano un “maggior consumo di banda”. Due esempi su tutti: il P2P e il file sharing .

Quintarelli – successivamente intervenuto con un post apparso sul suo blog – ha dunque sollevato i primi dubbi, formulando quattro specifiche domande a cui ha prontamente risposto Salvo Mizzi, oggi responsabile della divisione Internet Media & Digital Communication di Telecom Italia.

“Il deep packet inspection (DPI) implementato da Telecom Italia non entra mai nel merito del payload applicativo – ha spiegato in primis Mizzi – per esempio non viene presa in considerazione nessuna informazione sul contenuto del file scambiato”. La domanda posta da Quintarelli era stata precisa quanto diretta: “farete deep packet inspection? “.

Mizzi ha dunque spiegato a Quintarelli come la distinzione tra le varie centrali interessate non vada fatta a livello di tipologia di backhauling – fibra o rame – bensì a livello di aree caratterizzate da locali congestioni del traffico , “al fine di massimizzare la qualità del servizio”.

Lo stesso Quintarelli aveva già sottolineato come le connessioni in fibra ottica centrale-dorsale possano subire interventi esterni che aumentino la capacità di banda , senza dunque alcuna manovra di traffic shaping da parte dell’operatore.

“Lo shaping fatto nelle centrali in congestione discrimina per client o per server o è generale?”, si interroga Quintarelli. “La soluzione DPI adottata viene applicata in modo temporaneo e non discriminatorio sul traffico cumulato e non su quello del singolo cliente”, ha risposto Mizzi. In altre parole, la limitazione avverrebbe per applicazione e non per singolo cliente .

Lo stesso Mizzi ci ha poi tenuto a precisare: “Le applicazioni VoIP, compresa Skype, non saranno oggetto di alcuna limitazione. Gli unici applicativi P2P che saranno limitati (temporaneamente e solo in casi di congestione) sono quelli dedicati allo scambio di file. Che occupano – negli orari di picco – oltre il 30 per cento di banda downstream “.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Guiodic scrive:
    ma dov'è la notizia?
    è un trojan, e allora? anche io sono capace di scriverlo, poche righe di obj-c o di java.E quindi? cosa dimostra ciò? che mac è insicuro? affermare una cosa del genere vuol dire non aver capito nulla di sicurezza informatica.
  • asd scrive:
    ma che notizia... devi essere stupido
    per installarlo volontariamente...... vogliamo ricordare ai winari il famoso virus che bastava agganciare la presa di rete e ti riavviava la macchina ogni 5 minuti?
  • Risposta alla notizia scrive:
    ah.. si.. si DEVE installare
    ah si.. come tutti i programmi su OsX.. TU lo DEVI SCARICARE ed installare.. da oggi si chiamano trojan?anche teamviewer fa la stessa cosa.. come altri programmi.. ah. si.. teamviewer è un trojan?
    • zuzzurro scrive:
      Re: ah.. si.. si DEVE installare
      Mah, dipende: quando queste cose capitano ad esempio su Android o su Windows è uno scandalo.Su OSX o iOS no.Va a capire come mai...
      • ruppolo scrive:
        Re: ah.. si.. si DEVE installare
        - Scritto da: zuzzurro
        Mah, dipende: quando queste cose capitano ad
        esempio su Android o su Windows è uno
        scandalo.Ma quale scandalo? Sono la norma.
        • zuzzurro scrive:
          Re: ah.. si.. si DEVE installare
          Su windows è perchè gli utenti sono più nubbi di voi su MacSu android non mi pare sia la norma, ma magari arrivi a dire pure questo.PS: espertone, nell'altro post ti ho spiegato un po' di cose su come funziona... mamma mia... tutto bisogna spiegarti.
      • panda rossa scrive:
        Re: ah.. si.. si DEVE installare
        - Scritto da: zuzzurro
        Mah, dipende: quando queste cose capitano ad
        esempio su Android o su Windows è uno
        scandalo.Certo che e' uno scandalo: il winaro non e' mica abituato a scaricare il virus e a lanciarlo.Generalmente il tutto avviene all'insaputa dell'utente.
    • non so scrive:
      Re: ah.. si.. si DEVE installare
      - Scritto da: Risposta alla notizia
      ah si.. come tutti i programmi su OsX.. TU lo
      DEVI SCARICARE ed installare.. da oggi si
      chiamano trojan?Da sempre.
      anche teamviewer fa la stessa cosa.. come altri
      programmi.. ah. si.. teamviewer è un
      trojan?Lo è se viene messo sul P2P dentro Microsoft Office 2011 a tua insaputa.Felice di aver gabbato MS ti ritrovi una backdoor sul computer e la cosa da fessi è che te la sei installata da solo con i privilegi di amministratore.Guarda che questo è il metodo di infezione più comune. I virus, cioè quelli che si duplicano sfruttando delle vulnerabilità, sono sempre più rari, perchè è più facile trovare milioni di utenti fessi che trovare e sfruttare nuove vulnerabilità da remoto.
  • Pietro scrive:
    stipendi
    curioso, queste notizie non appaiono mai in un forum di utenti ma sempre in società che si occupano di sicurezza, e poi non se ne sa più nulla fino al successivo allarme. E' come se dovessero giustificare i loro stipendi
  • Marcus Brody scrive:
    L'inviolabile non esiste
    Tutto può essere violato, basta avere stimoli, motivazioni e capacità. Aspettate e vedrete. Bucare un Apple poi è molto più appassionante! L'Apple è il computer tipico dei fighetti ricchi e viziati, lo si buca ben più volentieri di un grigio PC.
    • ndr scrive:
      Re: L'inviolabile non esiste

      L'Apple è il computer tipico dei fighetti ricchi
      e viziati, lo si buca ben più volentieri di un
      grigio
      PC.L'unica cosa più squallida di un fighetto che sfoggia il Mac è un frustrato qualunquista che ragiona per luoghi comuni al pari dei "fighetti" che tanto saccentemente stigmatizza...
      • Certo certo scrive:
        Re: L'inviolabile non esiste
        Però ha ragione.
        • MacBoy scrive:
          Re: L'inviolabile non esiste
          - Scritto da: Certo certo
          Però ha ragione.Sono 10 anni che dicono così, ma OS X in pratica ancora nessuno l'ha mai bucato.Eppure chi per primo riuscisse diventerebbe un eroe (per alcuni), ormai...
          • Certo certo scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            Infatti. I tempi sono ormai maturi. L'eletto sta arrivando per bucare tutti i macintosh. E voi non potrete fermarlo.[img]http://mostlygrocery.com/wp-content/uploads/2010/02/matrix_neo.jpg[/img][yt]kF39_wtHzwg[/yt]
          • Quindi... scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            Vorresti dire che... il 20/12/2012... O.O ?
          • coso01 scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            infatti al defcon di un paio di anni fa è stato bucato in 10 min... anche se li il problema era il flash player installato di default
          • MacBoy scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            - Scritto da: coso01
            infatti al defcon di un paio di anni fa è stato
            bucato in 10 min... anche se li il problema era
            il flash player installato di
            defaultNon in modo remoto, ma con una webapp appositamente scritta in anticipo (altro che 10').Comunque, certo, era una di quelle vulnerabilità che alla fine tutti inevitabilmente hanno, anche se non direttamente nell'OS in uno dei componenti installati anche di terze parti (Flash, quicktime, PDF, anche webkit, ecc). Sono però vulnerabilità che di solito vengono riparate prima che siano note e comunque abbastanza in fretta su OS X. Finora nessuno è riuscito a sfruttarle in modo malevolo (che si sappia), gli unici 3-4 malware diffusi su OS X sono Trojan, che devi installare volontariamente fornendo anche la password di amministratore. Di cui solo uno ha avuto un minimo di diffusione sui siti torrent (mascherato da ultima versione di Photoshop o iWork, se non ricordo male).
          • zuzzurro scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: coso01

            infatti al defcon di un paio di anni fa è stato

            bucato in 10 min... anche se li il problema era

            il flash player installato di

            default

            Non in modo remoto, ma con una webapp
            appositamente scritta in anticipo (altro che
            10').
            Comunque, certo, era una di quelle vulnerabilità
            che alla fine tutti inevitabilmente hanno, anche
            se non direttamente nell'OS in uno dei componenti
            installati anche di terze parti (Flash,
            quicktime, PDF, anche webkit, ecc). Sono però
            vulnerabilità che di solito vengono riparate
            prima che siano note e comunque abbastanza in
            fretta su OS X.nella scala di velocità di aggiornamento OSX viene ultimo.Non lo dico io, lo dice chiunque che Apple è lenta a rilasciare aggiornamenti sulla sicurezza, questo perchè "tanto non ci sono virus".

            Finora nessuno è riuscito a sfruttarle in modo
            malevolo (che si sappia), Non è vero: è relativamente vero nelle ultimissime versioni del sistema.E poi in caso di attacchi mirati al malcapitato cosa resta? Un biglietto da visita che gli dice che qualcuno ha avuto acXXXXX al suo pc?
            gli unici 3-4 malware
            diffusi su OS X sono Trojan, che devi installare
            volontariamente fornendo anche la password di
            amministratore. Di cui solo uno ha avuto un
            minimo di diffusione sui siti torrent (mascherato
            da ultima versione di Photoshop o iWork, se non
            ricordo
            male).Non ricordi male, ma dire poca diffusione non è così corretto come dici (soprattutto contando he oSX E' poco diffuso).
          • MacBoy scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            - Scritto da: zuzzurro
            Non lo dico io, lo dice chiunque che Apple è
            lenta a rilasciare aggiornamenti sulla sicurezza,
            questo perchè "tanto non ci sono
            virus".La conclusione è vera, quindi?Sta di fatto che sono veloci abbastanza perché queste vulnerabilità non siano diffuse. E poi non te lo dicono certo a te cosa e quando patchano.
            Non è vero: è relativamente vero nelle
            ultimissime versioni del
            sistema.DIMOSTRALO. Invece di continuare sempre a sparare balle.
            Non ricordi male, ma dire poca diffusione non è
            così corretto come dici (soprattutto contando he
            oSX E' poco diffuso). Pochissima diffusione % e per breve tempo. DIMOSTRAMI IL CONTRARIO. Sparaballe
          • zuzzurro scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: zuzzurro

            Non lo dico io, lo dice chiunque che Apple è

            lenta a rilasciare aggiornamenti sulla
            sicurezza,

            questo perchè "tanto non ci sono

            virus".

            La conclusione è vera, quindi?
            Sta di fatto che sono veloci abbastanza perché
            queste vulnerabilità non siano diffuse. E poi non
            te lo dicono certo a te cosa e quando
            patchano.Non è vero. Dalle vulnerabilità presentate loro a volte ci mettono 6 mesi per patchare la cosa. Fidati...


            Non è vero: è relativamente vero nelle

            ultimissime versioni del

            sistema.

            DIMOSTRALO. Invece di continuare sempre a sparare
            balle.Dimostrare una cosa riportata ovunque nei siti di sicurezza?Dimostrami TU il contrario.


            Non ricordi male, ma dire poca diffusione non è

            così corretto come dici (soprattutto contando he

            oSX E' poco diffuso).

            Pochissima diffusione % e per breve tempo.
            DIMOSTRAMI IL CONTRARIO.Lo stesso virus di cui parli ha generato una botnet (in realtà erano due, ma una era relativamente picola). Oppure credi che si siano accorti del virus grazie ad una medium???Come ti accorgi di un virus su OSX, sentiamo...
            SparaballeNon ti permettere mai più di darmi dello sparaballe, secondo avveriemnto.
          • MacBoy scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            - Scritto da: zuzzurro


            Non è vero: è relativamente vero nelle


            ultimissime versioni del


            sistema.



            DIMOSTRALO. Invece di continuare sempre a
            sparare

            balle.

            Dimostrare una cosa riportata ovunque nei siti di
            sicurezza?
            Dimostrami TU il contrario.Linka. PALLISTA.
            Lo stesso virus di cui parli ha generato una
            botnet (in realtà erano due, ma una era
            relativamente picola). Oppure credi che si siano
            accorti del virus grazie ad una
            medium???% di utenti affetti? Incidenza? Prevalenza?Confronto con qualcuna di questa? http://en.wikipedia.org/wiki/Botnet#Historical_list_of_botnetsRIPORTA DATI Pallista!!!
          • Aleph72 scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            - Scritto da: MacBoy
            Linka. PALLISTA.
            RIPORTA DATI Pallista!!!Scusa ma.... hai detto PALLISTA per caso?:-D :-D
          • zuzzurro scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            Ecco che arrivato l'amichetto a fare comunella!Ho postato VAGONATE di link che non riuscite nemmeno a leggere.Fate un po' voi... oppure è che NON volete leggere :D :D :D :D !!!!poveretti.
          • MacBoy scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            Questa è la "botnet" a cui ti riferisci PALLISTA.Il peggior malware su OS X!Dal sito Symantechhttp://www.symantec.com/security_response/writeup.jsp?docid=2009-012216-4245-99OSX.Iservice Risk Level 1: Very Low ==============Threat AssessmentWild Wild Level: Low Number of Infections: 0 - 49 Number of Sites: 0 - 2 Geographical Distribution: Low Threat Containment: Easy Removal: Easy DamageDamage Level: MediumPayload: Opens a back door on the compromised computer.DistributionDistribution Level: Low
          • zuzzurro scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            No, non è quella.Riprova.Comunque PALLISTA lo dici a tuo padre ok?
          • MacBoy scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            - Scritto da: zuzzurro
            No, non è quella.
            Riprova.

            Comunque PALLISTA lo dici a tuo padre ok?E' quella. Mi dispiace per te PALLISTA.Denigrazione andata a vuoto, ancora una volta...
          • Zuzzurro scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            Si ti piacerebbe eh?Il problema é che le tue parole non cambiano la realtà dei fattiProvati gli exploit che ti ho passato o non ne sei in grado?
          • zuzzurro scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: Certo certo

            Però ha ragione.

            Sono 10 anni che dicono così, ma OS X in pratica
            ancora nessuno l'ha mai
            bucato.Difatti al comerazosichiama2own lo hanno bucato in 15 minuti.Tutti gli anni lo bucano e poi Apple sistema le cose.E tutti gli anni lo ribucano.Informati. Piuttosto devi dire :" non ci sono virus che sfruttano queste vulnerabilità".
            Eppure chi per primo riuscisse diventerebbe un
            eroe (per alcuni),
            ormai...Ma anche no. Cmq ripeto: informati!Te lo sto dicendo perchè la disinformazione non è mai una cosa buona.Ci sono stati in passato un sacco di buchi anche sfruttati (Safari docet, ma anche qualcosa su Samba), e ce ne sono ancora qua e là, molti legati anche a programmi e "driver" esterni (mi viene in mente la webcam evo / evocam o come si chiama e l'exploit che ti dava root su OSX).
          • urrr scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            omg e tu cerchi di discutere ed informare un applefag che si chiama macboy?è tutto tempo perso, gli applefag non vogliono sentire, punto.parlo da utente mac è... (imac), so benissimo che anche noi siamo esposti, spero solo che i mac user non siano tutti come questo macboy, ruttolo,mex, finalcut ecc...Se fossero tutti così preferisco passare per un winaro O.O
          • zuzzurro scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            Difatti io non ce l'ho con chi usa Mac, anzi...Io ce l'ho con questa tipologia di personaggi: saccenti, ma senza contenuti.
          • kinder scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            - Scritto da: zuzzurro
            - Scritto da: MacBoy

            - Scritto da: Certo certo


            Però ha ragione.



            Sono 10 anni che dicono così, ma OS X in pratica

            ancora nessuno l'ha mai

            bucato.

            Difatti al comerazosichiama2own lo hanno bucato
            in 15
            minuti.E visto che sei esperto di sicurezza informatica saprai anche COME hanno fatto a bucarlo , vero ?E se lo sai , sai anche che in PRATICA NON E' SFRUTTABILE
          • zuzzurro scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            - Scritto da: kinder
            - Scritto da: zuzzurro

            - Scritto da: MacBoy


            - Scritto da: Certo certo



            Però ha ragione.





            Sono 10 anni che dicono così, ma OS X in
            pratica


            ancora nessuno l'ha mai


            bucato.



            Difatti al comerazosichiama2own lo hanno bucato

            in 15

            minuti.

            E visto che sei esperto di sicurezza informatica
            saprai anche COME hanno fatto a bucarlo , vero
            ?Quando ero in una certa azienda certo che sì.Però se vuoi qualche esempio pubblico:http://www.exploit-db.com/search/?action=search&filter_page=1&filter_description=OSX&filter_exploit_text=&filter_author=&filter_platform=0&filter_type=0&filter_lang_id=0&filter_port=&filter_osvdb=&filter_cve=

            E se lo sai , sai anche che in PRATICA NON E'
            SFRUTTABILEGuarda il link sopra, studia quel tanto e vedrai che... è sfruttabile!Perchè non lo sfruttano, con un virus? Perchè i Mac sono ancora relativamente pochi.Lo hanno mai sfruttato? Io dico di sì, dalla mia esperienza. Il fatto è che tu puoi dire "nessuno è stato mai infettato" (meglio:pochi sono stati infettati)... ma che nessun OSX sia mai stato violato sfruttando una falla non è vero.Un esempio tra i tanti: tu giochi a http://www.exploit-db.com/exploits/14091/e qualcuno tranquillo tranquillo ti fa le scarpe...Credimi.
          • kinder scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            No, non gioco col mac, per quello uso XBox e WiiEd io tranquillo tranquillo attendo che qualcuno mi faccia le scarpe, e sono pure senza AV , pensa un po' te ! :DPer il momento il mio conto iTunes (con tanto di carta memorizzata nel MAC) sta li , ancora "intonso".
          • Zuzzurro scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            Se qualcuno entra nel tuo mac come te ne accorgi?
          • MacBoy scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            - Scritto da: zuzzurro
            Ci sono stati in passato un sacco di buchi anche
            sfruttati (Safari docet, ma anche qualcosa su
            Samba), e ce ne sono ancora qua e là, molti
            legati anche a programmi e "driver" esterni (mi
            viene in mente la webcam evo / evocam o come si
            chiama e l'exploit che ti dava root su
            OSX).Linka PALLISTA
          • zuzzurro scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            C'è il link nel post di risposta a kinder, i*b**+ *+g+ **++ d+ +****!
          • MacBoy scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            - Scritto da: zuzzurro
            C'è il link nel post di risposta a kinder, i*b**+
            *+g+ **++ d+
            +****!Quelli SFRUTTATI pallista!Quelli teorici lasciano il tempo che trovano.Compila uno di quei cosi che continui a linkare e buca il mio iMac. Vediamo...
          • Zuzzurro scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            Sono sfruttati rinco da competizione!Solo che quelli come te non se ne accorgono!
          • panda rossa scrive:
            Re: L'inviolabile non esiste
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: Certo certo

            Però ha ragione.

            Sono 10 anni che dicono così, ma OS X in pratica
            ancora nessuno l'ha mai
            bucato.Sara' perche' in ossequio al primo comandamento sulla sicurezza, i macachi il loro mac lo tengono spento.Tanto anche da spento svolge alla perfezione il compito per cui e' stato comprato: farlo vedere!
    • Nome e cognome scrive:
      Re: L'inviolabile non esiste
      Sei rimasto indietro. Ora il mac lo utilizzano anche i personaggi non fighetti. Non sono figo, non sono ricco e di viziato ho gran poco. Uso mac e lo sfrutto fino all'osso. Come me ce ne sono molti altri. informati, vedrai che è così. Pace & Bene
    • FDG scrive:
      Re: L'inviolabile non esiste
      - Scritto da: Marcus Brody
      ...lo si buca ben più volentieri di un grigio PC.Giusto! A sparare sulla croce rossa dopo un po' ci si annoia.(troll)
  • bertuccia scrive:
    @Dovellas
    ma sei un clone burlone,o sei l'originalee ti hanno bucato il PC e fregato l'account?Dovellashttp://c.punto-informatico.it/l/profilo.aspx?n=Dovellasdovella (l'originale)http://c.punto-informatico.it/l/profilo.aspx?n=Dovella
  • Dovellas scrive:
    Ma non era sicuro....
    (rotfl) :D(rotfl)
    • James Kirk scrive:
      Re: Ma non era sicuro....
      Si, nessun fanboy è mai riuscito a violare un MAC ...
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Ma non era sicuro....
        - Scritto da: James Kirk
        Si, nessun fanboy è mai riuscito a violare un MAC
        ...MAC address?:-D
    • kinder scrive:
      Re: Ma non era sicuro....
      Nulla lo é al 100%, il vantaggio di OSX é che non si riesce mai a fare "buon uso" delle eventuali falle.GET THE FACTS !!
      • nome e cognome scrive:
        Re: Ma non era sicuro....
        - Scritto da: kinder
        Nulla lo é al 100%, il vantaggio di OSX é che non
        si riesce mai a fare "buon uso" delle eventuali
        falle.Come del resto non si riesce a fare buon uso di OSX.
        • kinder scrive:
          Re: Ma non era sicuro....
          Parla per te ! :D
        • FDG scrive:
          Re: Ma non era sicuro....
          - Scritto da: nome e cognome
          Come del resto non si riesce a fare buon uso di
          OSX.Ma tu riesci a fare un buon uso di qualcosa? ;)
          • nome e cognome scrive:
            Re: Ma non era sicuro....

            Ma tu riesci a fare un buon uso di qualcosa? ;)Guarda se non è buon uso questo.... [img]http://archive.bagelturf.com/files/page0_blog_entry1103_4.jpg[/img]
          • La voce della tua coscienza scrive:
            Re: Ma non era sicuro....
            - Scritto da: nome e cognome

            Ma tu riesci a fare un buon uso di qualcosa? ;)

            Guarda se non è buon uso questo....

            [img]http://archive.bagelturf.com/files/page0_blogAnche questo lo è[img]http://www.ubergizmo.com/photos/2007/1/etoilet.jpg[/img]
          • unico vero nome e cognome scrive:
            Re: Ma non era sicuro....
            - Scritto da: nome e cognome

            Ma tu riesci a fare un buon uso di qualcosa? ;)

            Guarda se non è buon uso questo....

            [img]http://archive.bagelturf.com/files/page0_blog[/img]Anche di questo se ne può fare buon uso[img]http://www.ubergizmo.com/photos/2007/1/etoilet.jpg[/img]
    • Matrix scrive:
      Re: Ma non era sicuro....
      Già, proprio come windows 7. Ma non era sicuro?
    • ggg scrive:
      Re: Ma non era sicuro....
      XXXXX ridi.1 trojan Mac ogni 10000000 trojan per windowsRidi ridi.
      • nome e cognome scrive:
        Re: Ma non era sicuro....
        - Scritto da: ggg
        XXXXX ridi.

        1 trojan Mac ogni 10000000 trojan per windows

        Ridi ridi.1 mac per ogni 10000000 windows...
        • illegale scrive:
          Re: Ma non era sicuro....
          - Scritto da: nome e cognome
          - Scritto da: ggg

          XXXXX ridi.



          1 trojan Mac ogni 10000000 trojan per windows



          Ridi ridi.

          1 mac per ogni 10000000 windows...Ecco. Hai detto la XXXXXXX. Adesso ti levi dai piedi? :D
  • ruppolo scrive:
    Nulla di che preoccuparsi
    http://blog.intego.com/2011/02/28/black-hole-rat-is-really-no-big-deal/
    • zuzzurro scrive:
      Re: Nulla di che preoccuparsi
      Quoto, non mi pare degno di nota.Comunque FINALMENTE su Lion hanno messo ASLR... e questo è importante, perchè se si vuole veramente complicare la vita a chi scrive exploit ASLR è necessario (non efficace al 100% però disturba notevolmente).Temo però che quando i veri hacker incominceranno ad interessarsi seriamente alal cosa ci sarà poco da fare...
      • MeX scrive:
        Re: Nulla di che preoccuparsi
        già a nessuno interessa l'hacking di milioni di computer sprovvisti di antivirus e con utenti con le orecchie dritte
        • Sgabbio scrive:
          Re: Nulla di che preoccuparsi
          Ci sono altri simili a te ? NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO :DScherzi a parte, infatti e una fetta golosa...la apple deve sfruttare l'attuale maggiore sicurezza di OSX, per non rendere necessario l'uso degli anti cosi.
          • FDG scrive:
            Re: Nulla di che preoccuparsi
            - Scritto da: Sgabbio
            Scherzi a parte, infatti e una fetta golosa...la
            apple deve sfruttare l'attuale maggiore sicurezza
            di OSX, per non rendere necessario l'uso degli
            anti cosi.Probabilmente ad un certo punto ci sarà una quota di utenti Apple con qualche cosa installato. Non penso si possa evitarlo visto che comportamenti discutibili sono perpetrati grazie alla scarsa conoscenza e dabbenaggine di molti utenti. Chi fa il software può pure curare la sicurezza del proprio sistema. Ma i risultati non dipendono solo da questo. Anzi, penso che in questo momento, diversamente dal passato, il sistema operativo sia il problema minore.
        • zuzzurro scrive:
          Re: Nulla di che preoccuparsi
          Quanti server Apple ci sono in giro?Quanti server + pc windows ci sono in giro?
          • il solito bene informato scrive:
            Re: Nulla di che preoccuparsi
            - Scritto da: zuzzurro
            Quanti server Apple ci sono in giro?
            Quanti server + pc windows ci sono in giro?sommati assieme, probabilmente meno dei server Linux
          • zuzzurro scrive:
            Re: Nulla di che preoccuparsi
            - Scritto da: il solito bene informato
            - Scritto da: zuzzurro

            Quanti server Apple ci sono in giro?

            Quanti server + pc windows ci sono in giro?

            sommati assieme, probabilmente meno dei server
            LinuxNon sto parlando di cifre, ma di possibilità di andare sul concreto.Più semplice: quante aziende con windows PC e windows server esistono?Saranno il 90%? Un virus sul pc di un utonto in grado di infettare anche un server è più semplice e "sicuro" (sicuro che funziona) se tutto funziona sulla stessa architettura.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Nulla di che preoccuparsi
            - Scritto da: il solito bene informato
            - Scritto da: zuzzurro

            Quanti server Apple ci sono in giro?

            Quanti server + pc windows ci sono in giro?

            sommati assieme, probabilmente meno dei server
            LinuxROTFL, XXXXXXX che XXXXXXXta.
          • vrttbrtbfdv b fsdfv scrive:
            Re: Nulla di che preoccuparsi
            - Scritto da: nome e cognome
            ROTFL, XXXXXXX che XXXXXXXta.(rotfl) XXXXXXX quante XXXXXXXte dici....
          • ruppolo scrive:
            Re: Nulla di che preoccuparsi
            - Scritto da: zuzzurro
            Quanti server Apple ci sono in giro?Pochi.
            Quanti server + pc windows ci sono in giro?Troppi.
          • lol scrive:
            Re: Nulla di che preoccuparsi
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: zuzzurro

            Quanti server Apple ci sono in giro?

            Pochi.è stato tolto il supporto.

            Quanti server + pc windows ci sono in giro?
            Troppi.
          • FDG scrive:
            Re: Nulla di che preoccuparsi
            - Scritto da: zuzzurro
            Quanti server Apple ci sono in giro?
            Quanti server + pc windows ci sono in giro?Il problema è principalmente nei server?
        • Funz scrive:
          Re: Nulla di che preoccuparsi
          - Scritto da: MeX
          già a nessuno interessa l'hacking di milioni di
          computer sprovvisti di antivirus e con utenti con
          le orecchie
          dritteA chi interessa? A chi potrebbe iniziare a vendere antivirus su un mercato ancora vergine, no?
    • Dovellas scrive:
      Re: Nulla di che preoccuparsi
      Se se..E poi arriva la marmotta che incarta la cioccolata, Ruppolo fattene una ragione, stai usando uno scolapasta di sistema operativo, non ci sono scusanti, GET THE FACTS.
      • kinder scrive:
        Re: Nulla di che preoccuparsi
        Tu che antivirus usi ? :D
      • ruppolo scrive:
        Re: Nulla di che preoccuparsi
        A cuccia!
      • panda rossa scrive:
        Re: Nulla di che preoccuparsi
        - Scritto da: Dovellas
        Se se..
        E poi arriva la marmotta che incarta la
        cioccolata, Ruppolo fattene una ragione, stai
        usando uno scolapasta di sistema operativo, non
        ci sono scusanti, GET THE
        FACTS.Almeno lui riesce ad usarlo.A differenza tua che invece te lo usano i russi.
    • FDG scrive:
      Re: Nulla di che preoccuparsi
      - Scritto da: ruppolo
      http://blog.intego.com/2011/02/28/black-hole-rat-iCome dire, anche SSH è un XXXXXn :D
  • MissKappaLa Pipi scrive:
    come tutti gli altri...
    ...ha bisogno di nome utente e password amministratore?
    • il solito bene informato scrive:
      Re: come tutti gli altri...
      - Scritto da: MissKappaLa Pipi
      ...ha bisogno di nome utente e password
      amministratore?come tutti gli altri devi avviarlo tu stesso: l'unico vero "buco" dimostrato su OS X finora è quello "tra tastiera e sedia".
      • zuzzurro scrive:
        Re: come tutti gli altri...
        - Scritto da: il solito bene informato
        - Scritto da: MissKappaLa Pipi

        ...ha bisogno di nome utente e password

        amministratore?

        come tutti gli altri devi avviarlo tu stesso:
        l'unico vero "buco" dimostrato su OS X finora è
        quello "tra tastiera e
        sedia".Non è vero assolutamente. Ogni anno vengono scoperti svariati problemi.Solo che, per ora, l'interesse è minimo.
        • MeX scrive:
          Re: come tutti gli altri...
          solo ogni anno?
          • zuzzurro scrive:
            Re: come tutti gli altri...
            Perchè devi sempre trollare?Guarda a caso dove c'è interesse (vedi iOS e J.B. vari) la soluzione si trova sempre.E poi: un hacker con il mac dove lo hai mai visto?
          • MeX scrive:
            Re: come tutti gli altri...
            http://www.cultofmac.com/talking-with-mac-hacker-charles-miller/58273
          • FDG scrive:
            Re: come tutti gli altri...
            - Scritto da: MeX
            http://www.cultofmac.com/talking-with-mac-hacker-c"As for viruses, or more generally malware, these are typically programs that are executed on the computer by the user. While vulnerabilities are the fault of vendors, malware is less so. Operating systems are designed to run the programs users want them to. So when a user downloads a piece of malware (possibly disguised as something else) and tries to run it, the operating system might throw up a warning, but ultimately, the user can make it run. Again, it is just as easy to write this type of malware for Macs as PCs, its just software, but bad guys haven't really taken the time yet."Infatti conosco gente che riceve un messaggio con scritto: "Sono una bella femmina sola. Fai click qui per scaricare il software per chattare con me!". E lo fa!Il problema non è il software ma la corretta educazione alla sicurezza.
          • Ciuccellone scrive:
            Re: come tutti gli altri...
            ma tu non avevi detto che ti levavi dai XXXXXXXX?
      • ginfitz69 scrive:
        Re: come tutti gli altri...
        infatti...http://support.apple.com/kb/HT3865?viewlocale=it_IT
        • MacBoy scrive:
          Re: come tutti gli altri...
          - Scritto da: ginfitz69
          infatti...
          http://support.apple.com/kb/HT3865?viewlocale=it_IIL fatto che scoprano delle falle di sicurezza non significa che ci siano malware che li utilizzino, tanto meno che questi siano diffusi.E poi prima riparano le falle, poi dicono che c'erano. Quindi la finestra temporale per sfruttare tali falle è molto breve per un eventuale hacker perché gli utenti Mac di solito aggiornano il proprio OS. Certo l'hacker potrebbe scoprire una falla sa solo e sfruttarla. Magari sarà anche accaduto. Ma MAI su larga scala su OS X. Cioè mai che nessuno l'abbia denunciato in qualche blog o simile. E comunque in quel caso un "antivirus" sarebbe del tutto inutile.
          • zuzzurro scrive:
            Re: come tutti gli altri...
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: ginfitz69

            infatti...


            http://support.apple.com/kb/HT3865?viewlocale=it_I

            IL fatto che scoprano delle falle di sicurezza
            non significa che ci siano malware che li
            utilizzino, tanto meno che questi siano
            diffusi.Giusto. Sbagli quando dici che "non ci sono vulnerabilità". E' falso.
            E poi prima riparano le falle, poi dicono che
            c'erano. Sai cos'è un CVE? io eviterei di dire che queste falle le ha scoperte Apple che solo con Lion ha aperto le proprie porte agli esperti di security.
            Quindi la finestra temporale per
            sfruttare tali falle è molto breve per un
            eventuale hacker perché gli utenti Mac di solito
            aggiornano il proprio OS.SE chi ha scoperto la falla non la fa saltare fuori come 0 day.


            Certo l'hacker potrebbe scoprire una falla sa
            solo e sfruttarla. Magari sarà anche accaduto. Ma
            MAI su larga scala su OS X. Cioè mai che nessuno
            l'abbia denunciato in qualche blog o simile. E
            comunque in quel caso un "antivirus" sarebbe del
            tutto
            inutile.
          • bbo scrive:
            Re: come tutti gli altri...
            - Scritto da: MacBoy
            IL fatto che scoprano delle falle di sicurezza
            non significa che ci siano malware che li
            utilizzino, tanto meno che questi siano
            diffusi.L'utonto si preoccupa di virus o non virus, ma chi si interessa davvero di sicurezza si preoccupa delle falle.Ricordo che una decina di anni fa nella mi aazienda gli aggiornamenti di Windows erano disabilitati per scelta. Avevo segnalato più volte al responsabile che sarebbe stato meglio aggornarli, per varie ragioni tra cui il fatto che esistevano delle vulnerabilità note che permettevano di assumere il controllo completo del PC.La risposta era sempre: sì, tu sei in grado di sfruttarle, ma chi altro vuoi che sappia come fare? Lascia stare gli aggiornamenti che fanno solo danni!Poi sono arrivati i vari Nimbda, Sasser etc. e allora finalmente ho potuto attivare le mie politiche di sicurezza.E' un paradosso, ma se non ci fosse il malware la mia rete aziendale sarebbe molto più insicura, perché nessuno si preoccuperebbe della sicurezza!
            E poi prima riparano le falle, poi dicono che
            c'erano. Quindi la finestra temporale per
            sfruttare tali falle è molto breve per un
            eventuale hacker perché gli utenti Mac di solito
            aggiornano il proprio OS.


            Certo l'hacker potrebbe scoprire una falla sa
            solo e sfruttarla. Magari sarà anche accaduto. Ma
            MAI su larga scala su OS X. Cioè mai che nessuno
            l'abbia denunciato in qualche blog o simile. E
            comunque in quel caso un "antivirus" sarebbe del
            tutto
            inutile.E' normale che prima sia un hacker a scoprire le falle, succede spesso così. E siccome le falle possono essere vendute a cifre molto alte (direttamente ad Apple, o nel mercato nero) è normale che chi le scopre le tiene per sè.L'antivirus su Mac è del tutto inutile perché anche su Windows un antivirus è del tutto inutile. O diciamo: quasi inutile. Nel dubbio, meglio averlo.
          • MacBoy scrive:
            Re: come tutti gli altri...
            - Scritto da: bbo
            E' normale che prima sia un hacker a scoprire le
            falle, succede spesso così. E siccome le falle
            possono essere vendute a cifre molto alte
            (direttamente ad Apple, o nel mercato nero) è
            normale che chi le scopre le tiene per
            sè.Magari Apple le paga bene, chissà. Sta di fatto che questi exploit non sono "in the wild". Quindi l'utente Mac ancora può stare tranquillo. Gli uccellacci del malaugurio tipo Zuzzurro a cui Apple deve aver ucciso il gatto o qualcosa del genere, dicono sempre che questo cambierà presto, ma negli ultimi 10 anni (cioè da quando è uscito OS X) è stato così. Tanto basta, ed è inutile fasciarsi la testa prima di rompersela.
          • zuzzurro scrive:
            Re: come tutti gli altri...
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: bbo

            E' normale che prima sia un hacker a scoprire le

            falle, succede spesso così. E siccome le falle

            possono essere vendute a cifre molto alte

            (direttamente ad Apple, o nel mercato nero) è

            normale che chi le scopre le tiene per

            sè.

            Magari Apple le paga bene, chissà. Sta di fatto
            che questi exploit non sono "in the wild".http://www.exploit-db.com/search/?action=search&filter_page=1&filter_description=OSX&filter_exploit_text=&filter_author=&filter_platform=0&filter_type=0&filter_lang_id=0&filter_port=&filter_osvdb=&filter_cve=PS: non è lo stesso link dell'altro post, guardalo.E questo ti spiega anche perchè ti ho detto "meno nelle ultime versioni", se sai di cosa stai parlando un minimo, altrimenti taci.
            Quindi
            l'utente Mac ancora può stare tranquillo. No.
            Gli
            uccellacci del malaugurio tipo Zuzzurro a cui
            Apple deve aver ucciso il gatto o qualcosa del
            genere, dicono sempre che questo cambierà presto,No, dico che la minaccia è costante ma poco diffusa.Quindi: si può stare tranquilli, ma se hai un segreto super segreto ambito da tutti NON lo tieni sul Mac.
            ma negli ultimi 10 anni (cioè da quando è uscito
            OS X) è stato così. Tanto basta, ed è inutile
            fasciarsi la testa prima di
            rompersela.Computer!=testa
          • zuzzurro scrive:
            Re: come tutti gli altri...
            PS: nel caso tu non lo avessi capito ho lavorato in un'azienda che si occupa di security.Quindi per favore: fidati.
          • Guybrush scrive:
            Re: come tutti gli altri...
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: bbo[...]
            Magari Apple le paga bene, chissà. Sta di fatto
            che questi exploit non sono "in the wild". Quindi
            l'utente Mac ancora può stare tranquillo. Gli
            uccellacci del malaugurio tipo Zuzzurro a cui
            Apple deve aver ucciso il gatto o qualcosa del
            genere, dicono sempre che questo cambierà presto,
            ma negli ultimi 10 anni (cioè da quando è uscito
            OS X) è stato così. Tanto basta, ed è inutile
            fasciarsi la testa prima di
            rompersela.Finora infettare un mac richiedeva mesi di lavoro e come unica remunerazione dava un "azzo, ci sono riuscito" quale soddisfazione.Molto spesso poi non era richiesta alcuna tecnica particolare, ma solo una grande capacità di raggirare il famoso buco tra sedia e monitor.Un hacker serio non si abbasserà mai a ricorrere in modo sistematico al "social engineering" (=truffa) cosa che deve accadere per infettare sistemi basati su unix.Adesso infettare una mela sta diventando molto redditizio e agli hacker si aggiungono criminali di ogni risma.Il metodo più semplice è XXXXXXX l'utente, senza dar sfoggio di particolari tecniche informatiche? Per un hacker non vale la pena, per un pigiatasti da operetta si.GT
          • Fiber scrive:
            Re: come tutti gli altri...
            - Scritto da: MacBoy
            - Scritto da: ginfitz69

            infatti...


            http://support.apple.com/kb/HT3865?viewlocale=it_I

            IL fatto che scoprano delle falle di sicurezza
            non significa che ci siano malware che li
            utilizzino, tanto meno che questi siano
            diffusi.
            E poi prima riparano le falle, poi dicono che
            c'erano. Quindi la finestra temporale per
            sfruttare tali falle è molto breve per un
            eventuale hacker perché gli utenti Mac di solito
            aggiornano il proprio OS.


            Certo l'hacker potrebbe scoprire una falla sa
            solo e sfruttarla. Magari sarà anche accaduto. Ma
            MAI su larga scala su OS X. Cioè mai che nessuno
            l'abbia denunciato in qualche blog o simile. E
            comunque in quel caso un "antivirus" sarebbe del
            tutto
            inutile.ma a te chi ha detto che tutti gli utenti Mac aggiornano sempre il loro sistema, ovvero acconsentono allo scaricare ogni mese e mezzo circa dai "soli" 400 ai 600MB di roba come update & security fix quando moltissimi se ne sbattono e non lo fanno ...volendo spesso anche perche' nn hanno connessioni a bada larga per scaricare quei pacchetti mastodontici ..ma le chiavette UMTS dove hanno traffico limitato nella flat mensile hai controllato tutti i computer Apple presenti sulla faccia della terra?lo sai quanta gente ho visto ancora con Osx 10.6. 0 = senza gli aggiornamenti fatti??una marea...vai in giro se fai assistenza ed osserva la REALTA' siete patetici-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 luglio 2011 19.58-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti