Terrorismo, media e information war

di Simonetta Zandiri. e-Venti (mediatici) di Guerra: i paradossi dell'i-War (Information War). Cosa sta accadendo


Roma – 11 settembre, 11 ottobre. Siamo ad un mese dai tragici attacchi terroristici che hanno sconvolto l’America ed il mondo intero.

Lo so, in questo momento in cui si configura uno scenario apocalittico da terza guerra mondiale non dovrei perdermi in disquisizioni di questo tipo. Non è deformazione professionale, ve l’assicuro, è semplicemente il bisogno di condividere con voi alcune riflessioni sull’I-War , o meglio, sul ruolo dell’informazione nella prima guerra del Terzo Millennio.

Su questo attacco è stato detto di tutto, non entro nel merito della questione perché non ne ho le necessarie competenze, e non è questo l’ambito adatto ad un approfondimento. Ma poiché tutti, proprio tutti, i media ruotano intorno a questo tema, vorrei tentare di riflettere sul nuovo marketing emergente, il war marketing, perché ci insegna alcune lezioni supreme ed altre particolarmente mostruose.

Prendiamo, ad esempio, il primo annuncio di Bush il giorno dopo l’attacco. Una grande lezione di marketing. Anzitutto Bush non ha ufficialmente dichiarato “guerra”, ma ha definito l’attacco terroristico come un “atto di guerra”. Geniale, no? E la lezione più grande è stata quella della divisione del mondo in due categorie, con la storica affermazione “Chi non è con me, è con i terroristi”.

Non ha detto la frase scontata che tutti si aspettavano, “O con me o contro di me”, ma peggio, perché questa volta chi non è dalla parte degli americani è, a detta di Bush, dalla parte dei terroristi.

Vi state chiedendo cosa c’entra il marketing? Sicuramente c’è l’opera di abili strateghi e comunicatori, dietro la scelta del nome per l’operazione, “Giustizia Duratura”, più che un nome un vero e proprio “claim”. E così non si parte più per fare una guerra, ma per fare Giustizia. Un’altra grande lezione di marketing. I consensi di Bush sono alle stelle. E oggi, si sa, la guerra si vince anche e soprattutto con i consensi, da ambo le parti.

E’ una nuova guerra, quella alla quale assistiamo. Una guerra più evoluta rispetto alla prima, la Guerra del Golfo, quella che dieci anni fa ha inchiodato ciascuno di noi allo schermo per assistere, in diretta, ai bombardamenti notturni.

Gli stessi media che ogni giorno mandano in onda le promesse (contenute nel nuovo “claim” dei paesi della NATO) di “Giustizia Duratura” di Bush all’America e al mondo, però, sono serviti a Bin Laden per diffondere il suo invito, ai musulmani di tutto il mondo, ad unirsi nella lotta contro gli infedeli, e minacciare per sempre la sicurezza degli americani e dei suoi alleati. A diffondere il terrore non è il volto di Bin Laden, né tanto meno le sue parole. Il suo volto avrebbe potuto essere visto da 5, 10, 100 persone, e la sua voce udita da altrettante. E’ la televisione. Senza questo potente mezzo che arriva nelle case di tutti noi probabilmente le parole di Bin Laden si sarebbero perse tra le montagne dell’Afghanistan. Ma grazie ai nostri media quelle parole risuonano ancora adesso nella mente di ognuno di noi. E ci terrorizzano.

E quel che è peggio è che se, da una parte, si tenta di isolare il terrorismo distruggendone i canali di comunicazione, ed aumentando i controlli nelle TLC (Echelon), sacrificando la privacy dei cittadini in nome della sicurezza, dall’altra, con un’ingenuità sorprendente o per il “diritto all’informazione”, si contribuisce a diffondere un appello alla guerra santa (jihad) in tutto il mondo, mandando in onda un filmato che potrebbe anche contenere messaggi in codice.

Sarebbe stato più prudente, forse, trasmettere qualche fotogramma del video in questione, riassumendo i punti “salienti” del messaggio di Bin Laden, e l’informazione sarebbe comunque arrivata ai cittadini, eliminando il rischio di diventare, noi stessi, gli amplificatori dei messaggi in codice (o meno) del terrorismo. Ma già immagino la disapprovazione dei difensori del diritto all’informazione…..

Il ruolo dell’informazione, ancora una volta, è cruciale quanto delicato, lo sa bene Bush quando affronta il suo discorso quotidiano al mondo e lo sa bene anche il terrorismo, che conosce a fondo la nostra civiltà ed il nostro mondo e ne sfrutta, a suo vantaggio, tutte le debolezze. La nostra libertà è già stata colpita duramente con il terribile attacco alle Twin Towers, un tragico evento al quale tutti noi abbiamo assistito in diretta o in differita, grazie alla televisione. La stessa televisione che sta trasmettendo il terrore riproponendoci in continuazione le parole di Bin Laden e dei suoi seguaci.

E’ il nuovo branding, quello delle nazioni, che emerge in questo scenario. Da una parte Bush, che divide il mondo in due categorie, alleati e terroristi, e dall’altra Bin Laden, che lo divide in fedeli e infedeli. Sono questi i brand contrapposti e i cittadini del mondo, così come i politici, gli intellettuali, sono chiamati a schierarsi, da una o dall’altra parte. Pare quasi che la neutralità sia bandita……

Il branding delle nazioni è descritto molto bene da Peter Van Ham in un suo articolo sul magazine Foreign Affairs , del quale vi riporto un brano significativo:

“The traditional diplomacy of yesteryear is disappearing. To do their jobs well in the future, politicians will have to train themselves in brand asset management. Their tasks will include finding a brand niche for their state, engaging in competitive marketing, assuring customer satisfaction, and most of all, creating brand loyalty. Brand states will compete not only among themselves but also with superbrands such as the EU, CNN, Microsoft, and the Roman Catholic Church (boasting the oldest and most recognized logo in the world, the crucifix). In this crowded arena, states that lack relevant brand equity will not survive. The state, in short, will have become the State(r).”

La guerra mediatica è una guerra di “brand”, vincerà il più forte (anche a livello di brand)? Maybe, e allora il più forte non sarà quello che otterrà più consensi nel breve termine, ma quello che saprà costruirsi una maggiore (e “duratura”) brand loyalty.

Simonetta Zandiri
http://www.strategiedigitali.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Comunque lasciate perdere l' ADSL Micanet
    I servizi fanno pena, l' ADSL va peggio di un modem analogico (quando funziona), il server delle news non ha quasi mai funzionato (ecco perche' vedete pochissimi post su it.tlc.provider.disservizi), la posta arriva con un ritardo di circa 30 minuti (anche se spedita allo stesso indirizzo !!!), il server proxy fa vedere le pagine del giorno prima (e non c'e' reload che tenga) ed hanno almeno un disservizio a settimana.L' unica cosa e' che l'help-desk (quando si trova il telefono libero e la persona giusta, cose entrambi difficilissime) e' veramente efficace e disponibile, ha accesso direttamente ai server e quindi piu' di una volta mi ha risolto problemi e cambiato configurazioni al volo in diretta.Ecco l'unico motivo per cui, chiusa la flat, ho pagato la differenza e convertito il servizio in ADSL, ma non lo consiglio a nessuno.Luther Blisset
  • Anonimo scrive:
    Micanet=ClubNautilus=InternetZero!!!
    ARGH!!!A buoni intenditori poche parole:"...dopo la recente acquisizione da parte del Gruppo Club Nautilus, Micanet rilancia..."Chi non lo ricordasse InternetZero, grande provider sOla, apparteneva al ClubNautilus del rampante yuppie della new economy, ovvero l'illuminato Dr. Gianluca Leotta, colui che voleva "comprare la rete".Chi volesse approfondire su InternetZero e il ClubNautilus si faccia una ricerca nei nn.gg. a tema, tipo it.tlc.provider.disservizi, su http://groups.google.com/... capelli ritti GARANTITI!!!Saluti a tutti.
    • Anonimo scrive:
      ClubNautilus mantiene le sue promesse
      ClubNautilus è l'unico gruppoche sta' andando avanti senzaproblemi, in un panorama che ha vistotante societa' dai nomi blasonatichiudere o finire in liquidazione.Con Micanet ClubNautilus ha effettuatola sua piu' grande acquisizione facendoentrare nel gruppo un provider di calibronazionale ed il Dr. Gianluca Leottaè l'unico che non a parole ma con i fattista' creando qualcosa che ora è invidiatoda molti.Per quanto riguarda InternetZero non si trattadi un provider ma di un progetto di internet flatche come tante altre offerte flat ha avuto qualche problema in passato.Ad oggi tutti i provider acquisiti da ClubNautilusgodono di ottima salute e sono presenti sulmercato con varie offerte e progetti.Emanuele Viani- Scritto da: gm62
      ARGH!!!
      A buoni intenditori poche parole:
      "...dopo la recente acquisizione da parte
      del Gruppo Club Nautilus, Micanet
      rilancia..."
      Chi non lo ricordasse InternetZero, grande
      provider sOla, apparteneva al ClubNautilus
      del rampante yuppie della new economy,
      ovvero l'illuminato Dr. Gianluca Leotta,
      colui che voleva "comprare la rete".
      Chi volesse approfondire su InternetZero e
      il ClubNautilus si faccia una ricerca nei
      nn.gg. a tema, tipo
      it.tlc.provider.disservizi, su
      http://groups.google.com/... capelli ritti
      GARANTITI!!!
      Saluti a tutti.
      • Anonimo scrive:
        Re: ClubNautilus NON mantiene le sue promesse
        - Scritto da: Emanuele Viani
        ClubNautilus è l'unico gruppo
        che sta' andando avanti senza
        problemi, in un panorama che ha visto
        tante societa' dai nomi blasonati
        chiudere o finire in liquidazione.AHAHAHAHAH... Andatelo a dire ai TRUFFATI di InternetZero
        Per quanto riguarda InternetZero non
        si tratta di un provider ma di un
        progetto di internet flat che come
        tante altre offerte flat ha avuto
        qualche problema in passato.Certo, come no!... ABBIAMO PAGATO per "progetto di flat" che è durato si e no due mesi!!! E I SOLDI INDIETRO NON LI ABBIAMO MAI RIVISTI!!!I CONTRATTI SI RISPETTANO e non c'era scritto che era un "progetto"!!!
        Ad oggi tutti i provider acquisiti
        da ClubNautilus godono di ottima salute
        e sono presenti sul mercato con varie
        offerte e progetti. Emanuele Viani"Ma mi faccia il piacere" avrebbe detto Totò... Basta fare una piccola ricerca su http://groups.google.com e trovare TUTTI i vostri disservizi e le minacce nei confronti dei vostri ex abbonati.GLI EX UTENTI (per fortuna) di InternetZero NON VI DIMENTICANO!!!"ClubNautilus... se lo conosci lo eviti!"
        • Anonimo scrive:
          InternetZero e flat
          Caro gm62non conosco la tua vicendae mi dispiace molto sentirtiriportare il tuo caso personalea dimostrazione che tutto il lavoroche fa il gruppo ClubNautilus siasbagliato, di certo l'anonimatoti aiuta in questo. Mi sono letto i forum che tu consiglie ti riporto uno stralcio dei due piu' recenti che ho trovato."Non è giusto fare di tutta l'erba un fascio. Se in Europa il modello flat/friaco in alcuni stati funziona, in molti altri non esiste proprio. Non siamo quelli che stanno peggio""Internetzero - almeno i miei soldime li ha restituiti... "Evidentemente la tecnica della diffamazioneche tu sei cosi' bravo ad utilizzare non sempreporta i suoi frutti.Emanuele Viani- Scritto da: gm62
          - Scritto da: Emanuele Viani

          ClubNautilus è l'unico gruppo

          che sta' andando avanti senza

          problemi, in un panorama che ha visto

          tante societa' dai nomi blasonati

          chiudere o finire in liquidazione.

          AHAHAHAHAH... Andatelo a dire ai TRUFFATI di
          InternetZero


          Per quanto riguarda InternetZero non

          si tratta di un provider ma di un

          progetto di internet flat che come

          tante altre offerte flat ha avuto

          qualche problema in passato.

          Certo, come no!... ABBIAMO PAGATO per
          "progetto di flat" che è durato si e no due
          mesi!!! E I SOLDI INDIETRO NON LI ABBIAMO
          MAI RIVISTI!!!
          I CONTRATTI SI RISPETTANO e non c'era
          scritto che era un "progetto"!!!


          Ad oggi tutti i provider acquisiti

          da ClubNautilus godono di ottima salute

          e sono presenti sul mercato con varie

          offerte e progetti. Emanuele Viani

          "Ma mi faccia il piacere" avrebbe detto
          Totò... Basta fare una piccola ricerca su
          http://groups.google.com e trovare TUTTI i
          vostri disservizi e le minacce nei confronti
          dei vostri ex abbonati.
          GLI EX UTENTI (per fortuna) di InternetZero
          NON VI DIMENTICANO!!!
          "ClubNautilus... se lo conosci lo eviti!"
          • Anonimo scrive:
            Re: InternetZero e flat

            Caro gm62 non conosco la tua vicenda
            e mi dispiace molto sentirti riportare
            il tuo caso personale a dimostrazione
            che tutto il lavoro che fa il gruppo
            ClubNautilus sia sbagliato, di certo
            l'anonimato ti aiuta in questo.Nessuna ha mai riportato "casi personali", ma se la signoria vostra si fosse degnata di ricercare non i più recenti msg o quelli che più gli fanno comodo, ma le tonnellate di post datati fine 2000 ed inizio 2001 avrebbe sicuramente letto cosa il "simpatico" Sig. Mantra, o come cavolo si chiamava, e il suo bel provider aveva combinato a decine e decine di utenti. In quanto all'anonimato chieda al suo superiore, Dr.Gianluca Leotta, quante email ricevette, con tanto di firma ed indirizzo del sottoscritto, affinchè intercedesse per il buon nome del Club. Lo sa quante risposte ho ricevuto? ZERO! NADA! NIENTE! NESSUNA! Questa lei la chiama serietà?
            Mi sono letto i forum che tu consigli
            e ti riporto uno stralcio dei due piu
            recenti che ho trovato.[...]La sua è la dimostrazione che "si vede solo nel proprio piatto e si riporta SOLO quel che fa comodo".http://www.punto-informatico.it/p.asp?i=33856 legga questo (nov. 2000): "Va detto che queste formule sono da settimane nel mirino di numerosi utenti che nei newsgroup dedicati, qui in redazione e altrove stanno inviando e pubblicando email di protesta e non solo contro l'offerta "Verde" considerata da molti insoddisfacente." ... e anche i commenti del forum associato e mi dica il suo pensiero, visto che quelli "scomodi", presenti su Google, non li riporta!
            Evidentemente la tecnica della
            diffamazione che tu sei cosi' bravo
            ad utilizzare non sempre porta
            i suoi frutti. Emanuele VianiDiffamazione??? Dove vi ho diffamato? Nello sconsigliare "vivamente" di stare alla larga dal ClubNautilus? In Italia, caro lei, c'è libertà di pensiero ed opinione... e fino a prova contraria i post di it.tlc.provider.disservizi sono lì a dimostrare che "il lupo perde i pelo, ma non il vizio!"
  • Anonimo scrive:
    e chi stà aspettando il rimborso x flat non goduta
    Io sono uno di quelli che aveva la flat di Micanet e che si è visto sospeso il servizio a metà abbonamento.STO ASPETTANDO IL RIMBORSO PER I MESI NON GODUTI (e mi fido poco di comprare altri servizi finchè non lo vedo).GRAZIE.
    • Anonimo scrive:
      Re: e chi stà aspettando il rimborso x flat non goduta

      STO ASPETTANDO IL RIMBORSO PER I MESI NON
      GODUTIMi sa che i tuoi soldi li ho presi io! =:-
      Ho goduto del servizio flat per circa 10 mesi, ma Micanet mi ha preso solo una mensilita' e si e' scordata il resto! (eh eh)D'altro canto pero' Galactica (l'altra flat che avevo) ha chiuso nove mesi prima della scadenza del mio abbonamento, quindi sto aspettando il rimborso che probabilmente non arrivera' mai! :-(Sommando le due (dis)avventure possiamo dire che ci sono andato pari. :-|Evviva l'Ita(g)lia!! :-/
      • Anonimo scrive:
        Re: e chi stà aspettando il rimborso x flat non goduta
        - Scritto da: Blu di russia

        STO ASPETTANDO IL RIMBORSO PER I MESI NON

        GODUTI
        Ho goduto del servizio flat per circa 10
        mesi, ma Micanet mi ha preso solo una
        mensilita' e si e' scordata il resto! (eh
        eh)Hai dovuto fare qualcosa per avere il rimborsoo te lo danno di loro iniziativa ?Anche io ho dei mesi da farmi rimborsare ...
    • Anonimo scrive:
      Re: e chi stà aspettando il rimborso x flat non goduta
      A pagare e a morire c'è sempre tempo; ma di questi tempi sembra che le aziende muoiano prima di pagare...Che disdetta, eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: e chi stà aspettando il rimborso x flat non goduta
      - Scritto da: bidonato
      Io sono uno di quelli che aveva la flat di
      Micanet e che si è visto sospeso il servizio
      a metà abbonamento.
      STO ASPETTANDO IL RIMBORSO PER I MESI NON
      GODUTI (e mi fido poco di comprare altri
      servizi finchè non lo vedo).
      GRAZIE.E io sono uno di quelli di InternetZero, anche lui facente parte del ClubNautilus... "Il lupo perde il pelo, ma non il vizio".Dillo all'eminenza grigia che mi sta replicando più sopra e che risponde al nome di Emanuele Viani... vedrai che ti risponderà che non è vero :((
  • Anonimo scrive:
    Micanet meglio la flat che puntare sull'ADSL flat
    a quei prezzi e per quello che offre non dovrebbe andare lontano, se invece ci fosse una vera offerta flat per analogico e ISDN (non mi riferisco certo all'assurdità di activenetwork) l'azienda sarebbe sommersa di richieste e, approntando le strutture adeguate, nonstante i margini di guadagno modesti, riuscirebbe a raggiungere ottimi risultati
  • Anonimo scrive:
    Non ci siamo per nulla
    a) troppo carab) banda minima RI DI CO LAc) costo di attivazione?? ?!?!?!?!Senza parlare della copertura, una utopia per molta gente.
  • Anonimo scrive:
    93,48 ? iva compresa
    Con questa cifra mensile non credo che raccoglierà molti consensi, io + di 42 ? al mese non sono disposto a spendere.
  • Anonimo scrive:
    E tutti quelli senza copertura... si ATTACCANO!!!
    Che bello! Tutti i poveri scalognati come me, utenti di serie "B" (ma che pagano come tutti gli altri il canone) che purtroppo non godono di copertura... SI ATTACCANO!!!!Che tristezza SIGH!
    • Anonimo scrive:
      Re: E tutti quelli senza copertura... si ATTACCANO!!!
      vedete di attacarvi forte pero :)))- Scritto da: VogliaDiCopertura.
      Che bello! Tutti i poveri scalognati come
      me, utenti di serie "B" (ma che pagano come
      tutti gli altri il canone) che purtroppo non
      godono di copertura... SI ATTACCANO!!!!

      Che tristezza SIGH!
Chiudi i commenti